Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2008

Gli anni 80 in musica (1982)

In un anno in cui molte canzoni si alternano al comando della hit parade, sarà uno sconosciuto cantante austriaco a vincere il premio di canzone dell'anno. Intanto, a inizio 1982, spopola ovunque, soprattutto alle feste di compleanno e di carnevale, Reality, dello sconosciuto Richard Sanderson, tema del clamoroso successo cinematografico di fine 1981, "Il tempo delle mele". Dopo la vittoria a San Remo, va benissimo anche Riccardo Fogli, con "Storie di tutti i giorni". Sempre sull'onda di un successo cinematografico, "Paradise" di Phoebe Cates domina le hit parade per tre mesi, finché non viene superata dal nuovo idolo delle teenagers, Miguel Bosé con "Bravi ragazzi". Anche gli Imagination e Claudio Baglioni, con la splendida "Avrai", arrivano al numero uno, finché a metà ottobre arriva Falco.
Lo sconosciuto giovanotto austriaco va in testa alla classifica e ci rimane fino all'inizio del 1983 con una specie di rap elettronico…

31 Gennaio 2008

A volte
vorrei non avere occhi,
né orecchie.
Vorrei non avere sesto senso e intuito, né essere abbastanza grande per capire
in che casino sono.
Vorrei essere piccolo, piccolo,
piccolo fino a sparire.
Vorrei essere uno stronzo,
per affrontare tutto questo senza dolore.
Vorrei non avere incubi da ricordare
e un futuro immacolato da scrivere con la penna giusta.
Comprimo le emozioni sulla carta
alleggerendo la mia anima ormai a brandelli,
copro con la musica il rumore dei pensieri
che come nebbia offusca la mia realtà.
E non mi sento ancora libero.
Errebì.

Gli anni 80 in musica

Musica negli anni 80: non mi ricordo l'anno esatto in cui é cominciato il mio rapporto con la musica, ma mi ricordo il giorno, e anche l'ora: venerdi, alle 12.48. Era l'orario d'inizio su radiodue della top ten dei 45 giri, un appuntamento imperdibile, a cui giungevo correndo a casa da scuola: il mitico conto alla rovescia introduceva a un appuntamento in cui la facevano da padrone i bambini di allora. Quasi con pudore, i presentatori, che magari ascoltavano i King Crimson, i Pretenders, o Lou Reed, dovevano annunciare l'ennesima settimana al numero uno per "Carletto", o per la sigla di Goldrake, o dell'Ape Maia. Se non altro, si potevano rifare al sabato mattina, quando la classifica dei 33 giri era un po' più adulta, per il fatto che Corrado o i Cavalieri del re non avevano abbastanza materiale per incidere un long playing. E allora, arrivava il momento dei grandi cantautori italiani, l'ultimo Battisti, Battiato, Claudio Baglioni, De Gregori,…

Una storia italiana

Valerio se ne è andato

Vado, ma in realtà vengo sospinto,verso un destino ignoto e senza luce; avanzo a passi incerti, non ho meta,neppure so dove la via conduce. Spesso smarrito guardo alle mie spalle,alla già lunga strada che ho percorso ed avvilito resto a meditare quanto del tempo mio sia già trascorso. Rivivo ore di dolore e gioia,rivedo visi amati, e sento a volte in lontananza suoni di campane scandire l’ore al buio della notte. Mi ritrovo ragazzo spensierato,giovane speranzoso ed incosciente,capace d’inseguire con coraggio sogni che dominavano la mente. Cosa resta di ciò nel mio presente? Un po’ d’esperienza ormai datata, qualche gioia che piace ricordare,tristi rimpianti d’un’età beata. Vorrei sedermi un poco a riposare, ma l’impietoso tempo non consente: bisogna andare avanti senza posa, incontro all’al di là, incontro al niente.

Donadoni divorzio all'italiana

Roberto Donadoni ha detto che lui la pagnotta da ct se l'è guadagnata: giusto il tempo di dare un altro morso agli Europei, poi sarà divorzio.Separazione già scritta dalla singolare proposta di rinnovo fatta dalla federcalcio (contratto biennale solo in caso di ingresso in semifinale) e dal conseguente (e ovvio) rifiuto di Donadoni, che gli Europei ora sogna di vincerli per poi andarsene sbattendo la porta.
Un divorzio all'italiana che, da ieri, ha individuato il terzo incomodo: Marcello Lippi. L'ombra del ct campione del mondo si è stagliata a Elche dove staserà si giocherà l'amichevole con la Spagna (ore 22 diretta su Rai Uno), penultimo test prima dei campionati (il 30 maggio a Firenze ci sarà l'amichevole col Belgio).

Erezioni Politiche 2008

Non è un errore di scrittura. Voglio proprio parlarvi di questo ineluttabile stato di eccitazione che pervade i nostri politici (e solo loro) in occasione di ogni tornata elettorale. Sono lì tutti belli (si fà per dire) e ringalluzziti,avvinti in noiosissimi dibattiti televisi che ci vengono propinati a tutte le ore e su tutti i canali. Riusciremo a sopravvivere?
Che palle consentitemi di dire. Accendo la tivù, sperando di rilassarmi con qualche programma gradevole creato a proposito - che diamine ho pure pagato il canone ne ho ben donde quindi - aggiungo pure che mi accontenterei anche di una tosta trasmissione di carattere informativo di quelle che fanno pensare e riflettere....Invece che ti becco? Qui Quo Qua e i tre porcellini che dibattono su alleanze, strategie,programmi, sondaggi e che più ne ha più ne spara in vista della prossima tornata elettorale.Ma dico, ve lo ricordate il teatrino a cui abbiamo assistito per mesi dopèo l'ultimo voto? "Abbiamo vinto...ennò abbiamo …

Archivo Fotografico Comunale Urbanistica di Venezia

L’Archivio fotografico è nato nei primi anni ’60 con lo scopo di raccogliere e documentare fotograficamente il Centro Storico, la Laguna, e la terra ferma ma, soprattutto, come supporto per l’attuazione del P.R.G. (1962) e delle successive pianificazioni e progettazioni in campo urbanistico.In tutti questi anni, ha prodotto un patrimonio di circa 50.000 immagini, tra negativi e positivi, tutte schedate manualmente da personale in servizio presso l’Assessorato all’Urbanistica, salvo un breve e temporaneo trasferimento (1975-1979) all’Assessorato alla Cultura e BB.AA. e ha raccolto una discreta quantità di materiale, costituito da antiche foto e piante storiche di buona parte del territorio comunale.Altri compiti che il gruppo di lavoro dell’Archivio Fotografico doveva assolvere erano:– Servizi fotografici di supporto ai gruppi di progettazione e ad altri settori della Pubblica amministrazione;– Documentazione fotografica di edifici e ambienti di interesse rilevante ai fini dello svilup…

Voglio, avrò

Questa poesia è dedicato a Valerio, un ragazzo abbandonato e solo che ho conosciuto in ospedale, un ragazzo a cui la droga ha tolto tutto meno che l'umanità, la dolcezza e la voglia di essere, almeno per una sola volta ascoltato.









Voglio, avrò
se non qui, in altro luogo che ancora non so.
Niente ho perduto.
Tutto sarò.

Fernando Pessoa


Per Te Valerio che la vita ti ha riservato poco o nulla chissà..................qualcosa forse a qualcuno insegnerà.

Errebi

Fidanzati

Due novelli fidanzati, non avendo altri posti per giocherellare....si recano in un praticello celato da un boschetto.Il ragazzo fornito di occhiali, inizia a solleticare le parti intime della ragazza con dolci baci.La ragazza deliziata da una parte, ma disturbata dagli occhiali,che chiaramente la infastidiscono, invita il giovanotto a toglierli"Amore, sii buono, togliti gli occhiali chè mi fai male!"Passati pochi minuti dice con voce soave"Tesoro, rimettiti gli occhiali, così forse la smetti di brucare l'erba..

Venezia diversa

Chi non pensa di conoscere Venezia ?
Penso che al mondo non ci sia nessuno che ignori la sua esistenza, esistono però altrettanti stereotipi su questa città particolare, spesso quello che si dice è legato ad un’immagine prettamente turistica, principalmente quella del turismo mordi e fuggi, fatta di una navigazione sino a piazza San Marco e un giretto in quei quattro posti famosissimi e che conoscono tutti.
I più spericolati a volte si avventurano in una camminata dalla stazione fin alla solita piazza, magari riescono pure a veder qualcosa di diverso, però non si allontanano dal percorso quasi guidato, quello che i veneziani evitano come la peste.
I veneziani a questo tipo di visitatori appaiono scorbutici, scontrosi e magari pure un po’ rompiscatole, addiritture ingrati, in fondo i turisti portano loro dei bei soldoni …. Ma non portano solo quelli, portano anche confusione, sporcizia, superficialità.
Il mio rapporto personale con Venezia è stato, sino a pochi anni fa, un rapporto strano,…

Una giovane donna coraggiosa : Iris Versari

Resistere è donna. Dopo l’8 settembre del 1943, la donna s’inserisce nel movimento clandestino e la sua partecipazione attiva è, in molti casi, determinante. Lotta nelle città, nei paesi e nelle campagne come nei monasteri e nelle carceri dove aiuta, rifocilla, trasporta, consola; procura e distribuisce armi, vestiti, cibo, medicinali e munizioni. Combatte anche con le armi con cui ferisce ed uccide. E’ ferita, torturata, uccisa, fucilata, impiccata oppure, per non essere d’ostacolo ai compagni di lotta, si uccide per non cadere viva in mano al nemico. Tutto questo e altro ancora fu la Resistenza delle donne…
Dedicata, da Carla Grementieri, ad Iris Versari, partigiana, medaglia d’oro al Valor Militare.


Vorrei che l’alba illuminasse
i tuoi occhi di smeraldo
Tra il sonno e la veglia
di un dolce sorriso
Si possono dimenticare
i tratti del tuo volto
Non il profumo intenso
del tuo eroismo… Iris Versari
Nata a Portico San Benedetto (Forlì) il 12 ottobre 1922, morta il 18 agosto 1944 a Cornia di San V…

Elezioni

Festa del centenario

In occasione dei festeggiamenti per i cent'anni e della favolosa partita di Champions, l'INTER FOOTBALL CLUB ha deciso di "rispolverare" gli ultimi trofei internazionali vinti a testimonianza della propria superiorità in ambito nazionale ed internazionale.

INTER GRAZIE DI ESISTERE...

Canto l'Italia dimenticata

Domenico Modugno sta alla forma della canzone italiana come Arrigo Sacchi al calcio moderno. Entrambi hanno compiuto una rivoluzione etica ed estetica, campace di scompaginare i metodi precedenti e di lanciare un modello presto copiato da tutti, seppur con minor talento. Il paragone, azzardato in senso culturale, rende l'idea ai più giovani di quanto la gran parte dei brani che oggi canticchiano non sarebbe stata possibile senza ,Nel blu dipinto di blu, che nel 2008 celebra il suo cinquantesimo anniversario. Ma l'autore pugliese non fù solo grande canzonettitsta: recitava a teatro e aggiungeva drammaticità ad ogni interpretazione. Dati i presupposti, la celebrazione più interessante che sta accadendo ha matrice veneta: ieri sera alle 21, al teatro Busnelli in via Dante 30 a Dueville, è andato sul palco L'Italia dimenticata, spettacolo di teatro canzone scritto da Andrea Nao per la voce e la presenza scenica di Luca Bassanese, tra i più dotati giovani artisti veneti. L'…

Lettera

Caro Federico,
scrivere una lettera, ha detto non mi ricordo più chi, vuol dire parlare con la speranza di non essere interrotti. Io penso invece che scrivere una lettera significhi soprattutto esprimere ciò che alle volte, per molti motivi, non si riesce a dire guardandosi negli occhi. Perché spesso si comincia parlando e si finisce ridendo oppure alzando la voce, o gridando o, peggio ancora, piangendo. Perché quando genitori e figli si parlano entrano in gioco dinamiche complicate che non permettono quasi mai di essere sinceri fino in fondo. Gli uni e gli altri. Perché alle volte le nostre discussioni - e me ne assumo tutta la responsabilità - diventano più che altro, come vogliamo chiamarli, monologhi, sermoni, prediche?
Allora ti scrivo. Per fare chiarezza soprattutto a me stesso.
Non Ti ho detto tante volte che sto cercando di fare il mio mestiere, quello di padre, meglio che posso. Nessuno me l'ha insegnato. Per diplomarmi ho dovuto faticare sei anni, ho dovuto sostenere un esa…

Elezioni politiche 2008

Elezioni politiche 2008

Elezioni politiche 2008

Elezioni

La scelta della data del 13 aprile per il voto in alternativa a quella del 6 di aprile può apparire casuale ma non lo è affatto: votando il 6 aprile, infatti, i parlamentari alla prima legislatura non rieletti non avrebbero maturato la pensione, votando invece come stabilito dal Consiglio dei Ministri il 13 aprile, ovvero una settimana dopo, acquisiranno la pensione.
E poi parlano di voler fare l'election day per ridurre i costi della polit ica -ironizza- Ben altri saranno i costi di queste pensioni, non solo in meri termini quantitativi, ma anche per il messaggio dato al Paese, perché questo è il tipico esempio di come fatta la legge viene subito trovato l'inganno.
MORALE DELLA FAVOLA 300.000.000 DI COSTI PER QUESTA GENTACCIA CHE DOPO POCHISSIMI MESI SENZA FAR NULLA GIA' HANNO UNA PENSIONE DI PLATINO ALLA
FACCIA DEI PENSIONATI CHE DOPO UNA VITA DI LAVORO ADESSO PER MANGIARE RACCATTANO LA VERDURA RIMASTA A TERRA NEI MERCATI!

FATE GIRARE QUESTE INFORMAZIONI, TUTTI DEVONO SAPERE…

La sexy vigilessa veneziana

E' in divisa ,bionda e in minigonna, ma e' di legno
E' la sexy-vigilessa, non proprio d'ordinanza, che con la paletta spianata aspetta al varco le auto che sfrecciano lungo le strade, a Spinea. (Venezia)
I residenti della zona, esasperati dal traffico e dagli automobilisti sfrecciano in paese senza preoccuparsi del limite di velocita' di 30 km all'ora,hanno piazzato la sagoma in legno della finta vigilessa
Abbiamo fatto petizioni e chiamato i vigili, che qualche volta vengono, ma poi gli automobilisti ricominciano a correre, raccontano gli abitanti sulle pagine della Nuova Venezia.
Insomma le hanno provate tutte, anche a mettere un cartello che gentilmente chiede di rallentare (Per favore rallentare. Grazie.), ma non e' servito a niente.
Poi qualcuno ha suggerito di ricorrere a un finto autovelox ma l'artigiano incaricato di realizzarlo ha preferito creare una sexy-vigilessa di legno.
E sara' per paura o per curiosita' ma la sexy vigilessa svolge ap…

Trent'anni fà l'eccidio di via Fani e il sequestro Moro

Oggi la commemorazione. La figlia Agnese: ''Io ho perdonato, ma anche loro dovrebbero fare la loro parte...''. Pisanu replica a D'Alema per il quale il Pd e i partiti che lo compongono sono gli eredi dell'insegnamento politico del presidente della Dc: ''Errore rivendicare ideologicamente la sua eredità''. Sul sito Ign la cronaca dei 55 giorni più lunghi della Repubblica rivissuti attraverso il lavoro dell'Agenzia Adnkronos.
La morte di Aldo Moro chiude una fase storica e volta la pagina sulle vicende della prima Repubblica. E' il pensiero che il presidente della Camera e candidato premier della Sinistra Arcobaleno, Fausto Bertinotti, ha brevemente illustrato al termine della cerimonia di commemorazione. "Quel giorno - ha dichiarato - si è prodotta una frattura drammatica nella storia del Paese''. ''Il dopoguerra finisce lì, la prima Repubblica - insiste il presidente della Camera - termina con l'uccisione di Moro&…

Il Venezia vince il derby

Vinto il derby 2 a 1 Venezia ancora in corsa.

Malamocco

Malamocco è una piccola frazione di Venezia, situata nella parte meridionale dell'isola del Lido, alla cui municipalità appartiene, ed erede dell'antica Metamaucum. È circondata da uno stretto canale, che la separa dal resto del Lido, ma con cui costituisce di fatto un tutt'uno, residuo dell'antico porto che qui si trovava.
L'abitato dà inoltre il nome all'attuale bocca di porto, situata alcuni chilometri più a sud e nota anche come porto degli Alberoni, principale ingresso dei mercantili diretti alle banchine di Marghera.
Vi sorgono:
la chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta, del secolo XII e rimaneggiata nei secoli XIV e XVI;
il gotico Palazzo del Podestà (XV secolo);
il forte.
Ogni piccola storia del Lido inizia a Malamocco.Questo luogo gentile e pittoresco,con i suoi canali,calli, grandi e piccole piazze e con le sue case basse è una piccola, ma fedele riproduzione di Venezia.Il suo sviluppo và posto in stretta correlazione con l'isola del Lido.Quando arr…

Anticipo serale : Roma Milan

La Roma vince in rimonta contro un Milan ritrovato, forse il migliore della stagione. All'Olimpico la squadra di Spalletti conquista tre punti preziosi, anche se non meritatissimi, grazie a un gran finale e agli azzeccatissimi cambi: al gol di Kakà rispondono nella ripresa Giuly e il solito Vucinic, tutti e due entrati in campo da poco. E i giallorossi restano in corsa sull'Inter. Il risultato ha il sapore di una beffa per i rossoneri, che hanno giocato con un'aggressività, una convinzione e una qualità che di recente sembravano aver perso. Malgrado la sconfitta, si può dire che il campionato ha ritrovato il Milan che ha tutte le carte in regola per arrivare a quel quarto posto oramai unico obiettivo della stagione.
Fuori dalla Champions, con un Seedorf perfettamente recuperato e con la possibilità di allenarsi meglio e continuamente, il Milan sembra trasformato contro una Roma che invece si specchia troppo nell'impresa di Madrid e finsice per giocare al di sotto delle…

Semplice ricetta veneziana

Se per caso vi dovreste trovari da soli a casa, per l'ora di pranzo o cena, come succede a me in questo periodo vi consiglio di non farvi mai mancare nel frigo dei polipi saporitissimi e appettitosi per prepararvi un delizioso pranzo o una saporita cena.
Ricetta
Far bollire i polipi,a seconda del consumo,in abbondante acqua salata per almeno 30 minuti, finchè provando con la forchetta,non risultino teneri.Chi è abituato con la pentola a pressione,calcoli il tempo per una corrispondente cottura di 30-35 minuti.Fare attenzione in questo caso alla eventuale schiuma, buttando l'occhio alla cottura ogni qual tanto.Per quanto riguarda la prova di cottura si può adoperare la forchetta o un bastoncino lungo tipo spedino.Quindi scolateli e tagliateli a pezzi,secondo piacere..Condite i pezzi con sale,succo di limone,olio extra vergine,prezzemolo tritato (se non vi piace non mettetelo),e servire non freddo.

Ultimissime su Venezia Padova

Sarà un battesimo di fuoco il 74esimo derby tra Venezia e Padova per Michele Serena che, dopo l’esonero di Fulvio D’Adderio, guiderà per la prima volta i lagunari in una partita fondamentale per entrambe le squadre in ottica playoff a solo otto giornate dal termine del campionato. Problemi in attacco per il neo allenatore arancioneroverde che dovrà rinunciare con ogni probabilità a Paolino Poggi, terzo marcatore stagionale del Venezia con quattro reti, oltre a Manolo Gennari, fermo ormai da un mese per un problema ai legamenti della caviglia destra e una micro frattura alla testa del femore. Torna in difesa invece Emanuele Pesoli che ha scontato il turno di squalifica. In casa biancoscudata problemi invece in difesa per Ezio Rossi: fuori Zeoli per infortunio, anche Donadoni rischia il forfait per una fastidiosa lombalgia, mentre Cotroneo dovrebbe essere recuperabile. Sull’out di sinistra Music prenderà il posto dello squalificato Di Venanzio, con Mastronicola a destra e appunto Cotron…

Naked News,arriva anche in Italia il TG in topless

Il tg soft di Naked News arriva anche in Italia. Valeria ha 22 anni, viene da Napoli e ama gli animali, come Michela, che di anni ne ha 25, ha origini pugliesi e vive con il suo gatto Ciccino. Erika , invece, studia all'Accademia di Belle Arti e vive con il suo inseparabile camaleonte a cui non ha ancora deciso che nome dare. Barbara è polacca e, a differenza delle sue colleghe, sembra preferire il mare agli amici di pelo. Sono loro le quattro conduttrici scelte per l'edizione italiana di Naked News, da domani online sul sito www.nakednews.it e sui telefonini di tutti gli operatori.
Le quattro ci accolgono insieme all'inventore, le due storiche conduttrici americane e Marco Ottolini che con la società Small Formats ha portato in Italia il «programma che non nasconde nulla». Ma attenzione, la "nuda verità" promessa dal titolo riguarda solo i corpi delle signorine che accompagneranno la lettura delle notizie con spogliarelli per tutti i gusti: dal bikini, al toples…

Carpe Diem

Carpe diem!

Corretto, scorretto, chi sa?
la vita va presa a suo modo.
Se piango, se rido, mi va,
non tento di sciogliere il nodo.

Vivendo cullato dal caso
lontano da tristi pensieri,
è come riporre in un vaso
le ansie che fan prigionieri.

Crucciarsi, lottare, perchè?
E’ mero esercizio mentale
cercare quel nesso, se c’è,
fra ciò che è bene e che è male.


Che affronti titaniche lotte
o solo ti lasci campare,
arriva sicura la morte
e tocca purtroppo sloggiare

Figurine Panini

Quanti ragazzi della mia età, ora cinquantenni, hanno avuto tra le mani e scambiate tra di loro le mitiche figurine Panini dei calciatori? Penso molti ed è per questo che voglio raccontarvi la storia del loro primo periodo.
Le origini
Agli inizi del 1960 Benito e Giuseppe Panini, che avevano fondato a Modena l'Agenzia Distribuzione Giornali Fratelli Panini, trovarono a Milano un lotto di vecchie figurine invendute delle edizioni milanesi "Nannina". I fratelli lo acquistarono, imbustarono in bustine bianche con cornicette rosse con due figurine ciascuna a 10 lire l'una. Il successo fu enorme e inaspettato: le bustine vendute toccarono i 3 milioni.
L'anno successivo i Panini decisero di fare tutto con i loro mezzi, stampando le figurine e creando anche il primo album per la loro raccolta (per la copertina scelsero l'attaccante di allora del Milan Nils Liedholm). Le vendite furono quintuplicate, e i milioni di bustine vendute furono 15. Era ufficialmente nata la …

Milan: Ancelotti grazie di tutto

Milan, ricomincia la rifondazione. Via con Drogba e Marcello Lippi.
Rossoneri costretti a investire sul mercato dopo l'eliminazione in Champions League
L'ivoriano e il ct campione del Mondo: ecco come il Milan tornerà grande. Ma non solo: a Milanello sono in arrivo molti giovani
LIPPI E' GIA' PRONTO PER IL MILAN
Quando finirà il nostro ciclo potremo dare un nome a questa squadra" così si era espresso Carlo Ancelotti quando quattro anni fa gli fu proposto di ribattezzare (dopo il Milan degli Invincibili e quella degli Immortali) il suo Milan come quello dei Meravigliosi. Era troppo presto ma oggi i tempi sembrano maturi per ringraziare il tecnico per quanto fatto dal 2001 ad oggi. Il presidente Berlusconi a caldo, dopo la sconfitta con l'Arsenal, ha subito riconfermato l'allenatore: "Resta? Assolutamente sì". In fondo non poteva dire altro in quel momento ma lo stesso Ancelotti ha voluto precisare "Questo ciclo del Milan continua finché durerà la…

The Beatles

La storia di questo leggendario gruppo della musica leggera ebbe inizio a Liverpool in Inghilterra verso la fine degli anni cinquanta.
Le mode e i dischi provenienti dagli Stati Uniti, approdavano con facilità nei porti d'Europa, compreso nel porto di Liverpool, sulla costa occidentale della Gran Bretagna influenzando i gusti dei giovani locali.
Uno di questi giovani era John Lennon, un sedicenne dal carattere molto difficile, che pur avendo scarso interesse per gli studi scolastici, mostrava una grossisima attrazione per gli orientamenti musicali d'avanguardia e per la musica Rock.
Insieme ad alcuni compagni di scuola formò un gruppo di musica "skiffle" (musica jazz suonata con chitarre e strumenti a percussione) che chiamò "The Quarry Men".
Suonando in occasione di una festività della chiesa locale, il gruppo incontrò casualmente Paul McCartney, fu amore a prima vista.
Nel 1957 suonarono per la prima volta al Cavern, un jazz club di Liverpool, dove venn…

Museo della figurina

CIOCCOLATO E FIGURINE. UNA FEDELE TENTAZIONE dal 1 marzo al 13 aprile 2008
Inaugurazione sabato 1 marzo alle ore 17

Le origini del cacao, come di molte piante dall'elevato significato simbolico, affondano nel mito. Una leggenda azteca narra che fu donato agli uomini da Quetzalcoatl, il dio dalle spoglie di serpente piumato, come ricompensa alla fedeltà pagata col sangue da una principessa che non svelò il luogo in cui era nascosto il tesoro affidatole dal marito. L'esposizione, con circa 350 immagini, documenta lo stretto legame tra l'industria del cioccolato e la figurina, medium privilegiato per pubblicizzare le doti di praticità, squisitezza e diletto dell'appetitoso alimento. Una mostra che ossimoricamente invita alla fedeltà, che dura da secoli, al cioccolato, tentazione dalla quale è bene farsi sedurre.
Durante l'inaugurazione, i visitatori saranno omaggiati con la Cazzuola di cioccolato, il prodotto simbolo di Costruttori di Dolcezze, il brand giovane di Euro…

Silvio Berlusconi

“Sono stato frainteso!”
- Silvio Berlusconi su qualunque cosa abbia affermato in precedenza
“Chi? Ah! Quel barzellettiere spassoso!! Yes, yes... si esibisce ancora? ”

- George Bush su Silvio Berlusconi
“Papà!! PAPÀ!! Ma il nano pelato esiste davvero?!?”

- Bambino spaventato durante la campagna elettorale di Silvio Berlusconi
“Chi vota a sinistra è un coglione!”

- Silvio Berlusconi sul tema "Democrazia elettiva in Italia"
“Meglio coglioni che Berlusconi!”

- Scritta realmente apparsa a Napoli dopo la precedente dichiarazione del Cavaliere
“Io vi dico, con assoluta certezza, che il governo cadrà ad aprile! O forse a maggio, ma anche giugno, oppure marzo...”

- Silvio Berlusconi in uno dei suoi deliri
“E quando crepa questo qui?!?”

- Nietzsche su Berlusconi
“Dio è corto”

- Un Nietzsche rassegnato su Berlusconi
“Quando sono entrato al Bagaglino mi hanno fatto una standing ovation”

- Silvio Berlusconi su Berlusconi
“Ma perchè ce l'avete tanto con Berlusconi? In fondo è un grande imprend…

Figlio

Lo ricordo, sai?
Il giorno in cui sei nato:
La gioia che ho provato,
l'orgoglio e la paura.
Avevo tra le braccia
tutto il mondo intero,
che sembra una pazzia
quando lo senti dire.
E' passato un mese
da quando potevo perderti
e Tu sei ancora quì
e mi lanci
dei piccoli segnali.
Ti aspetto
per stringerti quella mano
come quando appena nato
mi stringevi un dito
e solo per quella mano
io avrei dato tutto.
Ora le tue mani in un letto d'ospedale
mi stanno cercando ancora
hai ancora bisogno di stringere il mio dito,
e non ti lascerò cercare
senza trovare
una mano sicura per alzarti e ricominciare.

Barche tipiche di Venezia

La costruzione:
Il bragozzo, costruito nello squero mediante i sesti (sagome prefissate, che servivano a ricavare le corbe, cioè le ordinate dello scafo), verso la fine dell'ottocento era lungo 12 metri e mezzo, largo 3,15 e alto 1,05 metri aveva boccaporto centrale a proravia, uno a poppavia e un portello a prua. Il timone raggiungeva la lunghezza di quasi 4 metri. La fase di costruzione iniziava con le aste di prora e di poppa in legno di rovere molto robusto, cui poi erano fissati i magieri (i corsi del fasciame). L' ossatura dello scafo era costituita dalle còrbe. Tra i magieri di prua e di poppa erano posti i mancoli d'ormeggio. Il fasciame veniva piegato con il fuoco, ottenuto bruciando una qualità di canna palustre: il legno era riscaldato e, tenendolo sempre umido con fango, si cercava di dargli la curvatura voluta. Terminata la coperta, si procedeva alla rifinitura e poi alla calafatura, effettuata per mezzo di stoppa catramata, inserita negli interstizi mediante …

Roberto Vecchioni - "DI RABBIA E DI STELLE "

Bentornato Roberto Vecchioni. Lo avevamo lasciato qualche mese fa nelle piazze italiane a promuovere il suo progetto jazz de Il contastorie , il disco con cui nel 2005 riproponeva alcune delle sue canzoni (non necessariamente le più popolari) col solo ausilio dello straordinario duo Patrizio Fariselli-Paolino Dalla Porta: lo ritroviamo adesso più tradizionalmente e deliziosamente pop , fermo restando che pop non è una cattiva parola, ma il sigillo di quella comunicazione col pubblico che quasi tutti gli artisti si pongono come obiettivo attraverso i vari mezzi di cui dispongono (e Vecchioni, professore non solo di greco e latino, ma anche dell'arte di far canzoni, lo sa bene e non rifugge la definizione). Dovendo poi soffermarsi sulle molteplici letture musicali del nuovissimo Di rabbia e di stelle (nei negozi dal 9 novembre scorso e in radio dal 22 ottobre con Non lasciarmi andare via) lo troveremmo piacevolmente molteplice e vario, intriso di blues, country e soft-rock, melodia …

Pasti giornalieri degli antichi romani

Il regime alimentare dei romani era discontinuo, capace di passare da un’estremità all’altra, da una somma di frugalità quotidiana, agli stravizi di vino e carne durante i banchetti nei quali l’eccesso era spesso di rigore.
Il giorno iniziava al levare del sole. Il periodo tra l'alba ed il tramonto veniva diviso in 12 ore (horae). La durata delle ore era variabile in quanto dipendeva dal tempo effettivo di luce.
Potremmo dire che al pari di una dieta odierna, tre pasti principali scandivano generalmente l'assunzione di cibo dell'antico romano: abbondante colazione al primo mattino (jentaculum), leggero pasto a mezzogiorno (prandium), e pasto principale nel tardo pomeriggio (cena).
Il prandium era l’unico pasto dei romani impegnati nella guerra, nella politica e in qualsiasi altra attività che richiedesse uno sforzo (labor). Viceversa la cena apparteneva al tempo dell’ozio (otium), cioè del divertimento e della pace.
La consistenza dei singoli pasti variava a seconda del pe…