Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2008

Gli anni 80 - I campioni dello Sport - 1987

Immagine
L'irlandese Stephen Roche, buon corridore ma niente di eccezionale fino all'inizio di quest'anno, scrive il suo nome a caratteri cubitali nel libro delle imprese del ciclismo, realizzando una tripletta che era riuscita solo al "Cannibale" Merckx nel 1974, conquistando Giro d'Italia, Tour de France e Campionato del mondo. In particolare, riesce nell'impresa di conquistare il Campionato del mondo, lo scoglio dove si erano fermati colleghi molto più illustri, come Hinault: la Nazionale irlandese dei Mondiali di Villach è composta da 2 elementi: Roche e Sean Kelly, uno dei migliori "cacciatori di classiche", accreditato tra i favoriti della vigilia. Roche corre il Mondiale da buon gregario di Kelly, ma quando ha l'occasione buona, scappa via e non si fà più prendere: il campione uscente Argentin riesce solo a vincere lo sprint dei secondi, dietro questo irlandese dai modi molto garbati ma anche furbo e scaltro come pochi nei momenti decisivi, ch…

Gli anni 80 - I Protagonisti delle Cronache (1982)

Immagine
Ted Turner, l'uomo che reinventò la tv
Robert Edward (Ted) Turner III, imprenditore nel campo dei media e filantropo, il 1° gennaio 1982 lancia la Cable News Network, stazione che rivoluzionerà il campo dell'informazione televisiva. Il suo impero inizia sulla fine degli anni 70, quando succede al padre e crea la Turner Broadcasting System, fulcro della sua futura attività. Turner crea la CNN con uno scopo preciso in mente: arrivare per primo sulla notizia, ovunque essa sia, con qualsiasi mezzo. Inventa la figura del cronista d'assalto, che magari con un solo operatore con una camera in spalla si lancia in battaglia dietro i soldati. La CNN comincia a diventare un colosso dell'informazione in occasione della tragedia del Challenger, nel 1986, ma sarà con la guerra del Golfo (atto I), nel 1991, che la stazione di Turner entrerà a far parte quasi dell'immaginario collettivo ("Se non l'ha detto la CNN, non é vero.."), con i suoi reportage esclusivi, che di…

Gli anni 80 - I Protagonisti delle Cronache (1981)

Immagine
Il Papa coraggio venuto dalla Polonia Il 13 maggio, il Mondo intero scopre quanto sia affezionato a quel Papa polacco, ex operaio, eletto al soglio pontificio a sorpresa 3 anni prima, che non ha ancora mostrato le molte novità che caratterizzeranno il suo pontificato. Ma quando viene colpito dal killer bulgaro Mehmet Ali Agca proprio in Piazza San Pietro, mentre sta benedicendo la folla, tutti pregano per la sua sorte, e per i dottori che lo stanno operando. La sua eccezionale fibra gli consente di superare il tremendo attentato, ma le inevitabili ripercussioni ne mineranno la salute in maniera permanente. Outsider se mai ne fu eletto uno come successore di San Pietro, e destinato secondo molti a compiere un semplice pontificato di transizione, diventerà invece uno dei più grandi personaggi del 20° secolo, e con i suoi oltre 100 viaggi pastorali in tutto il mondo porterà il vangelo e la sua testimonianza di fede tra tutti i popoli della Terra. Molto più politico di quanto faccia finta …

Gli anni 80 - I protagonisti delle Cronache (1980)

Immagine
Jimmy Carter, il presidente pasticcione James Earl Carter Jr., il 39° presidente degli Stati Uniti, democratico, originario della Georgia. Vince le elezioni da outsider nel 1977, e si trova a fronteggiare la peggiore recessione del dopoguerra, con inflazione e disoccupazione ai massimi storici. In campo estero le cose non vanno meglio, soprattutto con la vicenda degli ostaggi dell'ambasciata di Teheran rapiti dai guerriglieri che combattono lo Scià di Persia, appoggiato dal governo americano. Il 1980 è il suo annus horribilis: prima si rifiuta di ratificare il trattato SALT sul controllo degli armamenti, in risposta all'invasione sovietica dell'Afghanistan. Poi raffredda ancor di più i rapporti con i russi, decidendo il boicottaggio americano delle prossime Olimpiadi. Gestisce malissimo l'operazione di salvataggio degli ostaggi di Teheran, con una missione che porta solo alla morte di 8 soldati. Infine, è al centro di uno scandalo quando a luglio si viene a sapere che s…

Gli anni 80 - I campioni dello Sport (1986)

Immagine
Abbandonati i Mondiali del 1982 in lacrime dopo l'espulsione contro il Brasile, Diego Maradona si prende la sua clamorosa rivincita conducendo per mano l'Argentina al titolo. La partita simbolo del torneo è quella dei quarti contro l'Inghilterra: anche per quello che c'è stato fra le due Nazioni pochi anni prima nelle Isole Falklands, non è una semplice partita di pallone. In pochi minuti, Maradona mostra entrambi i lati del suo gioco e della sua personalità: prima quello furbo, malizioso e anche un po' carogna, quando anticipa Shilton in uscita segnando un gol di mano che solo il guardalinee e l'arbitro non vedono. Poi, quello funambolico, geniale, che solo il più grande giocatore della storia dopo Pelè poteva mostrare, quando si fà metà campo palla al piede, dribbla mezza difesa inglese e deposita in rete il gol più bello della storia del calcio.
Passato lo scoglio inglese, l'Argentina elimina facilmente il Belgio in semifinale e doma la Germania in finale…

Una settimana

Immagine
Oggi è passata una settimana da quando abbiamo accompagnato Federico all'Istituto San Camillo degli Alberoni per la riabilitazione neuromotoria. In sette giorni ha eliminato il caterere, la tracheotomia ed è molto più rilassato e tranquillo. Manda dei piccoli segnali come emettere dei suoni strani dalla bocca, baciare la mamma e la fidanzata Laura, tenersi il cellulare all'orecchio mentre gli stò parlando. Ha iniziato a passare un pò del suo tempo in carrozzina, la fisioterapista è con lui un'ora al giorno e soprattutto mangia. Colazione, pranzo,merenda con il gelato e cena. Ha ancora la peg gastrica ma soltanto perchè ha la necessità di essere superalimentato in quanto in questi tre mesi ha perso molti chili. Ci sarà da aspettare tanto, in compenso mercoledì quando tornerò su da Lui gli porterò alcune foto prese dal Pc, la mamma, il suo papà, Valentino Rossi, Freddy Mercury e Lanny Kravitz. La sua stanza dovrà diventare come quella di casa sua, con le sue cose, le sue pas…

Camere del Lavoro

Immagine

Gli anni 80 - I campioni dello Sport (1985)

Immagine
Solo i numeri possono esprimere quello che hanno fatto e rappresentato per il mondo dello sci alpino Marc Girardelli e Pirmin Zurbriggen: 9 coppe del mondo assolute (5 il lussemburghese d'adozione, austriaco di nascita, 4 lo svizzero) e 14 di specialità (8 a 6 per Zurbriggen), 8 titoli ai Mondiali (4 a testa), dove sono andati sul podio un totale di 21 volte (12 a 9 per Girardelli). 86 gare vinte in coppa del mondo (46 a 40 per Marc), e l'unica pecca di non essere mai andati forte alle Olimpiadi, dove Girardelli ha vinto due argenti, e Zurbriggen il titolo della discesa nel 1988, oltre a un bronzo.Nel 1985, Girardelli batte Zurbriggen nella volata per la coppa del mondo assoluta, a cui aggiunge quella di slalom e di gigante, Zurbriggen si rifà ai Mondiali di Bormio, dove vince discesa libera e combinata ed è secondo in gigante, gara in cui precede Girardelli, che vince anche l'argento in slalom. Straordinari atlenti polivalenti, più indirizzato verso le discipline tecniche…

Respiro

Immagine
Respiro Sentirlo non è facile, eppure c'è, senza non possiamo esistere, per fortuna c'è, vederlo non è possibile sebbene sia sempre con noi. Spesso è nei nostri occhi e ci rifutiamo di abbracciarlo. E...pensare che lo respiriamo ogni momento. Ci ha già perdonato. Errebi

Gli anni 80 - I campioni dello sport - (1984)

Immagine
Presentatosi al mondo con i tre ori vinti ai Mondiali di Helsinki dell'anno prima, il 23enne Carl Lewis entra nella storia dello sport olimpico, vincendo a Los Angeles 4 medaglie d'oro, tante quante le aveva vinte il suo grande maestro Jesse Owens 48 anni prima alle olimpiadi di Berlino, e nelle stesse gare: 100 metri, 200, salto in lungo e staffetta 4X100. Aiutato da un calendario degli eventi costruito su misura per consentirgli di riprendersi dai vari sforzi, Lewis domina tutte le competizioni e diventa, ovviamente, l'uomo copertina di una delle più belle edizioni dei Giochi.
Uno dei soli 4 atleti a vincere 9 medaglie d'oro olimpiche, Carl Lewis entrerà definitivamente nella leggenda alle Olimpiadi di Atlanta del 1996, dove conquisterà la sua quarta medaglia d'oro consecutiva nel salto in lungo.
L'8 febbraio iniziano a Sarajevo i Giochi olimpici invernali, in una splendida città che dopo pochi anni conoscerà la distruzione di una tremenda guerra civile. Il per…

Gli anni 80 - I campioni dello sport - (1983)

Immagine
In un mostruoso 1983, Martina Navratilova vince 16 tornei, e 86 partite su 87. Purtroppo per lei, l'unica sconfitta arriva contro la semisconosciuta Horvath nei quarti di finale di Roland Garros, e questo le impedisce di realizzare il grande Slam. Considerando però che all'epoca gli Australian Open si svolgono a fine anno, riesce a vincere sei tornei dello Slam consecutivi a cavallo degli anni 1983 e 1984, il che le dà comunque la possibilità di fregiarsi del titolo di conquistatrice del massimo traguardo del tennis. E poi, che le si riconosca o meno questa onoreficenza, rimangono 57 successi nelle prove del Grande Slam, 18 nel singolare dove raggiunge 32 volte la finale, 167 vittorie totali in singolare e 169 in doppio, un record di 154 vittorie e 3 sconfitte nel biennio 83-84, a fare di Martina l'atleta più vincente nella storia dello sport, un'autentica icona. E stupidi e privi di qualsiasi fondo di verità rimangono i discorsetti ironici sulle sue preferenze sessual…

Istria 1947-2007 Il silenzio degli intellettuali

Immagine
Pochi giorni prima della firma del trattato di pace tra le potenze vincitrici della seconda guerra mondiale e l’Italia, che, il 10 febbraio 1947, a Parigi, avrebbe strappato al nostro Paese quasi tutta la Venezia Giulia, legalizzando l’occupazione militare jugoslava di quei territori, il ministero della Pubblica istruzione inviava alle scuole italiane di ogni ordine e grado un telegramma che invitava docenti e studenti a manifestare la «fiera protesta contro un accordo imposto con la violenza alla nazione». Pur in conformità allo «spirito di dignità consono all’ora dolorosa che la patria attraversa», occorreva riaffermare pubblicamente «le prerogative irrinunciabili dell’Italia alla propria integrità territoriale». Era necessario esprimere «lo sdegno contro una pace coatta che disconosce i diritti del popolo italiano», il quale, dopo aver combattuto durante gli ultimi due anni del conflitto «a fianco di chi prometteva la libertà», era costretto, ora, a piegarsi dinanzi a un diktat «re…

Il viaggio della speranza

Immagine
Lunedì 21 Aprile 2008 mio figlio Federico dopo due mesi e mezzo di ospedale e tutte le vicissitudini che ha passato parte per il viaggio della speranza. Prossimamente il suo tempo lo trascorrerà al centro di riabilitazione funzionale San Camillo degli Alberoni - Lido di Venezia - . Attualmente ha ripreso ad alimentarsi da solo, chiaramente aiutato, non parla ancora, non vede ancora ma, lui lotta e continuerà a farlo assieme ai suoi genitori. Non importa il tempo, importa il risultato, importa la sua vita. La sua mamma lo seguirà costantemente mentre io, la prossima settimana sarò con lui poi ogni fine settimana sarò presente per aiutarlo. Sono pieno di fiducia perchè è giovane e forte e perchè la vita racchiude in sè, anche nei momenti più tristi, quella forza inspiegabile che io chiamo" il miracolo della vita". Per la prossima settimana non ci saranno pubblicazioni di post da questo blog perciò vi saluto con un arrivederci da Lunedì 28 Aprile sperando di trovarvi ancora num…

Gli anni 80 - I campioni dello Sport (1982)

Immagine
Coinvolto insieme a colleghi più o meno famosi nello scandalo delle partite truccate, Rossi viene amnistiato giusto in tempo per rispondere alle convocazioni di Bearzot per gli imminenti Mondiali spagnoli. Ma Rossi appare abulico, fuori dal gioco, come tutta la Nazionale, che pur potendo contare su una difesa granitica e su quella che è probabilmente la migliore ala del mondo, Bruno Conti, fatica da morire a passare il turno in un girone non trascendentale, con Polonia, Perù e Camerun. Tre pareggi (e di quello con il Camerun ce ne sarebbe, da scrivere..) danno comunque il visto per il secondo turno, dove ci aspettano con baldanza l'Argentina di Maradona e il Brasile di Zico e Falcao. Quasi per sbaglio, l'Italia supera i campioni del mondo in carica per 2 a 1, ma data la vittoria del Brasile per 3 a 1 sui Gauchos, agli Azzurri servirebbe la miracolosa vittoria sui Verdeoro per passare alle semifinali. Il 5 luglio, allo stadio Sarrià di Barcellona, incomincia la parabola verso i…

Gli anni 80 - I campioni dello sport (1981)

Immagine
Quando l'anno prima aveva perso la finale di Wimbledon dopo 5 memorabili set contro Borg, il giovane John Patrick McEnroe aveva giurato che niente e nessuno l'avrebbe fermato nel 1981, tanto meno quel fastidioso orso svedese. E nel suo anno di grazia, infatti, McEnroe tira dritto per la sua strada: si vendica della sconfitta al quinto set dell'anno prima, superando Borg in 4 set sia a Wimbledon, che agli US Open, che conquista per la terza volta di fila. Nei ritagli di tempo, porta a casa la sua terza Coppa Davis e fà diventare un fenomeno anche lo sconosciuto Peter Fleming, suo compagno di doppio. Irriverente al limite dell'insolenza, maleducato, scapestrato per i suoi detrattori, che lo apostrofano col soprannome di "super brat", "il super monello", semplicemente geniale per i tifosi che lo adorano, John McEnroe dipinge tennis come mai nessuno prima, geniale come la tradizione vuole lo siano i mancini, con quel suo maledetto servizio tagliatissimo…

Gli anni 80 - I campioni dello Sport (1980)

Immagine
Quando, dopo aver perso il quarto set della finale di Wimbledon contro McEnroe al tie-break per 18 a 16, Bjorn Borg si impone 8-6 al quinto, conquistando il suo quinto titolo consecutivo (!!) sull'erba inglese, anche i suoi detrattori devono ammettere che, forse, quel barbuto e barboso svedese è veramente un fenomeno come pochi se ne sono visti nel tennis mondiale. Nell'anno di grazia 1980, l'uomo del Circolo polare artico vince anche il quinto dei suoi 6 Roland Garros, perdendo solo in finale da McEnroe gli US Open. Atleta straordinario, dalla resistenza mostruosa, Borg è il "creatore" di un nuovo tipo di tennis, fatto di grande regolarità e esasperati effetti, tutto giocato da fondo campo: praticamente imbattibile sulle superfici lente, diventa un mostro inavvicinabile anche su quelle veloci, dove gli attaccanti si devono esporre ai suoi tremendi passanti o pallonnetti liftati. Fu una maledizione anche per molti atleti in erba del periodo, convinti che per vinc…

Il disastro del Titanic

Immagine
Il Titanic aveva tutto: piscina, bagno turco, barbiere e persino tre biblioteche. Ciò che non aveva, però, erano bulloni di buona qualità che tenessero insieme il transatlantico nel momento in cui qualcosa fosse andato storto, come fu. Lo ha scoperto una squadra di studiosi americani, che per dieci anni ha studiato una cinquantina di bulloni di ferro recuperati dai sommozzatori sul relitto della nave di lusso, ritrovato nel 1985. Già anni fa una università russa aveva avanzato l'ipotesi che la perdita della nave era stata causata da una cattiva costruzione della stessa. Quando la prua del Titanic entrò in collisione con 'l'iceberg maledettò, venti minuti prima della mezzanotte di quella tragica notte tra il 14 e il 15 aprile del 1912 (esattamente 96 anni or sono), i bulloni scadenti saltarono lasciando che l'acqua gelata del Polo Nord entrasse nella stiva. Morirono più di 1500 persone. E la nave "disegnata per essere inaffondabile" - secondo l'accattivant…

Elezioni 2008

Immagine

Elezioni 2008

Immagine

Sinistra scomparsa ed il fairplay del babbeo

Immagine
Sinistra scomparsa. I motivi principali di una catastrofe di dimensioni tali da fare scomparire la sinistra (uso questo termine volutamente generico) dal parlamento sono, secondo me: - una campagna di demolizione sistematica della sinistra da parte dei media - una buona parte di elettori che, turandosi il naso, hanno votato PD in chiave "anti" ma che potrebbero tornare all'ovile fin dalla prossima consultazione - un po' di astensione per punire il sostegno a Prodi.
Ma è troppo facile notare che sommando i risultati dei partiti di sinistra (SA, PCL, SC) al 4% alla Camera ci si arrivava ugualmente. Non esiste che in un paese la sinistra sia divisa in 3 (o più) partiti, si deve trovare il modo di convivere, se no ci si autocondanna all'inutilità. Adesso spero in un sostanziale ricambio della dirigenza. Se la sinistra vuole rinascere deve essere unica ed incazzata. Che non mi tocchi più vedere il leader della sinistra ed il suo cashmirino minuettare con Maroni che, do…

Museo Storico della Linea Gotica

Immagine
E' il più importante museo della Seconda Guerra Mondiale della regione Marche, istituito nel 1992 dal Professor Giovanni Tiberi, allo scopo di documentare il passaggio del fronte nell'alto pesarese durante la Seconda Guerra Mondiale. Il museo custodisce la 'memoria storica' della battaglia della linea gotica avvenuta nel settembre del 1944 e si trova proprio su quella che fu la prima linea gotica. L'ottava armata alleata attaccò alla fine del 1944 le difese predisposte dall'esercito tedesco, lungo il fiume Foglia, meglio conosciute come Linea Gotica, riuscendo a sfondare in più punti. La Quarta divisione indiana occupò anche Casinina, che costituiva un immenso campo minato, mentre, sull'altura di Auditore, le truppe tedesche posero un'accanita resistenza. In due giorni caddero 2000 uomini, oltre le migliaia di vittime civili provocate dai bombardamenti e dai campi minati. Il museo racchiude nelle sue sale oltre 3000 reperti rinvenuti sui campi di battag…

Elezioni 2008

Immagine

Favola

Immagine
C'era una volta un riccio, intelligente e furbo ma molto timido.
Viveva nel suo bosco e aveva una bella tana alla base di un alto albero cavo.
Era ben voluto da tutti gli altri animali del luogo, aveva molti amici,non poteva certo lamentarsi della sua vita, ma in cuor suo sapeva che da qualche parte, chissà dove, doveva esserci qualcosa di più bello ed appagante.
E così un giorno decise di partire e di cercare oltre il limite del bosco.
Camminò per molto tempo, vide tante cose nuove e belle, conobbe tanti animali simpatici, qualche volta ebbe paura e voglia di tornare, ma non provò mai quell'emozione che era sicuro di poter trovare in qualche posto e così non si fermò.
Camminò e camminò ancora finchè un giorno giunse sul ciglio di una scogliera.
Davanti a lui c'era il mare, immenso e azzurro come il cielo sopra il suo bosco in una mattina di maggio.
Rimase fermo, immobile, a respirare quell'immensità per paura che un movimento avesse potuto far scomparire tutto.
Sentiva che il…

Gli anni 80 in musica (1989)

Immagine
La hit parade italiana di inizio 1989 è dominata dal comico Francesco Salvi, prima con "C'è da spostare una macchina", poi con "Esatto", che tiene dietro le ennesime Jovanottate, tra cui "spicca" "Vasco". Madonna (Like a prayer, "Express yourself", la prima con un video molto contestato dalle comunità cristiane) conferma il suo ruolo di regina delle classifiche, mentre l'estate lancia il duo dei Roxette ("The look", Listen to your heart) e regala un clamoroso successo a Edoardo Bennato, con "Viva la mamma". Gli sconosciuti Rocco & the carnations fanno il botto con la hit dell'estate, "Marina". L'autunno porta invece il fenomeno assoluto dell'anno, la lambada.
È un nuovo ballo sudamericano, portato in Europa dal gruppo dei Kaoma(?), e diffusosi come una malattia, come neanche la disco dance ai tempi della "Febbre del sabato sera". Diventa un autentico fenomeno di costume, co…