Gli zigzaganti

Stanno all'autostrada come Tomba allo slalom gigante. Saettano da sinistra a destra, e poi da destra a sinistra, neanche fossero Alessandra Moretti o Verdini. Non hanno tempo da sprecare. Poi, quando arrivano a casa con tre minuti e sette secondi rispetto al resto del mondo, e non c'è nessuno ad aspettarli se non un geco giustamente depresso, si sentono soli. Tanto soli. Così rimettono in moto l'auto e ripartono. Verso una destinazione a caso.
Tratto da “Uno zoo a tre corsie” di Andrea Scanzi – il Fatto Quotidiano -

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai