Passa ai contenuti principali

Venezia football club: In panchina ritorna Paolo Favaretto

Dopo le voci dei giorni scorsi ora è confermato, il nuovo allenatore dell'Unione Venezia è Paolo Favaretto. L'ha ufficializzato lunedì il direttore sportivo della società, Giorgio Perinetti, in vista dell'iscrizione della squadra di calcio veneziana alla serie D per la stagione 2015/2016. Lui aveva già diretto il team nel 2009, quando fu scelto perché conosceva bene la serie ma anche l’ambiente del Venezia.
Le stesse motivazioni hanno portato Perinetti a scegliere il "rosso" mestrino per questa nuova ripartenza: ora ha 48 anni, torna alla guida dell’Unione dopo che nella squadra aveva militato anche come calciatore e aveva "onorato la maglia" a dovere. Amato da tifosi, che lo ricordano per quella straordinaria prima stagione di serie D nel 2009/10, il tecnico mestrino avrà il compito di guidare gli arancioneroverdi verso la riscossa.
In arancioneroverde Paolo Favaretto ha all’attivo 79 presenze da calciatore con 5 reti. In panchina, dopo le prime esperienze a Bassano, Pieve di Soligo, Mestre e Jesolo, è arrivato all’Unione nel 2005, sia come vice di diversi tecnici che si sono avvicendati sulla panchina, sia come tecnico delle giovanili. L'ultimo incarico risale alla scorsa stagione, quando subentrò a campionato in corso sulla panchina del Real Vicenza. Al nuovo mister il "benvenuto" e l'augurio di buon lavoro da tutti i tifosi veneziani.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines