In poche parole

Ritorno a parlare del referendum costituzionale, scambiato dalle anime del no, in elezioni politiche. A tal proposito voi “anime del no” siete molteplici ma contriti dentro tre categorie che di seguito riporto:
  • chi ha votato per interessi politici ;
  • chi si è posto contro il contenuto della riforma ;
  • chi è in crisi lavorativa e ha votato contro Renzi
Tengo a precisare che il sottoscritto non è e non sarà mai un renziano, non vota e non voterà mai PD ne, quella accozzaglia destroide cosi dipintamente variegata ma, ha cercato di andare a capire. Sono pienamente convinto che un programma di centrosinistra liberale che le riforme, bene o male, ha dimostrato di farle è sicuramente meglio che un programma di protesta, ribellione e buoni propositi di un movimento 5 Stelle contro cui non nutro alcun pregiudizio, come non lo nutro verso chi è insoddisfatto e non ha voluto cambiare. Credo fermamente che il cambiamento che l'insoddisfazione vada veicolata verso proposte costruttive da parte di chi ha già dimostrato di poter cambiare le cose.
Voi “anime del no” forse non avete compreso che l'Ires è stata ridotta dal 27% al 24% , come l'Irap, che è stato introdotto l'iper ammortamento per la detassazione degli investimenti produttivi, che vi è un segno più sulle assunzioni a tempo indeterminato che deriva dal taglio delle tasse sui nuovi assunti, che è partito il piano industria 4.0 dove sono stati stanziati fondi per lo sviluppo digitale delle imprese italiane. E non voglio dilungarmi con altri obbiettivi raggiunti in questi 1000 giorni che sono stati, senza ombra di dubbio,  più di quanto fatto dai precedenti esecutivi degli ultimi 14 anni.
Anime del no” non è con la sola protesta che si potrà governare. Quanto vorrei che almeno alcuni di voi arrivassero a riconoscere quanto di buono sia stato fatto, smettendo di rinnegare ogni progresso ottenuto solo perchè fatto, forse, dalla cosidetta “Kasta”.
Grazie a Mattia Mor dal Fatto Quotidiano

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai