Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2007

I SOLITI IMBECILLI

Immagine
Poliziotto uccide tifoso laziale. Il questore 'Un tragico errore'. Due i proiettili sparati
Si chiamava Gabriele Sandri, 26 anni, noto dj della capitale e animatore del 'Piper', il tifoso laziale ucciso questa mattina nella stazione di servizio di Badia al Pino, sulla A1, nei pressi di Arezzo, dopo essere stato raggiunto da un colpo di arma da fuoco, sparato da un agente della Polstrada da 40 metri di distanza. Sandri si stava recando a Milano per assistere alla partita della Lazio con l'Inter. Un addetto dell'autogrill, che ha assistito ai fatti, dopo l'accaduto ha dichiarato "Si è sentito un colpo in un contesto tranquillo".Sarebbero due i proiettili sparati dall'agente della pattuglia della polstrada intervenuta dopo i tafferugli scoppiati nell'area di servizio . Il poliziotto avrebbe sparato una prima volta in aria a scopo intimidatorio. Poi forse un secondo proiettile potrebbe essere partito accidentalmente dalla pistola. Ma la dinamic…

PARLIAMO DI CALCIO

Immagine
Martedì o Mercoledì di coppa da leoni. Almeno per alcuni. Per Pippo Inzaghi per esempio, che con la doppietta di ieri sera a Donetsk contro lo Shakhtar ha risollevato sé stesso e l’intera squadra. Forse il Milan ha trovato la quadratura del cerchio che cercava in attacco, con Pippo unica vera punta e Kakà e Seedorf appena dietro a coadiuvare la penetrazione in area avversaria. Una trovata tattica – variante dell’oramai famoso “albero di natale” Ma la cronaca della giornata parla anche di allenatori, dopo le dichiarazioni di Marcello Lippi, che abbandonerebbe volentieri la sua nuova attività da opinionista sportivo per tornare in panchina. Che ci sia un futuro per il tecnico campione del mondo in un qualche club blasonato d’Europa? Staremo a vedere. Tornando in casa Milan, continua a tener banco la telenovela Ronaldo. Il fenomeno, sempre preoccupato per il recupero del suo ginocchio, ha avvertito un dolore al polpaccio destro e si è sottoposto a una risonanza magnetica. Ha chiesto quin…

VENEZIA E LE SUE OSTARIE

Immagine
Oggi è una giornata dove il tempo non mi manca quindi, posso, ancora farvi girare per Venezia. La giornata oggi è soleggiata con quel tipico sole di fine autunno che colora la laguna di mille colori confondendo il mare con il cielo. C'è il profumo di Venezia oggi nell'aria e cosa non c'è di meglio di una passeggiata all'interno del cuore della città cercando di cercare e di trovare i luoghi più nascosti e più veri che essa ci nasconde.

Storie de la gente

Il vestito stracciato
C'era una madre che aveva una bambina. La bambina morì e sua madre la vestì con gli abiti più rotti e più stracciati che aveva, perchè era un pò avara. Venne la notte dei morti, quando i defunti escono dalle tombe e vanno per il paese in processione. Questa bambina, invece di seguire gli altri, si fermò sulla porta di casa e disse alla madre : "Mamma, vedi? Non posso andare in processione perchè sono vestita di stracci".
Così, ogni anno,nella notte dei Morti, questa povera bambina non p…

VENEZIA E LE SUE OSTARIE

Immagine
ECCOMI QUA. E' PASSATO UN PO' DI TEMPO DALLA PRIMA PUBBLICAZIONE MA AHIME' IL TEMPO E' CON ME TIRANNO. COMUNQUE RIPRENDIAMO IL FILO DEL DISCORSO INTERROTTO E IMMERGIAMOCI NEL CENTRO STORICO DI VENEZIA PASSEGGIANDO PER CALLI E CAMPIELLI ALLA RICERCA DEI SAPORI PERDUTI !

Storie de la gente

Il Signore e S.Pietro
Il Signore si lamentava di questo mondo, gente peccatrice e bestemmiatrice,così che mandò una grossa grandinata da non lasciare le radici dell'erba.
"Va a vedere se mutano vita", disse a S.Pietro.
S.Pietro, come al solito, prende il sacco del pellegrino e scende sulla terra, vede tutto rovinato, non c'era una folgia sugli alberi. Domanda alloggio a una famiglia, e lo siedono a tavola.
"Per adesso ci dividiamo questa poca polenta che ci resta, ma cosa faremo nell'inverno prossimo con questi figli da sfamare".
La notte, S.Pietro torna in paradiso.
"A me sembri che tu esageri, Signore. Cosa mangiano adesso !"
Allora il Signore scese …

VENEZIA E LE SUE OSTARIE

Immagine
Eccomi di nuovo. Incomincio da oggi a pubblicare l'elenco di 130 locali dove bere, mangiare e tirar tardi di Venezia, scelti e verificati di persona. Saranno elencati con prezzo , indirizzo, telefono, giorno di chiusura, descrizione più o meno sintetica. Foresti - ma anche indigeni -potranno così avventurarsi in laguna sicuri che tra i posti segnalati (ostarie si, ma anche bar, birrerie, trattorie e ristoranti veri e propri) troveranno quelli alla portata dei loro desideri e delle loro tasche. La pubblicazione sarà più o meno giornaliera e accompagnata all'inizio da una leggenda o racconto popolare della tradizione veneta.

1^ Pubblicazione

Storie de la gente ( Leggende contadine e popolari )

Signori e poveri
Dio creò ventiquattro uomini, dodici li mise in una botte dodici li lasciò fuori per verificare se era migliore la vita al sole o all'ombra. I dodici fuori si sono presi tutto, terra case roba, tutto insomma, e quando sono usciti gli uomini chiusi nella botte, dissero : &q…