Passa ai contenuti principali

Venezia FC: Pareggio casalingo amaro degli arancioneroverdi che gettano alle ortiche due punti fondamentali nell'inseguimento al Campodarsego bloccato nel pareggio a Verona dalla Virtus Vecomp

Venezia-Abano 1-1 Campionato Nazionale serie D – Girone C – 27' Giornata

Una gara che alla viglia prometteva gol e tre punti facile ma così non è stato. I lagunari hanno sicuramente imposto il proprio gioco, con un buon giro di palla e tanti tiri ma tra l'attacco veneziano e la gioia del gol si è frapposto un portiere ospite che ha ceduto agli assalti arancioneroverdi solo una volta.

Pecca degli uomini di mr. Favarin quella di non aver concretizzato le tante azioni create, soprattutto, di essersi lasciate sfuggire l'occasione di ridurre le distanze dalla capolista Campodarsego, che da questa giornata esce con un pareggio per 1-1 contro la Vecomp.

Primo tempo avaro di emozioni, i padovani raggiungono il portiere lagunare in un paio di occasioni senza però impensierire l'estremo difensore arancioneroverde. Le occasioni più ghiotte per il Venezia arrivano dal grande lavoro sulle fasce di Innocenti, che riesce a crossare palloni invitanti in area, senza però che ci sia qualcuno pronto a ribattere in porta.

Nella seconda frazione di gioco il Venezia sembra svegliarsi dal torpore durato nei primi 45' minuti. Al 52' Acquadro scarica un buon tiro ma trova la pronta risposta dell'estremo padovano. Al 54' mr. Favarin prova a smuovere le acque con due cambi dal carattere offensivo, fuori Volpicelli e Gualdi dentro Serafini e Fabiano.

I cambi sembrano far funzionare meglio la squadra: Acquadro e Serafini scaldano le mani al portiere padovano, e infine al 69' il Venezia passa in vantaggio grazie a Modolo. Dalla panchina arriva subito dopo un ulteriore aggiustamento, dentro Marcolini e fuori Innocenti.

Ma questo ultimo cambio non porta per niente fortuna. All'81' quando già i lagunari stavano assaporando il gusto della vittoria arriva il pareggio dell'Abano con Fusciello che batte Vicario intercettandone la ribattuta. Negli ultimi 10' minuti – 4' di recupero – il Venezia prova il tutto per tutto per strappare i 3 punti ma il pareggio rimane il risultato finale.

A due turni dallo scontro diretto al Penzo del 28 Febbraio gli aarancioneroverdi si vedono ancora a -3 dal Campodarsego. Oggi certamente non è mancata determinazione e grinta resta l'amaro in bocca per un gol del pareggio padovano che visto il filmato dà l'impressione ci sia carica sul portiere. Certo che il Venezia visto oggi preoccupa non poco. Giocando così non si batte certamente il Campodarsego, in questo modo quest'ultimi arriveranno al Penzo, vinceranno e andranno in Lega Pro.

Tabellini
Venezia-Abano 1-1
Reti: st. 69' Modolo (VE), st. 81' Fusciello (AB)
Arbitro: Sig. Fabio Natilla di Molfetta

Classifica promozione e playoff
CAMPODARSEGO 64
Venezia 61
Este 56
Belluno 49
Virtus Vecomp 44

Classifica retrocessione e playout
Dro 31
Montebelluna 30
Giorgione 29
Levico 28
Triestina 28
Monfalcone 26
Fontanafredda 22
Sacilese 8

Prossimo turno
Campodarsego [64] – La Fenadora [32]
Este [56] – Triestina [28]
Calvi Noale [38] – Venezia [61]     

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines