Non c'è giorno

Esser fatti di corpo e pensare e parlare e avere emozioni,
la vita come piacere, dolore, stupore,
in un movimento che da ritmi sempre diversi al tempo,
più veloce o più lento, al passo con il nostro essere sereni o afflitti.
Non c’è giorno che non ci veda diversi da quel che eravamo e che saremo.
E in questo traslocare del sentire c’è tutta la contiguità di cui siamo intessuti
Mariapia Veladiano 

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai