Passa ai contenuti principali

Fbc Unione Venezia: Quante ingenuità

Tanti nodi da sciogliere per mister Dal Canto in vista del durissimo match di domenica prossima al Penzo - ore 14.30- contro la Pro Vercelli, vittoriosa a fatica sul fanalino di coda Pavia (1-0) e sempre prima indisturbata con l'Entella a quota 24 punti. Alla sconfitta di Savona che ha fatto scendere il Venezia (fermo a 16) dal terzo al quinto posto, non hanno preso parte Cori e Bertolucci per problemi muscolari, più D'Appolonia per una botta al piede: al momento la reale entità degli infortuni non è nota e per tutti e tre bisognerà valutare gli eventuali benefici del riposo forzato concesso loro da Dal Canto.
Come se non bastasse domani il giudice sportivo squalificherà per una giornata Giorico, finora playmaker inamovibile nella linea mediana lagunare: il sostituto naturale sarebbe Taddei (solo due presenze per 90' totali finora) tornato in panchina a Savona dall'8 settembre, dopo essere uscito a fine primo tempo (sull'1-2, al suo posto entrò Maracchi) nel match poi vinto 5-3 contro il Lumezzane.
Ritornando alla sconfitta di Savona,maturata per ingenuità della difesa, prima Lancini - fallo evidente ed evitabile- e poi a Campagna - a mio avviso contatto inesistente ma situazione fraintendibile, due ragali che hanno fatto volare i biancoblu, facendo slittare i lagunari in classifica.
Ennesima dimostrazione quella in terra ligure del livellamento verso il basso che ha subito quest'anno la terza divisione nazionale: il premio per gli under unito all'assenza di retrocessioni ha davvero reso questo campionato inguardabile. 
Eppure per un sodalizio ambizioso sarebbe davvero un'occasione da coglier al volo quella di quest'anno: l'assenza di retrocessioni, infatti, renderà molto meno combattuto il girone di ritorno, nel quale le "piccole" non avranno la consueta foga per ottenere un "punticino che muove la classifica" verso la salvezza.
Insomma se si vuole puntare alla serie B subito è la stagione ideale: qualche rinforzo adeguato accompagnato magari dalla scelta di non inseguire i contributi per i giovani potrebbe aprire nuovi scenari. Ma si tratta solo di considerazioni a ruota libera che in casa Venezia non vengono nemmeno lontanamente prese in considerazione.
Bene così, allora. Perchè alla fine abbiamo visto esordire un fortunato Pescara che ha trovato subito la via del gol e premia così il lavoro del settore giovanile, dimostrando che i campioncini del futuro magari sono già in casa, come in Coppa c'era stato un primo contatto positivo con uno sfortunato Siega, anch'egli frutto lagunare
Campionato da comprimari?. Obiettivo nona piazza!!!.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines