Passa ai contenuti principali

Venezia Football Club: Giovedì dovrebbe essere il giorno del semaforo verde per Joe Tacopina presidente del Venezia.

Ci siamo, la settimana prossima Joe Tacopina diventerà presidente del Venezia. Ormai anche dalle parti di piazza San Marco quello che era il segreto di Pulcinella da settimane e settimane diventerà finalmente una notizia ufficiale.

Il giorno dell’investitura dovrebbe essere giovedì 8 ottobre, a oggi è consigliabile usare il condizionale considerato che manca ancora l’annuncio, di sicuro tuttavia sarà tra la partita che il Venezia giocherà domenica prossima a Montebelluna e quella successiva contro il Liventina.

Al di là di ciò, tutto è già pronto, tutto è già stato organizzato. È vero che per il momento nessuno vuole confermare che Tacopina sarà presentato nei prossimi giorni, ma è anche vero che i sorrisi di assenso sia del direttore generale del Venezia Giorgio Perinetti che dello stesso sindaco di Venezia Luigi Brugnaro valgono più di cento parole. In un primo momento sembrava che il presidente dovesse farlo James Daniels, ma in questi ultimi giorni ci sarebbe stato un cambiamento di programma, anche perché Tacopina non ha nascosto il desiderio di ricoprire questa carica, nonostante sia ancora fresca la sua presidenza al Bologna.

Nonostante le indiscrezioni che sono via via uscite nel mese passato sullo sbarco di Tacopina a Venezia, la società si è guardata bene dall’alimentarle. Primo perché solo Perinetti ne era al corrente (a proposito ecco una ‘altra voce:il budget della squadra lo avrebbe buttato giù con lo stesso Tacopina). Secondo perché l’avvocato americano era ancora nel Bologna e soprattutto aveva fatto causa a Joey Saputo. Dicevano a Venezia: una volta che Tacopina avrà chiuso con il Bologna, nel giro di pochi giorni arriverà a Venezia. E così è stato. Non a caso la presentazione di questo gruppo americano doveva esserci a fine luglio è invece e stata rimandata alla settimana prossima.

Sì, Tacopina ha già parlato più di una volta anche con il sindaco Brugnaro, imprenditore, dirigente di azienda, dirigente sportivo e politico, in carica dal 15 giugno 2015. Tra l’altro Brugnaro è anche il proprietario della Reyer Venezia di basket. A Venezia continuano a pensare che sia una missione complicata, ma Tacopina sarebbe convinto anche di riuscire dove hanno fallito tutti quelli che lo hanno preceduto come presidenti del Venezia, da Maurizio Zamparini al russo Yuri Korablin, e cioè la costruzione del nuovo stadio.

Lo stesso uomo di affari russo era arrivato a Venezia con grandi ambizioni ma poi ha capito l’aria che tirava e quasi di colpo si è allontanato. Tacopina arriva a Venezia con la squadra che fin qua ha vinto sempre, 5 su 5, e che tutti danno per sicura promossa in Lega Pro.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines