Passa ai contenuti principali

Venezia FC: Assalto alla Coppa Italia

Il Venezia accantona per un attimo la rincorsa alla serie B per contendere al Matera la coccarda tricolore di Lega Pro. Primo round in trasferta oggi in Basilicata, ore 20.30, return match il 26 aprile al Penzo, ore 17.00. Il Matera si è sbarazzato di Lecce, Foggia, Taranto e Ancona.
Sicuramente a Matera ci aspetta un ambiente caldo per la quale la coppa è il primo obiettivo, visto che non credo possa più arrivare nei primi due posti del girone C (a contenderseli Foggia e Lecce) e vincere il trofeo farà saltare il primo turno di playoff.
Chissà che il nostro asso di Coppa, Nicola Ferrari (5 reti in 7 gare) si confermi ispirato come tutti gli arancioneroverdi di solito meno impiegati da mister Inzaghi.
Non capita spesso di raggiungere una finale è giocarsi un trofeo. Inizia il momento cruciale dell'anno, la squadra deve essere brava a mantenere la giusta tranquillità per non andare a rovinare una stagione così.
Fino ad ora questa competizione ci ha dato davvero una grossa mano, rispetto al campionato hanno sempre giocato altri interpreti ai quali va dato il merito di aver dimostrato con i fatti che il Venezia ha in pratica due squadre fortissime.
A Matera sarà tutto tosto, ma come ogni volta che la squadra scende in campo l'obiettivo è fare risultato.
Vincere la Coppa Italia porterà benefici alle casse delle due squadre: avendo superato quarti e semifinali a Venezia è Matera spetta già un premio di 20 mila euro, più ulteriori 60 mila alla vincente e 30 mila alla perdente della finale. A stasera per la cronaca testuale in diretta della partita.
FORZA ARANCIONEROVERDI

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines