Passa ai contenuti principali

Buon Anno

Non Vi auguro un dono qualsiasi,
Vi auguro soltanto quello che i più non hanno.
Vi auguro tempo, per divertirvi e per ridere;
se lo impiegherete bene,
potrete ricavarne qualcosa.
Vi auguro tempo, per il vostro Fare e per il Vostro Pensare,
non solo per Voi stessi, ma anche per donarlo agli altri.
Vi auguro tempo, non per affrettarvi e correre,
ma tempo per essere contento.
Vi auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
Vi auguro tempo perchè ve ne resti:
tempo per stupirvi
e tempo per fidarvi
e non soltanto per guardarlo sull'orologio.
Vi auguro tempo per toccare le stelle e
tempo per crescere, per maturare.
Vi auguro tempo, per sperare nuovamente e per amare.
Non ha più senso rimandare.
Vi auguro tempo per trovare Voi stessi,
per vivere ogni Vostro giorno,
ogni Vostra ora come un dono.
Vi auguro tempo anche per perdonare.
Vi auguro di avere tempo, tempo per la vita.
Poesia Indiana

Tempo per la vita. E’ quello che stiamo cercando per nostro figlio Federico. Non ha più senso rimandare. Domani si va è stato deciso. Ci attendono a Innsbruck clinica di Ochzirl per ritrovare il vivere di ogni suo giorno, il sogno di Federico.

Commenti

  1. grazie per il prezioso bene del tempo che ci hai augurato e che questo augurio si possa avverare per vostro figlio e per voi.

    RispondiElimina
  2. Buon Anno Nuovo, Renato, a te, a tua moglie e a Federico.
    Tanti e tanti auguri per un 2012 favoloso per tutti voi.
    A presto!
    Lara

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Incrocio le dita per voi, vi sono vicino.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines