Passa ai contenuti principali

Fbc Unione Venezia: Dopo quattro anni il ritorno in Lega Pro [17 Giugno 2013]

Venezia-Monza 3-2 Campionato Nazionale Lega Pro 2 - Girone A- Finale playoff ritorno
In primo luogo tanto di cappello agli avversari brianzoli. Non solo in questa partita ma, anche nel cammino del campionato, hanno mostrato il miglior calcio del girone e, solo la penalizzazione di 6 punt,i gli ha tolto la gioia della promozione diretta in Lega Pro 1.
Comunque esplode la festa lontano dal Penzo dopo 97 minuti intensi nei quali i 2500 lagunari presenti al Mecchia hanno sofferto non poco: gli arancioneroverdi infilano il secondo salto di categoria consecutivo, passando cosi dalla D alla Lega Pro1. 
Ripeto, il Monza avrebbe meritato almeno quanto noi di salire di categoria. La squadra ha ribadito ancora una volta di essere come un gladiatore capace di stringere i denti in tutte le situazioni, per poi azzeccare i lampi vincenti. Due lampi nel caldo pomeriggio portogruarese arrivati a suggellare la promozione in Prima Divisione del Venezia. Riccardo Bocalon, l'uomo delle grandi imprese, ha fatto centro anche questa volta. Ed infine l'uomo match, Davide D'Appolonia, negli occhi ancora la gioia per aver gonfiato la rete, per aver regalato la promozione del Venezia che lo ha cresciuto e coccolato sin dalle giovanili.
Un successo conquistato con il cuore, che rispecchia nell'andamento del match tutta la sofferta stagione lagunare, e che permette al Venezia di riabbracciare la vecchia C1 nell'anno che precede il passaggio a categoria unica (quindi senza retrocessioni) con la possibilità quindi di avviare, magari proprio con la coppia Gazzoli-Sottili, una programmazione più serena. 

Venezia-Monza 3-2
Reti: pt.28' Finotto (MO), st.6' Bocalon (UV), 11' Gasbarroni (MO), 41' Bocalon (UV), 49' D'Appolonia (UV)
Arbitro: Sig. Maresca di Napoli
Spettatori: 2.765  

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines