Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2008

Buon fine settimana

Immagine
Siamo arrivati anche a questo venerdì ! Lo so che sono monotono, ma anche questa settimana sono agli Alberoni da mio figlio Federico. Sarà l'ultima occasione, almeno fino a quando non tornerà a casa, di stare con Lui per un bel pò di tempo. Quindi un saluto a tutti voi cari Bloggers e Non, ah dimenticavo: non ci saranno pubblicazioni per la prossima settimana,spero non me ne vogliate..........Ci risentiamo dalla seconda settimana di Settembre. Buon inizio di Settembre a tutti.

Al ministro Bossi

Immagine
Non è neppure durata 6 mesi la buona intenzione di ridurre le tasse con la quale il centrodestra ha vinto le ultime elezioni politiche. E ora proprio Umberto Bossi, quello che da sempre ha il dente più avvelenato contro le tasse, chiede di ripristinare l'Ici, una delle imposte più odiate dagli italiani perchè và a colpire la prima abitazione frutto di risparmi e sacrifici di una vita.Non si può giustificare questo comportamento affermando che proprio l'Ici è una della poche tasse federaliste, di quelle che lasciano sul territorio i proventi. Uno dei pilastri del federalismo consiste nel mettere in diretta concorrenza le amministrazioni locali. Alcune, più brave, riescono a sopravvivere e a garantire i servizi con un'elevata pressione fiscale. Altre sono gestite da uomini meno abili e non ci riescono per cui alle elezioni, vengono bocciate, pena lo spopolamento e la migrazione verso città gestite meglio. Funziona così a livello cantonale in Svizzera, che è una confederazion…

A raggio di sole

Immagine
Che lingua parli tuse dico vita dimmi cosa intendi e come vivitu se dico forza attacchi o ti difendi t'ho detto amore e tu m'hai messo in gabbiam'hai scritto sempre ma era scritto sulla sabbiat'ho detto eccomi e volevi cambiarmi t'ho detto basta e m'hai detto non lasciarmi abbiamo fatto l'amore e mi hai detto mi dispiace mi hai lanciato una scarpa col tacco e poi abbiamo fatto pace abbiam rifatto l'amore e ti è piaciuto un saccoe dopo un po' mi hai lanciato la solita scarpa col taccogridandomi di andare e di non tornare piùio ho fatto finta di uscire e tu hai acceso la tv e mentre un comico faceva ridere io ti ho sentito che piangeviallora son tornato ma tanto già lo sapevi che tornavo da te senza niente da dire senza tante parole ma con in mano un raggio di soleper te che sei lunatica niente teorie con te soltanto pratica praticamente amore ti porto in dono un raggio di sole per te un raggio di sole per te che cosa pensi tu se dico amore dimmi cosa…

Camminando negli anni '70

Immagine
7 POSTMa che schifo di disco! I Pink Floyd sono finiti! Puah: robaccia commerciale… Non stupisca: non furono pochi i commenti di questo tipo all’uscita di questo album che non è solo uno dei capolavori dei Pink Floyd, ma una pietra miliare nella storia del rock .Il fatto è che molti avevano ancora nelle orecchie la psichedelia allucinata dei primi Floyd, la follia ormai senza freno di Syd Barrett, il vagare onirico di Ummagumma… Questo album levigato, lucido nei suoi contenuti musicali e letterari, “troppo” perfetto, dei graffi e degli incubi lisergici di “quei” Floyd non aveva più quasi nulla. A chi era cresciuto a forza di “Sarceful of secrets” e “The piper at the gates of down”, già lo splendido viaggio sinfonico di “Atom earth moter” lasciava qualche perplessità: un disco immediatamente affascinante come “Dark side” era un tradimento.E bisogna capirli: allora la “buona” musica non doveva essere “facile”, doveva richiedere concentrazione, studio, applicazione. Accessibilità voleva …

Il Piave mormorava

Immagine
Il 24 maggio '15 è il giorno della prima fucilata: il colpo eheggia alle 22,30. A spararlo fù la guardia di finanza Dall'Acqua contro un austriaco avvicinatosi cautamente al ponte sull'Judrio per incendiare una mina e lo ucciderà. Lo Judrio è sopra Cormons. Pietro Dell'Acqua è un trevigiano di vent'anni, di pattuglia con il finanziere cagliaritano Costantino Carta; entrambi saranno decorati con medaglia di bronzo. Il giorno che cade di Lunedì,quel 24 maggio, quando tuona il cannone del forte Verena, sull'Altipiano dei Sette Comuni c'è già stato un caduto, l'alpino udinese Riccardo Di Giusto. Attorno la vita continua: "Aperto come al solito" si legge sulla porta dei negozi di Asiago. Le strade brulicano di soldati, ma le scuole funzionano regolarmente. "Cittadini dell'Altipiano", si legge in un manifesto affisso in piazza, "L'oneore e il prestigio della nostra grande patria sono ormai affidati all'esercito e all'a…

Camminando negli anni '70

Immagine
6 POSTPagato il doveroso e inevitabile tributo alle passioni giovanili con “Folk & beat n.1”, Francesco Guccini iniziò con l’inizio del nuovo decennio a mettere a fuoco il proprio stile personale che nei decenni a seguire non sarebbe più mutato. Dapprima due album in un solo anno (il 1970) come “Due anni dopo” e “L’isola non trovata” per trovare la strada giusta e iniziare a percorrerla, poi il bersaglio centrato perfettamente con “Radici” nel 1972.Da molti considerato a tutt'oggi uno dei suoi episodi migliori, “Radici” contribuì all'affermazione definitiva di questo grande cantautore. Si tratta di un disco che al suo apparire si perse forse tra i tanti eccellenti album che i cantautori stavano sfornando in quel periodo, ma riascoltato oggi, che dischi di quel livello sono merce estremamente rara, dimostra tutta la sua grande bellezza.I testi rivelano la preparazione culturale di Guccini: un brano come “Canzone dei dodici mesi” può stare alla pari con “Asia” contenuta in “…

Take me away with you

Immagine
C'era una volta un albero che si credeva una nuvola. Confondeva le sue fronde soffici e panciute con il profilo ondoso delle viaggiatrici che solcano il cielo, e per questo sentiva di non appartenere alla terra, che senza pietà lo ancorava saldamente a sé attraverso le radici. Ogni giorno allungava i rami verso la volta celeste, come ad aggrapparsi a quelle che gli parevano sorelle dispettose e incuranti. "Portatemi via con voi", implorava, ma le nuvole non gli davano retta, e perseveravano serene nel loro moto. Gli altri alberi lo trattavano con sufficienza, convinti che prima o poi gli sarebbe passata quella fissazione, e che avrebbe ripreso presto a comportarsi come una pianta normale. Ma lui non si dava per vinto, e ogni refolo di vento era il pretesto per allungare i suoi rami verso il desiderio impalpabile d'essere vapore. Successe così che centimetro dopo centimetro l'albero che si credeva una nuvola cominciò un lento, impercettibile cammino verso il cielo…

Ed ora che sei tornato...........

Immagine
Sarà la tua mente a ponderarequello che sara'piu' giusto fareil dado e' tratto e' l' occasione giustaper mostrareche non sei coglione.Devi prendere decisioniimportanti ma non preoccupartisaro' pronto ad aiutarti.Non so' cosa ti aspetterai da me sono ancora giovaneper stare con teio te lo giuroaffronteremo assieme il futuro

Camminando negli anni '70

Immagine
5 POSTIl “concerto grosso” è una forma musicale barocca sei-settecentesca nella quale un gruppo di solisti si alterna all’orchestra sinfonica in un continuo “botta e risposta”. L’idea concepire un concerto grosso nel quale ai solisti fosse sostituito un gruppo venne nel 1971 a Luis Enrique Bacalov che molti anni dopo avrebbe vinto un Oscar per la colonna sonora de “Il postino”. Evidentemente Bacalov aveva colto la tensione del mondo rock verso partiture più complesse delle canzoni che avevano avuto successo negli anni ’60: forse guardando agli esperimenti dei Genesis , dei Nice, di Emerson lake & Palmer, magari dei Procol Harum, aveva avuto l’intuizione di sposare rock e musica classica. Un connubio, va detto, tentato molte volte in Italia e soprattutto all’estero, quasi mai con esiti veramente felici.In ogni caso l’idea alla casa discografica (era la Fonit Cetra) piacque: Bacalov era un giovane musicista di estrazione classica e forse per questo gli fu dato credito. Solo in una c…

Mostra d'arte cinematografica

Immagine
Venezia è pronta ad ospitare, dal 27 Agosto al 6 Settembre 2008, la 65 Mostra Internazionale Internazionale d'Arte Cinematografica, il meglio del cinema della prossima stagione. I film in programma saranno suddivisi in 5 sezioni che comprenderanno lungometraggi in anteprima mondiale o comunque non ancora proiettati in pubblico, opere fuori concorso per lo più firmate da autori già confermati nelle passate edizioni della Mostra, una sezione che promuoverà le nuove linee di tendenza del cinema, una sezione dedicata ai cortometraggi internazionali e, ultima ma, non ultima, una sezione del cinema italiano restaurato con riproposte e restauri.La Mostra sarà diretta da Marco Muller e organizzata dalla Biennale di Venezia. Il riconoscimento più atteso è il Leone d'Oro che sarà valutato da una giuria internazionale. Ad affiancare il presidente è stata chiamata anche la nostra attrice Valeria Golina oltre a altri notevoli rappresentanti del mondo cinematografico internazionale tra cui,…

Patto Segreto

Immagine
Sua altezza reale, Vittorio Emanuele III, tratta segretamente con le potenze dell'Intesa. Ha indugiato a lungo, ha mostrato segni di depressione, voci di palazzo hanno racconteto di litigi con la regina e persino di tentato suicidio.Ha oscillato tra la tentazione di chiedere compensi per la neutralità, l'ipotesi di un rapida vittoria dei tedeschi, la preoccupazione di non forzare troppo i poteri costituzionali, la necessità di far assumere le responsabilità al governo.Intanto, la sua popolarità è in calo. La stampa satirica lo rappresenta come un nano ridicolo. Perchè pagare uno stipendio di 16milioni di lire ad un essere quasi invisibile ? chiede Benito Mussolini.Comunque ha deciso, con un certo coraggio,di autorizzare la firma del trattato di Londra. Al Papa, che gli invia un disperato messaggio personale per chiedere che all'Italia sia risparmiato l'orrore della guerra, non risponde.L'accordo viene sottoscritto il 26 Aprile 1915 assicura che l'Italia . "…

Camminando negli anni '70

Immagine
4 POSTVolete sapere cos’è il reggae? Volete un disco che racchiuda il meglio del meglio di questa musica ? Volete averne uno per averli tutti? Eccovi “Babylon by bus”: tutto l’entusiasmo che Robert Nesta Marley riusciva a mettere nella sua musica fotografato nel concerto che nel ’78 il rastaman tenne al pavillon di Parigi (le note di copertina aggiungono erroneamente anche quelli di Londra, Amsterdam e Copenhagen)..Un entusiasmo profondo e spirituale che ha reso grandi e celebri praticamente tutte le canzoni qui raccolte. A cominciare da “Jammin’”, con i sette minuti e passa di “Exodus” e poi “Lively up yourself”, “Positive vibrations”, “Stir it up”, tutti brani entrati nella storia che non documentano solo il valore artistico di Marley, ma soprattutto la carica spirituale che egli metteva nelle sue canzoni. E pochissimi altri artisti, nella storia della musica (non solo della musica “moderna”), sono riusciti, come Marley, a trasfondere in maniera così completa e avvertibile la propri…

Berlusconi si ispira a Mussolini

Immagine
Perdonatemi se vi ho salutato e sono ritornato ma ho avuto un attacco di Berlusconite così ho deciso di fare un ultimo post. Girovagando quà e là per il web ho trovato alcune dichiarazioni di Mister b.,che mi hanno fatto "girare le balle", consentitemi l'affermazione, e che vi riporto parola per parola or dunque :
Un solo uomo di partito ha avuto il potere: Benito Mussolini. Tutti gli altri non hanno avuto potere, ma solo guai.(Fonte: RAINEWSG24)
Se vengo ancora intercettato ed escono registrazioni lascio l'Italia ( Aprile 2008 ) - magari -
Mi accusano di aver detto più volte che i comunisti mangiano i bambini: leggetevi il libro nero del comunismo e scoprirete che nella Cina di Mao i comunisti non mangiavano i bambini, ma li bollivano per concimare i campi”, ha detto parlando ad un comizio elettorale a Napoli. ( Marzo 2006 )
“Mussolini non ha mai ucciso nessuno. Mussolini mandava la gente in vacanza al confino” dice Berlusconi alla rivista Spectator, rispondendo “sì” qu…

Errebi........và in pausa

Immagine
Errebi và in pausa fino al 24 Agosto. Non saranno ferie ma, come ben saprete, seguirò mio figlio Federico all’Istituto San Camillo degli Alberoni al Lido di Venezia. Sarà perciò impossibile per me fino al 25 Agosto aggiornare il blog. Vi invito comunque a visitarmi e se ne avrete voglia di leggere (o rileggere) qualche mio post; basta rovistare negli oltre 400 post pubblicati e scorrere a ritroso le pagine. A proposito i commenti saranno ben graditi
BUONE VACANZE A TUTTI - DA ERREBI -

La vittoria degli interventisti

Immagine
Il governo italiano, al momento, sembra di non aver voglia di entrare nella mischia, ma lascia che interventisti e neutralisti si affrontino, occupino la piazza, condizionino l'opinione pubblica.A Trento, Cesare Battisti e Alcide DE Gasperi, uno socialista, l'altro cattolico, si scontrano sul tema della guerra. Battisti è favorevole all'intervento italiano, De Gasperi scrive sul "Trentino", il suo giornale : " Noi la guerra non la vogliamo". Quando lo costringeranno a chiudere, nella pagina interamente imbiancata dalla censura austriaca scriverà in grande una sola parola : "Ultimo".L'Italia non è in grado di affrontare una guerra europea, l'esercito non è pronto, come afferma il capo di stato maggiore Lugi Cadorna. Meglio avere il tempo di intensificare la preparazione.L'ossatura dell'interventismo è costituita dai nazionalisti nel quale confluiscono uomini e tendenze politiche diversi : antigiolittiani come Salvemini, Prezzoli…

E crescendo impari ( di cuore dedicata a Federico )

Immagine
E crescendo impari che la felicità non e' quella delle grandi cose.Non e' quella che si insegue a vent'anni, quando, come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi...La felicità non e' quella che affanosamente si insegue credendo che l'amore sia tutto o niente,...non e' quella delle emozioni forti che fanno il "botto" e che esplodono fuori con tuoni spettacolari...,la felicità non e' quella di grattacieli da scalare, di sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova.Crescendo impari che la felicità e' fatta di cose piccole ma preziose.......e impari che il profumo del caffe' al mattino e' un piccolo rituale di felicità, che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un librodai colori che scaldano il cuore, che bastano gli aromi di una cucina, la poesia dei pittori della felicità, che basta il muso del tuo gatto o del tuo caneper sentire una felicità lieve.E impari che la felicità e' fatta di emozioni in pu…

"Ah, Dio ! Com'è deliziosa la guerra

Immagine
Non ho spiegato nel post precedente "Tre colpi di pistola" di voler tentare di raccontarvi, nel modo più semplice possibile, come dal 1915 al 1918 un esercito di contadini, pastori, bottegai e operai, quasi tutti analfabeti, senza una lingua comune, male armato e peggio vestito andò al massacro."L'esercito dei gobbi", come sprezzatamente lo definiva il generale Cadorna, seppe comunque lottare, morire e vincere la sua guerra. Oggi in ogni piccolo paese c'è un monumento ai Caduti della Grande Guerra. I trattati di pace non misero fine alle tensioni, alladisoccupazione, all'emigrazione, ma spalancarono il baratro delle dittature e di una ancora più terribile guerra.Sette milioni di italiani scoprirono di essere figli della stessa Patria che per riconoscerli ne chiedeva la vita.
Quegli spari e quei morti sembrano un fatto privato dell'Austria. Per adesso Sarajevo non toglie all'Europa la voglia di vivere. Furoreggia il tango e i giornali si chiedono …

Bigoli neri

Immagine
In passato, i bigoli dominarono sugli altri tipi di pasta e ancora oggi alcune massaie conservano il piccolo torchio con cui preparano i grossi spaghetti con semola e metà farina bianca. Le famiglie più modeste omettevano l'aggiunta di uova e burro, oggi usati per rendere l'impasto più morbido.
Bigoli neri Disporre la farina integrale a fontana; aggiungere le uova e il burro, formando un impasto piuttosto compatto con l'aggiunta di acqua tiepida e poco sale. Lavorare bene sulla spianatoia e lasciar riposare il panetto coperto per 30 minuti. Trascorso questo tempo, inserire la pasta nello speciale bigolaro ottenendo così i bigoli che si presentano come degli spaghetti.Lessare i bigoli in brodo di anitra e condire con la salsa. Per la salsa d'anatra: soffriggere nel burro la cipolla tritata. Aggiungere la polpa e le rigaglie (tenere a parte il fegato ); tagliate a cubetti. Cuocere per 20-25 minuti aggiungendo qualche foglia di salvia.Spruzzare il composto di vino bianco. …

Camminando negli anni '70

Immagine
3 POSTVorrei parlarvi oggi del gruppo che più ha lasciato il segno nel mio cammino musicale : i Deep Purple.All’inizio del 1974, non ci sono più Ian Gillan e Roger Glover, nei Deep Purple, sostituiti (egregiamente) al canto e al basso da David Coverdale e Glenn Huges: non è quindi più il line-up storico della band, ma a questa formazione si devono tre album eccellenti come “Live in Europe”, “Stormbringer” e, appunto, questo “Burn”. Che è un album in pieno mainstream hard rock, ma che evidenzia alcuni momenti che vale la pena di sottolineare.
Intanto la parte di batteria del brano che dà il titolo all’album è un “manuale del perfetto batterista” che ogni aspirante picchiatore di pelli dovrebbe mandare a memoria. Il brano in sé è eccellente e soprattutto dal vivo avrebbe fatto faville per molti anni.Così come “You fool no one” che ha una ritmica piuttosto inusuale per questo tipo di musica e un buon uso dei cori. “Mistreated” è un eccellente “lento” che avrebbe conosciuto una grande ver…

Tre colpi di pistola

Immagine
Come iniziò............Il Novecento ci mette molto a puntare. "L'Ottocento non potè finire che nel 1914", ha scritto uno storico. S'affaccia all'improvviso una domenica d'estate, annunciato da tre colpi di pistola. Il mondo non sarà più lo stesso. "Nel 1914 l'Europa era sull'orlo del socialismo, ma anche della guerra: in pochi giorni, in poche ore precipitò nel baratro, così il francese Fernand Braudel.Il 28 Giugno, il giorno di San Vito, a Sarajevo. Tutto, si racconta, nella storia dei popoli slavi accade il giorno di San Vito : l'inizio di cinque secoli di dominazione ottomana nel 1389, sino all'ultimo 28 giugno 1991 quando l'esercito iugoslavo accerchia la Slovenia che si è appena proclamata indipendente. Ed è l'inizio della fine della Iugoslavia moderna.In visita a Sarajevo, quel giorno, c'erano l'arciduca erede dell'impero austroungarico Francesco Ferdinando e la di lui moglie, la contessa Sofia di Hohenberg, una …

Continuando a ..............

Immagine
Continuando a raccontarvi in musica degli anni ' 70 oggi vi parlerò del blues, rock and roll, folk, hard rock dei Led Zeppelin con il loro album Led Zeppelin IV.Niente di nuovo sotto il sole della premiata ditta Page & Plant, anche in questo disco, come nei precedenti lavori, la caratterizzazione del gruppo è stabile e continua ma, quì il mix musicale trova un bilanciamento miracoloso mai prima di quel momento raggiunto.Black Dog e Rock'n'roll danno un inizio esplosivo al disco rispondendo, senza polemiche, a chi gli aveva tacciati di morbidezza.Ma soprattutto la dimostrazione che i Led Zeppelin non sono sono un gruppo hard ascoltando The Battle Of Evermore". Così, cari fans da rock duro ecco tutto per voi un tripudio di chitarre acustiche, mandolini, dulcimer e anche Sandy Denny, dei Fairport Convention a duettare con Plant in un brano dal sapore folk medievaleggiante. Poi l’apoteosi.Tutto è già stato detto su "Stairway To Heaven" e mai come in questo c…

Reduce

Immagine
Sono un reduce degli anni '70 il mio periodo d'oro và dal 1972 al 1978 dove, ho incominciato ad appassionarmi alla musica e a vivere pienamente la mia passione. Il 1970 apre il decennio settantiano ma io, appena quattordicenne, non ero ancora entrato nell'ingranaggio che farà degli anni '70 non una banale appendice del folgorante decennio precedente ma un'entità storica assolutamente unica ed irripetibile, dalle proprie finalità caratteristiche.E' mia modesta intenzione raccontarvi un pò di quegli anni parlandovi appunto di musica e dei dischi che più mi hanno lasciato il segno incancellabile del periodo.Saranno in tutto dieci le recensioni che pubblicherò e incomincerò questa etichetta con gli Yes e il loro "Close to the edge"La massima espressione di progressive rock, con il massimo dei pregi e il minimo dei difetti. Uscito nel 1973 fù considerato, dalla critica, il disco giusto al momento giusto. Da sottolineare l'omonima suite di 18 minuti, ch…

Passo....dopo passo

Immagine
Era da un pezzo ormai che Federico dava segnali di esserci. Soprattutto da quando avevo inventato il gioco degli "Indovinelli" dove, a seguito di un premio, ad ogni risposta esatta, vedevo la forza e la volontà che Federico metteva per riuscirci. Oltre a scrivere, nonostante non ci veda, a far di conto e a cominciare a porsi delle domande sul perchè e per cosa della sua situazione, è la grande tenacia che ci mette su tutte le cose che fà che mi entusiasma e mi rende fiducioso per il futuro.Da oggi ha cominciato il percorso con la logopedista, importante tappa di avvicinamento al suo probabile penso recupero totale.Forza Fede dai, ancora una volta dimostrazione, della tua incredibile forza di vivere, della tua incredibile rincorsa al ritorno alla vita. E come direbbe Lui : " Fan culo tutti !!!! "

Tangentopoli : ecco chi ne inventò il nome

Immagine
La vera verità ? E' che all'inizio nessuno, nemmeno il sostituto procuratore Antoni Di Pietro, aveva capito che razza di cambiamento ci sarebbe stato con "Mani Pulite". Si pensava di assistere ad una delle solite inchieste sulla corruzione politica. Una di quelle che, ad un certo punto, uscivano fuori strada o si perdevanoin altre procure, più malleabili.Invece l'indagine accelerò come mai era accaduto in Italia e nacque Tangentopoli. Terminologia inventata dal giornalista di Repubblica Piero Colaprico, il vecchio "Kola" come lui amava definirsi.Dopo il primo arresto, quello di Mario Chiesa, in base alle sue deposizioni, dopo le elezioni dell'aprile 1992, vennero arrestati otto imprenditori.Uno dei loro avvocati, uscendo dal carcere di San Vittore, si fermò con i giornalisti : "Ragazzi, scriverete per anni, sta venendo giù il mondo".Ai giornalisti sembrò la classica balla, invece, l'avvocato, aveva ragione da vendere.L'arresto del …