Passa ai contenuti principali

Fbc Unione Venezia : Goleada al Penzo

Unione Venezia-Sarego 6-2 Campionato Nazionale Serie D Girone C - 13^ Giornata -
I distacchi si dilatano in campo e in classifica a favore di un Venezia capace di dominare il campionato. Un Venezia davvero ispirato passa come un rullo sul fragile Sarego, travolgendolo con un tennistico 6-2. Finisce dopo meno di mezzora e in goleada una sfida mai cominciata, data l'abissale differenza tra le due squadre,certamente più ancor più evidente considerato l'istantaneo vantaggio di un Lauria migliore in campo assieme a Zubin. Il risultato permette al Venezia l'auspicato ulteriore allungo, più 8 sul Delta Porto Tolle fermato a San Donà sul pareggio. Se il campionato non è chiuso è solo perchè "all'alba" mancano ancora 21 partite, ma è evidente come l'agognato ritorno tra i professionisti sià pressochè scontato. Fischio d'inizio e il Venezia si guadagna un fallo sulla trequarti centrale, sul punto di battuta va Lauria che da oltre 25 metri calcia di sinistro spedendo il pallone a fil di palo alla destra del portiere del Sarego immobile. 56" sono appena passati e il match è già in discesa per i padroni di casa. Passano poco più di 14 minuti ed ecco il raddoppio di un Venezia che affonda con facilità nella difesa vicentina : Zubin indisturbato schiaccia in rete. Ancora 12 minuti ed arriva il terzo gol ancora di Zubin che, aproffitando di un velo del compagno di squadra Marcolini, prende la mira e centra l'angolino alla sinistra del portiere vicentino (3-0).
La partita è del tutto in mano ai lagunari anche se il Sarego accorcia al 32' che in contrasto con Scardala regala a Vianello il rimpallo giusto per far impennare a campanile la sfera che scendendo finisce in rete. (3-1)
Il rpimo tempo finisce praticamente quì. La ripresa si apre con un tiro centrale parato da Amadori poi, al 12' il brasiliano Oliveria duetta con Zubin e firma il 4-1 con un preciso destro ad incrociare dal limite. Al 17' Lauria può battere un'altra punizione da una trentina di metri, il punto di battuta è un pò più defilato sulla destra ma l'esito non cambia, il sinistro del numero 10 è centrale ma il portiere giallo-nero acuisce una giornata da dimenticare andando a vuoto senza respingere la sfera (5-1). Dopodicè bisogna attendere i minuti di recupero per le ultime due marcature al 91' ancora Vianello realizza il secondo gol del Sarego
(5-2). Palla al centro, al 92' Florean controlla un pallone sul fondo, si accentra e di sinistro a giro chiude la contesa sul 6-2.
Domenica prossima derby a Concordia, Giovedì 8 Dicembre turno infrasettimanale al Penzo con il Mezzocorona.

Venezia-Sarego 6-2
Arbitro: Sig. Mei di Pesaro
Reti: pt.1^ Lauria (UV), 15^ e 27^ Zubin (UV), 32^ Vianello (MMS), st. 12^ Oliveira (UV), 17^ Lauria (UV), 46^ Vianello (MMS), 47ì Florean (UV)

Classifica prime cinque posizioni
Unione Venezia 35
Delta Porto Tolle 27
Legango Salus 22
Tamai 22
San DonàJesolo 18
Concordia 18
Mezzocorona 18
Montebelluna 18
St. Georgen 18

Commenti

  1. Barbara e Paolo08:37

    Sei gol infilati e almeno altri due mancati di un niente, gli arancioneroverdi sono di un altro pianeta. NOI ti aspettiamo sempre CIAO

    RispondiElimina
  2. Paco12:05

    Volendo essere pignoli qualcosa da sistemare ancora c'è. Scontato dire che sui due gol subiti avremmo potuto fare meglio...

    RispondiElimina
  3. Omar12:39

    Ora ci aspettano tre gare in 8 giorni...

    RispondiElimina
  4. Teston15:29

    Otto punti di margine sul Delta, 13 su Tamai e Legnago. All'orizzonte non si intravedono già più avversari veri ma fermarsi a guardare la classifica oggi significherebbe avere una mentalità perdente, quella che è da combattere sempre. Ciao beo

    RispondiElimina
  5. dalla curva Sud17:17

    Campionato già deciso ? Tanta umiltà e piedi ben fissi a terra

    RispondiElimina
  6. Bisteca19:47

    E' dalla cintura in su che il Venezia ha fatto sfracelli. Zubin che dettava i tempi, Lauria a svariare ovunque e per finire Oliveira a imperversare sulla sinistra. Ciao coco

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines