Passa ai contenuti principali

Inutili cimici puzzolenti

Non chiudo e non chiuderò mai i rapporti per orgoglio, so andare oltre. Ma li chiudo se mi viene mancato di rispetto perché non si va da nessuna parte con chi non ha rispetto di ciò che sei. Milioni di libri, diplomi, lauree non insegneranno mai determinati valori. Giudicare ed emettere sentenze lanciando sassi alle spalle, prima o poi li farà colpire da una pietra in pieno petto. Quanto mi piacerebbe vederli subire gli stessi comportamenti che infliggono. Mi piacerebbe godere della loro espressione e scoprire se avrebbero la stessa pazienza e tolleranza che gli abbiamo noi riservato. Ma non capiscono gli errori, perché loro non commettono errori, anzi puntano il dito sugli errori degli altri permettendosi pure l'alibi delle persone offese.
Quanto bravi sono a manifestare i loro pregi e contemporaneamente quanto gli e difficile mostrare i loro difetti, che palesemente tengono ben nascosti.
Non sono altro che dei farisei, quelli cacciati dal tempio, inutili cimici puzzolenti.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines