Venezia F.C.:Il nuovo slogan del presidente Tacopina...'uniti ripartiamo!'

La nuova era del Venezia, rinominato Football Club, è iniziata questa mattina nella Sala della Musica di Ca' Sagredo, un edificio patrizio del 1300 che conserva la memoria storica e artistica della città lagunare. Il Venezia FC, relegato in Serie D dopo l'ennesima estate di travagli societari, veste i vecchi colori e anche quelli della nuova proprietà americana con l'insediamento di Joe Tacopina come presidente di un club che si è subito strutturato con l'obiettivo di risalire nel settore professionistico puntando al ritorno in A che manca dal 2002.

L'avvocato di New York è alla sua terza tappa nel calcio italiano, dopo il triennio alla Roma e l'ultima stagione al Bologna, culminata con la promozione in A e conclusa con la rottura col partner Saputo seguita dalle dimissioni dopo un accordo nelle more di una causa legale. La nuova mission del 49enne Tacopina non si discosta molta da quella avviata a Bologna giusto un anno fa, ovvero riportare il club in Serie A.

La differenza è che qui riparte da molto più in basso ma col titolo di principale investitore. I costi sono più contenuti e la piazza non ha aspettative immediate. Peraltro Tacopina ha in testa un progetto a largo raggio che investe la squadra e le strutture. Per primo l'esigenza di costruire un nuovo stadio sulla terraferma per sostituire il vecchio Penzo, situato sull'isola di S.Elena. Affiancato dal nuovo diesse Giorgio Perinetti, dal d.g. Scibilia e dall'amministratore Vasta e da alcuni assessori comunali (assente il sindaco Brugnaro per impegni precedenti), Tacopina è andato subito al cuore del suo mandato: "Con orgoglio e umiltà ho intrapreso l'avventura di rappresentare il Venezia, il club che appartiene ad una città unica al mondo. Col mio staff vogliamo lavorare per tornare in Serie A.

La garanzia del mio progetto è la nomina di Perinetti, uno dei migliori manager del calcio italiano. Vengo da Londra, dove ieri ho presenziato ad un meeting sul calcio internazionale allo stadio del Chelsea. Molti operatori di club importanti mi hanno avvicinato per complimentarmi di avere scelto Perinetti e di avere preso in Venezia in D. Siamo in quarta serie ma stiamo costruendo un sistema che per organizzazione e mentalità vale la serie A". La chiosa di Tacopina, che ha creato a circuito di collaboratori americani, è rivolta alle gente di Venezia: "Vogliamo rendere i veneziani orgogliosi di essere tifosi del Venezia ma abbiamo bisogno del vostro supporto allo stadio perciò "Tutti al Penzo". Senza tifosi non esiste il calcio, non esiste il Venezia perciò il nuovo slogan è 'uniti, ripartiamo'".http://www.gazzetta.it/Calcio/09-10-2015/tacopina-sbarca-venezia-l-obiettivo-tornare-serie-a-130436539670.shtml

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai