La mia vita non ha bisogno di persone perfette ma di persone vere

Sai cosa è triste? Avere a che fare con la cattiveria gratuita di certa gente che si sente tanto onnipotente da puntare il dito contro gli altri, quando invece dovrebbero guardarsi solo un po' più allo specchio.
Ho capito che è inutile spendere parole preziose con chi è cieco nell'anima. La mia vita non ha bisogno di persone perfette, ma di persone vere. Di quelle che quando ti guardano ti parlano con gli occhi e ti dicono: “io sono qua per te e ci sarò per sempre”.
Gli dico che ogni cuore ha le sue stagioni: la primavera degli inizi, l'estate dei culmini, l'autunno dei distacchi e l'inverno per dimenticarli.
Non so quante volte ho detto “non importa”. Fino a che, poi, non me ne importa per davvero. Gli ho lasciati andare come piume al vento… tanto il vento soffia da molte parti e so ho fede da me arriverà sempre il meglio.
Sono diventati come il temporale quando non smette mai di piovere così no smettono mai di lamentarsi.
Ma non tempo le tempeste, son quelle che mi rendono forte, sono quelle che mi tirano su quando cado. Non temo le tempeste ne ho superate e lo farò ancora.
Ogni volta che certe persone ti portano la pioggia, il freddo e che cercano di intimorirmi dico: fate ciò che volete, come io faccio ciò che mi pare, e così facendo, davanti ai miei occhi vedo un giorno d'estate.
La verità e che mi hanno fatto esaurire tante cose: la disponibilità, perché mi hanno deluso, il sentimento che non meritano e che mi hanno fatto perdere.

Commenti