Passa ai contenuti principali

Venezia FC: News #10

1 Agosto 2017: Ormai verso sera, le 19.30, al quarto piano del Fondaco dei Tedeschi si è svolta la tanto attesa presentazione delle nuove maglie del Venezia. A fare gli onori di casa il presidente Joe Tacopina e l’amministratore delegato Andrea Rogg. Presenti alcuni giornalisti e rappresentati di sponsor. Nessun tifoso invitato all’evento. Un breve discorso di Tacopina e la successiva spiegazione della maglia da parte di Rogg. Successivamente Tacopina ha spiegato che la scritta Venezia Football Club sarà presto sostituita da quella di uno sponsor. Di seguito il comunicato stampa del Venezia.
Il leone vive nella savana, può adattarsi alla foresta, ma così a suo agio in un campo di calcio non si era mai visto prima! Un mammifero spavaldo, con spiccato spirito di socialità e che parla il veneziano, un leone che fa il tifo per la sua squadra: un concept chiaro e diretto per la nuova immagine grafica del Venezia FC.
Sulla nuova maglia del club arancioneroverde, quel graffio è il graffio del Leone di San Marco, il simbolo della città tatuato sul corpo dei giocatori. Sotto la stoffa ci sono l’anima e il cuore di Venezia.
Una zampata da felino che squarcia la maglia e fa intravedere il leone, simbolo del club, pronto a ruggire. Perché alla fine siamo tutti #LeoniDentro, tifosi e giocatori. E non a caso questo concetto è stato declinato anche nella campagna abbonamenti 2017-18 e sarà il leitmotiv di tutta la stagione sportiva.
Un’immagine che guarda al futuro, una grafica di carattere, una scelta di marketing energetica e forte, precisa e in controtendenza.
La maglia, sarà prodotta in due versioni: nera (home) e bianca (away). La maglia da portiere invece, sarà realizzata nelle varianti azzurra e gialla con lo stesso motivo grafico.
Il logo del club, in lextra 4 D, a differenza della precedente stagione, assume posizione centrale per lasciar spazio sulla sinistra alla patch in poliuretano “110”, che onora la storia del club che il 14 dicembre 2017 festeggerà i suoi 110 anni di storia.
Nuova font anche per nomi e numeri sul retro maglia che vengono impreziositi da una texture iridescente che riproduce i dettagli del logo societario. I numeri in questa stagione saranno ulteriormente impreziositi dall’inserimento, alla base, dello stemma del club in versione monocromatica.

Sempre sul retro viene inserito un transfer tridimensionale che riprende l’abbreviazione del club VFC con i colori della bandiera italiana e la stilizzazione delle due coppe vinte nel corso della stagione sportiva 2016-2017: Campionato e Coppa Italia Lega Pro.
Le maglie saranno disponibili per l’acquisto dalle ore 21 di martedì 1 agosto sullo store ufficiale del Venezia FC www.veneziafcstore.com e nei seguenti punti vendita autorizzati a partire da mercoledì 2 agosto:
VENEZIA
BIANCAT & DONI , S. Polo 1067, 30125 Venezia e S. Marco 622, 30124 Venezia
DFS, Fondaco dei Tedeschi, Calle del Fontego, 30124 Venezia
MESTRE
SPACCIO 5, Via Mestrina, 17, 30172 Venezia- Mestre
DIMENSIONE CALCIO, Via Castellana, 52, 30174 Venezia – Mestre
SPINEA
TUTTO CALCIO, Via Roma, 214, 30038 Spinea (VE)
ALTAVILLA VICENTINA
LA CAMPIONESSA, Viale Stazione, 25, 36077 Altavilla Vicentina (VI)
Si ringrazia l’agenzia DNA Italia per aver affiancato e supportato con il proprio team di professionisti, la realizzazione del progetto maglie gara 2017-2018 del Venezia FC.

1 Agosto 2017: Dura presa di posizione della Curva Sud del Venezia dopo il lancio delle nuove maglie: “La curva Sud VeneziaMestre 1987, e ribadiamo 1987 comunica quanto segue: Le nuove divise stagione 2017-2018 sono semplicemente il frutto di un pessimo lavoro estetico, ma soprattutto morale. La SUD unita e compatta RIPUDIA quel “110” ed onestamente non comprende cosa ma soprattutto chi rappresenta. Credevamo che “l’era Zamparini” fosse morta per sempre !!!
Invitiamo la società a modificare la divisa onde evitare di cominciare la stagione col piede sbagliato, ovvero SENZA il supporto della propria curva, nata ( come questa squadra …. !!!! ) NEL 1987. La CURVA SUD comunica che da domattina nessun membro effettuerà l’abbonamento per la nuova stagione, FINCHÉ NON SPARIRÀ quel obbrobrio “110”. Ma oltre a questa presa di posizione legata alla data di nascita del club, alcuni tifosi contestano anche il fatto che sia stato introdotto il colore grigio davanti, nei tre colori del graffio. Per altri, invece la maglia è bella così com’è. L’infinito dibattito sulla maglia del Venezia, come ogni anno, è aperto.

2 Agosto 2017: Dopo il comunicato apparso ieri sui social network, gli ultras hanno esposto anche sul campo di allenamento di Sappada due striscioni di protesta. “A voi interessa marketing e immagine mondiale, ma noi dell’87 non ci potete cancellare…”. E poi “30 anni di lotte gioie dolori e passione noi tiferemo solo l’unione”.

2 Agosto 2017: Altro capitolo della dura protesta della Curva Sud VeneziaMestre 1987 contro le nuove maglie presentate ieri e al centro di una vera e propria bufera: “La Curva Sud VeneziaMestre 1987 comunica che domenica in occasione della partita casalinga con il Pordenone NON sarà presente in curva. Non saranno esposti gli striscioni, e non ci sarà il consueto tifo ed appoggio alla squadra. Questa situazione proseguirà per tutta la stagione 2017-18, finchè non verrà tolto dalla maglia quel numero INFAME. Tutta la società, può però rimanere serena, sia in casa ( soprattutto con la pioggia e il clima invernale … ) che in trasferta ( particolarmente al sud … ) potrà fare affidamento sulle migliaia di persone che in queste ore, forti di una tastiera, perennemente assenti, si tramuteranno da leoni da tastiera a veri tifosi, che seguiranno la squadra fino in capo al mondo.
La Curva Sud, per anni 30 così ha fatto, e la moneta di ringraziamento è stata questa …Siamo felici di essere stati rimpiazzati da questo popolo che scrive e scrive, certi che ora siano pronti a macinare chilometri per voi, cantare, fare coreografia (beneficenza ….) e far impallidire le migliori tifoserie d’Europa quando le telecamere di Sky inquadreranno il nostro settore a Bari pieno fino all’orlo. In bocca al lupo grandi leoni, commentate pure, scrivere è semplice, fare sacrifici per un ideale un po’ meno in bocca al lupo società, vi attende un calore umano che al confronto delle temperature di oggi sarà nulla !”

2 Agosto 2017: Questa la risposta del Venezia alle dure rimostranze della Curva Sud dopo la presentazione delle nuove maglie avvenuta ieri pomeriggio e che ha scatenato le polemiche per il numero “110” presente sul lato anteriore delle stesse: ” La società Venezia FC, preso atto delle rimostranze espresse da una parte della tifoseria, intende precisare quanto segue. Il Venezia FC ha a cuore tutti i propri tifosi. Il 14 dicembre 2017, festeggerà il suo 110 compleanno. Questa società raccoglie l’eredità del Venezia Foot Ball Club nato nel 1907, dell’Unione Sportiva Mestrina nata nel 1929 ed è il risultato della fusione avvenuta nel 1987. Dal 26 giugno 1987 i colori del club sono arancio-nero-verdi e questi a tutt’oggi sono i colori del Venezia FC. La patch “110” inserita nelle maglie gara 2017-2018 racchiude tutto questo, è un elemento celebrativo che ha come unica intenzione quella di sottolineare il glorioso passato ereditato dal Venezia FC, che ha radici profonde e che nel corso di oltre un secolo di storia ha subito trasformazioni che l’hanno portato ad essere quello che oggi è: la realtà calcistica veneziana che rappresenta tutto il territorio, la parte insulare e la terraferma. La storia del club inconfutabilmente inizia nel 1907 e quindi nel corso di questa stagione sportiva celebreremo tale ricorrenza e non comprendiamo come ciò possa essere interpretato diversamente”.

2 Agosto 2017: La polemica continua. Nuova risposta della Curva Sud dopo il comunicato del Venezia diffuso pochi minuti fa: ” Partendo dal presupposto che la ” Democrazia Cristiana ” è morta e sepolta, questo tipo di risposte offendono non solo 30 anni di devoto amore per questa società, ma anche l’intelligenza di un movimento intero.  L’aria fritta che si respira in questo comunicato ci fa capire molto bene quale forma di rispetto nutrite per la Curva Sud.  Se ” Non potrebbe essere altrimenti … ” cari signori, il festeggiare a Dicembre i 110 anni, NON POTREBBE ESSERE ALTRIMENTI FESTEGGIARE ANCHE I 30 ANNI !!! In una riga ripercorrete la storia, in quella successiva volete sbandierare l’inclusione intera di un popolo, due città, una provincia …. e poi ?  Festeggiate SOLO I 110 ANNI … siete una contraddizione fatta a società calcistica !  Andate a prendere in giro qualche tifoso nello stato del Maine, piuttosto che della Florida, NON NOI ! Vi facciamo i nostri più sentiti complimenti, avete appena venduto un sacco di magliette, ed in contemporanea PERSO LA VOSTRA UNICA TIFOSERIA. Rimandiamo al mittente con cortesia e fermezza il vostro piccolo, insipido e miope cominciato. CURVA SUD 1987″

3 Agosto 2017: La società Venezia FC comunica di aver trovato l’accordo con la società Viterbese Castrense per la cessione temporanea per la stagione sportiva 2017-2018 dei diritti alle prestazioni sportive dell’attaccante Loris Tortori. La società ringrazia il giocatore e gli augura i migliori successi sportivi e personali.



3 Agosto 2017: L’ultima mossa sullo scacchiere tocca a Giorgio Perinetti. Per Gianmarco Zigoni è tutto pronto, il Milan ha dato l’ok per il prestito con obbligo di riscatto dell’intero cartellino al 30 giugno 2018 in caso di permanenza in Serie B del Venezia. Il centravanti veronese ha accettato di rinnovare col Milan fino al 30 giugno 2020 e di correre il rischio, in caso di retrocessione del Venezia, di tornare ancora al Milan. Cosa manca allora? Nulla, se non l’ultima mossa di Perinetti che può dare scacco matto ma che temporeggia. E allora perché non si chiude? Occhio alle sorprese, perché il ds si è spesso tenuto un asso nella manica, Zigoni è disposto ad aspettare ma non all’infinito. E Alberto Gilardino? Appunto, occhio alle sorprese…

3 Agosto 2017: Adesso è anche ufficiale: Sergiu Suciu è un nuovo giocatore del Venezia. Il centrocampista rumeno ha firmato poco fa un contratto triennale fino al 30 giugno 2020 e arriva a titolo definitivo dal Pordenone. Il giocatore sta arrivando in questi minuti a Sappada.

3 Agosto 2017: VENEZIA – CJARLINS MUZANE 3-0
Reti: 25′ pt Geijo, 30′ pt Soligo, 2′ st Mlakar

VENEZIA (4-3-3):Auteri; Zampano, Domizzi, Modolo, Vitale; Fabris, Bentivoglio, Soligo; Falzerano, Geijo, Moreno. A disposizione: Russo, Vicario, Cernuto, Andelkovic, Ferrari, Fabiano, Fasan, Serena, Strechie, Malara, Fiore, Stulac, Cigagna, Simeoni. All. Inzaghi

CJARLINS MUZANE (4-4-2):Vidizzoni; Cudinin, Piscopo, Dukic, Geromin; Episcopo, Spetic, Busetto, Del Piccolo; Fabbro, Smrtnik. A disposizione: Calligaro, Battistin, Zuliani, Pigolotto, Leonarduzzi, Roveretto, Migliorini, Moras, Frezza, Rover. All. Lugnan
Arbitro: Grazioli di Udine
Ammoniti:

2′ –GOL VENEZIA: bel gol di Mlakar che, appena entrato, indovina l’angolo giusto.Venezia-Cjarlins 3-0
46′ – Fine primo tempo: Venezia in vantaggio per 2-0
30′ – GOL VENEZIA:gran gol di Soligo, che indovina un destro a incrociare che non lascia scampo a Vidizzoni
25′ –GOL VENEZIA:lancio di Bentivoglio, Geijo anticipa tutti, lob e palla alle spalle di Vidizzoni. Venezia-Cjarlins 1-0
21′ – Partita molto nervosa: due fallacci negli ultimi minuti. Tiro di Falzerano respinto
15′ – Angolo di Bentivoglio, mischia risolta dalla difesa del Cjarlins
12′ – Punizione di Busetto, smorzata è facilmente parata
9′ – Colpo di testa di Geijo, palla a lato di poco
Ore 17.35 – Si comincia

Fonte: Triveneto goal

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines