Fbc Unione Venezia: Si attendono le decisioni di Korablin

Il Venezia può restare aggrappato alla Lega Pro, tutto però dipende dalle intenzioni di Yury Korablin di passare subito la mano. I presupposti sembrerebbero esserci, visto che un delegato del presidente lagunare sarebbe sempre in contatto con le due cordate italiane (di cui una vicentina) che hanno presentato la loro offerta d'acquisto.

Korablin a Mosca sta riflettendo ma difficilmente i due eredi gli assicureranno una buonauscita dovendo già accollarsi debiti (1,7 milioni di euro) oltre a dover garantire le risorse necessarie a rifondare la squadra.

E' chiaro che il patron russo, dopo aver dimostrato di non avere più la solidità economica per evitare lo stillicidio di deferimenti e penalizzazioni, ora deve (dovrebbe) decidere in tempi rapidissimi. Dopo non aver pagato gli stipendi di marzo e aprile il Venezia, stando a quanto spiegato dal dg Scibilia, presenterà entro martedì prossimo la domanda di iscrizione alla Lega Pro accompagnata da 35 mila euro di tasse, uscita che azzererà definitivamente la disponibilità economica del club.

Tale domanda (che non potrà essere sottoscritta da Korablin, inibito fino al 19 agosto) a meno che a mettere subito i soldi necessari non sia l'eventuale nuovo proprietario, non sarà accompagnata dalla fideiussione da 400 mila euro, dal pagamento dei contributi Inps, ritenute Irpef e Iva né dal budget finanziario stilato da chi coprirà economicamente la stagione.

Mancanze che comporteranno punti di penalizzazione (o un'ammenda nel caso dell'Iva) ma che, alla luce della presentazione della domanda di iscrizione, terranno aperta la posizione del club lagunare, che sarà escluso ma potrà sanare le pendenze e riottenere la licenza di ammissione.

Commenti