Passa ai contenuti principali

Fbc Unione Venezia: Vittoria in casa contro il San Marino

Venezia-San Marino 2-1 Campionato Nazionale Lega Pro 1 Girone A – 13^ Giornata
Due squadre a caccia del riscatto. Il Venezia per cancellare la prestazione impalpabile di Como, il San Marino per far dimenticare il 0-3 casalingo subito dalla Feralpisalò.
Squadre che hanno tentennato nelle ultime giornate (cinque punti in quattro gare gli arancioneroverdi, a secco nelle ultime tre per i biancocelesti Sanmarinesi).
Dunque, nel deserto del Penzo (appena 850 spettatori) un doppio squillo del solito Bocalon fa ripartire il Venezia e chiude, in un modo o nell’altro, la porta in faccia alla crisi. Che fatica però per superare con un sofferto 2-1 il San Marino, penultimo, rimaneggiato ma capace di fare un figurone mostrando una manovra più efficace di quella lagunare. La doppietta di Bocalon evita in extremis i fischi per un gioco involuto, nonostante il quale gli arancioneroverdi salgono al 6 posto agganciando AlbinoLeffe, sorpassando il Vicenza e consolidandosi in piena zona playoff.
Se l’obiettivo era quello di tornare a vincere, non importa come, allora il Venezia l’ha centrato in pieno. Ma la vittoria non nasconde le evidenti difficoltà incontrate contro il San Marino che, un po’ paradossalmente, è la squadra che ha destato la migliore impressione tra quelle viste finora al Penzo (e prima al Mecchia).
I tre punti con il San Marino sono fondamentali per il periodo che sta vivendo la squadra, alla fine del girone di andata mancano ancora due gare molto toste a Cremona e con l’AlbinoLeffe.
Non facciamo calcoli, puntiamo a fare ciò che serve per portare a casa il miglior bottino e stare il più in alto possibile.

Venezia-San Marino 2-1
Reti: pt. 20 Bocalon (UV), st. 12 Draghetti (SM), 38 Bocalon (UV) RIG.
Arbitro: Sig. Formato di Benevento

Classifica prime nove posizioni
V.Entella 31
Pro Vercelli 27
Savona 22
Como 21
Cremonese 21
Venezia 20
Albinoleffe 20
Vicenza 19
FeralpiSalò 16

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines