Passa ai contenuti principali

Fbc Unione Venezia: Un gruppo sembra finalmente interessato a rilevare la società

Manca ormai meno di una settimana al 14 luglio, giorno in cui l’Unione Venezia potrà fare ricorso ed essere riammessa alla Lega Pro, ma intanto proseguono i tentativi di vendita della squadra.

Un gruppo finalmente interessato a rilevare la società, messa in vendita dal presidente Yuri Korablin, ha incontrato l’avvocato Fausto Baratella e il dg del Venezia, Dante Scibilia. «Il gruppo sarebbe interessato all’acquisto del 100% della società», ha riferito il legale Baratella.

La nuova cordata, per poter aprire bene una nuova stagione, pretende che vengano versate tutte le quote mancanti (non solo il 75% come pensato dal patron russo). La trattativa rimane quindi aperta e l’avvocato della squadra attende che venga fatta una proposta formale.

All’incontro non hanno preso parte i dirigenti del gruppo in persona, bensì gli intermediari e nemmeno del primo gruppo che precedentemente aveva preso contatti con Baratella. Questa seconda cordata è composta da imprenditori non veneziani e interessati all’acquisto dell’intero pacchetto.

Entro qualche giorno, gli acquirenti segreti dovranno uscire allo scoperto presentando una proposta formale, con gli annessi assegni necessari a ripianare le perdite che ammontano a circa 2,3 milioni di euro e dovranno essere pronti a versare subito la fideiussione di 400mila euro necessaria all’iscrizione in Lega Pro. Infine dovranno investire altri 2 milioni di euro per la nuova stagione.

Commenti

  1. Co tutti i problemi che ghe ze, gavì el calcio par ea testa?

    RispondiElimina
  2. Certo il VENEZIA è un simbolo, una squadra centenaria, un unione fatta di due colori NERO E VERDE.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines