Passa ai contenuti principali

Venezia FC: I lagunari vincono il derby a Noale e ritornano in testa alla classifica agganciando il Campodarsego sconfitto in casa. Domenica prossima lo scontro diretto al Penzo

Calvi Noale-Venezia 1-2 Campionato Nazionale Serie D – Girone C – 28' Giornata

Quella che in questa domenica 21 gennaio ha visto giocare il Calvi Noale contro il Venezia può dirsi finalmente la partita del riscatto. Ci voleva, e c’è stata, la prova di forza ed orgoglio dopo i due punti persi in modo un po’ maldestro nella scorsa giornata, contro l’Abano. “Ho ripetuto ai ragazzi che il Campodarsego non deve esistere, c’è solo la partita aveva dichiarato Mr. Favarin alla vigilia e sembra che i suoi l’abbiano ascoltato riuscendo a strappare i tre punti necessari per agganciare la rivale, che ha perso per 2-3 contro la Luparense.

Tutto, o quasi, succede nel primo tempo: pronti via e al 3’ grazie al primo corner dei veneziani è già 1-0, Luciani raccoglie il traversone e insacca di testa. L’euforia per il vantaggio dura poco più di dieci minuti, siamo al 17’ quando Baggio – tra i migliori della squadra di casa – riporta il risultato in equilibrio segnando su punizione.

Il gol subito non scoraggia gli arancioneroverdi che anzi riescono a mantenere il pallino del gioco e con ritmo regolare costruiscono azioni su azioni (bravi soprattutto Serafini ed Innocenti che corrono sulle fasce cercando poi di servire Maccan in mezzo all’area). Il buon gioco e la tenacia vengono ripagati: Soligo si guadagna un fallo da fuori area, Acquadro si incarica della battuta e segna, 1-2.

Il Venezia esce dagli spogliatoi motivato: al 57’ l’occasione più ghiotta della seconda frazione di gara è sui piedi di Fabiano, servito magistralmente da Maccan, che pur calciando bene trova la risposta di Fortin. L’estremo difensore noalese riuscirà ad opporsi a tutti i successivi tentativi veneziani. Spossati dall’intensità del gioco dei primi 70 minuti gli arancioneroverdi si vedono costretti ad abbassare il ritmo nel finale, riuscendo comunque a fermare i tentativi avversari ben prima che possano chiamare in causa Vicario e strappando – con le unghie e con i denti – una vittoria tanto sudata quanto meritata.

Tabellini:
Calvi Noale-Venezia 1-2
Marcatori: pt. 3' Luciani (VE), 17' Baggio (CN), 36' Acquadro (VE)
Arbitro: Sig. Francesco Raciti di Acireale

Classifica promozione e playoff
VENEZIA 64
Campodarsego 64
Este 57
Belluno 50 [1 partita in meno]
Virtus Vecomp 48 [1 partita in meno]
Tamai 42

Classifica retrocessione e play out
La Fenadora 33
Liventina 32
Dro 32
Montebelluna 31
Giorgione 30
Monfalcone 29
Triestina 29
Levico 28
Fontanafredda 23
Sacilese 7

Prossimo turno
Venezia-Campodarsego
La Fenadora-Este

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines