Noi "giovani" vicino ai 60'

Ci si preoccupa tanto e a ragione della mancanza di lavoro giovanile. Ma dei disoccupati 50/60enni, governo, istituzioni, giornali, davvero ne parlano molto poco.      Buttati fuori dal lavoro, o in altri casi costretti a rinunciarvi per gravi problemi in famiglia, non seguiti dagli enti preposti,  non riescono più a rientrarci. Sono lontani, lontanissimi dalla pensione e, molto spesso, con carico familiare sulle spalle (figli disoccupati, figli disabili, come nel mio caso, senza alcun aiuto da parte dei servizi sociali…). Non ci rappresenta proprio nessuno. E chi se ne frega, con la legge Fornero, cambiando le regole del gioco, cambiando un contratto con i lavoratori (quante volte è stato fatto ma, anche qui non per tutte le categorie) si lasciano migliaia di famiglie nell’abbandono, nell’oblio… Questa è la realtà vera e cruda dei quasi 60enni disoccupati ed arrabbiati.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai