Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2016

Mi sono fermato ad ascoltare il silenzio

Fatto la mia passeggiata quotidiana oggi a oltre 35° sotto zero … Mi sono fermato ad ascoltare il silenzio… Armonia, ecco che cos’era! Ecco, ciò che usciva dal silenzio era un ritmo delicato, il tono di un accordo perfetto, la musica delle sfere forse. Fu sufficiente afferrarne il ritmo perché io mi sentissi parte di esso. In quell’istante non ebbi alcun dubbio dell’unità dell’uomo con l’universo. Ammiraglio Byrd, nell’Antartide

Rassegnarsi

Soltanto dopo le 21 mi rassegno a sfogliare la mazzetta dei quotidiani e dei settimanali, rigurgitanti di vacuità, déjà vu, strafalcioni, servilismi. La prendo come l’ultima fatica della giornata, quella che mi provoca più sofferenza. Stefano Lorenzetto

Venezia FC: Al Penzo 2-0 al Campodarsego. Venezia capo classifica solitario

Venezia-Campodarsego 2-0 – Campionato Nazionale Serie D – Girone C – 29' Giornata
Quella che si è giocata in questa domenica 28 febbraio al Penzo è stata la partita delle emozioni e delle rivincite, la sfida tra le due principali antagoniste del campionato, entrambe alla ricerca della promozione e con i giusti mezzi per ottenerla.
Il Venezia si presenta allo scontro diretto galvanizzata dalle recenti vittorie su Calvi Noale e Montebelluna mentre la rivale Campodarsego ha in sé il senso del riscatto dopo la sconfitta subita dalla Luparense e l’ovvio desiderio di costringere gli arancioneroverdi alla seconda posizione, stanchi di una vetta condivisa.
Raramente una partita può iniziare in un modo migliore: non passano che 5’ dal fischio d’avvio e i padroni di casa sono già in vantaggio. Ad apporre il proprio nome sulla riga dei marcatori è Maccan, che raccoglie alla perfezione un ottimo cross di Luciani, insaccando di testa. Gli arancioneroverdi sono bravi a gestire il vantaggio per tut…

Siamo un granuccio di vita...

Credersi superiori è da piccini di mente. Siamo un granuccio di vita in un universo vorticante che precipita vertiginosamente verso chissà dove. Dacia Maraini

I libri sono i migliori maestri che si possano incontrare

Fatevi invadere dai libri e dalle storie. Fate che questi siano una pioggia incessante e che voi siate senza ombrello, cosicché quando sarete zuppi, non riuscirete più a distinguere dove inizia la vostra pelle e dove finiscano loro. Portate ogni giorno nel cuore la storia di Esmeralda, di Guy Montag e di un Jolly che si sente solo. Loro sono noi, sono le emozioni sopite che attendono solo di essere risvegliate. Vivete di stracci, ma non vivete senza libri. Sono i migliori maestri che si possano incontrare, sono i genitori che ti proteggono, sono gli amici che ti fanno sorridere, e quelli che ti fanno piangere. Sono quelle persone di cui ti puoi realmente fidare, perché, dove finiscono le loro storie, iniziano le nostre, e loro ci tengono per mano dal "c'era una volta" al "the end". Fatevi invadere dai libri, e, zuppi, sorridete alla pioggia. Roberto Petrazzuolo

Arriva un momento in cui non ci si ricorda cos'era stato a far tanto male

Era proprio così: anche le cose tristi passavano, anche i dolori, le disperazioni, come le gioie, impallidivano, perdevano la loro profondità e il loro valore, fin che veniva un momento in cui non ci si poteva più ricordare cos'era stato a far tanto male. Anche i dolori sfiorivano ed appassivano. Hermann Hesse

Quello che più mi piace...anche se

Quello che più mi piace, mi sa, è che nel tempo tutto si risolve, si aggiusta, si cicatrizza, indipendentemente da quel che penso o faccio. Charles Bukowski
Anche se certe offese o comportamenti rimangono per sempre Errebi

Venezia FC: Verso Venezia-Campodarsego

Non perde tempo, Joe Tacopina. Sceso dall’aereo, un passaggio in sede, il pranzo, e poi via al Taliercio. Per salutare Favarin, lo staff e i giocatori, gratificato dal primo posto in classifica, ma con il sogno di iniziare domenica la fuga decisiva verso la Lega Pro. Arriva poco dopo le 14.30, il presidente americano, accompagnato dal segretario generale Davide Brendolin, una sosta sul piazzale, poi all’interno del centro sportivo per parlare ai giocatori. «Felice? Parola grossa. Sono soddisfatto che il Venezia sia ritornato in testa alla classifica, siamo dove dobbiamo essere» si fa capire Tacopina, «adesso dobbiamo completare l’opera. In ogni caso, il progetto Venezia va avanti spedito». Se poi arrivano anche i risultati sul campo tanto meglio. La settimana “horribiis” tra Verona e San Martino di Lupari sembra ormai alle spalle con il Venezia capace di conquistare dieci punti in quattro partite con l’unico mezzo passo falso con l’Abano al Penzo. «Non avevo alcun dubbio che ci sarebb…

Per lei meglio sembrare che essere

Spreca sicuramente più energie per dimostrare di non essere stupida di quelle che potrebbe impiegare per manifestare la sua ipotetica intelligenza Non si rende conto che quando morirà non saprà che è morta Non soffrirà per questo ma sarà difficile accettarlo per gli altri Lo stesso accade per la sua stupidità Stupida istruita con un campo più vasto per praticare la sua stupidità Meglio sembrare che essere il valore della sua infinita stupidità.

A me piacciono

A me piacciono gli anfratti bui delle osterie dormienti,
dove la gente culmina nell’eccesso del canto,
a me piacciono le cose bestemmiate e leggere,
e i calici di vino profondi,
dove la mente esulta,
livello di magico pensiero Alda Merini

Condividere il silenzio in santa pace

Perché sentiamo la necessità di chiacchierare di puttanate per sentirci più a nostro agio? […] È solo allora che sai di aver trovato qualcuno davvero speciale: quando puoi chiudere quella cazzo di bocca per un momento e condividere il silenzio in santa pace. Mia Wallace, Pulp Fiction

Venezia FC: I lagunari vincono il derby a Noale e ritornano in testa alla classifica agganciando il Campodarsego sconfitto in casa. Domenica prossima lo scontro diretto al Penzo

Calvi Noale-Venezia 1-2 Campionato Nazionale Serie D – Girone C – 28' Giornata
Quella che in questa domenica 21 gennaio ha visto giocare il Calvi Noale contro il Venezia può dirsifinalmente la partita del riscatto. Ci voleva, e c’è stata, la prova di forza ed orgoglio dopo i due punti persi in modo un po’ maldestro nella scorsa giornata, contro l’Abano. “Ho ripetuto ai ragazzi che il Campodarsego non deve esistere, c’è solo la partita” aveva dichiarato Mr. Favarin alla vigilia e sembra che i suoi l’abbiano ascoltato riuscendo a strappare i tre punti necessari per agganciare la rivale, che ha perso per 2-3 contro la Luparense.
Tutto, o quasi, succede nel primo tempo: pronti via e al 3’ grazie al primo corner dei veneziani è già 1-0, Luciani raccoglie il traversone e insacca di testa. L’euforia per il vantaggio dura poco più di dieci minuti, siamo al 17’ quando Baggio – tra i migliori della squadra di casa – riporta il risultato in equilibrio segnando su punizione.
Il gol subito non sc…

Troppi uomini saggi in circolazione per i miei gusti

“È di saggio huom mutar consiglio”. Non mi ricordo chi l’abbia scritto, forse Petrarca. In ogni caso, troppi uomini saggi in circolazione per i miei gusti. Stefano Lorenzetto

Vista Dolomiti dal Lido di Venezia

Immagine

Complotto cosmico

L'umanità non sopporta il pensiero che il mondo sia nato per caso, per sbaglio, solo perché quattro atomi scriteriati si sono tamponati sull'autostrada bagnata. E allora occorre trovare un complotto cosmico, Dio, gli angeli o i diavoli. Umberto Eco

Lascia che la vita accada

E allora impara a vivere. Tagliati una bella porzione di torta con le posate d’argento. Impara come fanno le foglie a crescere sugli alberi. Apri gli occhi. Impara come fa la luna a tramontare nel gelo della notte prima di Natale. Apri le narici. Annusa la neve. Lascia che la vita accada. Sylvia Plath

A stare fermi non succede nulla

La vita è come il caffè: puoi metterci tutto lo zucchero che vuoi ma se lo vuoi addolcire devi girare il cucchiaino. A stare fermi non succede nulla. Alex Zanardi

Scelgo

Scelgo di vivere per scelta, e non per caso.
Scelgo di fare dei cambiamenti, anziché avere delle scuse.
Scelgo di essere motivato, non manipolato.
Scelgo di essere utile, non usato.
Scelgo l'autostima, non l'autocommiserazione.
Scelgo di eccellere, non di competere.
Scelgo di ascoltare la voce interiore, e non l'opinione casuale della gente.
Eileen Caddy, dal libro Dieci passi per aprirsi all'amore

Venezia FC: Perinetti...il Campodarsego finora ha subito una sola espulsione, noi sette

Un’occasione sciupata e il nervosismo cresce. Il Venezia domenica non è riuscito ad approfittare del pareggio del Campodarsego a Verona, pareggiando a sua volta al Penzo con l’Abano (1-1, gol di Modolo). La classifica rimane così invariata, i punti di distacco dalla capolista continuano ad essere tre. E in casa arancioneroverde si registra una notevole tensione, che traspare anche dalle parole dei protagonisti. Domenica il portiere Vicario al termine del match aveva protestato per il gol subito, ritenuto irregolare perché viziato da un fallo ai suoi danni. E aveva addirittura parlato di «complotto» contro il Venezia in favore del Campodarsego. Parole stigmatizzate ieri dalla società arancioneroverde, mediante una nota ufficiale. Il giocatore è stato redarguito per «l’espressione infelice», subendo il doveroso rimprovero dalla dirigenza, per l’uso di «un termine pesante, fuori luogo, che la società non condivide». Ma nella nota si chiarisce il contesto, alleggerendo la dimensione dell’…

La solitudine

La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi, la solitudine non è un albero in mezzo a una pianura dove ci sia solo lui, è la distanza tra la linfa profonda e la corteccia, tra la foglia e la radice. José Saramago

Una palla da rugby

La vita è come una palla da rugby, non puoi mai sapere come sarà il suo prossimo rimbalzo. Flavio Pagano

Il silenzio chiede soltanto di essere ascoltato

C’è un silenzio del cielo prima del temporale, delle foreste prima che si levi il vento, del mare calmo della sera, di quelli che si amano, della nostra anima, poi c’è un silenzio che chiede soltanto di essere ascoltato.
Romano Battaglia

Pope

Immagine

Non mettetemi accanto...

Non mettetemi accanto a chi si lamenta senza mai alzare lo sguardo, a chi non sa dire grazie, a chi non sa accorgersi più di un tramonto.
Chiudo gli occhi, mi scosto di un passo. Sono altro. Sono altrove. Alda Merini

Venezia FC: Pareggio casalingo amaro degli arancioneroverdi che gettano alle ortiche due punti fondamentali nell'inseguimento al Campodarsego bloccato nel pareggio a Verona dalla Virtus Vecomp

Venezia-Abano 1-1 Campionato Nazionale serie D – Girone C – 27' Giornata
Una gara che alla viglia prometteva gol e tre punti facile ma così non è stato. I lagunari hanno sicuramente imposto il proprio gioco, con un buon giro di palla e tanti tiri ma tra l'attacco veneziano e la gioia del gol si è frapposto un portiere ospite che ha ceduto agli assalti arancioneroverdi solo una volta.
Pecca degli uomini di mr. Favarin quella di non aver concretizzato le tante azioni create, soprattutto, di essersi lasciate sfuggire l'occasione di ridurre le distanze dalla capolista Campodarsego, che da questa giornata esce con un pareggio per 1-1 contro la Vecomp.
Primo tempo avaro di emozioni, i padovani raggiungono il portiere lagunare in un paio di occasioni senza però impensierire l'estremo difensore arancioneroverde. Le occasioni più ghiotte per il Venezia arrivano dal grande lavoro sulle fasce di Innocenti, che riesce a crossare palloni invitanti in area, senza però che ci sia qualc…

Bere l'aria scura

Avevi l’abitudine di andare ogni mattina a spiare l’arrivo della luce in giardino. Con in mano la prima tazza di caffè, coglievi la fortuna di esistere, di risvegliarti con la natura qui, in questo angolo del pianeta, di rianimarti e di toccare terra, prima di affrontare lo sforzo di vivere… Respiri avidamente il giorno nuovo, inedito, e capisci che questo, niente più di questo rappresenta ancora la felicità: bere l’aria scura. Colette Nys-Mazure

Solo dopo

Ci sono giorni nella vita in cui non succede niente, giorni che passano senza nulla da ricordare, senza lasciare una traccia, quasi non si fossero vissuti. A pensarci bene, i più sono giorni così, e solo quando il numero di quelli che ci restano si fa chiaramente più limitato, capita di chiedersi come sia stato possibile lasciarne passare, distrattamente, tantissimi. Ma siamo fatti così: solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato ci si rende meglio conto di come sarebbe averlo nel presente. Ma non c'è più. Tiziano Terzani

Essere contro

Essere contro una società multietnica è come vivere in Alaska ed essere contro la neve. William Faulkner

Se non cominciamo non possiamo fare le cose giuste, e nemmeno quelle sbagliate

Invece possiamo sbagliare, Mardured. Basterà tenere gli occhi aperti, e accorgersi degli errori. Forma cancella forma, e colore copre colore. Però ora bisogna cominciare. Se non cominciamo non possiamo fare le cose giuste, e nemmeno quelle sbagliate. Roberto Piumini

A Venezia cime innevate

Immagine

Libreria a pelo d'acqua

Immagine
Dove la trovate una libreria cosi? Solo a Venezia

Venezia FC: Gli arancioneroverdi tengono il passo del Campodarsego soffrendo oltre i limiti a Motta di Livenza

Liventina-Venezia 1-2 Campionato Nazionale serie D Girone C 26^ Giornata Vittoria sofferta e conquistata con le unghie e con i denti del Venezia questo mercoledì a Motta di Livenza contro la Liventina. Vittoria in trasferta per 2-1 nonostante i lagunari abbiano dovuto giocare per mezz'ora del secondo tempo in 10 per l'espulsione di Lattanzio [doppia ammonizione] la seconda, a detta dell'arbitro, per simulazione.
Non che prima della stessa la partita non sia stata meno sofferta dagli arancioneroverdi che, cosa più importante tengono il passo del Campodarsego. La capolista ha ragione del Monfalcone sempre per 2-1, mantenendo invariato il vantaggio di 3 punti sulla squadra lagunare. Intanto la data dello scontro diretto si avvicina, il 28 Febbraio prossimo. Quì si vivrà, molto probabilmente, uno degli snodi più importanti del campionato.
Il Venezia fin dai primi minuti cerca di imporre il proprio gioco, costruendo subito palle gol. Al 7' della prima frazione di gioco è Modo…

La pianta del tè

Immagine
Sognali leggeri...echi...poi gli ovattati flauti a canne verticali di Una Ramos, assieme alle percussioni, segnano passi lenti che sembrano perdersi in spazi immensi: basta questo sapiente dosaggio di suoni per tratteggiare l'atmosfera dell'album

L'amore trasparente

Immagine
Straordinaria poesia scritta da Ivano Fossati

La moralità non la si predica, la si pratica

Abituiamoci a domandare ai distributori di moralità quanto guadagnano, come vivono, dove vanno in ferie, quanti soldi all’estero hanno, quante amanti mantengono. Vedrà che la platea dei “moralizzatori” si riduce fino ad azzerarsi. La moralità non la si predica, la si pratica. La morale non si esprime nei salotti tv, ma nell’inferno della vita reale.
Vincenzo De Luca

Il carattere è ciò che tu sei

Preoccupati più del tuo carattere che della tua reputazione. Perché il carattere è ciò che tu sei, la reputazione ciò che gli altri pensano tu sia. John Robert Wooden

Oceano

Su un oceano di scampanellii repentina galleggia un’altra mattina.
Giuseppe Ungaretti

Venezia FC : I lagunari rispondono al Campodarsego ritornando alla vittoria al Penzo contro il Montebelluna

Venezia-Montebelluna 2-0 Campionato Nazionale serie D Girone C 25^ Giornata Le spalle di Langella hanno retto bene la pressione, sostituire mr Favarin, squalificato per questa giornata dopo essere stato allontanato per proteste nella precedente, in questa fase del campionato non deve essere stato facile ma il 2-0 finale è un risultato che premia squadra e società.
Partita intensa e ben giocata: pressing alto e attacco costante le chiavi per la vittoria di oggi. La squadra parte con la marcia giusta e al 5' Modolo colpisce di testa il corner di Calzi ma la palla finisce sul fondo. Pochi minuti più tardi si fanno avanti Fabiano e Acquadro, entrambi bravi ad arrivare alla conclusione ma sfortunati nel tap-in vincente.
A sbloccare il risultato, siamo al 23' della prima frazione di gioco, ci pensa Innocenti: il centrocampista riceve palla e da posizione centrale batte Rigo per l'1-0. Poco più di 10' minuti dopo al 35' arriva il raddoppio, Serafini splendidamente servito da…

Farewell

A cosa mi è servito correre per tutto il mondo,
trascinare, di città in città, un amore
che pesava più di mille valige; mostrare
a mille uomini il tuo nome scritto in mille alfabeti e un’immagine del tuo volto
che io giudicavo felice? A cosa mi è servito
respingere questi mille uomini, e gli altri mille
che fecero di tutto perché mi fermassi, mille volte pettinando le pieghe del mio vestito
stanca di viaggi, o dicendo il tuo nome
così bello in mille lingue che io mai avrei compreso? Perché era solo dietro te
che correvo il mondo, era con la tua voce
nelle mie orecchie che io trascinavo il fardello
dell’amore di città in città, il tuo volto nei miei occhi durante tutto il viaggio,
ma tu partivi sempre la sera prima del mio arrivo. Maria do Rosário Pedreira