Venezia FC: News #7

27 Luglio 2017: Nella terza uscita di questo precampionato, il Venezia ha superato per 2-0 l’Union Feltre. Sul terreno del centro sportivo di Sappada, la formazione veneziana ha cercato di mettere in pratica tutte le nozioni tecnico-tattiche apprese durante questa prima parte di preparazione. Nella prima frazione di gioco, infatti, mister Inzaghi ha schierato la squadra con il 3-5-2. Davanti all’estremo difensore Audero, tre difensori centrali: Bruscagin, Modolo, Domizzi. A centrocampo largo sulla destra Fabris e sulla sinistra Zampano. Davanti alla difesa Bentivoglio, a formare il triangolo in mediana con Falzerano e Vitale. In attacco la coppia Fabiano, Moreo. Dall’altra parte un avversario sceso in campo con l’ottica di non concedere spazi ai più quotati avversari, visto che l’Union Feltre milita in serie D. Modulo scelto da mister Pagan il 4-3-3. La cronaca del primo tempo vede al 5′ un tiro di Vitale che, dopo essersi girato, spara sopra la traversa di sinistro. Ci prova anche Moreo al 13′ con una spettacolare rovesciata, però bisogna attendere il 23′ per vedere un goal davverso sfiorato dal Venezia. Punizione dal vertice destro dell’area feltrina e tiro secco di Fabiano che non trova per poco lo specchio della porta avversaria. Sempre su punizione anche l’Union Feltre si avvicina alla marcatura. Punizione secca di Tanasa, però centrale. Nessun problema per Audero. Buon momento per gli ‘ospiti’ visto che Carraro sfiora il palo alla sinistra del numero uno ex juve. A sette minuti dall’intervallo, che poi non durerà i canonici quindici minuti, punizione a due in area bellunese. Bordata di Bentivoglio, respinta dalla barriera, e poi grandissima parata di Borrelli su tiro da due passi di Moreo. Al 40′ si slocca il risultato. Modolo, dopo aver fatto in precedenza le prove generali, trova la sua classica incornata su angolo dalla destra calciato da Bentivoglio. Breve, come detto, riposo, e si cambiano molti giocatori, e per il Venezia, anche modulo: si passa dal 3-5-2 al 4-3-3. Lo schieramento diventa quindi così formato: Russo in porta, difesa con la linea da destra costituita da Fabris, Cernuto, Domizzi, Zampano, mediana composta da Acquadro, Stulac, Soligo, davanti, Fabiano, Ferrari e Marsura. Per il 2-0 non è necessario attendere molto. Fabiano, lasciato tutto solo sulla destra, viene imbeccato da Stulac e infila il pallone tra palo e portiere. Un minuto dopo tenta Ferrari a sorprendere l’estremo avversario. Marsura non è ancora in forma e lo si vede al 22′ quando crossa troppo alto per Ferrari. Pomeriggio sfortunato per l’esterno sinistro che in un contrasto con un avversario si fa male ad una caviglia ed è costretto ad uscire poco più in là (25′) per infortunio. Il Venezia colleziona angoli, alla fine sono una decina, e poi anche palle goal dal 34′ in poi non Sfruttate per imprecisione dagli arancioneroverdi. Ultima occasione al 44′ con la punizione di Stulac che trova l’esterno della porta.
Venezia FC-Union Feltre 2-0
VENEZIA: Audero (1’st Russo), Bruscagin (1’st Cernuto), Modolo (1’st Marsura, 28’st Fasan), Domizzi (30’st Cigagna), Fabris (20’st Simeoni), Falzerano (1’st Acquadro), Bentivoglio (1’st Stulac), Vitale (1’st Soligo), Zampano (30’ Bruscagin), Fabiano (30’st Serena), Moreo (1’st Ferrari).
All.: Filippo Inzaghi.
UNION FELTRE: Borrelli (1’st Bartolini), Pinton (20’st Zonta), Busatto (1’st Giacomazzi, 40’st Trevisan), Guagnetti, Salvadori (25’st Paludetto), Tanasa (20’st Solagna), Pellizzer, Carraro (1’st Gjoshi), Fusciello (20’ Madiotto), Madiotto (1’st Pinatti), Cossalter (1’ st Boschet, 20’st Stefani).
All.: Andrea Pagan.
Note: Prima della gara è stato osservato 1 minuto di raccoglimento in memoria di Serena Zanella, cittadina feltrina, mancata ieri in un incidente in montagna.

27 Luglio 2017: Queste le dichiarazioni rilasciate da mister Inzaghi al termine dell’amichevole vinta dagli arancioneroverdi per 2-0 contro l’Unione Feltre. Una rete per tempo per l’undici veneziano, al 40′ con un bel colpo di testa di Modolo da azione di corner, e nella ripresa il raddoppio di Fabiano dopo otto giri di lancette.”È stato un buon test contro una buona squadra. Dovevamo mettere minuti nelle gambe ed abbiamo fatto una buona gara. È stata una bella partita giocata bene e siamo contenti. Inoltre faccio un in bocca al lupo all’Union Feltre affinché faccia un buon campionato” Come sta invece la sua squadra? “Noi stiamo bene, stiamo crescendo, abbiamo bisogno di giocare però, come sempre, con una squadra molto compatta. Dobbiamo trovare un po’ di brillantezza, ma è normale, adesso. Stiamo lavorando e ci manca, ripeto, quella brillantezza che, speriamo, di avere per il 6 agosto, che sarà la prima partita ufficiale della stagione. Comunque sono contento, oggi ho dato minutaggio a tutti, per cui direi bene, siamo sulla strada giusta”. Soddisfatto della squadra che ha allestito il presidente? “Sì, molto soddisfatto. Veniamo da due campionati vinti consecutivi e dobbiamo cercare di mantenere una buona base, mettere qualche giocatore nuovo che è arrivato, qualcuno arriverà, per cui ci sono i presupposti per fare bene”. Giudica attendibile questo test? “I test sono tutti attendibili, adesso non conta il risultato, bensì mettere minuti nelle gambe per far crescere la condizione dei giocatori, che è già a buon punto. Con il Bisceglie sarà un altro test importante, contro una squadra di lega pro, per cui sicuramente le difficoltà aumenteranno, ma è quello che vogliamo. Abbiamo, proprio per questo cercato, amichevole dopo amichevole, di trovare compagini sempre più forti”. Come vi state trovando a Sappada? “Stiamo bene, c’è una bella temperatura, si riesce ad allenarsi bene, poi il 4 agosto torneremo e cercheremo subito di adattarci al clima che troveremo il 6 nella partita di Coppa Italia”.

27 Luglio 2017: Le probabilità che il calcio Cittadella conquisti la serie A? Davvero poche, tanto che questo evento viene pagato dai bookmakers di Netbet Italia viene pagato quasi 60 volte la posta. La stessa probabilità calcolata per l’Avellino. Eppure i granata erano riusciti lo scorso anno, dopo aver veleggiato nei piani altissimi della classifica cadetta, a stappare i play off da cui uscirono poi presto con un 2 a 1 contro il Carpi. La sconfitta al Tombolato, stadio dove i granata hanno sempre giovato nella quarantina d’anni di storia del club fondato dal compianto Angelo Gabrielli, imprenditore siderurgico della zona, brucia ancora. Ma per il direttore sportivo Stefano Marchetti è anche una sfida a migliorare la squadra che lo scorso anno ha dovuto cedere il passo alla formazione emiliana, poi approdata in serie A. Ma lo storico di campionato evidentemente non conta molto per le analisi delle predizioni sportive visto che il neopromosso Venezia, che a differenza del Cittadella, manca dal campionato cadetto da molti anni, è quotato molto più favorito: 8,75 volte la posta, appena dietro al terzetto delle favorite costituito da Palermo, Pescara e Frosinone, e un pelino pagato meglio del Parma che quota 8.25. anche la nobile decaduta è una neo promossa dalla Lega Pro. Evidentemente gli analisti dei pronostici sportivi ripongono parecchia fiducia sulle capacità motivazionali di mister Filippo Inzaghi, che già da giocatore si era dimostrato un trascinatore.
L’anno scorso il Venezia ha fatto qualcosa di fantastico – ha sottolineato l'allenatore alla Gazzetta dello sport – ma ce lo dobbiamo lasciare alle spalle. Adesso dovremo realizzare un altro piccolo capolavoro, non sarà semplice, ma ci proveremo. Dovevamo provare a salire in B, e ci siamo riusciti, adesso bisogna rimanerci, tanto è vero che nel mio contratto c’è anche il premio salvezza. Non dobbiamo fare voli pindarici, ma essere estremamente realisti, a nessuno è riuscita l’impresa di tre promozioni consecutive dalla D alla A. Non partiremo battuti con nessuno, ma non vogliamo nemmeno vendere fumo alla gente”.
E come vivono la vigilia invece in casa granata? In ritiro a Lavarone, la squadra di mister Venturato sta rispettando la tabella di marcia imposta dalla preparazione atletica, per forza molto pesante per un campionato molto lungo che deve far trovare i giocatori ancora con “gamba” per la parte finale della stagione.
Due le tegole abbattutesi sulla società: una di carattere tecnico e l’altra addirittura di profilo giudiziario.
Alfonso, il giovane e promettente portiere dei padovani si è infortunato al menisco alcuni giorni fa e questa mattina è stato sottoposto ad una delicata operazione in artroscopia per ridurre la lesione alla cartilagine dell’articolazione: l’operazione, tecnicamente perfettamente riuscita, si è tenuta presso il Policlinico San Giorgio di Pordenone dal medico sociale ortopedico Dottor Roberto Bordin. Con l’infortunio del numero 1 granata il Cittadella rende noto che Alberto Paleari non partira’ per le Universiadi in programma ad agosto in Cina ma sara’ a disposizione di mister Venturato. Da capire però i tempi del recupero.
la seconda tegola arriva con la complicata vicenda, su cui sta facendo luce la pricura di Prato,  dei baby giocatori africani. Nella vicenda è spuntato anche il nome della punta granata Kouamè. In attesa di capire se ci saranno ripercussioni sul piano disciplinare l’attaccante macina goal in amichevole ed appare uno dei più in forma tra gli avanti granata.

28 Luglio 2017: Queste le dichiarazioni di Alberto Gilardino rilasciate alla Gazzetta dello Sport. Il centravanti di Biella è stato accostato a Spezia, Cremonese, Venezia e Ternana: “Per ora solo interessamenti e tantissime chiacchiere. Non ho ancora firmato per nessuno. Il Cavalier Arvedi mi voleva conoscere e ci siamo incontrati una volta a Cremona. Lo stimo molto, ma non mi capacito come possa circondarsi di persone incompetenti. Mi sono sentito usato in questa vicenda in cui si è sfruttato il mio nome in maniera poco corretta”. Su Inzaghi: “Ha fatto grandissime cose negli ultimi anni. In più a Venezia c’è un dirigente serio e preparato come Perinetti che apprezzo molto e si comporta meglio di qualcun altro. Sto bene e so di potermela giocare con tutti, ma non sarebbe un passo indietro scendere in Serie B”

28 Luglio 2017: La società Venezia FC comunica di aver trovato l’accordo con la società Piacenza Calcio 1919 per la cessione temporanea per la stagione sportiva 2017-2018 del centrocampista Alex Pederzoli. La società ringrazia il giocatore e gli augura i migliori successi sportivi e personali.

28 Luglio 2017:è fatta, Sinisa Andelkovic è un nuovo giocatore del Venezia. Per il difensore sloveno, come vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi, trattativa chiusa e contratto biennale pronto per l’ex Palermo, 22 presenze nell’ultimo campionato di Serie A con il Palermo. Per Zigoni altro rinvio a lunedì, rimane in ballo pure Gilardino.


28 Luglio 2017: Il Venezia FC comunica di aver depositato in data odierna presso la Commissione Criteri Infrastrutturali della FIGC istanza a svolgere l’attività per la stagione sportiva 2017-2018 presso lo Stadio P.L. Penzo. La società ringrazia il Comune di Venezia, la Prefettura, la Questura e il Coni per la fattiva collaborazione dimostrata per l’espletamento di tutti gli incartamenti necessari.

Fonte: Trivenetogoal

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai