Passa ai contenuti principali

Venezia FC: Il Parma pareggia al Tardini contro il Forlì e il Venezia vola a +5 dagli emiliani

Parma-Forlì 1-1 Campionato Nazionale Lega Pro Girone B – 28' Giornata
Il Parma non riesce ad andare oltre il pareggio al Tardini: la partita con il Forlì finisce 1-1. I crociati perdono così due punti importanti nella rincorsa al Venezia, in testa alla classifica con 61 punti. Il Parma è secondo con 56 punti; seguono il Padova con 53 e la Reggiana con 51 punti.
Prima del calcio d'inizio si osserva un minuto di silenzio per commemorare l'ex crociato Tarcisio Catanese, scomparso giovedì.
La novità dell'ultima ora, prima della partita, è la decisione di mister  D'Aversa di non mandare in campo Giorgino: gioca Corapi.
Alla fine del primo tempo il risultato è fermo sullo 0-0: poche emozioni, il Parma ha "fatto gioco" ma trovando solo un'occasione. La "scossa" arriva all'inizio della ripresa: al terzo minuto Baraye porta in vantaggio il Parma. Dopo il gol del vantaggio per 1-0, il Parma non riesce a consolidare il risultato, mentre il Forlì ha occasioni per trovare il pareggio. Occasione di Baraye al 75' ma il portiere del Forlì riesce a parare. Dopo 5 minuti colpo di testa di Alessandro Lucarelli ma Turrin respinge ancora e devia in angolo con un colpo di reni.
E' il minuto 83 quando il Forlì arriva a un passo dal pareggio: cross di Tentoni dalla sinistra e Bardelloni non ci arriva per un soffio a centro area. All'87esimo entra Giorgino. E poco dopo il Forlì riesce a pareggiare: al minuto 89 gli ospiti segnano con Alimi. Al 90' l'arbitro concede 5 minuti di recupero. Poco dopo, infortunio per Adobati, a terra tra i fischi dei tifosi del Parma: aumenta il recupero. La partita finisce 1-1, con un finale burrascoso in campo, dopo un fallo di Corapi su Ponsat. 

Tabellini
Parma-Forlì 1-1
Reti: st. 49' Baraye (PA), st. 89' Bardelloni (FO)

Arbitro: Sig.Robilotta

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines