Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2016

Venezia FC: Da San Martino di Lupari la squadra torna con un punto e, il Campodarsego, vola a tre lunghezze di vantaggio

Un altro grosso, grossissimo, regalo che il Venezia fa al Campodarsego: sto parlando di quanto successo oggi pomeriggio 31 gennaio in casa della Luparense. La squadra lagunare torna a Venezia con un solo punto, che consente ai rivali di mantenere il primato in classifica e di allungare il vantaggio a 3 punti.
Il match non può iniziare peggio di così. Al 19^ gli arancioneroverdi vanno in svantaggio grazie a Beccaro, colpevole Modolo che combina un pasticcio e a fine partita chiede scusa ai tifosi per l'ingenuità. La squadra lagunare sicuramente non si abbatte ma i tentavi di Serafini e compagni trovano un portiere di casa in forma smagliante.
Al 35^ capitan Soligo ci mette la pezza sullo svantaggio siglando il gol del pareggio. Seconda frazione di gara all'insegna di un Venezia votato all'attacco ma poco cinico sotto porta. Mr Favarin si gioca tutti i cambi ( Maccan per Carbonaro, Innocenti per Fabiano e Lattanzio per Volpicelli ) ma la sostanza delle cose non cambia.Pur tecn…

Il Family Day è per la famiglia tradizionale. Come quella di Giuseppe e Maria: lui 70 anni, lei 16.

“Ma come mai in Europa siamo sempre gli ultimi? Siamo ancora qui a parlare di unioni civili, ah no.. in Italia si chiamano ‘formazioni sociali specifiche’. Com’è romantico.
Cazzo, sembra il nome di un Istituto Tecnico.E’ così, perché i cattolici non vogliono che si dica ‘matrimoni’. Vuoi fare la cerimonia? Sì, la puoi fare, ma la devi chiamare ‘adunanza parentale elegante’. La torta? Devi chiamarla‘stratificazione pannosa pupazzata’”.
Il comico si cala nei panni di papa Francesco: “Non dobbiamo confondere le unioni civili col matrimonio, perché le prime sono un contratto tra due persone che si amano, il secondo tra due persone che se sopportano”. Crozza ritorna nelle sue vesti e continua: “Amici e amiche omosessuali, ma siete proprio sicuri di volervi sposare?
Con le unioni civili poi arrivano anche le ‘suocere civili’, i ‘parenti rompicoglioni civili’, i ‘non-mi-porti-mai-da-nessuna-parte civili’, i ‘e-allora-torno-da-mia-madre civili’.Occhio, arrivateci preparati. Almeno imparate a can…

Per Sandro le scorte non erano necessarie

Immagine

Family Day

Immagine

Le parole non servono

Immagine

Con gente come questa mi impegno a qualsiasi impresa

Mi piace la gente che vibra, che non devi continuamente sollecitare e alla quale non c’è bisogno di dire cosa fare perché sa quello che bisogna fare e lo fa in meno tempo di quanto sperato.Mi piace la gente che sa misurare le conseguenze delle proprie azioni, la gente che non lascia soluzioni al caso.Mi piace la gente giusta e rigorosa, sia con gli altri che con se stessa, purché non perda di vista che siamo umani e che possiamo sbagliare.
Mi piace la gente che conosce l’importanza dell’allegria. Mi piace la gente sincera e franca, capace di opporsi con argomenti sereni e ragionevoli.
Mi piace la gente di buon senso, quella che non manda giù tutto, quella che non si vergogna di riconoscere che non sa qualcosa o che si è sbagliata.
Mi piace la gente che nell’accettare i suoi errori, si sforza genuinamente di non ripeterli. Mi piace la gente capace di criticarmi costruttivamente e a viso aperto; questi li chiamo ‘i miei amici’.Mi piace la gente fedele e caparbia, che non si scoraggia qu…

Ricordo di Paul Kantner

Immagine

Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei

Per questo è importante lasciare che certe cose se ne vadano. Si distacchino. Gli uomini hanno bisogno di comprendere che nessuno sta giocando con carte truccate: a volte, si vince; a volte, si perde.Non aspettarti che riconoscano i tuoi sforzi, che scoprano il tuo genio, che capiscano il tuo amore.Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio, per incapacità o superbia.
Semplicemente perché quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita. Chiudi la porta, cambia musica, rimuovi la polvere. Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei.Paulo Coelho

Se quelle sono le loro trombe (legge Cirinnà) noi suoneremo le nostre campane (Padre Livio Radio Maria)

Padre Livio, direttore di Radio Maria, è il protagonista di un clamoroso discorso con cui il religioso ha tentato di indottrinare all'odio verso i gay gli ascoltatori della sua radio.
Ricorrendo a toni da denuncia, ha dichiarato: «Le unioni gay, queste forme inventate dagli uomini, che chiamano diritti quelli che sono desideri confusi della carne, non hanno niente a che fare con la famiglia di Dio. Queste forme sono una resa, come dire c'ho una malattia e me la tengo… no, se hai una malattia guarisci». Ed ancora, riferendosi alle Famiglie arcobaleno, ha aggiunto: «Non chiamiamo ‘arcobaleno’ queste famiglie dove non si sa chi è la madre, chi è il padre e il figlio non sa da che parte girarsi. Sono famiglie groviglio, non arcobaleno, che è una parola biblica a indicare il patto di pace tra Dio e l’umanità. Quella sporcizia lì non ha niente a che fare con l’arcobaleno».
Insulti sono stati rivolti anche al milione di persone che lo scorso sabato sono scesi nelle piazze d?italia per…

Abbatti le tue barriere

Liberati quanto puoi e avrai fatto ciò che sta in tuo potere; infatti non è dato a tutti di superare ogni barriera, ossia, per parlare più chiaramente non per tutti è una barriera ciò che lo è per alcuni. Perciò non preoccuparti delle barriere degli altri: è sufficiente che tu abbatta le tue.Max Stirner

Ieri 27 Gennaio, la giornata della memoria

Ma esattamente dove sono le istruzioni per festeggiare una “giornata della memoria” come quella di questo 27 gennaio dell’anno 2016 facendo finta di niente?Ma davvero oggi risulta potabile e possibile citare Primo Levi fingendo di non sapere quanto sia tradito nelle chiacchiere da bar, tra i commenti che galleggiano nel web, nei giudizi immorali passati come scherno? Esattamente oggi cosa insegnerete ai vostri figli voi che non vi siete ancora puliti della bava sputata contro qualcuno? Davvero riuscirete a dirgli che un tempo è successo che un popolo sia stato giudicato per la razza, la provenienza e la cultura e sia stato dichiarato colpevole di esserci, di esistere, di occupare spazio geografico, economico e sociale?
Un sondaggio tra gli studenti Usa del ’38: Dovremmo accogliere i rifugiati ebrei? No 68,8%
Spiegherete ai vostri figli che, coperti dall’indifferenza vigliacca della maggioranza, pochi sono riusciti ad ambire alla cancellazione di un intero popolo? Esattamente, oggi, per …

I fili della nostra vita pubblica

Invecchieremo continuando a registrare i gesti sempre eguali di quella mezza dozzina di bonzi che tengono in mano i fili della nostra vita pubblica? Tutto sembra fermo e vuoto, le uniche cose che continuano a muoversi sono i nostri piccoli, dannati fatti privati. E neppure qui c’è movimento, poiché finiamo col ripetere in continuazione il solito schema con trascurabili variazioni marginali. Può darsi che si tratti soltanto della crisi di assestamento tra i trenta e i quarant’anni. Il fenomeno di un uomo e d’una generazione che si spogliano delle loro illusioni non è nuovo e presenta uno scarso interesse.Enzo Forcella

Ci vuole più coraggio

Abbiamo tutti il diritto a una certa oradi sentirci bene un’altra persona
se il pensiero dura più di pochi minuti
abbandona il tuo paese di sconosciuti
impara un’altra lingua apri le danze
non sei così male per uno che ha perso le speranze
ma controlla i tuoi fantasmi da tutte le parti
perchè per lo meno non feriscano anche altri
la goccia quando cade in bocca fa un rumore
pieno che ti disseta e però lei muore
nell’oscurità medicina per la timidezza
meglio del vino, meglio di una pastiglia e mezza
questo malessere divino cosa mai può essere
puzzle di seconda mano mancano le tessere
ci vuole più coraggio ad essere brutti
a essere belli e bravi siamo bravi tutti.Dargen D’Amico

Bisogna avere molta pazienza, non lasciarsi mai illudere dalle apparenze

Chi entra in un labirinto sa che esiste una via d’uscita, ma non sa quale delle molte vie che gli si aprono innanzi di volta in volta vi conduca. Procede a tentoni. Quando trova una via bloccata torna indietro e ne prende un’ altra. Talora la via che sembra più facile non è la più giusta; talora, quando crede di essere più vicino alla meta, ne è più lontano, e basta un passo falso per tornare al punto di partenza. Bisogna avere molta pazienza, non lasciarsi mai illudere dalle apparenze, fare, come si dice, un passo per volta, e di fronte ai bivi, quando non si è in grado di calcolare la ragione della scelta, ma si è costretti a rischiare, essere sempre pronti a tornare indietro.Norberto Bobbio

Il nostro pauroso vagare per sentieri che non conosciamo

Le occasioni della vita sono infinite e le loro armonie si schiudono ogni tanto a dar sollievo a questo nostro pauroso vagare per sentieri che non conosciamo.Pier Vittorio Tondelli

Cicatrici

La gente ha cicatrici in posti impensabili, sono come mappe segrete delle storie personali, diagrammi di tutte le vecchie ferite. La maggior parte delle nostre vecchie ferite guarisce, lasciando solo cicatrici. Ma alcune non guariscono.dal film "Grey's Anatomy" 

Le faccie dell'ipocrisia

Una delle facce più appariscenti e vistose del carattere italiano è l’ipocrisia. Ipocrisia in tutte le forme della vita: nella vita familiare, nella vita politica, negli affari. La sfiducia reciproca, il sottinteso sleale corrodono nel nostro paese tutte le forme di rapporti: i rapporti tra singolo e singolo, i rapporti tra singolo e collettività.Antonio Gramsci

Venezia FC: Con un gol da 25 metri al 92^ il Venezia perde la partita e il primato in classifica

Virtus Vecomp-Venezia 1-0 Campionato Nazionale Serie D Girone C – 23^ GiornataSarebbe bello, forse rincuorante, vedere la partita di questa domenica 24 gennaio come un Davide contro Golia, dove i giganti veneziani hanno avuto la sfortuna che ogni tanto capita alle grandi, quella di perdere per il singolo episodio dopo 90 minuti all’insegna dell’attacco: purtroppo questa volta non è andata così.Il primo tempo comincia e finisce sullo 0-0: Vicario viene chiamato in causa già al 4’ quando deve superarsi per deviare in corner un tiro al veleno di Agazzini, 6 minuti più tardi è invece Fabiano a cercare il gol ma anche Guagnetti si fa trovare pronto.Il Venezia tiene indubbiamente il campo, ma quasi mr. Fresco l’avesse pensata esattamente così, l’attacco ospite raramente riesce ad entrare nell’area avversaria e – quando lo fa – non è capace di produrre reali occasioni da gol.I padroni di cas dal canto loro attaccano poco (quando lo fanno comunque impensieriscono la difesa con azioni ben cost…

Idea

Un uomo può avere l’idea più sensazionale al mondo, la più nuova e originale, ma se non riesce a convincere abbastanza persone quell’idea non serve a nulla.Gregory Berns

Il trono si conquista con le spade e i bastoni ma si conserva con dogmi e superstizioni

Di Michele Perna
“Il mondo è pronto per raggiungere un governo mondiale. La sovranità sovranazionale di un’elitè intellettuale e di banchieri mondiali è sicuramente preferibile all’ autodeterminazione nazionale praticata nei secoli passati.” – David Rockefeller 1991La citazione usata come titolo è di uno degli uomini di potere più influenti della storia occidentale, il cardinale Mazzarino, gesuita di origine italiana, consigliere del re di Francia Luigi XIV.Questa citazione riassume e rappresenta la necessità del potere anti-democratico ed autoritario di plasmare il sapere sociale.
Cosa è cambiato dall’epoca di Mazzarino? NULLA!E’ cambiato il modus operandi per poter giungere al potere e di conseguenza anche i dogmi da inculcare.Ritorniamo ai giorni nostri:– il “colpo di Stato” del gesuita Mario Monti per continuare fino a Renzi;
– il colpo sovranazionale del FMI [Fondo Monetario Internazionale]
e di conseguenza i dogmi divenuti:– diffondere le nuove verità globali;– il Sogno Europeo, o…

C'è un vantaggio reciproco

Vivi con quelli che possono renderti migliore e che tu puoi rendere migliori. C’è un vantaggio reciproco, perché gli uomini, mentre insegnano, imparano.Seneca

L'ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai con il torto

...Il perbenismo interessato, la dignità fatta di vuoto, l'ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai con il torto...è un dio che è mortoFrancesco Guccini

Glenn Frey

Immagine

A proposito di prossime vicine scadenze

Immagine

La vita è troppo breve

La vita è troppo breve perché ci si possa caricare sulle spalle anche il fardello degli errori altrui. Ciascuno vive la propria vita e ne paga il prezzo.Oscar Wilde

Il popolo che è un bambino

Ci stanno due palazzi
Uno è il centro commerciale con la sua bella insegna, il tetto iperbolico e le vetrate lucide che lo fanno sembrare un autogrill da superstrada per Marte. L'altro, un parallelepipedo dritto pensato da qualche geometra con le coliche è il call center. Uno è fatto per essere guardato e infatti lo vedono tutti. L'altro è invisibile un po' perché non fa piacere vederlo, un po' perché il gemello sgargiante che gli sta accanto si prende tutta l'attenzione. Però si fa sentire. Ci parli al telefono quando ti chiama a casa per venderti un aspirapolvere o un nuovo piano tariffario. Ci parli quando chiami il numero verde scritto sull'etichetta di una bevanda gassata o un assorbente interno. Accanto ai gemelli di cemento armato ci passa la strada e intorno ci sta la borgata. Affianco alla borgata ci sta la città, o forse è il contrario. E in mezzo ci si muove il popolo.
Il popolo che è un bambino.
Si arrabbia per le ingiustizie, si commuove davanti al do…

Mai gettare fango sul tuo predecessore

L’allenatore può fare solo qualche danno e conta complessivamente non più del cinque per cento. Credo molto nel fattore psicologico. Quando riesci a entrare nella testa di un giocatore, sei già a metà dell’opera. Ma i giocatori scarsi, alla fine, rimangono tali. Quando sento pontificare, mi irrito: ‘Io ho scoperto’. No, sei stato abile a valorizzare le singole caratteristiche, ma se un calciatore possiede qualità, prima o poi, sarà in grado di mostrarle. Mai gettare fango sul tuo predecessore, un atteggiamento diffuso che denota ignoranza e maleducazione.Massimiliano Allegri

Se non puoi superare un ostacolo, giragli intorno. Come fa l'acqua

L’acqua non oppone resistenza. L’acqua scorre. Quando immergi una mano nell’acqua senti solo una carezza. L’acqua non è un muro, non può fermarti. Va dove vuole andare e niente le si può opporre. L’acqua è paziente. L’acqua che gocciola consuma una pietra. Ricordatelo, bambina mia. Ricordati che per metà tu sarai acqua. Se non puoi superare un ostacolo,  giragli intorno. Come fa l’acqua.Margaret Atwood

Ogni persona

“Ogni persona mai esistita o esistente o che esisterà ha una canzone sua. Non è una canzone scritta da qualcun altro. Ha una melodia e parole sue. Sono poche le persone che riescono a cantare la loro canzone. La maggior parte di noi ha paura di non riuscire a renderle giustizia con la voce, oppure che le parole siano troppo sciocche o troppo oneste o troppo strane. Perciò, invece di cantarla, la vive.”Neil Richard Gaiman

Che cosa ci resta?

Oggi, a iniziare dagli ideali, non abbiamo più un cazzo. Solo povertà, odio e rancore.Pasquale Squitieri

Certamente una servitrice del suo "io"

Ha sotto i suoi piedisabbie mobiliSchiava di se stessapriva di intelligenza per valutarsi e definirsiSembra brillantefino a quando non la senti parlareIgnorante un po'come l'alcoolpiù ne hae meno ne percepisce l'effettoCertamentela sua ignoranzanon è da analfabeti ma da dottoridi una perfezioneche ignora persino se stessaCertamenteuna servitricedel suo “io”

Venezia-Fiorentina 4-1 Serie A 1998-99

Immagine

Venezia FC: Una partita sudatissima ma alla fine gli arancioneroverdi vincono mantenendo la testa della classifica

Venezia-Monfalcone 2-1 – Campionato Nazionale Serie D girone C – 22^ Giornata -
In questa domenica 17 gennaio al Penzo si tratta di mantenere il primato della classifica. Il Campodarsego si trova secondo a due punti dai veneziani dopo la sconfitta subita dall’Este nella scorsa giornata, dunque per gli uomini di mister Favarin è fondamentale strappare i tre punti contro il Monfalcone: missione riuscita.
La prima frazione di gara non regala l’emozione del gol a nessuna delle due squadre ma gli arancioneroverdi impostano bene il gioco, e in un paio di occasioni vanno vicini alla rete: la più ghiotta è al 12’ con Lattanzio, che costringe Kozmann a salvare sulla linea di porta.
Merito del Monfalcone è quello di essere riuscito per oltre cinquanta minuti a disinnescare l’offensiva veneziana ma al 52’ Serafini sblocca il risultato ed è 1-0. Passano venti minuti e la partita sembra essere in discesa quando come un fulmine a ciel sereno – causa distrazione difensiva – gli ospiti riescono a paregg…

C'è della gente che attraversa la vita con molto poco attrito o angoscia.

Puoi pure non crederci ma c’è della gente
che attraversa la vita con molto poco
attrito o angoscia.
Vestono bene, mangiano bene, dormono bene.
Sono soddisfatti della loro vita familiare.
Hanno momenti di dolore
ma tutto sommato nessuno li disturba
e spesso stanno decisamente bene.
E quando muoiono
è una morte facile, solitamente nel sonno.
Puoi pure non crederci
ma la gente così esiste.
Anche se io non sono uno di loro.
Eh no, io non sono uno di loro.
Non ci vado nemmeno vicino
a essere uno di loro
però loro sono lì
e io sono qui.Charles Bukowski

Jonathan Wilson

Immagine

Chi vuole viaggiare con me troverà sempre posto...

Ho smesso di aspettare i treniquando ho capito che il treno sono io…Chi vuole viaggiare con metroverà sempre postochi non vuole…che resti pure in stazionedal Web

Si parla tanto di pensioni d'oro, ma i baby pensionati non sono ancora giunti alla consapevolezza che sono dei ladri alla stessa stregua dei pensionati d'oro?

«C’è un pezzo d’oro» dentro quasi ogni pensione italiana:ci credereste? Anche nelle più modeste c’è del metallo prezioso, sotto forma di soldi che ci mettono lo Stato e i lavoratori iscritti alla previdenza sociale per compensare la differenza fra l’entità dell’assegno pensionistico e quello che spetterebbe davvero al pensionato sulla base dei contributi versati. Autore della provocazione aurea è Mario Baldassarri, economista ed ex viceministro dell’Economia con il centrodestra, oggi animatore del centro studi Economia reale.
Proprio nel momento in cui il tema delle pensioni è di nuovo al centro del dibattito politico, con il governo che vorrebbe aprire a forme di flessibilità e l’Inps che studia una sforbiciatina ai trattamenti retributivi più elevati, lui si è preso la briga di calcolare proprio quella differenza. E i risultati delle sue proiezioni sono decisamente più sconvolgenti di quanto si possa immaginare.Prendiamo il caso dei tanti baby pensionati. Chi avesse cominciato a risc…

Le persone serie sanno quando devono chiedere scusa...i pagliacci trovano delle scuse

Chiedere scusaperché questevengono pretese?Chiedere scusasenza alcun motivo?Chiedere scusa all'ipocrisia?Chiedere scusaall'arroganza?Chiedere scusaalla presunzione?Chiedere scusaquando non vi ènessuna ragione?Io credoin chi sa riconoscerei propri sbagliin chi commetteerrori e sa chiedere scusaIn chi difronte alle difficoltàresta e non si ritirain un aventino sdegnatopretendendo di ricevereanche le scuseMi ritengo unapersona seriache sa quando devechiedere scusaal contrarioi pagliaccitrovano delle scuse

L'allenatore chioggiotto dell'Este spgna un domani di poter allenare il Venezia

È un “ciosoto” il giustiziere della serie D, l’artefice delle uniche sconfitte fin qui subite in campionato da Venezia e Campodarsego. Andrea Pagan dopo una carriera da giocatore tra i dilettanti, tre anni sulle panchine delle giovanili a Cittadella e due su quella della Clodiense, a Este sembra aver trovato la sua isola felice.
Una squadra partita con l’obiettivo salvezza e che invece è terza nel girone C, gioca bene e convince. Pagan oggi festeggia il suo 38° compleanno e ha di che essere soddisfatto. «Fuori dal campo tra avversari siamo tutti amici, ma dentro si gioca per i tre punti e non si guarda in faccia nessuno» osserva l’allenatore dell’Este, «infatti in settimana si era scherzato su questa sfida con il Campodarsego, però eravamo sicuri di poter vincere.
Stiamo viaggiando in silenzio e con umiltà, ma siamo terzi e ce lo meritiamo». Il Venezia è quindi avvisato: dopo lo sgambetto dell’andata al Penzo, al ritorno non sarà una passeggiata. E siccome le contendenti attuali alla …

Stupida istruita

E' certoche quando il buon Dioha distribuito la stupiditàlei abbia fatto la filaper ben tre volteAffascinata e pienadella sua istruzionesminuisce la stessaper la sua condizionedi stupida istruitaSe le sue stupide parolepotessero lasciareun residuo materialesai che risaltodella stupidità generaleStupidache si è tagliatail ramo sotto i piedicadendo sulla testa di Newtonecco come è stata scoperta la leggedella stupidità universaleSe c'è una cosa che non è mai in saldoè la sua stupiditàche fa la coda giornalieraper l'inizio dei saldiHa ereditato notevolidosi del genedella stupidità egrazie a tale eredità appartiene sin dalla nascitaALL'ELITE DEL SUO GRUPPO