30 giugno 2010

Per prima cosa voglio diminuire le tasse...ma vaffanculo

Dovremo essere tutti fieri…l’Italia scala nel 2009 la classifica dei paesi europei a più alta pressione fiscale. Un balzo di due posti dal settimo al quinto posto. “Abbiamo abbassato le tasse, a cominciare dal taglio dell’Ici e al taglio di 2 miliardi alle imprese “ “Nonostante la crisi l’Italia c’è con un governo che ha continuato a lavorare per il bene degli italiani “ “ Non solo non abbiamo aumentato le tasse ma le abbiamo abbassate “. Si potrebbe continuare all’infinito con le affermazioni da presa in giro del presidente del consiglio che una cosa certamente ha fatto e sta facendo…non mettere le mani nelle tasche dei miliardari, dei mafiosi e degli evasori. Tanto per darvi un’idea del puzzle inestricabile di numeri, normative, balzelli e modifiche del fisco italiano vi riporto un'analisi del Sole 24 ore

(http://rassegnastampa.formez.it/rassegnaStampaView2.php?id=202395)

250 imposte diverse , e c’è un’incertezza persino sul nome delle principali (Ire,Ires,Irpef) ;
1779 leggi fiscali in vigore , ma è impossibile contare il numero di Decreti,Regolamenti,Circolari ;
1086 modifiche al Testo Unico dall’86 ad oggi ; L’Irap conta oltre 120 aliquote, sparse per il territorio ;
334 ore, 14 giorni l’anno, ecco il tempo sprecato da una piccola impresa per l’assolvimento degli obblighi tributari. In Francia bastano 5 giorni e mezzo, in Svizzera 2 e mezzo ;
76 tipi di modelli diversi, all’interno di essi più di 1 milione di parole ;
Processi per il Fisco in un anno : 329mila e 641mila quelli pendenti ;e molto altro ...

Non ci resta altro che fare…preghiamo il buon Silvio

CREDO IN UN SOLO SILVIO...LA PREGHIERA DI SANDRO BONDII...

Credo in un solo Dio,
Silvio onnipotente,
creatore di Forza Italia e Popolo della Libertà,
di tutte le cose visibili (scandali) e invisibili (mafia).
Credo in un solo Silvio,
unigenito, Figlio di Dio,
nato dal Padre prima di tutti i socialisti:
Silvio da Silvio,
Luce da Luce,
generato, non creato:
della stessa sostanza del Bettino;
per mezzo di lui tutte le escort sono state corteggiate.
Per noi uomini e per la nostra salvezza
discese da Arcore;
e per opera dello stalliere si è incarnato
in Palazzo Grazioli e si è fatto di via*gra.
Fu Presidente per noi,
patì sotto Carlo Azeglio, e fu rieletto.
Il terzo governo è risuscitato, secondo le Scritture;
è salito al Quirinale, siede alla destra del Napolitano.
E di nuovo verrà, nella gloria,
per giudicare i servi e Ghedini:
e il suo regno avrà fine.
Credo nel miglior governo, che da 150 ha avuto vita,
e procede dal Silvio e dal Letta
e con il Silvio ed il Letta
è adorato e glorificato:
e ha parlato per mezzo di Feltri.
Credo la D’Addario, una santa escort e comunista.
Professo un solo credo per il perdono dei finiani.
E aspetto la risurrezione del Napi*san
e la caduta del governo che verrà.
Amen. (letta su Facebook)

29 giugno 2010

La Costituzione non si tocca !!! E chi la tocca mi fà schifo...

La Costituzione della Repubblica Italiana è la legge fondamentale e fondativi dello Stato Italiano. Fu approvata nel 1947 dalla Assemblea Costituente e promulgata dal capo provvisorio dello Stato Enrico de Nicola nello stesso anno. Essa rappresenta la base della nostra convivenza civile. Ultimamente, soprattutto da una parte del mondo politico italiano si invoca la modifica della stessa quale soluzione di molti problemi italiani. Non mi risulta però che fino ad ora vi siano state proposte argomentazioni razionali ma solo slogan che fanno temere che il vero scopo degli “attacchi” alla Costituzione siano solo quelli di cambiare gli equilibri disegnati dalla stessa per accrescere il potere del governo a scapito del Parlamento e della Magistratura. Nei vari anni di governo del psiconano è stata attaccata più volte con sistematiche e deliranti affermazioni che seguono :

(ASCA) Roma, 16 Ottobre 2009 Il nano di Arcore rilancia la sua idea di cambiare la Costituzione per fare dell’Italia un paese con una “democrazia vera, non soggetta al potere di un ordine che non ha legittimazione elettorale” . “ Il somaro ha detto di essere deciso ad andare fino in fondo a costo di procedere con la sola maggioranza e poi chiedere il consenso popolare con un referendum ”.

10 Dicembre 2009 – Intervento durante il congresso del Ppe a Boon “ La sovranità è passata dal Parlamento al partito dei giudici ” Ed è per contrastare questa anomalia che il ducetto di Arcore annuncia una riforma della Carta . “ Contro il partito dei giudici cambieremo la Costituzione…” Sono super, ho le palle, cambierò la Costituzione “.

4 Gennaio 2010 – Torino , il premier che ha le palle interviene al convegno di Confindustria e attacca l’articolo 41 della nostra legge fondamentale…il mentecatto : “ La Costituzione è di ispirazione sovietica “ La verità è che ogni formula o tentativo di DELIGITTIMARE e MODIFICARE la Carta costituente non è altro che una FRODE ai danni dei CITTADINI.

FONTE : affermazioni del premier - Blog di Pietro -

28 giugno 2010

Fbc Unione Venezia : Parte dalla laguna il nuovo modo di fare calcio

La Public Company Venezia United non è più soltanto un'idea bensì un vero e proprio progetto che sta muovendo in concreto i suoi primi passi. Nessuno parte con la presunzione che sarà facile raggiungere gli obiettivi dichiarati (tremila soci e 300 mila euro in un anno per aumentare il capitale sociale del Venezia Calcio) però di una cosa sono sicuro : se il progetto veneziano dovesse realizzarsi allora nel calcio inizierebbe un effetto domino, inizierebbe una catena che potrebbe sul serio dare una sterzata definitiva ad un certo modo di gestire i club. Sembra un paradosso, ma forse il fatto che il Venezia navighi nel sommerso della serie D potrebbe persino incentivare singoli e aziende ad aderire all'azionariato popolare.Una squadra costretta a sgomitare in serie D può avere il potere di unire la comunità visto e considerato che attorno al Venezia vi è un entusiasmo a prescindere dalla categoria dove gioca il club. Mercoledì 30 giugno è la data della costituzione in associazione della Public Company Venezia United. Per quanto riguarda la questione allenatore, dopo che si è avuta la conferma che Andrea Seno rimarrà al suo posto di ds, è sempre più concreta la possibilità che la squadra venga affidata ad Enrico Cunico (ex Montebelluna). Per il resto sul fronte mercato in casa lagunare c'è tutto da definire, si fanno i nomi di Rudi Nicoletto (ex Montebelluna) per il centro della difesa in sostituzione del partente Tricoli e del mediano Tommaso Lelj, quest'ultimo già pupillo di Cunico.Da definire poi le posizioni di Collauto, Volpato, Nichele, Vianello e Di Prisco mentre si cercherà un giovane portiere magari un classe 91 o 92, che si giochi il posto con Caverzan.

27 giugno 2010

Me dispiace ma io so' io e voi nun siete un cazzo

Ho un tarlo da alcuni giorni che mi sussurra all’orecchio : “ Uno sciopero ad oltranza contro questo governo finchè non se ne vadano tutti a casa “ Io personalmente ci aggiungerei la richiesta che ogni componente dell’attuale “governo” venga interdetto nel poter continuare a fare politica con il marchio indelebile di “ essere repellente della democrazia “. I complici di questo governo di delinquenti, Bossi e Fini, mandarli al confino, così si spera di non sentir più parlare di “ Roma ladrona ”, “ Paladino della giustizia “ che abbiano di che vergognarsi. Pur di stare al governo accettano tutti i misfatti di un personaggio senza scrupoli che insozza con la sua bieca presenza quel che resta della “ politica “ italiana. Stanno trascinando il paese allo scempio solo ed esclusivamente per i loro sporchi interessi. Al loro posto non avrei il coraggio neanche di presentarmi davanti a mio figlio, ai miei amici, una vergogna che gli elettori accettano presi in giro da queste prostitute politicanti che forse sarebbe meglio chiamare “ escort “ con loro và così tanto di moda.

26 giugno 2010

Milan, nuovo allenatore...nuovo ciclo ?

L'ufficializzazione è arrivata...Massimiliano Allegri è il nuovo allenatore del Milan. Una sferzata di novità dopo gli anni del " Milan ai milanisti ".Il Milan e Allegri si sono trovati d'accordo su tutto c'è stato solo qualche dettaglio da limare. Ora la società rossonera si getterà ufficialmente sul mercato che, come già dichiarato non offrirà grossi colpi, anche se un innesto per reparto sarà fatto. I soliti nomi che circolano, Luis Fabiano del Siviglia che può arrivare solo ed esclusivamente con la partenza di Huntelaar e con i soldi del ricavato della cessione. Ronaldhino che è cercato dal campionato americano ma difficilmente lascerà la società quest'anno. Nel caso per l'eventuale sostituzione si parla di Ibrahimovic. L'ultima ora conferma poi l'interessamento del Milan per Mauro German Camoranesi in rotta con la Juventus. L'italoargentino ha già comunicato che non vuole saperne di spostarsi dall'Italia e, il Milan, è il club che più intriga il giocatore. Dopo il deludente campionato del mondo e alcune stagioni al di sotto delle sue possibilità il giocatore ha voglia di cambiare aria cercando il rilancio in una società di alto livello. Staremo a vedere...la speranza è che il Milan non si ritrovi con giocatori che hanno già dato il meglio di loro stessi e che puntano su Milano solo per strappare il loro ultimo ingaggio.

25 giugno 2010

Un'altra perla di trasparenza e moralità che brilla nel firmamento italiano

Per quanto tempo ancora ci prenderanno per i fondelli ? Per quanto tempo ancora noi italiani avremo il coraggio di continuare a idolatrare un personaggio come il ducetto di Arcore ? Ora è la volta del neo ministro Brancher che con la scusa di essere troppo impegnato nell'organizzazione del suo nuovo discatero, ha presentato una istanza di legittimo impedimento per non essere presente all'udienza in tribunale per un filone che riguarda la tentata scalata all'Antonveneta, che lo vede coinvolto assieme alla moglie. Ho avuto il sospetto che questa nomina avesse a che fare con la giustizia ma arrivare sfrontatamente a tanto non me lo sarei mai aspettato. Pensate il discatero l'hanno chiamato di decentramento e sussidiarietà. Ma cosa vuol dire ? Se proprio volevano fare la furbata prendendoci sempre più in giro se la potevano cavare nominando Brancher ministro senza portafoglio. Insomma siamo alle solite, mah...l'Italia, per nostra immensa sfortuna, non è solo quella eliminata dai campionati del mondo di calcio.

24 giugno 2010

Continuo a dare i numeri ma voi non giocateli

Dopo “Roma ladrona” si passa a “Italia ladrona”. Ecco l’ennesima sparata padana di quel somaro del senatur. A farne le spese questa volta è la nazionale italiana di calcio. “Tanto le partite se le comprano – attacco il cerebroleso – vedrete che al prossimo campionato ci saranno due o tre calciatori slovacchi che giocheranno nelle squadre italiane e così l’Italia passerà agli ottavi” Penso proprio che se ci fosse un seggio elettorale dentro il ritiro azzurro la percentuale della “lega” si aggirerebbe intorno allo zero. Una dichiarazione sconcertante e offensiva che lascia il tempo che trova perché detta da un povero “vegetale” anche se…questa volta “Attila il flagello di Dio” ha passato il segno. Mi domando ancora per quanto tempo dovrò sopportare questo demente e per quanto tempo ancora i cittadini italiani non troveranno scandalose queste e altre affermazioni del rincoglionito di Cassago Magnano ? Forse questi cittadini non sono italiani o forse non sono cittadini ? “Il Nord si è stufato” dice Bossi…” E l’Italia” dico io…

23 giugno 2010

Venezia...


Ed ora voce ascolta che giunge di lontano
Quei lumi delle case specchio
nell'acqua voglio raccontare
La mesta voce veneta del gondoliere che canta
arie sul grande canale, e non solo di nome...

22 giugno 2010

Ciao Josè scrittore ribelle

http://caderno.josesaramago.org/2009/12/07/no-b-day/

Se Cicerone vivesse ancora tra voi, italiani, non direbbe: “Fino a quando, Catilina, abuserai della nostra pazienza?”, ma piuttosto:“Fino a quando, Berlusconi, attenterai contro la nostra democrazia?”. Si tratta di questo. Con la sua particolarissima opinione sulla ragione d’essere e il significato dell’istituzione democratica, Berlusconi ha trasformato in pochi anni l’Italia nell’ombra grottesca di un Paese e una grande parte degli italiani in una moltitudine di burattini che lo seguono trascinandosi e senza rendersi conto di camminare verso l’abisso della dimissione civica definitiva, verso il discredito internazionale, verso il ridicolo assoluto. Con la sua storia, la sua cultura, la sua innegabile grandezza, l’Italia non merita il destino che Berlusconi ha tracciato con cinica freddezza e senza la minima traccia di pudore politico, senza il più elementare senso di vergogna per se stesso. Mi piace pensare che la gigantesca manifestazione di oggi contro la “cosa” Berlusconi, durante la quale verranno lette queste parole, si trasformerà nel primo passo verso la libertà e la rigenerazione dell’Italia. Per fare questo non sono necessarie armi, bastano i voti. Ripongo in voi tutta la mia speranza. di José Saramago (Azinhaga 16 Novembre 1922 – Tias 18 Giugno 2010)

21 giugno 2010

Fbc Unione Venezia : News # 1

Al momento sarà solo ed esclusivamente il patron Enrico Rigoni ha portare avanti la società. La settimana appena trascorsa alcune risposte le ha fornite, anche se non nella direzione auspicata dal patron arancioneroverde che suo malgrado ha dovuto incassare il "no grazie" da parte di un imprenditore padovano che non ha dato seguito alla sua ventilata disponibilità ad entrare come socio. Rigoni , ora, deve fare di necessità virtù, raccogliere quello che può anche dai piccoli sponsor. Al momento nomi ancora non ce ne sono ma la proprietà è intenzionata ad approfondire i contatti già avviati con tre potenziali sponsor, uno veneziano e due padovani. Ora è arrivato il momento di cominciare a pensare alla prossima serie D. Il primo tassello dovrebbe essere la conferma del direttore sportivo Andrea Seno che parrebbe una questione di ore e potrebbe già concretizzarsi oggi. Risolta la questione ds entrerà nel vivo la caccia al nuovo allenatore, dal momento che Rigoni non ha mai fatto intendere di voler proseguire con Paolo Favaretto. Il maggior indiziato c'è sempre Enrico Cunico (ex Montebelluna) anche se, Seno, una volta ricevuto il mandato dalla società, potrebbe orientarsi su tutt'altri fronti. La società poi chiederà ai giocatori un taglio del 10% dell'ingaggio (che poi recupererebbero in caso di promozione). In caso di risposta affermativa inizierà la discusiione che porterà in primis alla conferma dei vecchi Collauto, Vianello, Nichele, Segato, Di Prisco e, forse Volpato. Riconfermare quindi i giocatori migliori della passata stagione, dando poi la caccia a elementi in grado di fare del Venezia la maggior indiziata nella lotta per la promozione in Seconda Divisione.

20 giugno 2010

Ministero per l'attuazione del federalismo

Alla faccia del taglio agli sprechi. Si è fatta recentemente una manovra economica dove il rigore la fa da padrone, tagli agli enti locali, tagli agli statali, tagli “forse” agli stipendi dei parlamentari, ridimensionamento delle auto blu, lotta alla evasione fiscale e…il governo ha nominato Aldo Brancher ministro per l’attuazione del federalismo. Siamo proprio arrivati al limite. Basta non se ne può proprio più di questi quattro coglioni che ci governano. Parlano, blaterano e poi…solo populismo per attirare consensi ma che non serve a nulla per governare. Per finire poi con quei poveri mentecatti del carroccio loro, fanno la voce grossa solo quando si tratta di criticare l’inno di Mameli o la nazionale ma di fronte ai veri problemi politici sono un po’ “mollaccioni”. A quanto pare fare da spalla a “Roma ladrona” frutta bene vero…onorevole senatur ???

19 giugno 2010

...prigione

«Un essere umano è parte di un tutto che chiamiamo 'universo', una parte limitata nel tempo e nello spazio. Sperimenta se stesso, i pensieri e le sensazioni come qualcosa di separato dal resto, in quella che è una specie di illusione ottica della coscienza.Questa illusione è una sorte di prigione che ci limita ai nostri desideri personali e all'affetto per le poche persone che ci sono più vicine. Il nostro compito è quello di liberarci da questa prigione, allargando in centri concentrici la nostra compassione per abbracciare tutte le creature viventi e tutta la natura nella sua bellezza» Albert Einstein

17 giugno 2010

Le continue sceneggiate di chi ce l'ha duro

Mi vergogno profondamente di far parte di uno stato che contiene al suo interno individui come quelli della Lega Nord. E più profondamente mi vergogno dei suoi elettori e di tutti quelli che sostengono il partito di chi ce l’ha duro nascondendosi dietro il bisogno della sicurezza. L’ultima e non ultima è di lunedì. Radio Padania ha tifato contro la nazionale italiana. Esemplificativo modo di comportarsi collegandosi poi a quello che è successo, il 2 giugno, a Varese dove si sostituì l’inno di Mameli con delle canzoni di Gino Paoli che, tra l’altro, è un ex parlamentare eletto nelle liste del Pci. Una “ganzata” da osteria che mi fa tornare alla mente quando da ragazzino suonavo i campanelli delle case e poi scappavo. Chiedo a questi signori che rappresentano nel parlamento italiano gli elettori che hanno dato loro fiducia…ma che serve tutto ciò ? Forse a risvegliare l’orgoglio di appartenere a uno stirpe di uomini veri ? Per far vedere che, nonostante siano al governo, l’anima ribelle è sempre presente ? A loro dico che non mi interesserebbe nulla di capire il perché di queste goliardiche manifestazioni se non riguardasse però anche me, che da stupido mi piace sentirmi italiano anche se chi ci governa con i simboli ci gioca. Ha ragione il nostro commissario tecnico l’unica cosa da rispondere a questi “uomini dal cazzo duro” è solamente : “Non me ne frega niente”. E poi, visto che siete al governo di una nazione che non sentite la vostra, che non sentite vostro l’inno nazionale, che la squadra nazionale non abbia nessun senso datevi da fare, proponete, volete cambiare le cose perché così non vi vanno bene agite. Altrimenti rifugiatevi dentro al vostro ghetto, dentro a quella Padania che io, CITTADINO ITALIANO non mi sento proprio di appartenere. Celebratevi con cerimonie che lasciano il tempo che trovano e rafforzate la vostra perenne erezione o scientificamente più correttamente il vostro perenne priaspismo che non è altro che una erezione persistente ed ANOMALA dovuta ai vostri anomali fattori psicologici, attraverso l’assunzione in abbondante quantità di Viagra. E finitela una volta per tutte con queste stupide manifestazioni oppure emigrate, abbandonate il paese, le imbarcazioni ve le fornisco io…poi se arriveranno a destinazione bene altrimenti tutti in fondo all’oceano.

16 giugno 2010

Un ritratto in controluce

Ma guarda te…non riesco proprio a non pensarci. Non doverli più vedere mi ha fatto solo che bene, quella apparenza di facciata mi dava un enorme fastidio come se tante formiche avessero preso possesso della mia schiena e…era dura trattenersi. In fin dei conti è sempre stato così e se non era così era peggio. Ma il morso della tarantola…quello non me lo sarei mai aspettato. Quella ragazzina “per bene” che a costo di tutto e di tutti difende una situazione indifendibile perdendo già dall’inizio. Ma, con quale coraggio…il coraggio dell’ipocrisia ? No, non fraintendetemi, non riesco proprio a non pensarci, la ragazzina non è nessuno anche se pensa di essere qualcuno, è solo unicamente il risultato sbagliato di una educazione “sbagliata”. No, non è educazione è squallore, è pensiero negativo, è orgoglio smisurato. Tristezza, tanta, una tristezza per la persona, quel senso di nausea che ti prende come quando ai bevuto un po’ troppo, come quando ti vergogni di aver avuto, forse per troppo tempo, a che fare con chi non lo meritava. Intanto è nascosta dentro alle sue quattro mura. Ha l’orgoglio ma gli manca il coraggio quel coraggio che romperebbe la sua teca di vetro che non è altro che la sua vita in bilico come un vaso che stà per cadere…e se cade si rompe il vetro. Ahi noooo…il vetro senza di lui non ha più senso…ahi non voglio sapere anche se so, va bene così voglio restare una ragazzina per bene anche se…mi manca la cosa più ovvia che non hò…il coraggio di vivere. Ammettere, riparare, imparare, capire ma tu ragazzina volare non vuoi.

15 giugno 2010

Questo paese ha bisogno di iniezioni di ottimismo

Mi affretto a ridere di tutto e di tutti,
per la paura di esserne costretto a piangere.
(da il Barbiere di Siviglia,
atto primo, scena seconda)
Pierre Beuamarchais commediografo francese
(1732-1799)

14 giugno 2010

Fbc Unione Venezia : Public Company e crac del Venezia targato f.lli Poletti

Il patron Enrico Rigoni ha iniziato a lavorare su due fronti per cercare di non restare solo alla guida del Venezia. Ha dato mandato ai suoi legali di parlare con una delegazione di tifosi, Lunedì 21 Giugno a Padova, della questione Public Company. A Rigoni interessa principalmente che il progetto dia sufficienti certezze di continuità ( chiaramente sul piano economico ) nel tempo e non per una stagione. L’altro fronte riguarda la ricerca di potenziali nuovi ingressi a livello societario in modo tale da poter rafforzare economicamente il team lagunare. Per quanto riguarda invece il crac del Venezia dei f.lli Poletti si delinea uno scenario ben più complesso della semplice bancarotta. Si farebbe strada l’ipotesi di una vera e propria truffa con il presupposto di accedere a finanziamenti e contributi pubblici. Una truffa scampata per poco in quell’estate dello scorso anno quando ormai si pensava che il calcio a Venezia stesse scomparendo.

13 giugno 2010

Dedicato

Un sorriso

Un sorriso non costa niente e produce molto arricchisce chi lo riceve,
senza impoverire chi lo da.
Dura un solo istante,
ma talvolta il suo ricordo è eterno.
Nessuno è così ricco da poter farne a meno,
nessuno è abbastanza povero da non meritarlo.
Crea la felicità in casa,
è il segno tangibile dell'amicizia,
un sorriso da riposo a chi è stanco,
rende coraggio ai più scoraggiati,
non può essere comprato, ne prestato, ne rubato,
perché è qualcosa di valore solo nel momento in cui viene dato.
E se qualche volta incontrate qualcuno
che non sa più sorridere,
siate generoso,dategli il vostro,
perché nessuno ha mai bisogno di un sorriso
quanto colui che non può regalarne ad altri.
Gino Mazzella

10 giugno 2010

Rassegna stampa

(da la Repubblica). Oggi alcuni ragazzini e una decina di genitori hanno cantato sotto le finestre dell'istituto Giuseppe Gioacchino Belli, 'Bella ciao'. La preside aveva mandato una lettera di rimprovero alle famiglie, quando i ragazzi del coro della scuola avevano cantato la canzone a una manifestazione musicale al Minisero dell’Istruzione. Dai preside, non prendertela. Se ce l'avessero con te, non sarebbe carino?

(da la Repubblica). Casini: "Di Pietro è uno sciacallo che costruisce la sua fortuna politica sulle disgrazie del Paese”.Casini “Non mi va giù che prenda più voti di me”. (da Giornalettismo). Il Pd ha presentato un disegno di legge per l’etichettatura dei biglietti delle lotterie istantanee. Un esempio: “‘il gioco eccessivo può ridurti in povertà“.Che fesso! Ero convinto che fosse il governo.

(da Giornalettismo). “Mi mette un po’ a disagio collaborare con chi era nostro avversario”, dice Speroni (Lega) citando poi Margherita Boniver, il ministro Sacconi, l’ormai ex Scajola e l’onnipresente Cicchitto. Non dimenticare Berlusconi.

(da Libero). Contro l’eiaculazione precoce la medicina sembra aver trovato un rimedio: l’azienda Shionogi Pharma ha brevettato uno spray contro il disturbo sessuale più diffuso fra gli uomini. Allunga di 5,5 volte la durata del rapporto. Provato. Ma manca sempre quel maledetto, ultimo mezzo secondo.

(da Libero). Turista austriaca compra un borsellino contraffatto in spiaggia a Jesolo. Multa da 1000 euro.(dal Corriere della Sera, del 3 dicembre 2006). Marcello Pera nel 2003, in una spiaggia della Versilia, acquistò un Piaget Emperador, dopo una lunga contrattazione; Carlo Rossella a Shanghai, in un negozio specializzato, comprò un Rolex fasullo da regalare a un amico; Franco Frattini nel 2003, capo della Farnesina in viaggio ufficiale in Cina, comprò per pochi dollari un Rolex di 'super lusso'.

9 giugno 2010

Fatti non parole

Provate a mettere insieme alcuni fatti di questi giorni :

  • La Confindustria fredda con il Nano ;
  • Tremonti che imperversa nei talk show;
  • Il Pompiere della Sera e la Stampa che la sparano su Di Pietro;
  • Casini che attacca a freddo Di Pietro;
  • Il Nano che ha fretta di chiudere i conti con Bavagliko e Intercettazioni…
e...si arriva alla conclusione che il Nano ha deciso di mollare,. I nuovi che sono Montezemolo, Della Valle, Caltagirone e tutta la merda simile, hanno chiesto al Nano di completare il lavoro sporco , visto che fa comodo a loro avere leggi favorevoli all’IMPUNITA’, piuttosto che alla LEGALITA’, in cambio del lasciapassare per le sue MERDOSE ATTIVITA’.
Ah se ci fosse un’opposizione in questo stramaledettissimo paese di MERDA…il traguardo è vicino visto che a giorni si parlerà solo del mondiale di calcio !!!

8 giugno 2010

Il gigante di Arcore

Eurotribune (certamente un'istituzione tutt'altro che "comunista") ha stilato la classifica dei capi di governo dei 27 paesi dell'UE suddividendo i dati per "Senso di leaderhip", "Spirito di squadra", "Ambiente", "Regolamentazione finanziaria", Rispetto del mercato interno", "Trattato di Lisbona", "Impegno europeo".Nel 2008, a dispetto dell'informazione di regime che continua a incensare lo splendente leader del Pdl, all'ultimo posto si era classificato... Silvio Berlusconi.Nel 2009 indovinate chi occupa l'ultimissimo posto tra i 27 capi di governo UE? Esatto! Silvio Berlusconi.Il datore di lavoro dello stalliere pluriomicida Vittorio Mangano è ultimissimo in 5 dei sette parametri, è terzultimo per "Senso di leadership" e quart'ultimo in "Regolamentazione Finanziaria".Strano che nessuna testata o nessun giornalista (in Italia) si sia ricordato di questi dati. Chissà perché.Nessuno se lo caga. Solo i berlusconoidi non riescono a capire chi hanno votato ULTIMO!!!!!!!!

7 giugno 2010

Fbc Unione Venezia : News

Sono troppi, per le casse del Venezia, 700 mila euro per far fronte alla richiesta di ripescaggio in Serie C2. Quindi, per la società, come già accennato nel post precedente, sconfitta nella finale di playoff di girone con l’Union Quinto, si profila un ulteriore campionato di Serie D. Intanto ha lasciato la squadra il segretario generale Leandro Casagrande. Tutto fa pensare che a breve saranno ufficializzati il nuovo allenatore Cunico ex Montebelluna e il nuovo direttore sportivo al posto di Andrea Seno, l’ex arancioneroverde Bresolin, ex ds, guarda caso, proprio del Montebelluna. Ci risiamo immancabilmente con il vecchio ritornello…il patron, Rigoni, da solo può solo promettere al momento la serie D. E, considerato tutto, non è poco, visto cosa è successo negli ultimi anni alla società lagunare. Il lusso di pescare mecenati ricchi e nostrani ( Moratti, Berlusconi, De Laurentis, Della Valle ) evidentemente noi a Venezia non ce lo possiamo permettere anche se…forse, se non si faceva scappare Zamparini a quest’ora il Venezia potrebbe essere il Palermo…chissà !!! Sembra comunque possibile un possibile coinvolgimento di Giussy Farina (76 anni) in qualità di dirigente della società arancioneroverde. “E’ una promessa che ho fatto parecchi anni fa a Giorgio Lago” afferma Farina. L’intenzione è quella di far ritornare in alto la società lagunare con l’obiettivo nel giro di 4/5 anni di riportarla in serie B. Nell’operazione sembra essere interessato, in qualità di giocatore, anche l’ex arancioneroverde Alvaro Recoba (34 anni) che, attualmente disoccupato, sarebbe disponibile a dare una mano.

6 giugno 2010

L'opinione di Hominibus

Anche i migliori dicono stupidaggini!
Dopo tanti bla-bla-bla tratti da bei fogli scritti
il nostro grande governatore ha preso lo slancio
e l'ha detta proprio grossa, inverosimile per un genio,
a cui stavano stretti i simboli matematici consueti
per controllare e asservire i piani finanziari
alla costruzione di trappole per gonzi.
Stava andando così bene, nella norma,
ma la voglia di fare l'annuncio infine ha vinto
e, così, l'ha detto a braccio, con voce forte e chiara,
affinché la verità finalmente svelata potesse diffondersi
nei palazzi di potere, nelle piazze, strade, campagne,
correre di bocca in bocca, tra sussurri e grida
delle genti infine tratte dall'incertezza:
"Gli evasori fanno macelleria sociale !
Ma che bella mente e che bell'intuito!
Completamente avulsa dalla realtà cocente,
che riesce a travisare elementari e vistosi riscontri
della pervicace, rozza, disonesta consuetudine storica
di fottere la povera gente con sistemi fiscali iniqui,
capace di denunciare una causa che é effetto
della ambiguità del potere costituito!
Così anche l'algido governatore Draghi
si unisce al falso coro contro quest'evasione
da tutti avversata, ma mai veramente combattuta,
che richiederebbe solo correttezza verso tutti i cittadini
e conseguente cura nel definire gli oneri comuni,
evitando le attuali modalità così predisposte
per incentivare l'evasione ed elusione.
E, quindi, caro il nostro Governatore,
é chiaramente necessaria questa correzione
al suo dire affinché non si confonda con quegli altri
e che gli consenta il riscatto di un passato non glorioso,
trascorso nella tana di speculatori senza scrupoli,
che hanno avuto un funesto ruolo nel crimine
finanziario di questi ultimi dieci anni:
"NOI, LEGISLATORI E GOVERNANTI,
SIAMO GLI UNICI VERI RESPONSABILI
DELLA STORICA MACELLERIA SOCIALE"

FONTE: http://www.hominibus.it/

5 giugno 2010

Chi ci governa ?

Il problema è che, come diceva credo Einstein,
non si può affidare la risoluzione dei problemi
a coloro che costituiscono il problema !!!

4 giugno 2010

Un'idea per la manovra finanziaria...le baby pensioni

Tra gli anni ’70 e 80 un folto numero di dipendenti della amministrazione pubblica ha usufruito dell’opportunità di andare in pensione molto presto, diciamo, per tenerci larghi, intorno ai 50 anni.Il costo delle baby pensioni nel nostro paese è di 23.257.480 milioni di euro. I pensionati sono 16.560.879 milioni. Tra i beneficiari delle prestazioni pensionistiche il 27,7% del totale ha tra i 40 e i 64 anni (età inferiore a quella normalmente individuata come soglia della vecchiaia 65 anni). Ovvero vi è un pensionato su tre con meno di 65 anni, e il 3,6% ha meno di 40 anni. Il 2,98% del totale di tutti i pensionati è rappresentato da chi percepisce una baby pensione del pubblico impiego, cioè 495,000 mila pensionati. Le baby pensioni non esistono più ma il numero di dipendenti pubblici che riscuotono la pensione ad una età più bassa da come fissata dalla riforma scattata nel 2008 è ancora alto. Tutti percepiscono un più elevato importo medio per redditi pensionistici, il mensile è stato di 13.370 euro (valore superiore del 5,8%9 rispetto a quello medio generale di 12.875 euro).

FONTE : http://wallstreetrack.wordpress.com/2007/01/16/spesa-per-le-pensioni-analisi-e-dati/

Arriviamo al dunque : ecco la mia idea…
Verificare se il baby pensionato ha come unica fonte di reddito la pensione ;
Verificare se il baby pensionato e coniugato/a e che il consorte non percepisca un reddito superiore a 40.000 euro l’anno ;
Se la condizione che sussiste è la seconda il pensionato non ha più diritto a percepire la baby pensione senza, naturalmente, dover restituire quanto incassato nel corso degli anni passati
Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro.

3 giugno 2010

Hanno detto

Hanno detto che i dirigenti pubblici che superavano il reddito di 80.000 euro dovevano tagliarsi lo stipendio del 10%. Poi la soglia è diventata di 150.000 ed il 10% solo sulla quota eccedente.
Ridicoli!
Hanno detto che anche loro dovevano ridursi i compensi, ma il tutto è stato rinviato ad una apposita discussione delle camere per il rispetto della loro autonomia.
Buffoni!
Hanno detto che avrebbero abolito le province, che tra l’altro era negli accordi di programma. Abbiamo visto come è finita
Mentecatti!
C’è che chi non ha un lavoro e chi ha doppi e tripli incarichi, ovviamente lautamente pagati con soldi pubblici.
Cialtroni!
Hanno spergiurato che non avrebbero mai più fatto condoni. Infatti la chiamano “regolarizzazione catastale”.
Bugiardi!
Hanno invocato la tenuta dei conti pubblici. Ma sono loro che hanno portato la spesa pubblica da 542 a 786 miliardi/anno (+45%) dal 2000 al 2009.
Ladri!
Stanno massacrando la scuola compromettendo la formazione culturale delle prossime generazioni.
Ignoranti!
In nome della solidarietà si adoperano per i terremotati, ma poi banchettano sui loro cadaveri
Avvoltoi!
Parlano di etica e trasparenza ma poi vogliono le leggi per impedirla.
Farabutti!
Denunciano lo stato di polizia tributaria ma poi ne attuano i dettami.
Ciarlatani!
Si riempiono la bocca di giustizia ma poi si preoccupano solo dei processi di una persona.
..… ho finito gli insulti.
FONTE: blog Di Pietro

2 giugno 2010

Il federalismo fiscale del rintronato di Cassago Magnano

Al Senatur Umberto Bossi sarà andato qualcosa di traverso mentre oggi, ascoltando il TG3 (ovviamente so che il leader della Lega non è solito sintonizzarsi su questo canale, ma lasciatemi sognare...), avrà sentito i dati sull'evasione fiscale.
Nei primi quattro mesi del 2010, l’imponibile evaso in Italia è cresciuto del 6,7% ed ha raggiunto l’ammontare di 371 miliardi di euro l’anno. In termini di imposte sottratte all’erario siamo nell’ordine dei 156 miliardi di euro l’anno. Nelle prime 10 posizione abbiamo quindi sei regioni del Nord (tra cui Lombardia e Veneto al primo e secondo posto), tre del centro Italia e solo una del Sud. La Lombardia, anche in valore assoluto, ha fatto registrare il maggior aumento dell’evasione fiscale. In percentuale, il dato lombardo aumenta, nei primi quattro mesi, di circa il 11,2%.
Indovinate un po' chi primeggia nella classifica sull'aumento degli evasori fiscali. Due indizi:
1) Non si tratta di Roma ladrona o Lazio ladrona
2) Non si tratta di regioni meridionali
Non ci crederete mai ma al 1° e 2° posto abbiamo rispettivamente Lombardia e Veneto! Si,proprio i lumbard e i veneti che tanto si vantano di sorreggere tutta l'Italia pagando tasse e lavorando come bestie. In testa a aprile 2010, tra le regioni, dove sono aumentati numericamente gli evasori fiscali, abbiamo quindi:

1) Lombardia, +10,1%
2) Veneto, + 9,2%
3) Campania, +8,0%
4) Valle d’Aosta, +7,3%
5) Lazio, +7,1%
6) Liguria, +6,3%
7) Emilia Romagna, +6,1%
8) Toscana, +5,4%
9) Piemonte, +5,2%
10) Marche, +5,0%

La Lombardia, anche in valore assoluto, ha fatto registrare il maggior aumento dell’evasione fiscale. In percentuale, il dato lombardo aumenta nei primi quattro mesi di circa 11,2%. Altro che Roma ladrona! E adesso chi glielo dice a Bossi Senior e a Trota Junior ?
Orgoglio Operaio: il diavolo fa le pentole,ma non i coperchi,pensate ora che hanno nelle loro mani fiumi, laghi e tanti beni demaniali come si sollazzeranno...operai e lavoratori buttiamo giù a calci nel culo questi ladroni..il federalismo è solo un pretesto per rubare meglio i quattro soldi che ogni giorno ci sudiamo.

1 giugno 2010

Ma chi sei ? (ripubblicazione)

Probabilmente solo ed esclusivamente un signor Nessuno. Non mi và proprio giù che chiunque liberamente possa entrare in casa tua senza darti l’opportunità di replicare nascondendosi dietro l’impossibilità di essere riconosciuto. Questa è la rete purtroppo. Ci apre un mondo senza confini ma la porta è aperta anche per gli intrusi. Si proprio gli intrusi come il signor Nessuno del caso. Entrano a casa tua e lasciano commenti canzonatori, da presa in giro e offese sempre nascosti dietro la copertura del non sono. Vili. Lanciano minacce di rivolgersi alla piattaforma di riferimento per segnalare violazioni di copyright con richieste di chiusura senza alcun fondamento. Non è che tutto ciò mi tocchi più di tanto. Sghignazzo anzi pensando che esista della gente che vive su queste cose. Io, alla vita, chiedo molto di più di un semplice blog. Mi lascia completamente indifferente che lo abbia oppure no e non navigo per la rete alla ricerca di violazioni che non esistono. Certamente, lo ammetto, utilizzo pensieri, parole, riflessioni di altri ma, sempre e comunque con riportato il nome dell’autore. Sono come appartenessero a me stesso perché esprimono quello che io vorrei dire. Linkare o non linkare cosa vuol dire l’autore è stato dichiarato e allora dove stà il problema. Non mi faccio certo il fegato amaro per un link in più o uno in meno altri, come il signor nessuno molto probabilmente si. Sghignazzo ancora e non smetterò mai di farlo anche se mi verrebbe purtroppo da piangere. Dove siamo ormai arrivati con tutti i problemi che abbiamo…spero di non doverlo riscrivere nuovamente !!!