Passa ai contenuti principali

Fbc Unione Venezia: Ennesima sconfitta

Cremonese-Venezia 2-1 Campionato Nazionale Lega Pro 1 – Girone A – 10^ Giornata
Cambio di allenatore nell'undici lagunare (da Dal Canto a Michele Serena) ma, il risultato non cambia, un'altra sconfitta.
I primi 25 minuti della partita trascorrono senza nessuna occasione da gol, le squadre si studiano e i portieri restano inoperosi.
L'equilibrio della partita si spezza la 31^ del primo tempo e la compagine arancioneroverde si porta in vantaggio con un gol di Raimondi che insacca all'altezza del secondo palo.
La squadra corre ad abbracciare il nuovo allenatore, segno positivo di unione entro lo spogliatoio veneziano. La Cremonese continua a subire in contropiede, ma è fortunata in più occasioni: l’Unione Venezia infatti crea ma manca in freddezza davanti alla porta avversaria. Pochissimi minuti allo scadere della prima frazione di gara, ma c’è ancora tempo per un gol:Sales spinge Kirilov in area e con grande ingenuità regala il rigore alla squadra di casa.Segna Jadid in pieno recupero: 1-1 e fine del primo tempo.
Il secondo tempo vede la Cremonese euforica e subito molto aggressiva. Non passano neppure dieci minuti e la squadra di casa raddoppia: dopo una traversa in rovesciata ad opera di un compagno, Brighenti segna a porta vuota (9’). La partita è piuttosto statica nei successivi venti minuti, ma al 32’ l’Unione Venezia ha l’occasione di pareggiare: Marongiu commette fallo su Bellazzini ed è rigore. A calciare dal dischetto va Greco, che negli ultimi minuti di gioco era apparso stanco e nervoso; il rigore finisce alto sopra la traversa e gli ospiti sprecano così l’occasione più ghiotta di tutto il secondo tempo. L’arbitro concede 6 minuti di recupero, non bastano per mutare le sorti della gara. Finisce dunque 2 a 1 per la Cremonese, quarta sconfitta per l’Unione Venezia: a 10 punti è zona playout.
Cremonese-Venezia 2-1
Reti: 31^pt. Raimondi (VE), 49^ pt. Jadid (CR) su c.r. , 54^ st. Brighenti (CR)
Arbitro: Sig. Saverio Pelagatti di Arezzo

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines