Marco Pannella, io sono...

Se ne è andato Marco. L'uomo che ha svegliato il nostro paese dai tabù e dai bigottismi facendo tabula rasa di ogni prigione ideologica. Certamente sarà più vivo da morto.


«Ma io sono un cornuto divorzista, un assassino abortista, un infame traditore della patria con gli obiettori, un drogato, un perverso pasoliniano, un mezzo-ebreo mezzo-fascista, un liberalborghese esibizionista, un nonviolento impotente. Faccio politica sui marciapiedi».
Marco Pannella

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai