A proposito di governo, a questo punto METTIAMOLI ALLA PROVA


Premetto che il sottoscritto si è presentato all'ultimo voto consegnando la scheda elettorale e subito dopo facendosela ritornare rimanendo sul posto fino a quando il presidente della sezione non ha riportato per iscritto che non avevo intenzione di dare il voto a nessuno, perchè nessuno mi rappresentava. Ma a parte questa premessa a questo punto è chiaro al di là di ogni ragionevole dubbio e tacendo dei modi discutibili che la prospettiva di Grillo non è riformista ma è rivoluzionaria…nel senso che è evidente che Grillo giudica la situazione da una posizione di presunta superiorità tipica del rivoluzionario che non deve confrontarsi con nessuno perché ha in se tutte la risposte. Quello che mi chiedo è se questo sentire sia quello degli elettori di Grillo. Non sarebbe meglio trovare un escamotage per avere un governo da giudicare sui provvedimenti concreti senza inutili pregiudizi?
Le prospettive sono veramente disastrose neanche altri vent’anni di Fiorito, Batman e Penati e chi più ne ha ne metta ci avrebbero conciato così.
Appoggiare il governo PD un primo risultato lo avrebbe certamente : per prima cosa si potrebbero fare le riforme e una volta per tutte ci libereremmo di mister puttaniere  e di tutta la sua compagnia di indagati, visto e considerato che neanche la magistratura ci riesce.
Caro Grillo non si può vincere una guerra con una sola battaglia ma, piuttosto che un governo dell'INCIUCIO o di uno scellerato patto con il PDL, anche Bersani deve avere il coraggio di un passo indietro a favore di un governo M5S.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai