Venezia FC: Lega Pro, Lega Pro, ce ne andiamo...ce ne andiamo in Lega Pro

E’ arriva, alla fine, La Partita. Quella che Joe Tacopina si aspettava (o forse no) di guardare dopo solo un anno di presidenza, quella che gli arancioneroverdi hanno atteso, sudato e rincorso, sempre con un occhio al Campodarsego, l’antagonista di un romanzo calcistico eroicamente battuto, pure sul campo, per zittire ogni polemica. E’ per arrivare a questa partita che lo scorso 24 novembre a mister Favaretto è stato chiesto di lasciare spazio allo stratega Favarin, è per questa partita che i fedelissimi di sempre hanno preso la macchina direzione Rasai di Seren del Grappa, allo stadio dell’Union Ripa La Fenadora.

In questa domenica 24 aprile 2016 si è giocato il match valido per la promozione in Lega Pro, una gara difficile, fatta di botta e risposta concretizzatisi in un gol dietro l’altro da parte di entrambe le formazioni, che quasi riassume in 93 minuti un campionato vinto non senza difficoltà,ma con le unghie e con i denti, facendo gruppo e sapendo essere una vera squadra.
L’attitudine al match, la tensione e la concentrazione si sono visti dal primo minuto in campo. Con il fischio del direttore di gara è cominciata l’offensiva veneziana. Già al 3’ il vantaggio sembra a un passo quando Serafini serve splendidamente Fabiano, anticipato però da un difensore.

Scaranto è comunque chiamato in causa due minuti più tardi, quando Soligo colpisce bene la palla dal corner. Passano dieci minuti, l’Union Ripa è totalmente schiacciata nella propria metà campo, questa volta ci prova Fabiano ma l’estremo difensore si fa trovare pronto. Il gol è nell’aria e al 17’ diventa realtà: Modolo sigla lo 0-1. La carica continua e al 25’ è 0-2: Acquadro dribbla Scaranto e infila in rete. La concentrazione degli ospiti è palpabile, e il buon gioco pure: ecco perché giunge come un fulmine a ciel sereno l’accorcio dei padroni di casa, che al 39’ segnano con Santi.

Le energie (anche emotive) spese nella prima frazione di gara si fanno sentire durante il secondo tempo, che non rende giustizia alla superiorità veneziana ma che pure regala agli arancioneroverdi il sogno. Al 53’ mr. Favarin prova a dare una scossa al reparto offensivo, out Serafini per Innocenti. L’input sembra funzionare, al 61’ gli arancioneroverdi allungano le distanze e si portano sul 1-3: Luciani crossa e Lattanzio spedisce in rete. La gioia dura però una manciata di minuti, al 67’ l’Union Ripa accorcia le distanze con Peotta, che replica all’86’ – quando ormai i giochi sembravano fatti – per il 3-3 finale.

Non vale in quest’unico caso la lunga serie di rimpianti che attanaglia chi subisce una rimonta e porta a casa un solo punto. Perché? Perché tanto basta alla compagine veneziana per guadagnarsi la promozione diretta in Lega Pro: il sogno, è diventato realtà.

Ecco il messaggio del Presidente Joe Tacopina: "Oggi non sono li con voi ma sto festeggiando assieme alla mia famiglia la promozione negli Stati Uniti. E’ un giorno importante, abbiamo raggiunto il primo obiettivo di un percorso che ci riporterà presto in Serie A, là dove meritiamo davvero di stare. Oggi come non mai sono orgoglioso di questo club: squadra, staff tecnico, dirigenti e collaboratori, se abbiamo centrato la promozione è merito del lavoro di tutti. Voglio spendere però qualche parola per i miei giocatori, non è mai facile giocare in piazze importanti e quest’anno a Venezia lo è stato ancora di più. Dovevano vincere, non hanno mai avuto un’alternativa, in alcuni momenti forse la pressione è stata alta ma come una famiglia si sono stretti l’uno all’altro e hanno trovato la forza per superare gli ostacoli scrivendo oggi una pagina importante del calcio italiano.
Ci vediamo al Penzo il 1° maggio dove inizieremo a festeggiare il primo giorno di un futuro che ci riserverà solo altri successi, ne sono sicuro.
Forza Vene
zia!"

Tabellini
Union Ripa La Fenadora-Venezia 3-3
Marcatori: pt. 17' Modolo (VE), 25' Acquadro (VE), 39' Santi (URF), st. 31' Lattanzio (VE), 67' Peotta (URF), 86' Peotta (URF)
Arbitro: Sig. Gabriele Bertelli di Busto Arsizio

Classifica 36sima giornata

VENEZIA 84 promosso in Lega Pro

Campodarsego 75 ai playoff

Este 70 ai playoff

Belluno 63 ai playoff

Virtus Vecomp 60 ai playoff

Luparense 54
Tamai 52
Mestre 50
Abano 48
Calvi Noale 47
Dro 45
La Fenadora 44
Levico 42
Montebelluna 40

Monfalcone 39 playout *

Liventina 39 playout *

Triestina 38 playout *

Giorgione 37 playout *

Fontanafredda 35  retrocessa in Eccellenza *

Sacilese retrocessa in Eccellenza

*
risultato a due giornate dal termine del campionato ancora da confermare.
Sono ancora in gioco per i playout oltre che il Fontanafredda anche il Montebelluna, Levico,La Fenadora e il Dro.

Commenti