Passa ai contenuti principali

Venezia Football Club: Venezia e Mestre nel girone C

La Lega nazionale dilettanti ha finalmente pubblicato la suddivisione delle squadre e il calendario della stagione di serie D in partenza. Il Venezia, dopo aver rischiato di finire nel girone D (che ospita squadre storicamente più forti, tra cui il Parma), giocherà invece nel girone C, lo stesso in cui sono state collocate tutte le padovane: gli arancioneroverdi cominceranno la propria stagione domenica 6 settembre sul campo del Dro, mentre il derby con il Mestre è in calendario per domenica 11 novembre. La stagione ufficiale si chiuderà domenica 3 aprile al Penzo contro il Fontanafredda.
Potrebbe essere proprio il derby tutto veneziano uno dei momenti più intensi della stagione, dato che il match tra Venezia e Mestre è assente dal 2 febbraio 1987, quando l'ultima sfida tra le divisioni calcistiche delle due città fu disputata al Penzo. Le cose poi sono cambiate, con la fusione tra le squadre e successivamente la nascita di un nuovo team tutto mestrino, ma sicuramente l'emozione sarà grande.
Questa la composizione del girone C: Abano, Calvi Noale, Campodarsego, Este, Giorgione, Ital Lenti Ac Belluno, Liventina, Luparense, Mestre, Montebelluna, Union Ripa La Fenadora, Venezia, Virtus Vecomp, Comunale Fontanafredda, Fincantieri Monfalcone, Sacilese, Tamai, Triestina, Dro, Levico.
Questo, invece, il girone D: Bellaria Igea Marina, Correggese, Forlì, Imolese, Lentigione, Mezzolara, Parma, Ravenna, Ribelle, Romagna Centro, Sammaurese, San Marino, Virtus Castelfranco, AltoVicentino, Clodiense, Delta Rovigo, Legnago, Union ArziChiampo, Villafranca Veronese, Fortis Juventus

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines