Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2011

1.195 giorni dall'incidente

Immagine
31 Dicembre 2008, ore 19.00, sono passati 1.185 giorni.Questo non vuol essere il racconto di nostro figlio Federico ma, vuole essere la storia di tutto quel contorno folle di ordinaria quotidianità che ci ha accompagnato. Non parleremo dunque di Federico, dei suoi miglioramenti, del suo lottare ma, sperando di non annoiarvi, di quel contorno. Cominciamo da lontano, cominciamo dai giorni in ospedale. Tristi, appesi ad un filo di speranza che non ci ha mai abbandonato, circondati dalla solidarietà di tanti amici e non. Le diagnosi sentenza che per tre lunghi mesi hanno scandito la nostra vita e quella di nostro figlio. Il ribellarsi contro tutto e tutti per imporre la nostra volontà di mandare Federico in un centro di riabilitazione. Non poteva essere vero, un vegetale ci dicevano e, così non è stato. Il primo centro di riabilitazione dove è stato fatto l'impossibile, dove Federico cominciava a ritornare con la testa fuori dall'acqua, anche se la situazione era ancora difficile.…

Dal Sud al Nord

Immagine
E così Milano. Se l'era immaginata diversa. Non sapeva come. Diversa. Davanti gli stava, invece, un piazzale dove le piante crescevano quadre e i fiori ordinatissimi, ma tutt'attorno sorgevano case molto meno ordinate: alte, basse, di lusso, estremamente modeste, con sopra, a lettere enormi, nomi che lui pure conosceva per averli letti sulla carta delle caramelle o sulla porta del gelataio. E poi una strada larga, dritta, con piantata da un lato una casa tanto alta che lui non l'aveva nemmeno vista sulle prime, come accade per le cose troppo evidenti. Con la mano libera dalla valigia tirò la manica della sorella: - Guarda! - Embè? - fece lei, pur avendo visto tanto mondo quanto lui e cioè Balzotrecase. - È un grattacielo, no? - Come se avesse pasteggiato fino allora a grattacieli. Serafino la guardò. Era improvvisamente diventata diversa Addolorata: le ciglia aggrottate sopra la fessura degli occhi nerissimi, fissava freddamente Milano, quasi Milano le avesse fatto qualcos…

L'albero

Immagine
Quest'albero e il suo brivido,foresta cupa di richiami e grida,mangia il cuore oscuro della notte. Aceto e latte, il cielo, il mare, la massa densa del firmamento, tutto cospira a questo turbamento che dimora nel cuore denso dell'ombra.Un cuore che scoppia, un astro duroche si sdoppia e nel cielo si espande,il cielo limpido che si incrinaal richiamo sonoro del sole,fanno lo stesso rumore, fanno lo stesso rumoredella notte e dell'albero al centro del vento.Antonin Artaud (Marsiglia 4 settembre 1896 – Ivry 4 marzo 1948 )

La giornata della memoria...il giorno dopo

Immagine
Il silenzio. Il silenzio di Birkenau. Il silenzio di Birkenau non assomiglia a nessun altro silenzio: ha in sé le grida di disperazione, le preghiere strangolate di migliaia e migliaia di comunità che il nemico condannò ad essere ingoiate dall'oscurità di una notte infinita, una notte senza nome. Il tacere degli uomini congelato nel cuore della disumanità.Silenzio eterno sotto un cielo azzurro. Silenzio di morte nel cuore della morte...Nel regno delle ombre che è Auschwitz nessuno cammina lentamente: la morte si getta contro la sua preda. Non ha tempo, la morte: dev'essere contemporaneamente dappertutto. La vita, la morte: tutto si unisce in una folle velocità. Il futuro si limita qui all'attimo che precede la selezione; qui bisogna correre dietro al presente, perché non scompaia del tutto. Si corre a lavarsi, si corre mentre ci si veste, si corre alla distribuzione del pane, della margarina, della zuppa. Si corre all'appello, si corre al lavoro, si corre da …

Treno di Panna

Immagine
Nel 1981, Andrea De Carlo, ha 29 anni e pubblica il suo primo romanzo Treno di Panna pubblicato da Einaudi su consiglio di Italo Calvino. Vi si narra le vicende di un ragazzo italiano in California, all'epoca uno dei miti della felicità giovanile.
Alle undici e venti di ieri guardavo Los Angeles dall'alto: il reticolo infinito di punti luminosi. Ho steso una mano verso di lei, le ho toccato il collo con la punta delle dita. Il gesto mi si è dipinto in testa quando la mano non si era ancora mossa: mi è sembrato di vedere la stessa scena due volte, con impressioni appena diverse. Il collo della ragazza era liscio ed elastico in modo irreale; perfettamente omogeneo: l'ho appena toccata, e di colpo lei è rotolata verso di me: è rotolata sulla moquette bianca, fino a che aveva la testa all'altezza delle mie ginocchia. Mi è risalita poi lungo le gambe, con la bocca quasi a contatto del tessuto dei miei calzoni.Il suo fiato tiepido mi raggiungeva la pelle attraverso la trama d…

I soprusi giornalieri di un maledetto "Coso"

Immagine
Iva Zanicchi , durante la trasmissione di Rai 2 - Un giorno da pecorà – “Per me Berlusconi è un benefattore a cui piacela carne frescae giovane piuttosto che una babbiona come me”Iva Zanicchi , durante la trasmissione – L’Infedele – di Gad Lerner : “Non ho obbedito al mio presidente perchè nel mio piccolo ho cercato di controbattere a quelle mostruosità che venivano dette. In quel caso lì avrei disubbidito anche a mia madre: dovevo rimanere lì per difendere il signor presidente da accuse ignobili”Silvana Mura : “Leggiamo con sorpresa le dichiarazioni di Iva Zanicchi secondo la quale Silvio Berlusconi sarebbe un benefattore a cui piace la carne fresca e giovane. Se la Zanicchi avesse utilizzato proprio questa espressione sarebbe da un lato davvero sgradevole che proprio da una donna, per giunta deputata europea possano essere espressi simili concetti nei confronti di altre donne”Vinicio Peluffo : “Ascoltare Iva Zanicchi in un tentativo maldestro di difesa del premier affermare che a Be…

Attimi

Immagine
Attimi su attimiIl vento del sorrisosoffiato dal cuore,onde di gioiaspinte dall'amore.
Gocce pesanti da un viso rigato e triste,frastuoni di pensieri struscianticome serpi velenose.Amore. Odio. Vita.
Attimi di vita pura,come fuochi di speranza,anima circondata da muridi mattoni d'argillaeducata, rispettosa, saggia.
Anima inchiodatadalla purezza e dall'amore.Anima rinchiusa da sbarre.Sbarre d'egoismo, di crudeltà.
Tristezze, sorrisi, pianti e speranze.Attimi cercaticome una scia di una cometa,eterni, rari, irripetibili,incisi nei ricordi per sempre.In sogni eterni come le comete.Roberto Perin

Lampo

Immagine
Passa l'acqua di uno stagno
veloce di fretta va via
la piazza del borgo
il ponte
il vicolo di fronte
la trattoria che conosco
passano la febbre
la sete
col tempo l'amore
la gelosia
vedo sorgere più stelle che scintille
sopra la mia vita

Passa tempo passa ruota
sull'acciaio passa
come notte passa a giorno
sull'acciaio lucido

Buca la montagna questo muso cieco
e sbuca là di fronte
dove aspettano i bagnanti alla sbarra
sul mare che scintilla brilla
passa il campanile di Sant'Anna
Ah-ccidenti come vola
come viaggia all'indietro
come corre via

Passo anche gli uomini
e il fragore delle automobili

Taglio l'autostrada come burro contromano
eh come non visibile
passo sopra e passo sotto
sull'acciaio lucido

Alberi da frutta su due file
da quando ho lasciato Rimini
da quando ho smarrito Genova
proprio non so

Arriverò ai ghiacciai un giorno
anzi una notte
senza corrente elettrica
a fari spenti arriverò
con coraggio
e poi di nuovo giù
dall'altro pendio del mondo
vedrai che arrivo che farò
turbine e scin…

A Trieste non si va oltre il pareggio. Contro il SandonàJesolo si ritorna a vincere.

Immagine
Kras Repen-Venezia 1-1- Campionato Nazionale Serie D Giorne C - 20^ Giornata - http://www.vesport.it/newsvisualizza.asp?ID=16034L'Unione Venezia consegna un altro bel regalo.Questa volta a beneficiarne sono i modesti e umili giovani del Kras che fanno il loro con un certo rispetto e colgono l'opportunità quando è loro possibile, in modo che il pari è quasi legittimo. Gli arancioneroverdi sembrano mancare della giusta tensione agonistica, e sembrano giocare con sufficienza a ritmi più simili a quelli di un'amichevole non riuscendo a mettere mai seriamente sotto l'avversario. L'attacco è sfuggente e poco efficace, il centrocampo non si distingue nei sui alti e bassi, mentre fa la sua parte la difesa in particolare con i due giovani esterni. Si gioca sui tre tocchi (qualche volta quattro), Collauto invia una inutile serie di cross (non troppo ficcanti) a cui non corrisponde mai adeguato finalizzatore. I lagunare sembrano rallentare ulteriormente la loro marcia. Hanno …

La certezza

Immagine
Alla fine di tuttocome figli d'un solo padre dove il sangue non serve per vedere la vitae la carnesi dona alla terrain un unico abbracciodi luce totalel'animalibera dal temporespirerà ancoraPaola Dallardi

Il colore del mare

Immagine
"Pesante e misteriosa la nebbia fitta avvolgeva la grande città. Al mattino il gelo era rigido e pungente mentre lì, alla fermata del tram, lei attendeva immobile e mesta. La mano, irrigidita dal freddo, accarezzava nervosamente la borsa. Una sordida casa al pianterreno la accoglie con un tepore impregnato di odori malsani. All'entrata, su un pagliericcio travestito da cuccia, giace una cagnetta cieca che abbaia a tratti, ma senza convinzione, rivolgendo, per uno strano istinto ancora all'erta, i suoi occhi spenti verso la soglia. In fondo, su una minuscola veranda, volatili di ogni tipo si dibattono disperati nelle loro gabbie di ferro e, oltre una tenda sporca e scolorita, s'intravede quella che dovrebbe essere una cucina. Seduta al tavolo, la vecchia sparge con mano esperta ma nervosa, le sue carte da gioco. Sono interprete inconsapevole del vostro destino che conosco. Io so. Io conosco l'umanità. Sono trent'anni che leggo le carte e ne ho sentite tante. Io…

Le regole valgono per tutti???

Immagine
Lunedì notte…Porta a Porta…Rubygate. Si affronta l’onda anomala del “Bunga a Bunga”, ammirevole Bruno!!! Ospiti della trasmissione il senatore Nicola Latorre (Pd), il senatore di Futuro e Libertà Mario Baldassarri e il resto composto dalla combriccola del coso compatti e chiarissimi nel difendere il capo del governo, e soprattutto il loro capo. Persecuzione, spionaggio, complotti dei servizi: per un paio d’ore la discussione ha fatto la spola tra queste ipotesi. All’improvviso la ciliegina sulla torta…Maria Stella Gelmini : “Berlusconi è vittima della sua bontà e generosità, per andarlo a trovare basta suonare il citofono, e se una ragazza gli chiede un aiutino economico, lui non sa dire di no. E’ vero che con gli amici maschi è un po’ più tirato, ma quelli sono degli esosi. Sparano un milione e mezzo a colpo”. Non ci ho pensato un attimo e mi sono sentito in dovere di spegnere la televisione, mi sono infilato il pigiamo e mentre bevevo la mia solita tisana rilassante, un sorrisino …

Metti una sera a cena...

Immagine
"Un'amica mi ha proposto di andare a una cena, pensavo di fare la ragazza immagine ... Quando me l'ha presentato ero timida all'inizio, poi mi sono sciolta, ho detto di avere 24 anni e che ero egiziana e che mi chiamavo Ruby". "La mia amica mi ha portata lì dicendogli che ero in difficoltà... Lui era molto interesasato ed è stato ad ascoltarmi più di tutti gli psicologi che mi hanno seguito nelle comunità... E' stata una serata molto tranquilla, normale, perché lui ti dà la sensazione di essere a casa di un amico". "Me ne sono andata appena terminata la cena, però lui mi ha chiamato, mi ha dato una busta e mi ha detto: 'Mi ha fatto piacere conoscere una persona come te'", ha detto ancora Ruby, precisando che nella busta c'erano 7mila euro: "Per me era una cifra enormehttp://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE70I0DA20110119Cosi diceva l’imperatore Marco Aurelio : “Gli uomini sono nati gli uni per gli altri; o gli educh…

Cleonice Parisi

Immagine
Cleonice Parisi (Napoli 17 aprile 1969)Certe amarezze scendono come la sera, anche su una giornata chiara. L'uomo attento, non le confonda col momento, sono ombre dal passato che il cor per l'ultima volta hanno abbracciato. Si grato e offri loro il tuo commiato, anche nel dolore hanno insegnato CP

Francesco Biamonti

Immagine
Francesco Biamonti nasce a San Biagio della Cima in provincia di Imperia il 3 marzo 1928 si spegne a Imperia il 17 ottobre 2001Nella luce distesa tra ulivi e solitudini di rocce arrivò il suono della campana mediana: Varì ne contò i viaggi: erano tre, era per un uomo. Non riusciva a immaginare: non aveva sentito dire che a Luvaira qualcuno fosse sul punto. E lì intorno, negli uliveti, non c'era nessuno a cui domandare. Ma la sera, sceso a Luvaira, seppe ch'era stato il passeur ad andarsene e si recò al suo casolare.Era già cominciata la veglia funebre. Una strana veglia. Stavano tutti fuori della porta; solo una donna era rimasta accanto al morto e, insieme a un fiore dal lungo stelo, proiettava la sua ombra.Sul pavimento di battuto. Nessuno parlava fuori, sotto le stelle. Poi, accompagnate da uno stormire d'ulivi, frasi a mezza voce: Siamo proprio niente! Bisogna essere preparati! che non facevano rumore. Nelle pause della brezza il silenzio si posava sul silenzio. Nel cu…

Il "nano di Venezia" e i risultati del nulla

Immagine
On.Prof. Renato Brunetta, ve lo ricordate? Il docente di vita. Quello che in meno di un anno doveva attuare la riforma epocale della pubblica amministrazione? Perchè non se ne parla più? Perchè non si ammette uno dei tanti ennesimi fallimenti del governo di papi? Nessuno lo dice ma, si trattava solo di una truffa mediatica pratica molto diffusa nella politica del psiconano. Una cosa però mi preme sottolineare, se non lo sapete, nel diritto americano esiste il reato di truffa mediatica, in Italia, non solo non è reato ma, come detto, pratica molto diffusa. Diciamo più realisticamente che il ministro Brunetta e la sua riforma sono stati solo la presenza del nulla. E questo flop del nulla ha paralizzato per un anno la funzione pubblica in attesa di qualcosa, non si sa se meglio o peggio, che non è accaduto mai. La "caccia ai fannulloni" il gustoso safari inventato dal nano di Venezia, celebrato mediaticamente con grida estasiate dai giornali, non era altro che un imbroglio. Un …

Ma va, non ci posso credere, il psiconano indagato. Cosa mai combinano questi giudici "comunisti"

Immagine
Udite,udite ancora una volta i magistrati di sinistra hanno l’ardire di indagare il coso. Penso a quel povero cristo del Ghedini tutto preso fino a ieri l’altro alle forche caudine della Corte costituzionale, pensate già si pregustava il meritato risposo che, all’improvviso, il suo instancabile cliente già noto per corruzioni, falsi in bilancio, appropriazioni indebite, finanziamenti illeciti, minacce a organi dello Stato nonchè per indagini di mafia, riciclaggio e strage ora ha aggiunto al suo invidiabile curriculum vitae un paio di delitti che gli mancavano: concussione e prostituzione minorile (liberamente tratto dal fatto quotidiano – si scaldi Previti a bordocampo di Marco Travaglio 15/01/2011-) Vi ricordate il Bunga, bunga con Ruby ebbene il 21 marzo, primo giorno della prossima primavera, il coso andrà a giudizio immediato, con il rischio di subire in tempi brevi una condanna per concussione e prostituzione minorile. Penso, nella mia ignoranza, non era più logico pensare il cre…

il vecchio e il mare

Immagine
Era un vecchio che pescava da solo su una barca a vela nella Corrente del Golfo ed erano ottantaquattro giorni ormai che non prendeva un pesce. Nei primi quaranta giorni lo aveva accompagnato un ragazzo, ma dopo quaranta giorni passati senza che prendesse neanche un pesce, i genitori del ragazzo gli avevano detto che il vecchio ormai era decisamente e definitivamente salao, che è la peggior forma di sfortuna, e il ragazzo li aveva ubbiditi andando in un’altra barca che prese tre bei pesci nella prima settimana. Era triste per il ragazzo veder arrivare ogni giorno il vecchio con la barca vuota e scendeva sempre ad aiutarlo a trasportare o le lenze addugliate o la gaffa (1) e la fiocina e la vela serrata all’albero. La vela era rattoppata con sacchi da farina e quand’era serrata pareva la bandiera di una sconfitta perenne. Il vecchio era magro e scarno e aveva rughe profonde alla nuca. Sulle guance aveva le chiazze del cancro della pelle, provocato dai rifiessi del sole sul mare tropica…

...Poesia

Immagine
Ad alcuni-cioè non a tutti E neppure alla maggioranza, ma alla minoranza.Senza contare le scuole, dove è un obbligo,e i poeti stessi, ce ne saranno forse due su mille.Piace - ma piace anche la pasta in brodo,piacciono i complimenti e il colore azzurro,piace una vecchia sciarpa, piace averla vinta, piace accarezzare un cane.La poesia - ma cos'è mai la poesia?Più di una risposta incerta è stata già data in proposito.Ma io non lo so, non lo soe mi aggrappo a questo come alla salvezza di un corrimano...wislawa szymborska

Chiamate Arcore...avvisate il Cainano...hanno bocciato il legittimo impedimento

Immagine
ROMA, 13 gennaio(Reuters) - La Corte Costituzionale ha bocciato oggi una parte consistente della legge sul legittimo impedimento, in una sentenza che toglie al premier Silvio Berlusconi, la garanzia del congelamento automatico dei suoi tre processi aperti a Milano. La decisione è stata divulgata con un comunicato dell'ufficio stampa della Corte costituzionale. La Consulta ha deciso che è illegittima la norma che obbliga il giudice a rinviare il processo al premier o ad un ministro fino a sei mesi sulla base di un semplice attestato della presidenza del Consiglio che l'imputato è impegnato a governare. In parallelo la Consulta ha detto che spetta al giudice valutare in concreto se sussiste il legittimo impedimento a comparire in udienza. I passaggi della legge bocciati risultano in contrasto con l'articolo 3 della Costituzione sull'uguaglianza dei cittadini e con l'articolo 138 sulla revisione della Costituzione, si legge nel comunicato. Secondo fonti della Consulta…

Altro che shopping natalizi e corsa ai saldi

Immagine
Prendo spunto per questo post dahttp://vocedivento.blogspot.com/2011/01/non-ci-sto-fare-di-tutta-lerba-un.htmlche mi ha gentilmente autorizzato alla pubblicazione. Io, mi sono solo permesso di cambiare il titolo, il resto è lavoro di Sari.
I giornali scrivono per scandalizzare? A leggere i titoli ci s'indigna sempre ma se si ha la pazienza di leggere un articolo per intero, e di mettere insieme tutte le informazioni, allora si scopre che le cose non sono come il titolo grida. Riguardo quel piccolo bimbo morto di freddo il sei gennaio, occorre dire che aveva un padre e una madre a cui erano stati tolti altri figli, che avevano mentito riguardo la loro situazione per timore di perdere anche questi e che vivevano in centro dove molti si fermavano per chiedere conto di quei bimbi per strada. La madre risultava intestataria di un appartamento e quindi poteva dare un indirizzo preciso alle istituzioni. Se poi non vi abitava, era per ragioni che sono facilmente intuibili.Molti dicono, ade…

Scilipotie

Immagine
Girovagando per il web mi sono imbattutonel blog http://nonleggerlo.blogspot.com/. Curiosando nei post sono stato colpito da quello inerente a Domenico Scilipoti. Si proprio lui, il parlamentare dell’Italia dei Valori che il 14 dicembre scorso decise improvvisamente di votare la fiducia al coso. Incuriosito mi sono collegato al sito del “signor Scilipoti”- Dare più forza alla Voce del Popolo – e…Alcune pillole di antiberlusconismo (prima del 14 dicembre):Impunità: A Berlusconi calza a pennello il vestito cucito dal buon sarto Alfano ;Consigliamo vivamente al premier Berlusconi di accelerare le procedure per un rapido trasferimento a Palazzo Venezia, storica residenza del Duce ;Legge elettorale porcellum. Svegliatevi italiani ;Onestà, rettitudine, amore di patria ;Altre pillole (dopo il 14 dicembre) : L’Italia dei Valori è senza valori cristiani ;De Magistris e Sonia Alfano avventurieri e professionisti nel seminare odio ;Da Di Pietro mistificazi…

Interurbana

Immagine
Tony Harrison (Leeds 30 aprile 1937)Uno dei maggiori poeti viventi del suo paese. Molto del materiale che costituisce la sua poesia è attinto dai ricordi della sua infanzia in una famiglia inglese proletaria.fonte Wikipedia
Per quanto mia madre fosse morta da due anni
papà teneva le sue pantofole a scaldare sul fornello,
metteva dalla sua parte del letto la boule
e le rinnovava la tessera dell’autobus.
Non potevi fargli un’improvvisata, dovevi avvertire.
Si prendeva un’ora per avere il tempo
di togliere d’attorno le cose di lei e sembrare solo
come se il suo amore acerbo fosse un delitto.
Non poteva rischiare lo scontro con la mia incredulità,
per quanto certo di sentire da un momento all’altro la chiave
girare nella toppa arrugginita e liberarlo dal dolore.
Sapeva che lei era solo uscita un attimo a comprare il tè.
Per me la vita finisce con la morte, e basta.
Non siete usciti a fare la spesa tutti e due;
però nel nuovo taccuino di pelle nera c’è il tuo nome
e il numero staccato che ancora chiamo.TH

Fbc Unione Venezia : Con il Concordia si vince 3-0 a Este con la squadra imbottita di juniores dallo 0-2 al 3-2

Immagine
Venezia-Città di Concordia 3-0 Campionato Nazionale Serie D 18 Giornata -Girone C-La partita finisce in gloria per l'Unione Venezia che capitalizza nel secondo tempo la grande quantità di occasioni da gol. Tutto è reso più facile dal primo rigore e dall'immediato raddoppio di Zubin. Il Concordia si vede di più quando gioca con l'uomo in meno ed è bravo il portiere lagunare Casini a togliere qualche pallone pericoloso. L'allenatore concordiese Feltrin si lamenta per le decisioni arbitrali, ma la differenza (lo dice anche lo stesso Feltrin) tra le due squadre è indiscutibile http://www.vesport.it/newsvisualizza.asp?ID=15977Venezia-Città di Concordia 3-0Marcatori :4^st Zubin (UV) rigore, 8^ st Zubin (UV), 43^st Zubin (UV)
Classifica prime cinque posizioni :Venezia 37Treviso 37Tamai 32Rovigo 31San Donàjesolo 29
Este- Venezia 3-2 Campionato Nazionale Serie D 19 Giornata -Girone C-All'Unione Venezia non bastano i due gol di vantaggio del primo tempo. Troppo rimaneggiata la…

Prima di tutto l'uomo

Immagine
Non vivere su questa terra come straniero o come turista nella natura Vivi in questo mondo come nella casa di tuo padre credi al grano, alla terra, al mare ma prima di tutto credi all’uomo.Ama le nuvole, le macchine, i libri ma prima di tutto ama l’uomo Senti la tristezza del ramo che secca dell’astro che si spegne dell’animale ferito che rantola ma prima di tutto senti la tristezza e il dolore dell’uomo.Ti diano gioia tutti i beni della terra l’ombra e la luce ti diano gioia ma soprattutto, a piene mani ti dia gioia l’uomo! Nazim Hikmet

E prendendo a prestito le parole di Massimo d’Azeglio…Fatta l’Italia è ora di farmi gli italiani

Immagine
Povera patria! Schiacciata dagli abusi di potere di gente infame, che non sa cos’è il pudore, si credono potenti e gli va benequello che fanno; e tutto gli appartiene. Tra governanti, quanti perfetti e inutili buffoni! Questo paese è devastato dal dolore… ma non vi danno un po’ di dispiacere quei corpi in terra senza più calore? Non cambierà, non cambierà no cambierà, forse cambierà. Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali? Nel fango affonda lo stivale dei maiali Me ne vergogno un poco, e mi fa malevedere un uomo come un animale Non cambierà, non cambierà si che cambierà, vedrai che cambierà Voglio sperare che il mondo torni a quote più normali che possa contemplare il cielo e i fiori, che non si parli più di dittature se avremo ancora un po’ da vivere… La primavera intanto tarda ad arrivare (F.Battiato, la Vergogna e la Cura)