Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

L'importanza del se è il loro peggior nemico

Poveri non sanno separare il MERITO dalla PRESUNZIONE L'importanza del se è il loro peggior nemico passano la maggior parte della loro vita a sentirsi offesi da qualcosa o da qualcuno Danno torto a loro stessi perchè non sono ancora nonostante la loro matura età abbastanza sani e maturi per riconoscere le ragioni dell'altro

Venezia...il silenzio della notte

Il rancore prospera nelle personalità stagnanti

Il rancore gli nutre di rabbia risentimento e sospetti che li fa andare spesso fuori strada inquinando ogni loro pensiero e emozione Portano rancore a chi pur non volendolo li ha posti nella condizione di manifestare i lati negativi del loro carattere non conoscendo che il rancore prospera nelle personalità stagnanti e nell'effusione del loro sentimento di inferiorità

Venezia FC: Unione Triestina-Venezia goleada arancioneroverde

Unione Triestina-Venezia 2-5 – Coppa Italia Serie D II Turno -
Il Venezia sfida l'Unione Triestina nel match di coppa Italia. Dopo pochissimi minuti gli arancioneroverdi fanno subito capire ai friulani di che pasta sono fatti: e al 5', infatti, la squadra di mister Favaretto è già sopra di due reti siglate da Serafini e da Malagò. La Triestina non si dà per vinta e prova a rispondere colpo su colpo: al 15' è Kabine ad accorciare le distanze.
Ma il Venezia gioca bene e confeziona delle azioni da manuale, quel che più conta anche finalizzate. Esempio ne è la gran palla al 20' di Barreto che innesca l'accorrente Malagò: è il 3-1 e personale doppietta. Un primo tempo spumeggiante e ricco di reti, capace di regalare emozioni fino all'ultimo minuto. E al 37', infatti, la Triestina dimostra di essere ancora viva: a segnare la rete del 2-3 è ancora Kabine che supera D'Alessandro con una punizione chirurgica.
Altrettanto spettacolare il secondo tempo che si apre (e…

Nessuno è così vuoto di coloro che sono pieni di sè

Orgogliosi certo ma con un grande problema che non dicono quello che provano per paura di soffrire Indossano il loro onore come una corazza pensano che li mantenga al sicuro ma non si accorgono che sono sempre più appesantiti rendendo difficile il loro muoversi Pur di non perdere il loro orgoglio stanno perdendo le persone Nessuno è così vuoto di coloro che sono pieni di se

Credono di poter fare quello che sanno di non poter fare

L'importanza del se è il loro peggior nemico Passano gran parte della loro vita sentendosi offesi da qualcosa o qualcuno Credono di poter fare quello che sanno di non poter fare Si danno torto a loro stessi non essendo abbastanza maturi da riconoscere le ragioni dell'altro Quando ci trova dinanzi l'ignoranza se non l'apertà stupidità mista alla presunzione è il momento di darsela a gambe E anche in fretta

Usate la corsia più a destra percorrendo l'autostrada

Venezia: tornando dal Lido

Rancore ha la stessa radice del RANCIDO

Non sanno che la vita è troppo breve per spenderla ad odiare e a rimuginare dei possibili torti subiti Rancore ha la stessa radice di RANCIDO Più lo conservano e più prendono un sapore ed un odore disgustosi Vivono dentro ai loro vestiti di sofismi costruendo il loro piccolo sistema di rancori irrazionali di cosmi personali scordando che poi infine tutti avremo

Venezia FC: Finisce a reti inviolate il big match del giorne C

Campodarsego-Venezia 0-0 Campionato Nazionale Serie D Girone C – 10^ Giornata -
E’ tutto esaurito a Campodarsego per lo scontro al vertice del girone d’andata: ad affrontarsi padovani e veneziani, con quest’ultimi alla ricerca dell’allungo sui secondi in classifica. Onore al merito alla curva sud che è sembrata essere davvero davvero il dodicesimo uomo in campo.
Le occasioni da gol e le relative emozioni non sono mancate durante il corso di questa partita, che pure è finita con un pareggio per 0-0. Forse forze talmente simili da annullarsi,
Vicario e Vanzato fanno grandi parate, il portiere padrone di casa poi al 29’ si supera salvando un colpo di testa di Carbonaro preciso e potente. Al 61’ della ripresa mr. Favaretto prova a cambiare marcia, toglie Carbonaro e inserisce Barretto. La classe del neo acquisto emerge qualche minuto più tardi quando serve magistralmente Acquadro, il centrocampista calcia bene ma Vanzato oggi è in stato di grazia e risponde per l’ennesima volta ai tentativi…

Venezia: Mulino Stucky

Come macchioline che si disperdono

Che cos’è quella sensazione quando ci si allontana dalle persone e loro restano sulla pianura finché le si vede appena come macchioline che si disperdono?…È il mondo troppo vasto che ci sovrasta, ed è l’addio. Ma noi puntiamo avanti verso la prossima pazzesca avventura sotto i cieli.
Jack Kerouac

Venezia FC: Domani scontro al vertice con il Campodarsego in casa della seconda in classifica

Campodarsego non sarà decisivo ma si deve puntare a restare imbattuti. Certamente la squadra padovana farà di tutto per accorciare in classifica, e gli arancioneroverdi dovranno impedirglielo. Il Campodarsego è una neopromossa ma non è da stupirsi che sia così in alto. Ha giocatori di categoria superiore come Bedin in mediana, Ruopolo in difesa, Radrezza, Aliù e Cacurio, in attacco. Gli aspetta una battaglia per i nostri ragazzi che devono essere pronti e consapevoli che si affrontano le due formazioni, oggi, più forti del campionato. Un aspetto da tenere bene in considerazione è il loro campo di gioco particolarmente stretto che può penalizzare riducendo un po' i tempi per le giocate. Pochi punti deboli per la squadra padovana, difficili da vedere, che costringerà il Venezia ad essere bravo nelle verticalizzazioni e il più precisi possibile nelle conclusioni. I lagunari dovranno fare a meno degli squalificati Serafini e Calzi ma, a proposito di verticalizzazioni verso la porta avvers…

Venezia: le grandi navi

foto di: Gianni Berengo

L' ipocrisia è in tutte le forme della vita ed io, purtroppo, ne ho e sto vivendo le conseguenze

Una delle facce più appariscenti e vistose del carattere italiano è l’ipocrisia. Ipocrisia in tutte le forme della vita: nella vita familiare, nella vita politica, negli affari. La sfiducia reciproca, il sottinteso sleale corrodono nel nostro paese tutte le forme di rapporti: i rapporti tra singolo e singolo, i rapporti tra singolo e collettività. Antonio Gramsci

Cannibali si mangiano il cuore da soli pur di non darlo agli altri

Sicuramente è certamente superfluo per loro dedicare il loro prezioso tempo ad aiutare gli altri nei momenti difficili andare incontro ai loro bisogni e desideri ma è più che
sufficiente, invece
comprare regali in un negozio per ricompensare la loro mancanza di compassione amicizia e attenzione Cannibali si mangiano il cuore da soli pur di non darlo agli altri

Buongiorno Venezia

Un omaggio esagerato che tributano al loro orgoglio

Se c'è una cosa che non sopporto è la loro presunzione di credersi migliori di noi Non sanno che il mondo tollera la presunzione di coloro che hanno successo non certamente quella delle persone qualunqui La loro presunzione è un omaggio esagerato che tributano al loro orgoglio La meschinità della loro ignoranza e della loro presunzione produce l'ostinazione, giacchè loro credono soltanto a quel che comprendono ma comprendendo ben poco

Venezia...l'isola che non c'è o c'è

L'importanza del se è il suo peggior nemico

L'arroganza rampante di quella piccola donna è come un'infenzione di una ferita: se non si cura rapidamente si allarga e infetta l'intera sua famiglia L'importanza del se è il suo peggior nemico passa la sua vita sentendosi offesa da qualcosa o da qualcuno Il suo più grande desiderio essere innalzata prima di essere grande E, come dice il Leopardi nello Zibaldone: “Non c'è miglior modo di far colpo e fortuna con una giovane superba e sprezzante, che disprezzandola”

Venezia FC: Il Venezia sogna

Un progetto importante, con un management di primo livello e tanta voglia di far parte del calcio dei grandi. Il Venezia sogna, con Tacopina al timone e Giorgio Perinetti dietro la scrivania. Per Tacopina, dopo Roma e Bologna è il terzo club italiano. "Progetti diversi", dice il presidente del Venezia a TuttoMercatoWeb. In che senso? "La Roma è un grande club, il Bologna è andato in serie A e c'è un progetto differente. Mentre a Venezia c'è grande interesse per il calcio, ripartiamo dalla D pensando al futuro. Con la voglia di fare bene". Presidente, dove vuole arrivare con il Venezia? "Vogliamo fare le cose per bene. Ora siamo in serie D, ma la società è di primo piano e c'è tutto per fare cose importanti". Sognando la serie A. "Non è un sogno". Ah no? "No. È una realtà possibile in pochi anni. Giorgio Perinetti è un grande dirigente: Roma, Napoli, Palermo, Siena, la carriera parla per lui e possiamo fare cose importanti insieme".

Interrogativi, due punti,parentesi,virgole, spazi

Della mia vita cambierei soprattutto la punteggiatura. Eliminerei quasi tutti gli interrogativi e i due punti li userei soltanto per chiarire le cose davvero importanti. Chiuderei prima alcune parentesi, mentre altre non le aprirei affatto. Metterei più virgole e meno punti; aggiungerei molti più spazi per dedicarmi a me. Serena Santorelli

Una fatale immaturità

Giovane non propriamente bella forse non propriamente brutta ma composta unicamente di facciata Non conosce che i quattro modi in cui siamo in contatto con il mondo sono ciò che facciamo come appariamo ciò che diciamo e come lo diciamo Una fatale immaturità la preoccupazione per la propria immagine Vive in pratica mangiando bucce Continua a bere del pessimo vino preoccupata che i calici siano di cristallo

...è quanto siano marci dentro

Poveri composti unicamente di facciata come case non finite per mancanza di quattrini L'ingresso degno di un palazzo ma le stanze interne paragonabili a squallide capanne Pur di non far i conti con la realtà preferiscono convivere con la finzione spacciando per autentiche le ricostruzioni ritoccate o distorte su cui basano la loro visione del mondo Simili a sepolcri imbiancati belli di fuori ma pieni dentro di ossa di morti e di ogni sporcizia Certo possono nascondere il loro volto dietro a un sorriso Ma c'è una cosa che non possono nascondere E' quanto siano marci dentro.

Non ho nessuna pazienza per chi non merita la mia pazienza

Non ho pazienza per alcune cose, non perché sia diventata arrogante, semplicemente perché sono arrivata a un punto della mia vita in cui non mi piace più perdere tempo con ciò che mi dispiace o ferisce. Non ho pazienza per il cinismo, critiche eccessive e richieste di qualsiasi natura. Ho perso la voglia di compiacere chi non mi aggrada, di amare chi non mi ama e di sorridere a chi non mi sorride. Non dedico più un minuto a chi mente o vuole manipolare. Ho deciso di non con-vivere più con la presunzione, l’ipocrisia, la disonestà e le lodi a buon mercato. Non tollero l’erudizione selettiva e l’arroganza accademica. Non mi adeguo più al provincialismo e ai pettegolezzi. Non sopporto conflitti e confronti. Credo in un mondo di opposti, per questo evito le persone rigide e inflessibili. Nell’amicizia non mi piace la mancanza di lealtà e il tradimento. Non mi accompagno con chi non sappia elogiare o incoraggiare. I sensazionalismi mi annoiano e ho difficoltà ad accettare coloro a cui non …

Acqua alta a Venezia...ci si adegua

Venezia FC: Poker no ma il Penzo è sbancato lo stesso e tutto il piatto è degli arancioneroverdi.“

Le migliori azioni della partita https://www.facebook.com/Venezia-FC-195420947192968/ Nonostante lo squadrone ce l'abbiamo noi, come cantano gli ultras Curva Sud Venezia, la gara di oggi poteva nascondere diverse insidie per i ragazzi di mister Favaretto. Perchè era un derby, perchè il Noale arrivava alla gara con cinque vittorie conquistate e una posizione in classifica di tutto rispetto senza niente da perdere.
E invece i lagunari hanno regalato subito una tonda vittoria al suo nuovo presidente, facendo capire di essere una macchina costruita per vincere.
Nel primo tempo Maccan trova la prima rete e subito la gara si mette bene per la capolista. A scrivere praticamente la parola fine sulla partita ci pensa, nella ripresa, ancora il centravanti che dopo pochi secondi trova un altro gol , quello del raddoppio. Gli avversari provano anche a rialzare la testa con un tiro di Siega, ma la palla esce di poco. L'occasione più clamorosa per riaprire il match capita, forse, sui piedi di V…

Ignoro chi mi parla da dietro, il loro posto è dietro di me

Non hanno ancora capito che la cattiveria è degli sciocchi perchè non hanno ancora capito che non vivranno in eterno Li compatisco perchè la loro cattiveria nasce dalla solitudine, dalla tristezza e dalla rabbia Viene da un vuoto dentro di loro che sembra scavato da un coltello un vuoto in cui sono abbandonati da un qualcosa di molto importante che gli è stato strappato via. Tutti abbiamo sia luce che oscurità dentro di noi Ciò che conta è da che parte si sceglie di agire E' questo quello che sono... Ignoro chi mi parla da dietro Il loro posto è dietro di me