Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2015

Il sole tramonta appena il posto è raggiunto

Pretendeanchel'applausoconvintadi saperedi noiciòche noi stessiignoriamoMiseraprivadivirtu'che non possiedeconla pretesache glialtriglielericonoscanoAmbiscead avereun postoal solenon sapendocheil soletramontaappena il postoè raggiunto

L'importanza del se è il loro peggior nemico

Poverinon sannoseparareil MERITOdalla PRESUNZIONEL'importanza del seè il loropeggior nemicopassanola maggiorpartedella lorovitaa sentirsioffesi da qualcosao da qualcunoDannotortoa loro stessiperchènon sonoancoranonostantela loromatura etàabbastanza sanie maturiperriconoscerele ragionidell'altro

Venezia...il silenzio della notte

Immagine

Il rancore prospera nelle personalità stagnanti

Il rancoregli nutre di rabbiarisentimentoe sospettiche li faandarespesso fuori stradainquinandoogniloro pensieroe emozionePortanorancorea chipur non volendololi ha postinella condizionedi manifestarei lati negatividel lorocaratterenon conoscendoche ilrancoreprosperanelle personalitàstagnantie nell'effusionedel lorosentimento di inferiorità

Non abbiamo più un cazzo

Oggi, a iniziare dagli ideali, non abbiamo più un cazzo. Solo povertà, odio e rancore.Pasquale Squitieri

Cercando di apparire ciò che non sono cessano di essere ciò che realmente sono

Pensanochetutto quelloche fannosia fatto benepensanodi averesempre ragionee credonoche il loropareresia miglioredi quellodegli altriCercandodi apparireciò chenon sonocessanodi essereciò che realmentesono

Venezia FC: Unione Triestina-Venezia goleada arancioneroverde

Unione Triestina-Venezia 2-5 – Coppa Italia Serie D II Turno -
Il Venezia sfida l'Unione Triestina nel match di coppa Italia. Dopo pochissimi minuti gli arancioneroverdi fanno subito capire ai friulani di che pasta sono fatti: e al 5', infatti, la squadra di mister Favaretto è già sopra di due reti siglate da Serafini e da Malagò. La Triestina non si dà per vinta e prova a rispondere colpo su colpo: al 15' è Kabine ad accorciare le distanze.
Ma il Venezia gioca bene e confeziona delle azioni da manuale, quel che più conta anche finalizzate. Esempio ne è la gran palla al 20' di Barreto che innesca l'accorrente Malagò: è il 3-1 e personale doppietta. Un primo tempo spumeggiante e ricco di reti, capace di regalare emozioni fino all'ultimo minuto. E al 37', infatti, la Triestina dimostra di essere ancora viva: a segnare la rete del 2-3 è ancora Kabine che supera D'Alessandro con una punizione chirurgica.
Altrettanto spettacolare il secondo tempo che si apre (e…

Del completo fanno parte il morso e la sferza

Chi porta il paraocchi, si ricordi che del completo fanno parte il morso e la sferza.Stanislaw Jerzy Lec

Nessuno è così vuoto di coloro che sono pieni di sè

Orgogliosicertoma conun grande problemache non dicono quello che provanoper pauradi soffrireIndossanoil loro onorecome una corazzapensano che li mantengaal sicuroma non si accorgonoche sono semprepiùappesantitirendendo difficileil loro muoversiPur dinon perdereil loro orgogliostanno perdendole personeNessunoè così vuotodi coloroche sono pieni di se

Credono di poter fare quello che sanno di non poter fare

L'importanza del seè il loro peggiornemicoPassanogran partedella lorovitasentendosi offesida qualcosao qualcunoCredonodi poter farequelloche sanno di non poter fareSi dannotorto a loro stessinon essendoabbastanza maturi da riconoscerele ragionidell'altroQuando ci trovadinanzil'ignoranzase non l'apertà stupiditàmista alla presunzioneè il momentodi darselaa gambeE anchein fretta

Usate la corsia più a destra percorrendo l'autostrada

Immagine

Imparare a conoscere

È più utile conoscere i propri limiti che i propri pregi.Vittorio Malacalza

Venezia: tornando dal Lido

Immagine

Rancore ha la stessa radice del RANCIDO

Non sannoche la vitaè troppo breveper spenderlaad odiaree a rimuginaredei possibilitorti subitiRancoreha la stessaradicedi RANCIDOPiù lo conservanoe più prendonoun sapore ed un odore disgustosiVivonodentroai loro vestitidi sofismicostruendoil loro piccolosistema dirancoriirrazionalidi cosmi personaliscordando chepoiinfinetutti avremo

Costanza

La costanza di un’abitudine è di solito proporzionale alla sua assurdità.Marcel Proust

Venezia FC: Finisce a reti inviolate il big match del giorne C

Campodarsego-Venezia 0-0 Campionato Nazionale Serie D Girone C – 10^ Giornata -
E’ tutto esaurito a Campodarsego per lo scontro al vertice del girone d’andata: ad affrontarsi padovani e veneziani, con quest’ultimi alla ricerca dell’allungo sui secondi in classifica. Onore al merito alla curva sud che è sembrata essere davvero davvero il dodicesimo uomo in campo.
Le occasioni da gol e le relative emozioni non sono mancate durante il corso di questa partita, che pure è finita con un pareggio per 0-0. Forse forze talmente simili da annullarsi,
Vicario e Vanzato fanno grandi parate, il portiere padrone di casa poi al 29’ si supera salvando un colpo di testa di Carbonaro preciso e potente. Al 61’ della ripresa mr. Favaretto prova a cambiare marcia, toglie Carbonaro e inserisce Barretto. La classe del neo acquisto emerge qualche minuto più tardi quando serve magistralmente Acquadro, il centrocampista calcia bene ma Vanzato oggi è in stato di grazia e risponde per l’ennesima volta ai tentativi…

Venezia: Mulino Stucky

Immagine

Come macchioline che si disperdono

Che cos’è quella sensazione quando ci si allontana dalle persone e loro restano sulla pianura finché le si vede appena come macchioline che si disperdono?…È il mondo troppo vasto che ci sovrasta, ed è l’addio. Ma noi puntiamo avanti verso la prossima pazzesca avventura sotto i cieli.
Jack Kerouac

Devo imparare di nuovo il passo tranquillo di chi crede dove sta andando e perchè...

In quelle ore lunghe fui la sentinella del dolore, vegliai insieme a una nuova folla di parole morte… Devo imparare di nuovo il passo tranquillo di chi crede dove sta andando e perché… ora mi sentivo in petto un dolore lungo che mi privava di ogni sentimento.Elena Ferrante

Venezia FC: Domani scontro al vertice con il Campodarsego in casa della seconda in classifica

Immagine
Campodarsego non sarà decisivo ma si deve puntare a restare imbattuti.Certamente la squadra padovana farà di tutto per accorciare in classifica, e gli arancioneroverdi dovranno impedirglielo. Il Campodarsego è una neopromossa ma non è da stupirsi che sia così in alto. Ha giocatori di categoria superiore come Bedin in mediana, Ruopolo in difesa, Radrezza, Aliù e Cacurio, in attacco.Gli aspetta una battaglia per i nostri ragazzi che devono essere pronti e consapevoli che si affrontano le due formazioni, oggi, più forti del campionato.Un aspetto da tenere bene in considerazione è il loro campo di gioco particolarmente stretto che può penalizzare riducendo un po' i tempi per le giocate. Pochi punti deboli per la squadra padovana, difficili da vedere, che costringerà il Venezia ad essere bravo nelle verticalizzazioni e il più precisi possibile nelle conclusioni.I lagunari dovranno fare a meno degli squalificati Serafini e Calzi ma, a proposito di verticalizzazioni verso la porta avvers…

Niente è più ordinato del vuoto

Ma procediamo con disordine. Il disordine dà qualche speranza. L’ordine nessuna. Niente è più ordinato del vuoto.Marcello Marchesi

Venezia: le grandi navi

Immagine
foto di: Gianni Berengo

Solo un retrogusto dolce...se sei fortunato

La vitacon le suemanifestazionimi hainsegnatochela diffidenzanasce dal fattoche è più indoloremettereDistanzacheMisuraSonocome zucchero filatoSembranomolto promettentima se cerchidi soddisfarela tua famenon ne ricavi NULLASolo un retrogustodolce...se seifortunato

L'atteggiamento di studiata cautela nel parlare

Quello che mette in sicurezza i rapporti familiari è la reticenzaLidia Ravera

L' ipocrisia è in tutte le forme della vita ed io, purtroppo, ne ho e sto vivendo le conseguenze

Una delle facce più appariscenti e vistose del carattere italiano è l’ipocrisia. Ipocrisia in tutte le forme della vita: nella vita familiare, nella vita politica, negli affari. La sfiducia reciproca, il sottinteso sleale corrodono nel nostro paese tutte le forme di rapporti: i rapporti tra singolo e singolo, i rapporti tra singolo e collettività.Antonio Gramsci

Cannibali si mangiano il cuore da soli pur di non darlo agli altri

Sicuramenteè certamente superfluoper lorodedicare illoro prezioso tempoad aiutare gli altrinei momenti difficiliandare incontroai loro bisognie desiderima è più che
sufficiente, invece
comprare regaliin un negozioper ricompensarela loro mancanzadi compassioneamiciziae attenzioneCannibalisi mangianoil cuore da solipur di non darlo agli altri

Buongiorno Venezia

Immagine

Un omaggio esagerato che tributano al loro orgoglio

Se c'è una cosache non sopportoè la loropresunzione di credersi migliori di noiNon sannoche il mondotollera la presunzionedi coloroche hanno successonon certamentequella dellepersone qualunquiLa loropresunzioneè un omaggioesagerato che tributano al loro orgoglioLa meschinitàdella loro ignoranzae della loro presunzione produce l'ostinazione,giacchèloro credono soltantoa quel che comprendonoma comprendendoben poco

Io odio le cose che conosco in partenza

Detesto la seduzione, perché so già come chi seduce pensa che debba andare a finire: e io odio le cose che conosco in partenza.Aldo Busi

Magari fosse nato muto

Un uomo chenon è in gradodi avereil sensodella miseraincapacitàdi comandaregli eventiNon rispetta gli altriin realtànon rispettandonemmenose stessoPungente, amarocon uno stilemisto a fiele e assenzioMagari fossenato muto

Venezia...l'isola che non c'è o c'è

Immagine

Pretendere di essere felice per privilegio sociale

E' talmente egocentricache pretendedi essere feliceper privilegio socialeun diritto divinoconcesso solo a leirovesciando sugli altrinon lasciandoli respirarele sue pene, le sue delusioni,le sue speranzeincapace di vedere l'altronella sua giustanaturalezzae particolarità

L'importanza del se è il suo peggior nemico

L'arroganza rampantedi quella piccola donnaè come un'infenzionedi una ferita:se non si curarapidamentesi allargae infetta l'intera sua famigliaL'importanza del seè il suo peggior nemicopassa la sua vitasentendosi offesada qualcosa o da qualcunoIl suo più grande desiderioessere innalzataprima di essere grandeE, come dice il Leopardinello Zibaldone: “Non c'è miglior mododi far colpo e fortunacon una giovane superbae sprezzante,che disprezzandola”

Venezia FC: Il Venezia sogna

Un progetto importante, con un management di primo livello e tanta voglia di far parte del calcio dei grandi. Il Venezia sogna, con Tacopina al timone e Giorgio Perinetti dietro la scrivania. Per Tacopina, dopo Roma e Bologna è il terzo club italiano. "Progetti diversi", dice il presidente del Venezia a TuttoMercatoWeb.In che senso?"La Roma è un grande club, il Bologna è andato in serie A e c'è un progetto differente. Mentre a Venezia c'è grande interesse per il calcio, ripartiamo dalla D pensando al futuro. Con la voglia di fare bene".Presidente, dove vuole arrivare con il Venezia?"Vogliamo fare le cose per bene. Ora siamo in serie D, ma la società è di primo piano e c'è tutto per fare cose importanti".Sognando la serie A."Non è un sogno".Ah no?"No. È una realtà possibile in pochi anni. Giorgio Perinetti è un grande dirigente: Roma, Napoli, Palermo, Siena, la carriera parla per lui e possiamo fare cose importanti insieme".…

Interrogativi, due punti,parentesi,virgole, spazi

Della mia vita cambierei soprattutto la punteggiatura. Eliminerei quasi tutti gli interrogativi e i due punti li userei soltanto per chiarire le cose davvero importanti. Chiuderei prima alcune parentesi, mentre altre non le aprirei affatto. Metterei più virgole e meno punti; aggiungerei molti più spazi per dedicarmi a me.Serena Santorelli

Una fatale immaturità

Giovanenon propriamente bellaforsenon propriamente bruttamacomposta unicamente di facciataNon conosceche i quattro modiin cui siamo in contattocon il mondo sonociò che facciamocome appariamociò che diciamoe come lo diciamoUna fatale immaturitàla preoccupazioneper la propria immagineVivein praticamangiando bucceContinua a bere del pessimo vinopreoccupatache i calicisiano di cristallo

Perchè accade sempre qualcosa di interessante

Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante.Andy Warhol

...è quanto siano marci dentro

Poveri composti unicamentedi facciatacome case non finiteper mancanza di quattriniL'ingresso degno di un palazzoma le stanze interneparagonabilia squallide capannePur di non far i conti con la realtàpreferiscono conviverecon la finzionespacciando perautentichele ricostruzioniritoccate o distortesu cui basano la loro visione del mondoSimili a sepolcriimbiancatibelli di fuorima pieni dentrodi ossa di mortie di ogni sporciziaCerto possono nascondereil loro voltodietro a un sorrisoMa c'è una cosache non possononascondereE' quanto sianomarci dentro.

Non ho nessuna pazienza per chi non merita la mia pazienza

Non ho pazienza per alcune cose, non perché sia diventata arrogante, semplicemente perché sono arrivata a un punto della mia vita in cui non mi piace più perdere tempo con ciò che mi dispiace o ferisce. Non ho pazienza per il cinismo, critiche eccessive e richieste di qualsiasi natura. Ho perso la voglia di compiacere chi non mi aggrada, di amare chi non mi ama e di sorridere a chi non mi sorride. Non dedico più un minuto a chi mente o vuole manipolare. Ho deciso di non con-vivere più con la presunzione, l’ipocrisia, la disonestà e le lodi a buon mercato. Non tollero l’erudizione selettiva e l’arroganza accademica. Non mi adeguo più al provincialismo e ai pettegolezzi. Non sopporto conflitti e confronti. Credo in un mondo di opposti, per questo evito le persone rigide e inflessibili. Nell’amicizia non mi piace la mancanza di lealtà e il tradimento. Non mi accompagno con chi non sappia elogiare o incoraggiare. I sensazionalismi mi annoiano e ho difficoltà ad accettare coloro a cui non …

Acqua alta a Venezia...ci si adegua

Immagine

Venezia FC: Poker no ma il Penzo è sbancato lo stesso e tutto il piatto è degli arancioneroverdi.“

Le migliori azioni della partitahttps://www.facebook.com/Venezia-FC-195420947192968/Nonostante lo squadrone ce l'abbiamo noi, come cantano gli ultras Curva Sud Venezia, la gara di oggi poteva nascondere diverse insidie per i ragazzi di mister Favaretto. Perchè era un derby, perchè il Noale arrivava alla gara con cinque vittorie conquistate e una posizione in classifica di tutto rispetto senza niente da perdere.
E invece i lagunari hanno regalato subito una tonda vittoria al suo nuovo presidente, facendo capire di essere una macchina costruita per vincere.
Nel primo tempo Maccan trova la prima rete e subito la gara si mette bene per la capolista. A scrivere praticamente la parola fine sulla partita ci pensa, nella ripresa, ancora il centravanti che dopo pochi secondi trova un altro gol , quello del raddoppio. Gli avversari provano anche a rialzare la testa con un tiro di Siega, ma la palla esce di poco. L'occasione più clamorosa per riaprire il match capita, forse, sui piedi di V…

Ignoro chi mi parla da dietro, il loro posto è dietro di me

Non hanno ancora capito chela cattiveria è degli sciocchiperchè non hannoancora capitoche non vivranno in eternoLi compatisco perchèla loro cattiveria nascedalla solitudine, dalla tristezza e dalla rabbiaViene da un vuotodentro di loroche sembra scavato da un coltelloun vuoto in cui sono abbandonatida un qualcosa di molto importante che gli è stato strappato via.Tutti abbiamo sia luceche oscuritàdentro di noiCiò che conta èda che parte si scegliedi agireE' questo quello che sono...Ignoro chi mi parlada dietroIl loro postoè dietro di me