Ad una tratto nella sera...

Mia moglie Carla è uscita per andare al cinema con un amica. Mio figlio Federico è in comunità, ed io, gli sto caricando la musica sul suo tablet. Ad un tratto mi sono fermato su di una canzone “Sometimes you can't make it on your own” (U2) Ho alzato lo sguardo dal tablet e davanti a me la foto di mamma e papà, assieme a nonno Alfredo e nonna Lucia, il giorno del loro matrimonio. Quasi 60 anni fa. Per l'esattezza 59 anni. Alla mente mi sono venuti tanti ricordi, alcuni belli, alcuni brutti. Papà non c'è più da 14 anni, mamma se ne è andata l'anno scorso, i nonni sono passati ormai 30 anni. Eppure, nonostante i miei 58 anni, mi sembra che il tempo non sia passato e che se mi alzo dalla sedia e giro l'angolo li trovo li, nonno con la pipa, nonna mentre prepara la cena, mamma che stira e papà, seduto in poltrona, che legge un libro.
Guardo la foto e mi accorgo adesso che anch'io stò invecchiando, che il mio tempo si accorcia sempre più e che sono passati quegli anni dove, anche se tutto non andava bene, andava bene lo stesso.
Sarete sempre nel mio cuore e ogni giorno sempre con me. Ogni giorno che passerà sarà come averlo passato con voi e, usando le parole del Vasco, con il cuore che batte più forte, la vita che va e non va, con l'anima che si pente, con l'aria, con il sole, con il cuore, con la rabbia e l'amore...il freddo quando arriva poi va via.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai