Passa ai contenuti principali

Bravi pittori della loro vita

Non ho fatto attenzione a chi avevo intorno mi hanno ingannato dipingendosi con i loro bei colori che si sono però sbiaditi in troppo tempo, bravi pittori della vita che si fanno ammirare da subito ma solo come bravi falsari. Si credono superiori ma camminano su tacchi spezzati. Non sono io certamente perfetto ma voglio vivere con la mia imperfezione preferisco farmi considerare matto piuttosto che essere come loro che fingono di essere quello che non sono. Meglio essere sbagliati per gli altri che incompiuti di se stessi. Certamente non mi aspetto che cambino per compiacermi, ma almeno che si mostrassero per quello che realmente sono, questo si. Non posso piacere a chi ama i tappeti su cui pulirsi i piedi. Sono punti di vista, io non amo le persone perfette, quelle che non ammettono mai quando sbagliano, quelle che puoi ragionarci ore intere ma non diranno mai che hai ragione, io amo le persone umili, quelle alla mia portata, quelle IMPERFETTE E VERE. Mi accorgo comunque che sto sprecando parole per chi vale zero o anche meno. Bisogna che lo dicano una buona volta: “Quanto più si è vuoti e tanto più se ne stanno a galla!!!!”

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines