Passa ai contenuti principali

Venezia FC: Si cambia mister torna Giancarlo Favarin. Intanto a Chioggia la Clodiense elimina ai rigori gli arancioneroverdi

Da Favaretto a Favarin per avviare già a Belluno una rimonta lega Pro. L'esonero di Paolo Favaretto nell'aria dal ko con l'Este, si è concretizzato ieri mattina con l'ok da New York del presidente Joe Tacopina al ds Giorgio Perinetti, il quale ha riportato in panchina quel Giancarlo Favarin che nel 2001/12 aveva già riportato gli arancioneroverdi tra i pro.

A prescindere dai risultati qualcosa si era rotto e non funzionava più, piccole sensazioni, alchimie importanti nella quotidianità del gruppo. Una decisione comunque molto difficile soprattutto per la grande dedizione di Favaretto, ma dopo un'attenta valutazione, la società lagunare ha deciso di cambiare rotta.

La squadra costruita per vincere a tutti i costi il campionato e che ha perso qualche colpo nell'ultimo periodo dopo il brillante avvio, adesso non avrà più abili per non rendere come dovrebbe. Tre sono i punti di svantaggio su un Campodarsego che in cinque gare è riuscito a centrarne ben sette in più del Venezia.

Il gruppo arancioneroverde dovrà rimboccarsi subito le maniche per correggere la stagione e centrare in tempi brevi la risalita. Oltre a Favaretto sono stati esonerati anche il vice Pippo Vianello e il preparatore Paolo Casale. Al loro posto con Favarin il secondo Giovanni Langella e Renzo Ricci per il lavoro atletico.

Intanto oggi, a Chioggia, contro la Clodiense, coppa Italia serie D, gli aranconeroverdi sono stati eliminati ai calci di rigore dopo che la partita regolamentare era finita 1-1

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines