Le parole sono parole

Castelli di sabbia. Ombre cinesi. Parole di nebbia.
Quando imparerà la mia piccola Lulù che le parole sono solo parole. Che portano con sè universi irraggiungibili e suggestioni, labirinti e trappole. Quando imparerà che aver bisogno emotivamente di qualcuno è il modo migliore per cadere a terra, che darsi così, subito e totalmente, è una mossa che azzoppa il passo, che lei non è nata per avere padroni, che la dipendenza di corpo e testa in cui è cascata la sta annebbiando e che se una cosa è dentro non la puoi cercare fuori, ecco, solo quando avrà imparato tutto questo la vedrò davvero immensa. [...] Ha bisogno di raschiare il fondo con il cuore. Io invece ho bisogno, almeno adesso, di voltarmi dall’altra parte perchè se continuo a guardarla scorticarsi mi verrà l’istinto di prenderle un braccio e portarla via. E non devo. Non posso portarla via da lei.
Moreni Michela – Il segreto dell’acqua -

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai