Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2016

Black veil brides

Immagine

Utopia

Beh, ecco, se mi posso permettere, spesso il termine utopia è la maniera più comoda per liquidare quello che non si ha voglia, capacità o coraggio di fare. Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande. Adriano Olivetti

Bush

Immagine

Pink Floyd

Immagine

FC Venezia: Al Penzo fa festa il Padova

Venezia-Padova 1-3 Campionato Nazionale Lega Pro Girone B -15 Giornata- Un passo indietro per i lagunari che nel gioco non hanno affatto convinto e che in classifica si trovano ora al terzo posto appena un punto sopra proprio ai biancoscudati. Padova che si è dimostrato una squadra di alto livello e in grande condizione che ha saputo controllare la partita dirigendola quando serviva, instradandola poi nella seconda parte, creando occasioni propizie già quando si trovava sul 2-1. Il Venezia chiude in nove, con due espulsi in campo e uno dalla panchina, provvedimenti giusti. I lagunari possono recriminare per il palo clamoroso colpito da Soligo nella ripresa (sul 1-2) ma nel frattempo avevano subito un paio di azioni pericolosissime alla quale era riuscito a porre rimedio Facchin. A prescindere dal risultato negativo quel che resta è una certezza: c'è una fame metropolitana di calcio che va oltre i confini della città. Se c'è la partita di cartello la gente arriva malgrado tutto.

Live

Immagine

Scegliere una vita dalla quale non senti l'esigenza di scappare

Non è triste avere un lavoro che ti fa aspettare con ansia di avere due settimane libere per evitare di fare quello che devi fare nelle altre 50 settimane dell’anno? […] Invece di sognare la prossima vacanza, forse dovresti scegliere una vita dalla quale non senti l’esigenza di scappare. Seth Godin

Venezia FC: Serena a Sabatini giocano il derby in anticipo

Michele Serena e Carlo Sabatini, protagonisti dell’ultimo derby tra Venezia e Padova (1 marzo 2009, 1-0 per i biancoscudati con gol di Varricchio) hanno giocato in anticipo il derby di lunedì, sulle colonne de La Nuova Venezia: “Ricordo poco di quel pomeriggio di 7 anni fa – racconta Serena – non ho invece dimenticato la vittoria dell’anno prima in rimonta con le reti di Veronese e Antenucci”. E Oscar Brevi, allenatore del Padova, era in campo con la maglia del Venezia. “È una delle partite che ricordo con più piacere – ha replicato Sabatini – c’era molto nervosismo, le due squadre stavano attraversando un brutto periodo, il Venezia era in lotta per i playout, il Padova lontano dai playoff. Fu una gara molto sofferta, per fortuna arrivò il gol di testa di Varricchio”. Il derby ritorno dopo sette anni: “Era ora, è una sfida affascinante – riprende Serena- ci sono sempre 3 punti in palio, ma non è mai stata una partita come le altre. E’ la partita che devi vincere e sono contento che lun…

Deep Purple

Immagine

La morte di un qualsiasi uomo mi sminuisce

Nessun uomo è un’isola, intero in se stesso,
Ogni uomo è un pezzo del continente.
una parte della Terra.
Se una zolla viene portata via dall’onda del mare,
la Terra ne è diminuita,
come se un promontorio le mancasse,
o una dimora amica o la tua stessa casa; La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce perché io sono parte dell’umanità e dunque non chiedere mai per chi suona la campana: suona per te. John Donne

Emerson, Lake & Palmer

Immagine

Masturbarsi

Chi rinuncia al sogno si masturba con la realtà. Ennio Flaiano

Cheap Trick

Immagine

Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando

Capire bene la gente non è vivere. Vivere è capirla male, capirla male e male e male e poi male e, dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando. Forse la cosa migliore sarebbe dimenticare di aver ragione o torto sulla gente e godersi semplicemente la gita. Ma se ci riuscite… Beh, siete fortunati. Philip Roth

Steven Tyler

Immagine

Ignoranza

‘Il passato è passato, ma il presente, da cui dipende strettamente il futuro, non può essere ignorato. Quest’ignoranza rappresenta un vero pericolo.’ Walter Tobagi

Venezia FC: Verso il derby contro il Padova

La società Venezia FC comunica che grazie alla collaborazione di ACTV, per il derby di lunedì 28 novembre saranno organizzati i seguenti trasporti straordinari con partenza da Tronchetto (Mercato ortofrutticolo): 
– 4 corse realizzate con motonavi con partenza alle ore 18.50, 19.10, 19.30, 19.50.
– collegamenti continui con due navette shuttle da P.le Roma per Tronchetto a partire dalle ore 18.25e fino alle ore 19.45. – al termine della partita partenza (indicativamente dalle ore 23) in successione delle motonavi. All’arrivo al Tronchetto servizio shuttle con autobus con destinazione P.le Roma.
Il servizio è accessibile a tutti i tifosi in possesso di titolo di viaggio valido per servizi ACTV, gli utenti non abituali potranno acquistare il “biglietto calcio” al costo di 8,00 € A/R. I possessori di Imob/Venezia èunica, potranno acquistare i biglietti anche presso il Mercato Ortofrutticolo alla tariffa di bordo di 3,00 € corsa semplice. Solo per questa partita non saranno disponibili le cors…

Queen

Immagine

La verità è questa

Per metterci in salvo da una situazione disperata, penso, diventiamo falsi e bugiardi proprio come quelli che accusiamo continuamente di essere falsi e bugiardi e che per questo motivo trasciniamo nel fango e copriamo di disprezzo, la verità è questa; in niente di niente noi siamo meglio delle persone che continuiamo a ritenere insopportabili, disgustose, ripugnanti insomma, persone con cui sosteniamo di voler avere a che fare il meno possibile, mentre a dir la verità abbiamo continuamente a che fare con loro e siamo identici a loro. Rimproveriamo a questa gente tutti gli atteggiamenti insopportabili e disgustosi che si possono immaginare, mentre noi non siamo affatto meno insopportabili e disgustosi di loro, anzi forse siamo ancora più insopportabili e disgustosi di loro, penso. Thomas Bernhard

Traveling Wilburys

Immagine

Roxy Music

Immagine

La ragione è...

La soluzione ai problemi umani non può venire dalla ragione, perché proprio dalla ragione è all'origine di gran parte di quei problemi. La ragione è dietro all'efficienza che sta progressivamente disumanizzando le nostre vite e distruggendo la terra da cui dipendiamo. La ragione è dietro alla violenza con cui crediamo di metter fine alla violenza. La ragione è dietro alle armi che costruiamo e vendiamo in sempre maggiore quantità per poi chiederci come mai ci sono così tante guerre e tanti bambini che vengono uccisi. La ragione è dietro alla cinica crudeltà dell'economia che fa credere ai poveri che un giorno potranno essere ricchi mentre il mondo in verità si sta sempre più spaccando fra chi ha sempre di più e chi ha sempre di meno. Tiziano Terzani

Skunk Anansie

Immagine

Venezia FC: Il Venezia vola ai quarti di Coppa Italia dove troverà il Como

Aria di Coppa per il Venezia di Filippo Inzaghi, che non lascia nulla d’intentato e sgancia diversi potenziali “titolari” contro la Reggiana. E alla fine la qualificazione arriva nel modo più sofferto, ai rigori dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari e l’1-1 dei supplementari. Sbagliano Mecca e Maltese, segna Stulac, già autore del gol del momentaneo 1-0. Basta per alzare le braccia al cielo, quello che voleva Inzaghi. In campo ecco Baldanzeddu, Fabris, Marsura e Tortori, con la consapevolezza che le gerarchie di Inzaghi possono cambiare rapidamente. Inizio scoppiettante, con Cesarini che sfiora il vantaggio al 9′ con un bel tiro dalla distanza, quattro minuti dopo è Lombardo a fallire di poco il bersaglio. Il Venezia spinge e reclama due rigori, ma in entrambi i casi l’arbitro Maggioni lascia correre. Al 29′ la migliore chance del primo tempo per il Venezia: l’accelerazione di Marsura è impressionante, Edera tira di prima intenzione e Narduzzo respinge, sulla ribattuta Fabris alza la mi…

Beatles

Immagine

Ogni passo deve essere uno scopo

Non è abbastanza fare dei passi che un giorno ci porteranno ad uno scopo; ogni passo deve essere lui stesso uno scopo, nello stesso tempo in cui ci porta avanti. Johann Wolfgnang von Goethe

Venezia FC: Stadio Penzo verso l'eaurito per il derby contro il Padova

Immagine
Trivenetogoal news: ed ecco un altro aggiornamento sui biglietti venduti per il derby Venezia-Padova. Poco fa è stata toccata quota 3000, con la curva veneziana esaurita. 520 i biglietti venduti sinora per il settore ospiti.

Sum 41

Immagine

Per occultare il vuoto della stanza

Questa è un’epoca dove tutto viene messo in vista sulla finestra per occultare il vuoto della stanza. Dalai Lama

Credence Clearwater Revival

Immagine

Qualche volte addirittura ci si crede felici

Gli orari della vita dovrebbero prevedere un momento, un momento preciso della giornata, in cui ci si potrebbe impietosire sulla propria sorte. Un momento specifico. Un momento che non sia occupato né dal lavoro, né dal mangiare, né dalla digestione, un momento perfettamente libero, una spiaggia deserta in cui si potrebbe starsene tranquilli a misurare l'ampiezza del disastro. Con queste misure davanti agli occhi, la giornata sarebbe migliore, l'illusione bandita, il paesaggio chiaramente delineato. Ma se si pensa alla propria sventura tra due forchettate, con l'orizzonte ostruito dall'imminente ripresa del lavoro, si prendono delle cantonate, si valuta male, ci si immagina messi peggio di come si sta. Qualche volta, addirittura, ci si crede felici! Dal libro “Il paradiso degli orchi” di Daniel Pennac

THE JAIWHAKS

Immagine

Mrs probz

Immagine

Venezia FC: Il Venezia espugnà Salò. Primato in classifica in solitario

Feralpisalò-Venezia 0-1 Campionato Lega Pro Girone B – 14 Giornata - E’ la squadra che segna di più nell’ultimo quarto d’ora e ancora una volta il Venezia non ha tradito la fama guadagnata nel corso della stagione. Il Venezia espugna Salò grazie a un gol di Marco Modolo, che toglie le castagne dal fuoco a Filippo Inzaghi in una partita tutt’altro che entusiasmante. Una vittoria di forza e di determinazione, tirata per i capelli e condizionata pesantemente dall’espulsione di Gambaretti al 21′ della ripresa per proteste nei confronti dell’arbitro. Nel primo tempo l’occasione migliore è per Guerra, nella ripresa gli animi si scaldano e fioccano i cartellini Il vantaggio arriva al 32′: angolo di Garofalo e stacco vincente del solito Modolo, che infila Livieri con colpo di testa poderoso. Al 41′ il Venezia va vicinissimo al raddoppio, ma Ferrari colpisce il palo esterno su assist di Marsura.
http://www.trivenetogoal.it/2016/11/19/venezia-risposta-al-padova-modolo-stende-la-feralpisalo/10558/

Stereophonics

Immagine

L'unica casa che abbiamo mai conosciuto

Guardate ancora quel puntino. È qui. È casa. Siamo noi. Su di esso, tutti quelli che amate, tutti quelli di cui avete mai sentito parlare, ogni essere umano che sia mai esistito, hanno vissuto la propria vita. L'insieme delle nostre gioie e dolori, migliaia di presuntuose religioni, ideologie e dottrine economiche, ogni cacciatore e raccoglitore, ogni eroe e codardo, ogni creatore e distruttore di civiltà, ogni re e suddito, ogni giovane coppia innamorata, ogni madre e padre, figlio speranzoso, inventore ed esploratore, ogni predicatore di moralità, ogni politico corrotto, ogni "superstar", ogni "comandante supremo", ogni santo e peccatore nella storia della nostra specie è vissuto lì su un granello di polvere sospeso dentro ad un raggio di sole. La Terra è un piccolissimo palco in una vasta arena cosmica. Pensate ai fiumi di sangue versati da tutti quei generali e imperatori affinché, nella gloria ed il trionfo, potessero diventare i signori momentanei di una …

Police

Immagine

La vita è come il mare

La vita è come il mare tante direzioni e nessuna indicazione. Antonio Cuomo

U2

Immagine

Quel piccolo segnale d'amore

Siamo solo per pochi perché abbiamo ancora il coraggio di guardare negli occhi chi tende la mano verso di noi e fidarci di quel gesto, senza sospetti, senza dubitare, ringraziando per quel piccolo segnale d’amore, come fosse un miracolo, intrecciando le nostre dita con le sue, dando vita a quel fruscio di pelle su pelle che sa di fusione, di rivoluzione, di bellezza… Roberto Emanuelli

George Thorogood & The Destroyers

Immagine

David Bowie

Immagine

Un'affermazione della destra è sempre una cattiva notizia

In generale un'affermazione della destra è sempre una cattiva notizia, è sempre una faccenda pericolosa. Perché la destra dà risposte molto semplici, dirette a problemi enormi. Ci sono i senzatetto? Che se ne vadano. C'è un aumento di criminali? Ripristiniamo la pena di morte. Soluzioni che naturalmente non tentano di capire il perché dei fenomeni a cui vengono applicate. Al momento possono sembrare efficaci, ma fra venti anni sarà peggio e ne faranno le spese le generazioni del futuro che di nuovo si troveranno di fronte problemi gravissimi. Woody Allen

Eagles

Immagine

Muse

Immagine

Venezia FC: Ora un tris di gare tutte importanti

«Un Venezia con l’atteggiamento, ritmo e intensità visti contro il Sudtirol non deve temere avversario. Al contrario se svuotato come a Santarcangelo può avere problemi con tutti». Da sabato scorso e fino al 15 dicembre deve accontentarsi di vivere le partite dalla tribuna (essendo stato allontanato dalla panchina sia a Santarcangelo sia in coppa a Bolzano). Poco male in fondo per Giorgio Perinetti se il Venezia lo ripaga con prestazioni convincenti condite dai gol degli attaccanti. «In panchina c’erano Ferrari, Bentivoglio, Marsura e via dicendo, inoltre ci mancavano Fabris e Fabiano. Questo è il Venezia che abbiamo voluto creare – rivendica il ds lagunare – ovvero una squadra di tutti titolari, dove tutti sono consapevoli del loro ruolo e delle loro possibilità. Due giorni fa l’aspetto più importante è stato vedere la panchina che tifa per i compagni in campo: con questa compattezza sono convinto che siamo più forti di tutte le altre squadre». Finalmente sono arrivati anche i tanti …

Deep Purple

Immagine

Una foto...una storia [ripubblicazione]

Quante volte mi è capitato di ritrovarmi tra le mani lo scatolone con le vecchie foto di mamma e papà. Lo scatolone si…l’album per raccoglierle era un opzional a casa mia. Quante volte le ho viste e riviste. Tutte le volte mi sforzavo di ricordare ma non tornava mai alla mente nulla. Le più belle erano quelle dei miei genitori giovani con Venezia di contorno. Gli abiti, le pose degli anni della seconda guerra mondiale, il cambiamento, altri sguardi…altre pose del primo dopoguerra. E poi, i miei fratelli ed io da piccoli. Sul cavallo a dondolo, vicino a un immenso albero di Natale, davanti ad una torta grandissima per festeggiare il compleanno, dentro alla vasca da bagno per il bagnetto ma…una in particolare mi ha preso l’attenzione. Sono seduto sui gradini di un ponte a Venezia e…guardo il canale…Probabilmente non avevo più di tre o quattro anni, racchiuso nel mio cappotto e con il capello in testa con le orecchie coperte da due penzolanti pezzi di stoffa che ricordavano le orecchie d…

Vasco Rossi

Immagine

Venezia FC: Al Penzo il Sudtirol paga dazio

Venezia-Sudtirol 2-0 Campionato Nazionale Lega Pro girone B -13' giornata - Vittoria, primato, aggancio in vetta. Sabato di gioia per il Venezia, che batte 2-0 il SudTirol e riprende il Bassano dopo la minifuga dello scorso weekend. E stavolta decidono i tanto criticati attaccanti: a segnare sono Moreo e Geijo, succede tutto nel primo tempo. Il SudTirol parte bene, poi pian piano emerge il maggior tasso tecnico del Venezia. Due occasioni da rete con Modolo e Moreo, poi il vantaggio su palla inattiva al 28′: angolo di Pederzoli e colpo di testa di Moreo che mette dentro. Il Sudtirol inizia a sbandare e, nel tentativo di pareggiare, si scopre troppo, subendo anche la seconda rete. La firma al 39′ Geijo, che sfrutta alla perfezione un lancio di Acquadro al 39′. Ripresa alla camomilla, col Venezia che controlla senza problemi il risultato. 
http://www.trivenetogoal.it/2016/11/12/venezia-aggancio-in-vetta-con-moreo-geijo-steso-ancora-il-sudtirol/10263/

Tabellini Venezia – SudTirol 2-0 Reti:…

Perchè senza fine non c'è inizio

I venti non si sa mai quando arrivano, come arrivano. Sono improvvisi e inspiegabili comei moti del cuore. Un istante prima sei calmo, sei sereno ed ecco che ti senti addosso un'agitazione, una frenesia... i venti cambiano cose che eran lì immutate da sempre: spiagge, boschi, ghiacciai. Abbiamo forse anche noi dei venti nel cuore? Qualcosa che quando arriva è più forte di tutti e non vuol sentire ragioni? È così, pensai, che si diventa pazzi? È così che appare di schianto una verità che non conoscevi e non volevi conoscere? Avevamo già letto quel brano a scuola, ma allora non avevo pensato al vento. Lì, in mezzo a quel turbinio, a quel vocio, a quello strusciare angoscioso dell'aria sui muri, lo vidi, il vento, quello che una volta nella vita entra nel cuore di un uomo e glielo sconquassa. Fuori era tutto un ululato. E così nel cuore di quel bandito (o era un bravo?, non ricordavo) che voleva suicidarsi. La pistola ci aveva impressionati tutti in classe: chissà se avrebbe tirat…

VENEZIA FC: Obbligatorio vincere.

Tiro, gol e tre punti, il VENEZIA cerca tutto e subito nel secondo round col Sudtirol. Oggi al Penzo ore 16.30 bisogna tornare alla vittoria dopo la brutta trasferta di una settimana fa a Santarcangelo dove l'unica nota positiva è  stato il punto conquistato. Un pareggio riacciuffato in extremis al 90' con la zampata del terzino Baldanzeddu. Con il Bassano al Penzo erano accorsi 4.300 tifosi. Il Sudtirol non è in testa ma per il VENEZIA, che ha bisogno di fare punti, vale quanto il Bassano. L'entusiasmo si alimenta ritrovando la vittoria. Intanto il Bassano pareggia 2-2 con l'Albinoleffe.

Fleetwod Mac

Immagine

La vita è tutta una bestialità

C’è chi comprende e chi non comprende, caro signore. Sta molto peggio chi comprende, perché alla fine si ritrova senza energia e senza volontà. Chi comprende, infatti, dice: «Io non devo far questo, non devo far quest’altro, per non commettere questa o quella bestialità». Benissimo! Ma a un certo punto s’accorge che la vita è tutta una bestialità, e allora dica un po’ lei che cosa significa il non averne commessa nessuna: significa per lo meno non aver vissuto, caro signore. Luigi Pirandello

Un fatto puerile

L'aspetto individuale, ciò che ci rende riconoscibili, in verità è un fatto puerile. Al di sotto, tutto è buio, deformato, insondabilmente profondo; ogni tanto riaffioriamo in superficie, e così veniamo riconosciuti. Virginia Wolf

Led Zeppelin

Immagine

L'origine delle più strane sorprese

La storia considerata come una vicenda di buono e di cattivo tempo, di uragani e di sereni, ecco che cos'è la storia per un italiano. Per questo scetticismo della storia non si sono prodotti tanti tragici fenomeni in Italia, dove nulla è mai scontato interamente, dove tutti possono avere la loro parte di ragione, o dove tutti hanno torto, dove si ritrovano viventi i residui di tutte le catastrofi e di tutte le esperienze e di tutte le epoche. Ci sono ancora i guelfi, i neoguelfi, i separatisti, i federalisti, i sanfedisti, i baroni, i feudatari, ecc. Questi caratteri italiani sono l'origine delle più strane sorprese e delle più incredibili involuzioni. Corrado Alvaro

Chris Isaak

Immagine

Coldplay

Immagine

In ricordo di Umberto Veronesi

È necessario l’impegno di una classe medica più sensibile agli aspetti umani, che non si deve preoccupare solo del corpo, ma anche della mente. La mente è il luogo dove la medicina viene percepita Umberto Veronesi

...E si vola nel nirvana del perfetto culo

Uno crede che una volta che le cose vanno bene, che hanno preso l'anda della felicità, la strada sarà sempre in discesa, basta prendere più spinta e la goduria aumenta, diventa vertiginosa, e si sarà sempre più felici finché si raggiunge il trampolino della fortuna e si vola nel nirvana del perfetto culo.
Non è così. Subito dossi, cunette, sassi in mezzo alla strada, e sbandate fuori dai tornanti. E davanti a noi una gran salita che non si vede la cima. Stefano Benni

Placebo

Immagine

Un no deve salire dal profondo e spaventare quelli del si

Non rispondere a inchieste, rifiutare interviste, non firmare manifesti, perché tutto viene utilizzato contro di te, in una società che è chiaramente contro la libertà dell'individuo e favorisce il malgoverno, la malavita, la mafia, la camorra, la partitocrazia, che ostacola la ricerca scientifica, la cultura, una sana vita universitaria, dominata dalla Burocrazia, dalla polizia, dalla ricerca della menzogna, dalla tribù, dagli stregoni della tribù, dagli arruffoni, dai meridionali scalatori, dai settentrionali discesisti, dai centrali centripeti, dalla Chiesa, dai servi, dai miserabili, dagli avidi di potere a qualsiasi livello, dai convertiti, dagli invertiti, dai reduci, dai mutilati, dagli elettrici, dagli studenti bocciati, dai pornografi, poligrafi, truffatori, mistificatori, autori ed editori. Rifiutarsi, ma senza specificare la ragione del tuo rifiuto, perché anche questa verrebbe distorta, annessa, utilizzata. Rispondere: no. Non cedere alle lusinghe della televisione. Non…

Catfish And The Bottlemen

Immagine

Venezia FC. Coppa Italia Lega Pro. A Bolzano si fa la voce grossa

Sudtirol-Venezia 0-4 Coppa Italia Lega Pro – Secondo turno - E’ stato di parola, Filippo Inzaghi. Alla vigilia aveva dichiarato senza mezzi termini che avrebbe voluto passare il turno di Coppa Italia di Lega Pro e così è stato. Poker servito al SudTirol e qualificazione agli ottavi contro la Reggiana agguantata senza problemi. Prova di forza importante, quella dei lagunari, che affrontano l’impegno come fosse una partita di campionato. Il Venezia parte molto forte e al 9′ del primo tempo è già avanti: bellissimo cross di Acquadro e colpo di testa di Modolo in anticipo sul diretto marcatore, con palla alle spalle di Fortunato. Il raddoppio del Venezia arriva al 25:  Pellicanò salta Martinelli e scarica in porta, palla deviata in rete da Brugger, portiere che non può nulla e 2-0 servito. Ripresa praticamente senza storia, con il tris di Moreo al 25′, il poker di Ferrari al 40′. Da segnalare  le espulsioni di Pederzoli per proteste e, per lo stesso motivo, di Giorgio Perinetti. Il dg aran…

Che cosa ne hai fatto,tu, del tuo tempo?

Forse, ogni tanto, bisognerebbe proprio che qualcuno dei bambini che conosciamo, stufi marci di sentirsi chiedere in continuazione “Che cosa vuoi fare da grande?”, ci prendesse in disparte e, senza tanti giri di parole, ci chiedesse: “Ma tu, piuttosto, tu, si può sapere cosa hai fatto tu da grande? Che cosa ne è stato di quel senso di infinito che ti prendeva ogni anno, alla fine della scuola, davanti alla distesa sterminata di un’intera estate? Che cosa ne hai fatto dei tuoi sogni, ma quelli veri, quelli che contano: gli specchi da attraversare, i mondi alla rovescia, i paesi delle meraviglie, i rifugi segreti, gli amici immaginari, i voli, tutte quelle cose che ti stanno dentro, e ti nutrono l’anima, e ti fanno sentire voluto bene da te… Che cosa ne hai fatto, tu, del tuo tempo?” Lella Costa

Crosby, Still, Nash & Young

Immagine

Non proviamo più soddisfazione

Non proviamo più soddisfazione a compiere il nostro dovere, i nostri doveri... Compierli ci è indifferente. Restiamo male lo stesso. E io credo che sia proprio per questo... Perché sono doveri troppo vecchi, troppo vecchi e divenuti troppo facili, senza più significato per la coscienza. Elio Vittorini

Chris Cornell

Immagine

White Lies

Immagine

Pink Floyd

Immagine

Continuamente muoversi

Sulle sabbie del deserto come sulle acque degli oceani non è possibile soggiornare, mettere radici, abitare, vivere stabilmente. Nel deserto come nell'oceano bisogna continuamente muoversi e cosi lasciare che il vento, il vero padrone di questa immensità, cancelli ogni traccia del nostro passaggio, renda di nuovo le distese, d'acqua o di sabbia, inviolate. Alberto Moravia

Venezia FC: Sabato difficile per i lagunari

Santarcangelo-Venezia 1-1 Campionato Nazionale Lega Pro girone B – 12' Giornata - Che sarebbe stato un sabato difficile lo si sapeva anche alla vigilia. E così è stato: il Venezia s’impantana a Santarcangelo e non va oltre l’1-1 contro un avversario che fa la partita che voleva: modulo ultradifensivo (5-3-1-1), grande intensità e ripartenze non appena possibile. Succede tutto nel finale, con il botta e risposta fra Valentini e Baldanzeddu, che proprio allo scadere evita la sconfitta a Filippo Inzaghi. Il Santarcangelo parte bene e mette alla frusta il Venezia, costruendo diverse palle gol: dopo quattro minuti l’ex Cori in torsione aerea su punizione di Dalla Bona spedisce a lato di un soffio, poi al 25′ Gatto grazia Facchin tentando un improbabile sforbiciata, infine in una doppia chance prima Cesaretti pecca di egoismo e sceglie la soluzione personale anziché servire un compagno, al 36′ ancora Gatto dalla distanza per poco non pesca il jolly all’incrocio dei pali. Nel finale si fa…