Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Premura

Passa il tempo sopra il tempo – ma non devi aver paura – sembra correre come il vento – però il tempo non ha premura - Fabrizio De Andrè da La stagione del tuo amore

Ostacoli

Gli ostacoli sono quelle cose spaventose che vediamo ogni volta che distogliamo lo sguardo dalla nostra meta Henry Ford

Giardino

Il corpo è come un giardino, e la mente è il suo giardiniere. Sta a noi decidere se in esso piantarvi orchidee o lattuga. William Shakespeare

Fbc Unione Venezia: Basta un punto per la matematica playoff

Venezia-Cremonese 1-0 Campionato Nazionale Lega Pro 1 Girone A – 29^ Giornata - Serve ancora un punto (ma potrebbe non servire se domenica la Feralpi non vincesse) per poter accedere al primo turno di playoff, quello di gara secca in casa della meglio in classifica (cioè in ogni caso in trasferta). Il traguardo playoff, quello sbanderiato da inizio anno come obiettivo unico, ora è a un solo passo. Un ultimo sforzo è richiesto al team lagunare a Bergamo contro un Albinoleffe che però sarà costretto a vincere per garantirsi la post season senza attendere il risultato della Feralpi. Altri 90' di stagione regolare insomma per chiudere il calvario di quest'annata, con un Venezia che ha illuso e poi deluso tutti, che non ha mai proposto gioco (forse ci ha provato un paio di volte) , che ha gettato alle ortiche posizioni di graduatoria invidiabili operando anche un mercato invernale di riparazione del tutto inutile, anzi visti i risultati del girone di ritorno davvero dannosi. Una stagio…

Il ventre di Napoli

Quando una popolana napoletana non ha figli, essa non si addolora segretamente della sua sterilità, non fa una cura mirabile per guarirne, come le sposine aristocratiche, non alleva un cagnolino o una gattina o un pappagallo, come le sposette della borghesia. Una mattina di domenica  ella si avvia, con suo marito, all’Annunziata, dove sono riunite le trovatelle, e fra  le bimbe e i bimbi, allora svezzati o grandicelli, ella ne sceglie uno con cui ha più simpatizzato, e, fatta la dichiarazione al governatore della pia opera, porta con sé, trionfante, la piccola figlia della Madonna. Questa creaturina, non sua, ella l’ama come se l’avesse essa messa al mondo; ella soffre di vederla soffrire, per malattia o per miseria, come se fossero viscere sue; nella piccola umanità infantile napoletana, i più battuti sono certamente i figli legittimi; di battere una figlia della Madonna, ognuno ha certo un ritegno; una certa pietà gentilissima fa esclamare  alla madre adottiva: Puverella, non aggio  …

La propria via

Per gli uomini non esiste nessunissimo dovere, tranne uno: cercare se stessi, consolidarsi in sé, procedere a tentativi per la propria via ovunque essa conduca.
Hermann Hesse, Demian 1919

Il piano infinito

Si abbracciarono a lungo come due bimbi sperduti, e finalmente cercarono ognuno la bocca dell’altro e si baciarono trepidi con la passione che avevano coltivata in anni di segrete fantasie. Carmen mise via in fretta ogni cosa, piegò il suo tavolo e tutti e due si avviarono spingendo un carrettino da mercato su cui c’erano le scatole dei gioielli, guardandosi avidamente, in cerca di un posto per fare l’amore. L’urgenza era tale che non si concessero il tempo di parlare di niente, avevano bisogno di toccarsi, esplorarsi e convincersi reciprocamente che l’altro era proprio come l’aveva immaginato. Lei non volle dividere Gregory con Joan e Susan, temeva che se fossero andati a casa loro l’incontro sarebbe stato inevitabile e per quanto discrete fossero le due donne, sarebbe stato ben difficile eludere la loro compagnia, lui pensò la stessa cosa e senza consultarla la portò in un misero motel il cui unico pregio era la vicinanza. Lì si spogliarono frettolosamente e rotolarono sul letto stor…

Mi appassiona

Mi appassiona il passato delle collettività, di noi italiani per esempio, il modo in cui i grandi avvenimenti ci hanno formato, come ci siamo rivelati sotto la spinta dei grandi avvenimenti: debolezze, viltà, eroismo, costanza, il comportamento dei romani sotto l'occupazione nazista, l'Italia liquefatta dell'8 settembre 1943, il boom degli anni Cinquanta, quella disperata energia Corrado Augias

Per chi è sazio non esiste l'affamato

I privilegiati non hanno orecchie per i diseredati. È una colpa dei privilegiati? No. È la loro legge, ahimè! Perdonateli. Commuoversi vorrebbe dire abdicare. Dove ci sono signori e principi, non bisogna aspettarsi nulla. Chi è soddisfatto è inesorabile. Per chi è sazio non esiste l’affamato. Victor Hugo

Tanto non cambia nulla

Una volta si diceva ‘son tutti uguali’, intendendo ‘sono tutti corrotti’. Ma oggi è peggio, si pensa: ‘tanto non cambia nulla’. Gustavo Zagrebelsky

Fbc Unione Venezia: Un pareggio ed una sconfitta il risultato degli ultimi due incontri di campionato

Venezia-Como 2-2 Campionato Nazionale Lega Pro1 Girone A – 27^ Giornata - San Marino-Venezia 2-1 Campionato Nazionale Lega Pro1 Girone A – 28^ Giornata -
Dopo il miracoloso pareggio casalingo contro il Como che riduce a soli tre punti di vantaggio dal 10^ posto (fuori dai playoff per la serie B) gli arancioneroverdi incassano una bruciante sconfitta all’Olimpico di Serravalle contro l'ultima della classe il San Marino. Continua, in questa 28esima giornata di campionato, la serie sfortunata dei ragazzi di mister Dal Canto, che tornano a casa battuti 2-1. Inizio propositivo il primo tempo, con Kirilov che batte il primo calcio d’angolo della partita. Arriva al 14’ la prima buona occasione per l’Unione, il tiro di Margiotta servito da Kiri, ma la palla va fuori. Al 30’ Bocalon ci prova, colpisce di testa, ma il pallone, deviazione del portiere del San Marino, batte sula traversa. Vivan salva i suoi ancora una volta al 34’, solo contro Calamai. Nella seconda frazione di gioco già al 6’ …

Anima

Oggi più che mai gli uomini dovrebbero imparare a vivere senza gli oggetti. Gli oggetti riempiono l'uomo di timore: più oggetti si hanno più si ha da temere. Gli oggetti hanno la capacità di impiantarsi nell'anima per poi dire all'anima cosa fare. Bruce Chatwin

Come prigionieri

In fondo, l'immensa maggioranza degli uomini, sono come prigionieri;
con tutte le porte e le finestre chiuse,
e così allora si sentono soffocare; e benché abbiano la chiave
che apre quelle porte e
quelle finestre,
non se ne servono,
perché hanno paura.
Hanno paura di perdersi.
Vogliono restare quello che chiamano se stessi.
Amano la loro menzogna e la loro schiavitù.
Qualcosa in loro le ama e vi resta
aggrappato.
Continuano ad avere l'impressione che senza i loro limiti
non esisterebbero più. Caballero de Merè

E' forse la follia la soluzione per la nostra esistenza?

Viviamo in un epoca in cui ogni spiritualità si converte in profitto.
Tutto, viene fatto in vista di un guadagno. Un epoca in cui la vita stessa è una mascherata. Che la felicità del vivere, è falsa, come l'arte che la esprime. In una simile epoca di perduta genuinità è forse la follia, la soluzione per la nostra esistenza? Karl Jaspers

Giusto o sbagliato che sia

Girando lo sguardo verso il nostro passato di coppia, oltre alla gioia del giorno che ci siamo conosciuti, alla gioia del giorno del nostro matrimonio, alla gioia della nascita del nostro unico figlio Federico, una data è impressa in maniera indelebile nel nostro cuore, quel 31 gennaio 2008 ore 19.00. Se ritorniamo a quel giorno è come tutto fosse avvenuto come in un film. Guardi il film, viv la trama, ne discuti con gli amici all'uscita del cinema e poi lentamente tutto si cancella per poi dimenticare. Quel giorno invece è il giorno che ha cambiato la nostra vita. E' la data dell'incidente di nostro figlio. Ancora adesso ci sembra di essere su quella porta del pronto soccorso. Io a cercare una sigaretta che non avevo non avendo il vizio del fumo e mia moglie distesa su quel lettino con gli occhi pieni di lacrime a chiedersi come sarebbe an data a finire. E poi ancora quel mio andirivieni per quella rampa piena di un continuo via vai di ambulanze, del suono delle sirene,di …

Amare ciò che è

I pensieri sono come la brezza, o le foglie sugli alberi, o le gocce della pioggia che cade. Anche i pensieri appaiono così e, attraverso l’indagine, possiamo fare amicizia con loro. Entreresti in conflitto con una goccia di pioggia? Le gocce di pioggia non sono qualcosa che ti riguarda personalmente e neppure i pensieri. Se un concetto doloroso viene accolto con comprensione, la prossima volta che si presenterà lo troverai interessante. Quello che era un incubo, ora è semplicemente interessante. Poi, la volta successiva, potresti trovarlo divertente. La volta ancora dopo, forse non lo noterai nemmeno. Questo è il potere di amare ciò che è.”
Byron Kate

Le cose non si decidono da sole

Passiamo la vita a prendere tempo. Cioè a perderlo. Ma quando non si sa cosa fare,quando non si sa cosa dire,non si riesce a fare altro che affidarsi al tempo sperando che faccia lui qualcosa al posto nostro,pregando che le cose si decidano da sole.
Bandini, Il Bacio della tarantola

Altri

Il passato non mi interessa, perchè era il presente di altri. Il futuro non mi interessa, perchè sarà il presente di altri
Manlio Sgalambro

Grappoli buoni

“La saggezzanon arriva automaticamente con l'età avanzata. Nulla arriva - se non le rughe. É vero, alcuni vini invecchiano con l'età. Ma solo se i grappoli erano buoni in primo luogo.” Abigal Van Buren