La preoccupazione per la propria immagine è la loro fatale immaturità

La preoccupazione
per la propria immagine
è la loro fatale
immaturità
Mi chiedo
ma è così difficile
per loro
essere
indifferenti
alla propria immagine?
Penso che una
tale indiferrenza
sia al di sopra delle
loro forze
Ci arriveranno
certo
dopo
la loro morte
Guardano
senza vedere
sentono
senza ascoltare
toccano
senza sentire
respirano
senza percepire
i profumi
mangiano
senza gustare
parlano
senza pensare
Bene non seppi, fuori del prodigo
che schiude la divina indifferenza:
era la statua nella sonnolenza
del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato
il sottolineato è di Eugenio Montale

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai