Passa ai contenuti principali

Colpo di spugna

Ricordi che non riesco a non far tornare a galla. Spesso mi ronzano come mosche impazzite all'interno dei miei pensieri. Mi dico: " Dimentica" ma, non ci riesco. 
Ed è come fosse adesso...
...non credo passerà la notte (medico rianimazione) ;
...è una brutta infezione (medico malattie infettive) ;
...suo figlio rimarrà un vegetale (medico neurochirurgia) ;
...mi spiace ma suo figlio non ci vedrà mai più (medico oculistica) e così è ; 
...ci sono tanti buoni istituti che lo possono accogliere (parente) ;
...molto meglio se cambiate medico (medico di famiglia) ;
...non ho esperienza in questi casi, non so che dirvi (medico di famiglia bis)
...ai miracoli, io, non ci credo (direttore distretto sanitario) ;
...si ricordi che per suo figlio solo questo c'è (direttore distretto sanitario) ;
...prima o poi lei me la pagherà (direttore distretto sanitario) ;
...suo figlio prende una pensione pagata dallo stato ci mancherebbe che non    la usasse (direttore distretto sanitario) ;
...si ricordi bene che suo figlio andrà in riabilitazione solo e quando sarà approvato il bilancio regionale (direttore distretto sanitario) ;
...ma,vedremo,chissà,forse,ci penseremo (assistente sociale) ;
...si metta il cuore in pace suo figlio non camminerà mai più (responsabile centro riabilitazione) "ora faccio fatica a farlo smettere di camminare" ;
...ciao come và, siamo sempre al corrente, è come vivissimo anche noi la vostra disgrazia (amici di infanzia che non si vedono più) ;
...io mi sto divertendo e mentre mi diverto penso a mia sorella che non potrà mai più farlo (sorella) "noi comunque ci divertiamo un mondo
...silenzio, dove sarà andato a finire (fratello) ;
Ci vorrebbe un colpo di spugna. Ma sono segni che hanno impresso un marchio indelebile sul nostro cammino e non è sufficiente cancellarli. Sono come marchiati, incisi, come un segno di riconoscimento, come il sorriso di Federico e quel pollice verso l'alto.   

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Temperance Movement - Take It Back

Mötley Crüe - Kickstart my Heart