Passa ai contenuti principali

Venezia FC: Big match al Bottecchia di Pordenone sabato 1 ottobre ore 20.30 Andiamo ad affrontare la squadra che più di tutte le altre ci può mettere in difficoltà

Tre vittorie consecutive e il Venezia, unico team imbattuto del girone, continua da solo nel suo ritmo da capolista. Il 2-0 rifilato al Lumezzane, pur senza brillare troppo, permetterà agli arancioneroverdi di Pippo Inzaghi di arrivare con un punto in più del Pordenone al faccia a faccia di sabato al Bottecchia (ore 20.30). Un altro passo in avanti compiuto ma il primo a non abbassare la guardia è il presidente Joe Tacopina: «Ovviamente sono molto felice, è chiaro che questo è il tipo di percorso che ci aspettiamo e ci auguriamo di continuare a fare – il suo plauso dagli States – Mi piace quello che sto vedendo sul campo però la strada da percorrere è ancora molto lunga». Da parte sua il ds Giorgio Perinetti bada al sodo: «Aver aggiunto altri tre punti alla nostra classifica va benissimo e non c’è da sottilizzare troppo. Ogni partita nasconde grosse insidie per tutti, basta vedere il Parma che ha patito con l’AlbinoLeffe. La costante positiva è che questa squadra, seppur nuova dall’allenatore in giù, ha riconfermato di saper soffrire, com’era successo con Reggiana e Parma andando subito in svantaggio, nonché ad Ancona per i problemi che sappiamo (tre espulsioni, ndr) e che ci eravamo creati noi sia chiaro». Nota positiva il primo acuto in campionato dell’attaccante Ferrari. «Se in una squadra segnano un po’ tutti è tanto di guadagnato, chiaramente dalle punte si aspettano i gol e noi abbiamo la massima fiducia nelle nostre. Ferrari lo scorso anno in B aveva segnato 9 volte come Calaiò, che oggi a Parma è a quota due, non a trenta. Ora aspettiamo anche Geijo, ma tutti i ragazzi stanno confermando il loro valore, come i giovani Luciani e Pellicanò che si sono fatti trovare pronti in sostituzione di compagni più navigati». Il prossimo ostacolo si chiama Pordenone ed è la prima inseguitrice del Venezia. «L’avversario che oggi più di ogni altro può metterci in difficoltà per il suo modo di stare in campo con grande ritmo e intensità. Al contempo però ha incassato 8 reti e starà a noi farci valere. Se contro il Lumezzane avessimo segnato sulla doppia traversa di Domizzi probabilmente avremmo vinto 3-4 a zero. Questo Venezia non è sparagnino, corre, sgobba e si impegna, aspetti che i tifosi giustamente stanno cominciando ad apprezzare. Fare risultato a Pordenone sarà fondamentale tenuto conto che poi avremo di fila Sambenedettese e Teramo al Penzo».

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines