Passa ai contenuti principali

Fbc Unione Venezia : Il brutto pareggio di San Vito al Tagliamento costa la panchina a Mr. Sassarini

Il nuovo mister Giancarlo Favarin

Sanvitese-Venezia 1-1 - Campionato Nazionale Serie D Girone C -19^ Giornata
L'ennesima pessima prestazione offerta a San Vito (1-1ma giocando malissimo) è costata la panchina al mister arancioneroverde. Via Sassarini il Venezia è ora nelle mani di Giancarlo Favarin, 54 anni pisano, ex Lucchese. Se ne va quindi Sassarini che ha condotto il Venezia al vertice della serie D con cinque punti di vantaggio e una sola sconfitta incassata. Il dg lagunare Oreste Cinquini ha riunito lo staff tecnico, dopo l'ennesima brutta figura a San Vito, per avere risposte precise: le indicazioni non sono state all'altezza e quindi s'è deciso per il cambio in panchina. Aver incamerato tre pareggi, una sconfitta e una sola vittoria in cinque match è emblematico del'involuzione accusata dalla squadra. Essere passati da 11 punti di vantaggio a cinque è altrettanto preoccupante. Se ritorniamo indietro nel tempo quando il Venezia ha superato il Delta sembrava già virtualmente promosso ora...Alla base si può dire che si tratta di una crisi psico-fisica prima ancora che tecnico-tattica. Era sotto gli occhi di tutti che dopo una prima parte di stagione brillante la squadra ha iniziato a girare meno, offrendo prestazioni scadenti sul piano del gioco prima ancora che su quelle del risultato.Ringraziato Sassarini per l'impegno profuso si è deciso di voltare pagina

Sanvitese-Venezia1-1
Arbitro: Sig. Ruggiero Dorionzo di Barletta
Gol:pt 18^Rossi (SV), st. 33^ Moro (UV)

Classifica prime cinque posizioni
Venezia 44
Delta Porto Tolle 39
Legnago 36
Montebelluna 32
Pordenone 30
Tamai 30

Commenti

  1. Barbara e Paolo14:45

    Forse i problemi atletici del Venezia superano quelli tecnici.

    RispondiElimina
  2. Forza , ci sarà una scossa !!!

    Per adesso il Rimini è ok

    Casale 43
    Rimini 42
    Treviso 40

    RispondiElimina
  3. Paco17:13

    E' il momento di serrare le fila. L'esonero di Sassarini è qualcosa di nuovo che giudico positivo ma l'importante è recuperare la grinta. Perchè c'è chi corre e chi viaggia con ritmi di una barcaiola. E no se proprio el caso di continuar a ninoarse...

    RispondiElimina
  4. Teston17:16

    Questa è una squadra di grande potenzialità a cui serve solo recuperare fiducia.Grosse problematiche non ci sono per centrare il tanto sospirato traguardo della lega pro.

    RispondiElimina
  5. dalla curva sud20:13

    Non bisogna fermarci davanti nessun ostacolo.DOBBIAMO VINCERE IL CAMPIONATO E, NEL CALCIO, SUCCEDE QUALCHE VOLTA DI DOVER PRENDERE DELLE DECISIONI SPIACEVOLI. Grazie comunque a mister Sassarini se siamo dove siamo qualche merito lo ha certamente anche lui.

    RispondiElimina
  6. Bisteca20:57

    Un padovan-pisano sotto il leone di Venezia? Mah chissà...

    RispondiElimina
  7. Ansoo20:19

    Diamo tempo a mr Favarin di conoscere i giocatori e valutarli tenendoli il più possibile assieme. Intanto per domenica l'emergenza difesa va a pennello per il 3-4-3 del nuovo allenatore...staremo a vedere

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines