Passa ai contenuti principali

Venezia FC: Unione Triestina-Venezia goleada arancioneroverde

Unione Triestina-Venezia 2-5 – Coppa Italia Serie D II Turno -

Il Venezia sfida l'Unione Triestina nel match di coppa Italia. Dopo pochissimi minuti gli arancioneroverdi fanno subito capire ai friulani di che pasta sono fatti: e al 5', infatti, la squadra di mister Favaretto è già sopra di due reti siglate da Serafini e da Malagò. La Triestina non si dà per vinta e prova a rispondere colpo su colpo: al 15' è Kabine ad accorciare le distanze.
Ma il Venezia gioca bene e confeziona delle azioni da manuale, quel che più conta anche finalizzate. Esempio ne è la gran palla al 20' di Barreto che innesca l'accorrente Malagò: è il 3-1 e personale doppietta. Un primo tempo spumeggiante e ricco di reti, capace di regalare emozioni fino all'ultimo minuto. E al 37', infatti, la Triestina dimostra di essere ancora viva: a segnare la rete del 2-3 è ancora Kabine che supera D'Alessandro con una punizione chirurgica.
Altrettanto spettacolare il secondo tempo che si apre (e si chiude) sempre all'insegna del Venezia: a pochi minuti dal fischio d'inizio Callegaro raccoglie un cross sul secondo palo e non sbaglia. All'11' arriva anche il pokerissimo firmato Barreto con un'ottimo pallonetto. Nella Triestina il solo Kabine gioca a fare Rambo e prova a risolverla da solo, ma il palo gli nega il tris. Nel finale annullato un gol a Baggio e gloria anche per D'Alessandro che chiude la saracinesca e manda tutti a casa. A festeggiare, però, solo il Venezia.

Unione Triestina-Venezia 2-5
Reti: 2' pt. Serafini (VE), 5' pt. Malagò (VE), 15' pt. Kabine (UT), 20' Malagò (VE), 37' Kabine (UT), 4' st. Callegaro (VE), 11' st. Barreto (VE)
Arbitro: Francesco Cosso di Reggio Calabria

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines