Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2009

I tempi cambiano

Mi rammento quando i militanti Msi attesero Craxi all'Hotel Raphael a Roma e gli tirarono le monetine. Mi ricordo quando Feltri, dalle pagine dell'Europeo incitava Di Pietro ed il pool di "manipulite". I tempi cambiano. Ora i magistrati sono comunisti e Alemanno sta per intestare una strada a Craxi.

L'iniziativa del governo sul diritto di sciopero...

Ricordo bene quando le metropoli andavano in tilt per gli scioperi. Perchè avevano luogo ? Non per smanie selvagge ma per contratti scaduti da mesi e anni. Ora sarebbe arrivato il toccasana, la bacchetta magica capace non di far rispettare gli accordi, ma di riportare l'ordine, la quiete, mettendo il bavaglio all'iniziativa sindacale. E' questo il messaggio che il centrodestra diffonde attraverso quasi tutti i mass media. Una sceneggiatache nasconde il vero obiettivo: non andare alle cause delle agitazioni sindacali, non risanare il sistema dei trasporti, ma demolire il diritto di sciopero qui, oggi, per attaccarlo, domani, ovunque.
Fare del sindacato un organismo burocratico staccato dal mondo del lavoro. Non siamo al codice penale voluto dal fascismo che considerava lo sciopero un reato, ma si sente traballare il precetto costituzionale. Nessuno può certo ignorare il fatto che nel settore di servizi delicati come i trasporti - ma anche la sanità - si fornteggiano diritti …

Perchè si torna al nucleare

Berlusconi e Sarkozy hanno firmato il patto che riporta il nucleare in Italia (il parlamento ratificherà, il padrone è lui) a poche ore dal discorso di Obama sul futuro di un America che punterà sull'energia pulita. Bene si percepisce, dietro questo brutto accordo fra due uomini piccoli ma pieni di sè, il grande affare che la costruzione delle centrali sarà per l'alta aristocrazia industriale con potere e influenza seconda solo ai due principi regnanti, che certamente li ripagheranno di questo interessamento. Si parla di nucleare ma, mi stupisce che i commentatori non discutano sulla diponibilità praticamente illimitata di energia eolica e solare che c'è nel nostro paese e sullo scandalo di una politica che taglia sulla ricerca e sugli investimenti in questo settore. E' chiaro comunque il perchè, quello che mancherebbe su questa strada, d'altra parte, è il vantaggio economico e politico del Capo (dei Capi) e dei loro comitati di affari. Per quello che riguarda il p…

Regola vigente

Paolo Bonolis, a proposito della mediasettizzazione di Sanremo, ha affermato che una volta tanto "le barriere tra aziende possono essere superate"E' chiaro che le aziende in questione sono la Rai e Mediaset. Ciò che non è chiaro sono le barriere. Bonolis vede barriere tra Rai e Mediaset ? Sanremo tra un gay guarito in salsa Povia e un'invasione di conigliette di Playboy è stato un mega-spot di "Amici" il programma di Maria De Filippi su Canale 5. Ma lo sapete che la signora De Filippi si è svegliata la mattina e si è autoprestata alla Rai informando, con calma, in un secondo momento il direttore di Rai1 e Raifiction, Fabrizio Del Noce ? E con in tasca già la contromarca per tornare subito a Mediaset. Un pò come fà il signor Bonolis, che negli anni pari stà a Mediaset e nei dispari, quando non funziona più, va alla Rai che poi lo restituisca a Mediaset come nuovo. Sanremo non è stato altro che una consacrazione di una regola vigente da almeno 15 anni. La Rai…

Camminando negli anni '70

Songs in the key of life - Stevie Wonder - post 23 Questo lavoro del '76 prese un pò tutti in contropiede. Doppio album composto da brani incredibili "Sir Duke"- "I Wish"- "Village ghetto land"- "Black man"- "Isn't she lovely"- ...quasi troppoa ruba. Wonder suona la tastiera, la batteria e regala brividi all'armonica, arrangia e produce. Miscela con sapienza infinita funky, soul, tentazioni jazz e un pizzico di pop di alta classe, testi di denuncia e dichiarazioni d'amore. Non è un caso che molte canzoni di questo disco siano spesso ascoltate anche oggi, altre siano diventate le rielaborazioni hip hop, segno di una modernità che ignora il passare del tempo e delle mode. Nessuno pensava, dopo questo album, che la carriera dell'artista avrebbe conosciuto da lì a poco un inspiegabile declino. Lentamente ma inesorabilmente i dischi che sarebbero seguiti , sempre più radi, non avrebbero mai più toccato i vertici di Songs …

Lucciole ?...Uguale leghisti

Dalla sua finestra lotizzata dentro i tg Raiset, il leghista Cota ci ammonisce fraternamente : l'antiberlusconismo del nuvo segretrio del Pd è un errore, perchè quel che conta sono le misure concrete prese dal governo. E non dimentica di citare quella meno concreta di tutte, cioè il federalismo fiscale, che significa tutto o niente, il principio e la fine dell'universo padano. Perchè quelli della Lega sono politici così concreti che, mentre infuria la crisi economica e aumenta la povertà, mentre chiudono fabbriche e fabbrichette, loro pensano a tenere occupato il Parlamento con le ronde. Ragazzotti e padri di famiglia in libera uscita, che scendono in strada al calar delle tenebre, come le lucciole, e che ci costeranno sicuramente molto di più di quanto ci costerebbe rafforzare le forze di polizia. M a volete mettere la soddisfazione di farsi vedere in giro travestiti da sceriffi, nella speranze di menare le mani, magari in tanti contro uno, soprattutto se immigrati ?

Al Presidente della Repubblica

Caro Presidente fare il "Presidente della Repubblica" deve essere una specie di esperienza zen di controllo assoluto di ciò che si dice. Prendo ad esempio questa frase dell'altro ieri ( cito dal Corriere) circa l'Università "mi auguro che siano maturi i tempi per ripensare e rivedere scelte di bilancio improntate a tagli indiscriminati". E' un capolavoro di delicatezza, signor Presidente. Chiunque, per esprimere lo stesso concetto avrebbe usato parole parecchio più rudi. Ma il mestiere del Presidente è far arrivare il messaggio senza urtar nessuno. Quindi immagino che abbia escluso in partenza di dire semplicemnte "Tagliare i fondi all'Università è un suicidio nazionale". E non andasse bene "Dove andiamo a finire se non investiamo nell'Università?" Troppo diretto. Anche un classico "Tagliare i fondi all'Università? Ma siamo impazziti?"Sarebbe stato un pò sopra le righe. Insomma ci voleva un lavoro di cesello. &q…

Michele Serena ritorna in panchina

Importante provvedimento della dirigenza arancioneroverde. I fratelli Poletti hanno richiamato Michele Serena, esonerato dagli stessi alcuni mesi orsono. Finisce quì l'avventura di Stefano Cuoghi. Serena farà il suo esordio in panchina domenica contro il Padova, proprio come un anno fà quando subentrò all'ex mister lagunare D'Adderio. Sembra rimanga confermato Andrea Seno nel ruolo di direttore sportivo anche se il diretto interessato ha confermato di essere stato escluso dalle ultime trattative invernali di mercato. Ultimo colpo d'ala del sodalizio lagunare ? Oppure prima tappa verso la rincorsa alla salvezza ? Chi vivrà vedrà !!!

Un altro Carnevale se ne va

Venezia è ritornata ad essere il paese dei balocchi, nove giorni regalati al Carnevale con quanto ne consegue, nel bene e nel male. L'apertura della kermesse con il volo dell'Angelo, le Marie, i draghi e le sfilate in Piazza, hanno trascinato una marea di turisti a Venezia ad annusare il Carnevale. Dico annusare perchè mancavano di partecipazione e non riuscivano nemmeno a vedere le maschere nella marea di gente che si accalcava nel grande salotto. La storia si è ripetuta domenica scora collassando la città. Troppa gente a Venezia in un mordi e fuggi, non vive la città e crede di vivere il Carnevale senza portare con sè un contributo di colore, lasciatemelo dire, di carnevalità. Turisti con gli angoli della bocca incorniciati dallo zucchero delle frittelle o dal pomodoro della pizza al taglio mangiata in fretta in una pizzeria cinese, con aria stupita si guardano attorno e fotografano tutto ciò che passa. Sono ignari delle feste che si svolgono nei palazzi veneziani e del fant…

Essere migliori non basta

Walter Veltroni è uscito di scena, seriamente, prendendosi le colpe di tutto, anche quelle di molti altri che non hanno mai creduto nel progetto e nemmeno facevano più finta di crederci. Se l'unica vera, seria opposizione, sembra essere quella di Di Pietro, siamo messi peggio di quanto credevamo. La storia, purtroppo, è incominciata nel 1994 quando, dopo le dimissioni di Occhetto, una nuova generazione ha preso il potere della politica nel partito. D'Alema e Veltroni lottarono aspramente per la segreteria e lì cominciò una sfida mai finita. La classe dirigente si rinnovò al completo. Certamente tutto necessario se, soprattutto, serviva a contrastare quell'Italia folle che aveva votato Berlusconi e il suo partito improvvisato dalla sera alla mattina. Era, appunto, il 1994. Penso che nessuno possa smentire che, in quindici anni, non ci sono stati due politci migliori di D'Alema e Veltroni (insieme all'onesto Fassino). Ma prima l'uno e poi l'altro hanno commes…

Strano paese l'Italia

Strano paese l'Italia. A volte penso che non sia poi tutta colpa di coloro che votano per Berlusconi : per alcuni certamente si, gente uguale che in lui si specchia e si compiace, per altri no, culturalmente più indifesi si affidano alle facili promesse vendute a pieni mani dai mezzi di informazione, con sempre meno voglia e meno tempo per verificare la realizzazione delle stesse. Quello che non posso accettare è il silenzio di coloro che invece sanno e dicono a metà : si spendono oltremisura per alcune battaglie sui valori come nel caso di Eluana e non dicono una parola sul fatto che un consulente della Fininvest, l'avvocato Mills, sia stato condannato a 4 anni e 6 mesi per essere stato corrotto da Berlusconi. Il corruttore, lungimirante, era già corso ai ripari con una legge regalatagli dal ministro Alfano che lo mette al riparo da qualsiasi processo : sfacciata amoralità. Per me, come penso per tanti altri, la corruzione è un reato gravissimo, cosa che non vale invece per m…

Tre sberle e...tutti a casa

Pro Patria-Venezia 3 a 0 Lega Pro 1^ Divisione - Girone A -
Sempre più giù, senza limiti. Adesso al Venezia serve una scossa. Che sia il cambio di guida tecnica, che sia una presa di posizione forte della società o all'opposto della squadra nei confronti dello stesso sodalizio arancioneroverde, ma qualcosa deve succedere. Il cammino, il calvario o l'agonia del Venezia, chiamatelo come volete, continua in maniera drammatica. Sconfitta dopo sconfitta. Sono ben cinque quelle collezionate nelle ultime nove uscite, con un'involuzione sia del rendimento in campo sia della componente caratteriale di gara in gara. Una situazione che porta dritto alla retrocessione senza nemmeno l'appello dei play-out, se qualcosa non interviene rapidamente a rompere questo equilibrio fasullo, questa situazione di stallo nella quale a rimetterci c'è solamente l'immagine del Venezia, oltre alla pazienza e alla passione di una tifoseria che alla maglia è attaccata ancora. Il fondo è già st…

Carnevale a Venezia

Prime maschere sabato pomeriggio 21 febbraio in piazza San Marco a Venezia. San Marco torna la "Piazza delle Meravegie" nel primo sabato del carnevale 2009 : una festa intitolata "Sensation" , nei sensi per altrettanti sestieri della città, che già all'avvio ha richiamato 41mila persone, giunte nel capolugo lagunare con ogni mezzo. Una invasione specifica di calli e campielli , con obiettivo naturalmente piazza San Marco, quest'anno trasformata dagli organizzatori della kermesse in un grande giardino rinascimentale , con 1800 essenze diverse ed un simbolico leone alato verde.Trampolieri, truccatori e dinosauri giganteschi, protagonisti del "Carnevale dei bambini", hanno dato il via all'edizione 2009 della festa che proseguirà fino al 24 febbraio.

No alle ronde

Vi scrivo la mia indignazione per il varo del decreto che dà il via alle ronde da parte dei cittadini. Poichè pago le tasse fino all'ultimo euro, non voglio che queste sostengano questa iniziativa. Mi ricordo bene durante il fascismo ci si è avvalsi di uno strumento simile per far fuori ogni opposizione. Chi decide chi è "per bene" e chi non lo è ? Abbiamo anche troppi corpi di polizia, debbono essere finanziati questi, per essere controllati in modo che agiscano correttamente. Le donne non hanno bisogno delle ronde per essere sicure. Questo è solo un pretesto per fare quanto di meno democratico ci sia. Prendiamo posizione contro !

Il Compagno più grande

Sono storicamente sempre stato vicino alla sinistra, mi chiesero quando ero molto giovane il perchè del volermi iscrivere al PCI. La mia risposta fù "perchè voglio un mondo che sia equo" (non tutti uguali, capivo che sarebbe stato utopistico) volevo stare vicino a chi aveva più bisogno. Gesù a mio parere è stato il più grande Compagno della storia. Oggi i cattolici, i politici e le alte gerarchie ecclesiastiche si professano tali per convenienza e per far carriera. Tutti sottomessi a Ruini e al papa.

Perdere per vincere

Smettiamola di essere sotto il giogo del consenso: essere liberi di perdere per poter finalmente un giorno vincere. E per farlo, bisogna fare cose non impossibili e non complicate, con modi e risposte semplici e chiare. Liberarsi e ribellarsi alla logica del potere, alla sua corruzione e alla sua protezione. Liberarsi dell'abbraccio mortale di poteri sporchi, di visioni affaristiche e avere poi il coraggio di denunciarlo. Attaccare chi vorrebe il partito sottomesso e schiavo di poteri che non rispecchiano quel che la gente pensa e di cui ha bisogno. Sbattere fuori chi rappresenta l'ipocrisia, la falsità, la divisione. Forse non è complicato. Basterà che ha volerlo sia una persona che se ne freghi di tutto, eccetto dei cittadini e del popolo e di cosa sia meglio per loro. E comunque, a Walter Veltroni, un grazie per tutto quello che hai provato a fare e che non ti è stato lasciato fare !!!

La nostalgia per il paròn, il calcio che ormai non c'è più

Trenta'anni fà, il 20 febbraio 1979, moriva Nereo Rocco, allenatore simbolo del calcio all'italiana. Aveva fatto il garzone nella macelleria di famiglia, in via Slapater, a Trieste. Era nato nel 1912, quando la città era sotto l'impero austro-ungarico. a calciatore faceva il centrocampista, debuttò in nazionale nel 1934, proprio nella città giuliana. ù bandiera della Triestina. Portò la stessa vicino allo scudetto nel 1947, nel lustro del Grande Torino. A Padova divenne mito, basando molta della propria fortuna sul difensivismo. "Vinca il migliore ? Speremo de no", la frase che ha fatto epoca. All'Appiani era riuscito a fermare la Juve e pure l'Inter. Arrivò a Milan vincendo due coppe Campioni (nel '63 contro il Benfica di Eusebio, e nel '68), mentre l'Inter rispondeva con Helenio Herrera. Tanti hanno imparato da lui il mestiere di allenatore, soprattutto a Nord-Est (Albertino Bigon, Nevio Scala,Edy Reja), in tre sono diventati citì : Bearzot,…

Lynyrd Skynyrd...una grande band sospesa tra vita e morte

Conoscete gli Lynyrd Skynyrd ? Se si conoscerete anche la loro storia maledetta. Storia fatta di grande rock e tragici avvenimenti. Una storia che sembrava finalmente incanalata su binari più tranquilli, anzi verso nuopvi orizzonti di gloria.Dopo essere finalmente entrati nella Rock and Roll Hall of Fame e al centro di una grande riscoperta collettiva, non a caso uno dei tormentoni dell'estate scorsa fu All Summer Long di Kit Rock, che campionava il celebre riff di Sweet Home Alabama, annunciando il loro tour europeo da maggio 2009, in probabile concomitanza con l'uscita del nuovo album con il loro unico concerto italiano, il 3 giugno al Palasport di Milano, il fato avverso colpiva ancora i Lynryd. Pochi giorni fà è morto per attacco cardiaco il tastierista Billy Powell, 56 anni, che assieme al chitarrista Gary Rossington era sopravvissuto all'incidente aereo del 1977 in cui erano scomparsi gli altri tre componenti del gruppo. Una tragedia che provocò lo scioglimento del g…

Bonolis e C.

Anche quest'anno con grande fatica e con alcune rinunce sono riuscito a pagare il canone Rai. Sapere però che questi soldi contribuiranno ad ingrassare le tasche dei soliti personaggi televisivi che indubbiamente saranno anche dei grandi professionisti, mi scoccia davvero tanto. Ma in un periodo di grande crisi che vive il nostro paese non sarebbe opportuno che tutti tirassimo la cinghia e soprattutto non sprecassimo soldi così ?

Oasis a Treviso

Tutto esaurito per il concerto degli Oasis in arrivo sabato 21 Febbraio al Palaverde di Treviso (ore 21). La band di Manchester è nuovamente in Italia per altri quattro concerti : il 20 a Roma, il 21 a Treviso, il 23 a Bolzano e il 24 a Firenze. La band che ha ricevuto la bellezza di 7 nomination agli NME Awards (tra cui Best Album e Best Video), lancerà nei prossimi giornio il terzo singolo estratto, "Falling Down". Lo show della band di Manchester sarà preceduto dall'esibizione degli emergenti Free Peace, band di supporto per le quattro date italiane. I Free Peace,nella composizione dei propri brani, si è ispirata principalmente ai Led Zeppelin, alla Jimi Hendrix Experience e ai suond Soul.
Con queste premesse il concerto si profilo come un evento assolutamente memorabile, durante il quale il gruppo darà voce alle ultime hits ed all'immenso patrimonio raccolto in oltre tredici anni di carriera di musica, da condividere come sempre con il loro affezzionatissimo pubbl…

Al signor Mastella

E così, caro sig. Mastella, si candida alle elezioni europee con il Pdl. Bene, è tornato a casa. Sono altri che sono fuori posto. La vera amarezza, però, è quella di me elettore di sinistra che ha dovuto sopportare la sua presenza. Ma la responsabilità è dei "dirigenti" che l'hanno imbarcato sulla loro zattera per ben due volte !!!

Torna la Coppa Uefa

Oggi riprende la Coppa Uefa, con in lizza quattro squadre italiane. Stasera scenderanno in campo il Milan, impegnato a Brema contro il Werder (20.45, diretta su Rete4), e la Sampdoria, che ospiterà gli ucraini del Metalist (20.45, ContoTv). "Werder-Milan è una sfida degna della Champion Leauge" afferma il capitano rossonero, Paolo Maldini.

Van Morrison. Un selvaggio ritorno al passato

Pare fossero quarant’anni che l’ex ragazzo di Belfast stesse pensando alla riedizione dal vivo del suo capolavoro “Astral weeks”, per me l’unico lavoro forse a torto, dell’artista irlandese, che mi è rimasto nella memoria. Pensavo, autoreferenzialità o un trucco per rimpinguare le casse della ditta Morrison ? A sentire lo strabordante entusiasmo e financo le tante imprecisioni in cui il nostro si è imbattuto nel disco parrebbe che i cinici debbano fare un passo indietro. Ascoltandolo mi è sembrato un sincero, gioioso, “live” al cento per cento. Una buona orchestra di archi, in parte la band storica che registrò l’originale, e il vecchio Van alla chitarra, al sax, all’armonica e alla voce, spesso sguaiata. Già perché sembra che gli anni abbiano giocato uno strano scherzo : ascoltati in parallelo, come ho fatto ieri sera, pare, paradossalmente, che l’originale sia stato registrato dal sessantenne e il live da un ragazzino di 23 anni. Rivivendo la sua genesi artistica l’ha infatti un po’…

Brigolo il leghista reversibile

L'ultimo arrivato (s'intende in video) della pattuglia leghista è Bricolo, un nome che sà di diminutivo, anzi quasi di vezzeggiativo, ma che non basta a cancellare l'impressoine che di volta in volta producono le sue dichiarazioni ai tg. Il Bricolo, comunque, dev'essere stato scelto per aparire in tv per quella sua aria innocua e quasi spaventata, come se fossestato sorpreso dalle luci delle telecamere mentre stava al bar con gli amici e ancora si dovesse preparare l'espressione giusta. Infatti, ha il ciuffo ritto in testa come da spavento o magari da corsa in moto. Il che non può che suscitare un sorriso di comprensione, in attesa delle parole che verranno e che spesso suonano peggiori perfino rispetto a quelle di Calderoli. Ieri, per esempio, Bricolo ha paralto degli immigrati in questo modo : " SE NE DEVONO ANDARE ; NOI NON GLI VOGLIAMO"
Parole che hanno il pregio di essere reversibili : anche gli immigrati farebbero volentieri a meno di Bricolo. Anche …

L'Hobby dei pensionati

Spesso chi lavora chiede a noi pensionati come impeghiamo il nostro tempo...domanda interessante ! Beh, per esempio, l'altro giorno io e mia moglie siamo andati in città e siamo entrati in un negozio. Ci siamo rimasti cinque minuti. Quando siamo usciti c'era un vigile con il suo bravo blocchettino che faceva una multa. Ci siamo avvicinati e gli ho detto . " Scusi non potrebbe aver rispetto per degli anziani e lasciar perdere per una volta ? " Quello ci ha ignorato e ha continuato a scrivere. Allora gli ho dato dello " Stronzo Nazista " A quel punto lui ha alzato gli occhi, mi ha fissato per un istante e poi si è messo a fare un'altra multa per i pneumatici consumati. Così mia moglie gli ha dato del " Pezzo di Merda ". Il vigile ha messo la seconda multa sul tergicristallo insieme alla prima e ha iniziato a scriverne una terza ! La cosa è andata avanti 20 minuti, più lui scriveva e più noi lo insultavamo e viceversa... Che poi, a livello personale, chi s…

Camminando negli anni '70

Deep Purple - Deep Purple in Rock-post 22
La nascita dell'heavy metal anche (forse soprattutto) a questo LP. Dopi i primi 3 mediocri album, i Deep Purple decidono di voltare pagina colpendo il cuore del gruppo. Vengono liquidati Rod Evans e Nick Simper a favore del bassista Roger Glover e del cantante Ian Gillan. Con l'uscita di In Rock i Deep Purple cacciano gli attributi e producono un album che si stacca fin troppo dai lavori precedenti, un concentrato di rock durissimo, incendiario e metallaro. Questo è forse il primo disco heavy metal della storia. Il primo minuto di "Speed King" prima traccia dell'album, è incendiario, sembra che tutti gli strumenti provengano dall'inferno e che si contorcino all'inverosimile facendo da preludio alla melodia, quasi parrocchiale, del tastierista Lord, per poi passare al fulcro della canzone, dove Ian Gillan si esibisce in una prova vocale di spessore, con urli strazianti ma anche con una voce notevolmente acuta, forse…

Il Venezia nel tunnel...è sempre più solo

- Un Venezia da non credere-
Monza - Venezia 2-1 Lega Pro 1^ Divisione -Girone A- Niente da fare, il Venezia affonda sempre più : cade a Monza per 2-1 finendo il matc in dieci. I lagunari rimediano una giusta sconfitta contro la quale non riescono a contrapporre nemmeno un briciolo di quella cattiveria che dovrebbe invece animare ogni loro giocata alla ricerca di una posizione tranquilla. Invece ritornano quattro i punti di ritardo sulla penultima, e addirittura sono dieci quelli che ora come ora separano gli arancioneroverdi dalla zona salvezza senza playout. Il tecnico Stefano Cuoghi si lamentqa per un rigore non concesso allo scadere, ma l'eventuale pareggio sarebbe stato ingiusto per quanto di brutto il Venezia è riuscito a far vedere nel corso della prima frazione. Fatto salvo per il buon esordio di Marco Cuoghi (subito in gol il giovane esordiente) , entrato a sostituire un inesistente Bono, non vi è stata, nella seconda parte della gara, quella reazione determinata e il nece…

15 Febbraio 1898

"Signori si nasce, e io modestamente lo nacqui...". Vagamente puntigliosa, questa, tra le migliaia di battute di Totò che ci soccorrono quasi in ogn occasione della vita, è quella che meglio ci permette di ricordare l'anniversario della sua nascita. Una nascita da trovatello, tenacemente rifiutata che lo spinse con costosissima ostinazione a cercare le sue principesche origini bizantine. Del resto, quel titolo rivendicato se lo portava benissimo, facendolo irresistibilmente convivere col profilo del poveraccio, della marionetta disarticolata. Del principe-pagliaccio Totò è stato detto e scritto tutto. E a me piace ricordarlo con le parole di Flaiano "...Totò ha potuto fingersi tutto, gentiluomo, ladro, generale, spia, soldato, mondano, ballerino, avventuriero, dottore, pazzo, uomo d'affari, sonnambulo, proprio perchè l sua sola presenza caricaturale smentiva tutte le possibili attribzioni."

Into the Wild

Stasera,nella stanza della pensione di Bosisio Parini (Lecco), dove mi trovo ogni fine settimana per venire a stare assieme con mia moglie e mio figlio, mi è capitato di vedere, sui canali di una tv locale, "Into the Wild". Probabilmente uno dei migliori film che abbia mai visto, e sicuramente tra quelli che mi hanno fatto pensare. Sono stati pochi i lungometraggi che, una volta terminati i titoli di coda, mi hanno lasciato a bocca aperta. Una voragine dal quale l'inesprimibile cerca di venir fuori, ma ogni tentativo di dare una forma risulta inevitabilmente un fallimento, ogni pensiero allontana da questo stato di semi-incoscienza, in cui ti chiedi tutto o forse niente. Ecco, questo è l'effetto di un bel film come questo. Ti lascia con qualcosa di più, dentro. Vi consiglio di recuperare la meravigliosa colonna sonora di Eddie Vedder e di prendervi il libro da cui è tratta la storia, credo omonimo tra l'altro, che, non tarderò a prendere anch'io. Comunque...u…

Dare la voce al lavoro

Lo sciopero di oggi di metalmeccanici e lavoratori pubblici della Cgil segnala, come avviene in tutta Europa, l'allarme sociale per la crisi economica. Una crisi che chiama imprese e sindacati a grandi responsabilità e che dovrebbe spingere il governo a scelte coraggiose e responsabili.

Uniti per fermarlo

Solo una opposizione ferma e unita può fermare una persona in pieno delirio di onnipotenza !
Io ci spero ancora.

Pasolini

L'Italia sta marciando in un benessere che è egoismo, stupidità, incultura, pettegolezzo, moralismo, coazione, conformismo :
prestarsi in qualche modo a contribuire a questa marcescenza è, ora, il fascismo. (Pier Paolo Pasolini 1962)

Maroni il manganellatore

Nel mirino del ministro degli Interni pare non ci siano solo gli immigrati ma anche i lavoratori che si oppongono alla chiusura ed allo smantellamento dello loro fabbriche e contro i quali vengono mandate le forze di polizia per manganellarli. In questi ultimi giorni è già successo due volte, a Pomigliano alla Fiat, poi a Milano alla Innse. Pare sia il modo che il governo ha scelto per "governare" la crisi, altro che ammortizzatori. Quello che stupisce è che in difesa dei lavoratori non si sia ancora levata voce in Parlamento contro la linea violenta intrapresa dal governo per contrastare le sacrosante proteste dei lavoratori abbandonati a se stessi.

Una nuvola di gas

L'alba sul San Michele rapidamente diventa tiepida quando giugno finisce. Quel 29 giugno i fanti dormono ancora nelle trincee scavate nella roccia, mentre il vento che soffia basso porta il gas velenoso : è l'iprite, solfuro di dicloroetile. La chiamano così perchè è stata sperimentata a Ypres sul fronte belga nell'aprile 1915 : 15 mila soldati francesi erano fuggiti lasciando un varco di sei chilometri, cinquemila erano morti con i bulbi degli occhi sporgenti e le facce grigie. Tra le cinque e le cinque e mezzo del mattino, sul Carso, 6432 uomini, passano dal sonno alla morte. Resta nell'aria come un odore forte di mostarda, lo chiamano anche "gaz mostarde". Sui moribondi si avventano due reggimenti attrezzati con maschere antigas, che li massacrano a colpi di mazze ferrate con punte accuminate. L'assalto sul San Michele ha il primato del maggior numero di vittime nel minor tempo. Da Peteano a San Martino e Castelnuovo sul Carso sono stte chilometri di f…
Tramonto laguna di Venezia foto : Errebi Laguna innamorata Bulicame di riflessi che ubriacano lagune di specchi. Dove le stelle e le lucciole confondono le loro forme. Gocce di movimento, si intersecano e sfiorano le bricole. Errebi

Sensi di colpa

A chi crede che Berlusconi sia intervenuto nella tragedia di Eluana spinto dall'amore di padre e in difesa di principi etici, è il caso di ricordare un episodio della sua vita. Fu la moglie Veronica che confessò pubblicamente che d'intesa con lui era ricorsa all'aborto al settimo mese di gravidanza per non avere un figlio con probabili malformazioni. Tutto si dimentica nella vita e più facilmente lo si dimentica quando si comincia a perdere il senso delle dimensioni. Quello che vorrei sottolineare però, anche di fronte a un uomo così, è che sempre la storia di una persona aiuta a capire il perchè dei suoi comportamenti più assurdi. C'è un sentimento profondo di inferiorità alla base di tutti i deliri di onnipotenza e c'è bisogno di tenere lontani i sensi di colpa e i ricordi dolorosi in tutti gli irrigidimenti, sguaiati e freddi, dei moralisti da strapazzo. Avrebbe potuto, e dovuto, Silvio Berlusconi, se davvero avesse avuto preoccupazione per Eluana, incontrare pe…

John Fitzgerald Kennedy, 12 settembre 1960

Io credo in un'America dove la separazione di Chiesa e Stato sia assoluta. Dove nessun gruppo religioso cerchi di imporre i suoi voleri direttamente o indirettamente sulla popolazione o sugli atti pubblci dei suoi funzionari

Distanza abissale

Sono convinto che la maggior parte dei prelati vaticani non sanno di cosa parlano, altrimenti non mi spiego la loro distanza abissale dalla chiesa di cristo. Dalla forma (pomposa) alla sostanza ( scarpe di pelle e giubbottini d'ermellino ) . Ritengo sia il più grande colpo di stato di tutti i tempi.

Speriamo...

Lega Pro 1 Divisione - Giorne A - Venezia-Reggiana 1-1
Sembra cominciare bene l'avventura del nuovo Venezia. Quello che da più speranza è il livello del gioco che la squadra ha fatto vedere contro la capolista Reggiana. Se guardiamo al risultato non ci vengono note positive : il pareggio lascia lontano l'aggancio quantomeno alla zona playout. La squadra è stata artefice di una prestazione incoraggiante con alcune novità interessanti nell'aspetto tecnico-tattico e con l'esordio del nuovo terzetto di acquisti del mercato di riparazione del mese scorso. La compagine arancioneroverde subisce il gol degli ospiti al 37^ del primo tempo con Maschio che infila Aprea con un preciso diagonale. Ma, a differenza di altre occasioni, bastano 6 minuti al Venezia, per raddrizzare il risultato. Merito del neo acquisto Laurito (buon esordio) liberatosi del difensore reggiano Mei sulla linea di fondo dell'area granata, non trova di meglio che abbatterlo con conseguente rigore. Và sul…

Questo è razzismo

Con le ultime leggi sull'immigrazione approvate al Senato siamo ormai alla riedizione delle famigerate le ggi razziali fasciste del '38 ! Penso che il nostro Paese abbia toccato il fondo e che a noi in prima persona tocchi arrestare la deriva per non ripetere quello che è accaduto ai tempi del nazismo e del fascismo. Oltre tutto hanno a disposizione anche le camicie brune, pardon, verdi ! Organizziamo noi la protesta senza aspettare i partiti. Facciamo girare in rete, prima, e inpiazza poi, la nostra opposizione. Non facciamoci ingannare dai " moderati ". Con oggi un limite è stato passato, non fingiamo di ignorarlo ! Nel paese di Caligola non possiamo, pena l'esilio, essere ciechi.

La crociata su Eluana è repellente

L'aggettivo "raccapricciante", adoperato dal capo dello Stato Giorgio Napolitano, a proposito dell'indiano dato alle fiamme, non ha molti sinonimi. Uno, però, esiste : "repellente". Come definire il decreto ad personam di Berlusconi, autentica sfida al Colle, e su una vicenda tanto privata e delicata ? Come definire le parole di Gianfranco Rotondi : "Su Eluana decide Berlusconi ? " O l'invio da parte di Maurizio Sacconi di ispettori presso la clinica "La Quiete ? " O le auspicate indagini della Procura di Udine su amici e parenti di Eluana ? O le fiaccolate oscurantiste sotto la clinica di Udine ? Si è scatenata una di quelle tipiche crociate italiche piene di fiaccolate, veglie, anatemi. Sempre più mi confermo che la laicità del nostro Stato è messa di fronte a una prova suprema. Se lo Stato dovesse abiurare, come Galileo, tanto vale richiudere Porta Pia, estendere le mura vaticane fino a comprendere Montecitorio e il Senato, e pren…

372 giorni

Ci siamo...mano nella mano un pò preoccupato...ha camminato. Centro commerciale Bennet di Rogeno (Lecco) sembrava passata una vita. Non ci credeva neanche lui ma negozio per negozio, corridoio per corridoio lentamente ma, sicuro, è ritornato ad assaporare il piacere del contatto con la gente. Il suo volto, la sua espressione dicevano tutto. Si è dimenticato perfino che non ci vede. Ancora adesso sento la sua mano nella mia, vedo la sua andatura un pò traballante, sento la mia voce dirgli dritto, sinistra, destra, ok. Aspetto...il ritorno a casa, aspetto il sereno dopo la tempesta, voglio di nuovo la sua vita.

Silvio Berlusconi Primo

Le sentenze della magistratura vengono bloccate da un governo che oltre a farsi le leggi per prevenire possibili problemi agli interessi del suo capo, addirittura adesso emette decreti per impedire l'applicazione delle sentenze già emesse. Ma quando ci conviceremo che per essere in dittatura non serve sempre essere circondati dai carri armati ?

L'Indiano bruciato

Papa mobile
Il Vaticano che tanto rumore fà per Eluana non ha speso una sola parola
per il ragazzo Indiano bruciato vivo da quei tre disgraziati...

Le donne e le parole inutili

Basta con gli articoli sugli stupri e alle trasmissioni televisive di inchiesta.Come se già non si sapesse tutto e nel dettaglio. Sia cosa accade, come mai accade e che cosa si potrebbe fare. Presentatevi come testimoni informati dei fatti, questo servirebbe. E basta con i cori di quali leggi ci vorrebbero. Lo sappiamo e nel dettaglio. E specialmente basta a tutte quelle che le invocano nei convegni e poi non fanno nulla nei loro partiti, se non ripetere le vecchie litanie. Per il rispetto delle donne, vittime e non, tacete. Specialmente perchè gli stupri come tutti sappiamo non dipendono dalla avvenenza delle vittime, ma dal desiderio di umiliare e mostrare il proprio potere. Cosa che purtroppo avviene in tutto il mondo !

Venezia insolita ci invita al carnevale

Di Venezia ve ne ho parlato miliardi di volte. Ne avrete la nausea, ormai. forse ? Ah, volete ancora riempirvi le tasche di gondole, piccioni e coriandoli ? Beh, capitate al momento giusto. Venezia vi stà aspettando, sorniona, languida ed altera, nella laguna che l'ha sposata, che si è innamorata di lei. " La città magnifica e tentatrice, ne' cui canali, come nelle vene di una donna voluttuosa " sta per esplodere con il carnevale ( mi andava di citare un pò D'Annunzio perdonatemi), e crepitano i sospiri d'attesa per il culmine dell'avvenimento, martedì grasso. Consueta sfilata di maschere in piazza San Marco, il salotto più bello d'Europa, come sostenne Napoleone ; scherzi tra sconosciuti e stranieri tra le calli palpitanti di vita, come impone la tradizione, mormorii di stupore davanti agli splendidi costumi d'epoca dei vari veneziani doc. Capovolgete il ventaglio di pizzo, ammicate con chi intriga, arrotolatevi le ciocche della parrucca e, ecco,…

Caro Mr.Darwin, dopo di lei non siamo più gli stessi

Buon compleanno Mr.Darwin ! Il suo, quest'anno, è un compleanno davvero speciale. Persino doppio. Cadono, infatti, 200 anni esatti dalla sua nascita, avvenuta il 12 febbraio 1809. E cadono 150 anni esatti dalla pubblicazione del suo Origine della specie, avvenuta il 24 novembre 1859 e che costituisce un autentico spartiacque tra due ere : prima e dopo Darwin. Con Galileo ha posto una pietra miliare così importante da segnare un confine nella storia. I motivi sono molti ma, se me lo concede, proviamo a metterne in luce alcuni. Il primo, il più importante, sta nell'aver elaborato una teoria che costituisce ancora oggi la base con cui vengono spiegati nella maniera più economica tutti i fatti noti in biologia. La struttura della teoria dell'evoluzione biologica così come la possiamo definire oggi è costituita da un albero con un grande tronco, tre rami principali e una miriade di fronzuti ramoscelli, questa è la migliore metafora della grandezza della sua opinione. Di questo …

Miopia Politica

La Sinistra in Italia rischia di non vincere mai più. Basta vedere come sparlano. Partiamo dell'On. Giordano, la cui prima dichiarazione quale esponente del nuovo movimento Rps di Vendola è stata : puntiamo ai voti del Pd. Il povero Giordano dopo aver ridotto in anemia Riofndazione Comunista rischia di far morire sul nascere Rps. Invece di puntare a riconquistare i tantissimi voti dei lavoratori andati a Fi, ad An e soprattutto alla Lega, si rivolge miseramente ai voti del povero Pd. Che miopia politica !!!

Barbarie e occhi sgranati

Anche dal punto di vista televisivo, lo spettacolo offerto Lunedì da Porta a Porta è stato devastante : in collegamento il leghista Costa, coi suoi occhi chiari sgranati, per convincerci che bisogna essere cattivi con i più deboli. Buoni ovviamente con i forti. In studio il ministro Meloni, coi suoi occhi ancora più sgranati, che dava la colpa dell'intolleranza razzista alla tolleranza degli antirazzisti. E Bruno Vespa intanto si divideva tra l'ipocrisia di chi pretende che si violi la legge per prolungare la non vita di Eluana e la condivisione più sfacciata delle peggiori iniziative governative contro la giustizia e l'immigrazione. Naturalmente, sempre nascondendosi dietro quelli che vengono chiamati " i fatti ". Ma quali sono i fatti ? Un fatto è che, a furia di predicare barbarie con la potenza della tv, la barbarie cresce. Un altro fatto è che Al Tappone e i suoi hanno fatto la campagna elettorale su Alitalia e la sicurezza. E ora ci troviamo più insicuri e …

Nessuna lascia in pace Eluana

"Eluana non soffrirà. E' morta 17 anni fà." Lo ha detto l'anestesista Amato del Monte, che ha accompagnato Eluana nell'ultimo viaggio. La cosa che più mi lascia perplesso è come certa opinione pubblica continua a vedere Eluana come ci viene proposta dai mass media, nel fiore degli anni, una bella ragazza con la gioia di vivere e non capire che ormai Lei è una persona completamente diversa da quella pseudo realtà con cui cii viene presentata. Il mio stato d'animo è completamente devastato come uomo, come padre, come cittadino. Ma tutto questo passa in secondo piano davanti al dolore della famiglia Englaro. Davanti ad un dolore così grande meglio meditare in silenzio. Eluana, già da molto tempo, riposa in pace.