Passa ai contenuti principali

Voglia di risotto

Giornata stressante oggi al lavoro. Marketing telefonico per praticamente tutta la giornata. Nel gergo tecnico “telefonate a freddo” alla ricerca di potenziali appuntamenti e nuovi clienti.
Per rilassarmi mi sono messo a pensare cosa poter preparare questa sera per cena.
Un risotto, senza tante pretese, dal gusto giovane e molto saporito.
Ho pensato allo speck e alla birra. Poi ho detto “Perchè no ad un formaggio dal sapore delicato tipo mascarpone e...questo è il piatto di questa sera.

Ingredienti :

Riso 320g
Speck 150g
Birra (scura) 330ml
Mascarpone 100g
Cipolla (piccola) 1
Burro qb
Prezzemolo qb
Brodo vegetale (1 litro)
Pepe qb
Sale qb

Sbuccio la cipolla bianca e la tritoa finemente mettendola poi da parte. Dopo aver lavato il prezzemolo trito finemente anch'esso e tagli a dadini molto piccoli lo speck.
Su una larga padella sciolgo il burro unsco la cipolla e la faccio appassire per circa 10 minuti, aggiungo poi i dadini di speck e mescolo con un cucchiaio per insaporire il tutto. Per qualche minuto faccio saltare lo speck, prelevo poi un cucchiaio di dadini e li tengo da parte.
Verso il riso nella padella facendolo tostare finchè non risulta trasparente. A questo punto aggiungo la birra scura un po' alla volta fino a terminarla.
Quando la birra si è assorbita aggiungo un mestolo di brodo e proseguo fino ad ultimazione cottura.
Con il riso al dente aggiungo il formaggio mescolando un po' per farlo sciogliere. A cottura ultimata spengo il fuoco, aromatizzo con il prezzemolo tritato e guarnisco il piatto con i dadini di speck precedentemente prelevati.
Il piatto può essere servito caldo oppure freddo. A mia moglie piace caldo a me va bene lo stesso.
Buon appetito!!!

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Last Internationale - Life, Liberty, and the Pursuit of Indian Blood

Electric Light Orchestra - Don't Bring Me Down