Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2011

Fbc Unione Venezia : Allungo fallito

Venezia-Legnago Salus 1-1 Campionato Nazionale Serie D Girone C - 9^ Giornata - Fallita l'opportunità di allungare sul Delta (costretto al pari a Sacile) per un Venezia che non brilla, subisce l'aggressività del Legnago e la sua realizzazione e reagisce bene nella seconda parte di gara grazie agli innesti effettuati da Mr. Sassarini che danno vitalità al gioco, attivando uno scatenato Zubin, protagonista a tutto campo, per il gol del pareggio. Sta stretto al Venezia questo pari? No, è il risultato più giusto che possa arrivare al termine di un match che ha visto entrambe le squadre impegnarsi per il successo, arrivando alle realizzazioni, ma anche a tante opportunità da rete. Io dico che abbiamo guadagnato un punto e non che ne abbiamo persi due in primis perchè si aveva davanti una squadra importante costruita per vincere il campionato. Il bicchiere è senz'altro mezzo pieno perchè il campionato è ancora molto lungo, per questo un pareggio in uno scontro diretto non va butt…

Dal libro "Castelli di Rabbia"

Perchè è così che ti frega la vita Ti piglia quando hai ancora l'anima addormentata e ti semina dentro un'immagine, o un odore, o un suono che poi non te li toglie più. E quella lì era la felicità. Lo scopri dopo, quando è troppo tardi E già sei, per sempre, un esule: a migliaia di chilometri da quell'immagine, da quel suono, da quell'odore. Alla deriva Alessandro Baricco

Da Siddartha

E tutto insieme, tutte le voci, tutte le mete, tutti i desideri, tutti i dolori, tutta la gioia, tutto il bene e il male, tutto insieme era il mondo. Tutto insieme era il fiume del divenire, era la musica della vita. Hermann Hess

Dal libro "La luna e i falò"

Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c'è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti. Cesare Pavese

E con questo siamo a quattro

Quattro anni in cui scrivo in questo spazio virtuale. 29 Ottobre 2007 il primo post “Siamo tutti africani…un unico menoma, un unico pianeta” sul blog. Una data cui tutto ha avuto inizio. Da quel giorno sono cominciati poesie, pensieri, frammenti di quotidianità, essere, berlusconi, filosofando e, tre mesi più tardi i post su mio figlio Federico. Come sempre ho affermato l’idea non è partita da me. Io? Aprire un blog? Non sapevo neanche cosa fosse! Tutto nasce da uno chiacchierata con l’amico Novalis che diventa l’imput per creare un blog. Questo post mi offre la possibilità di ringraziare tutti coloro che sono passati da qui, chi ha trovato interessante questa finestra, chi ha letto con piacere e chi non, chi è passato in silenzio e chi ha lasciato una emozione. Eh si…sono passai quattro anni da quando ho realizzato ( in piccolo) un mio sogno e cioè scrivere, condividere pensieri e idee, di esprimere opinioni anche poco ortodosse e di poter (spero) aver offerto ai miei lettori qualch…

Ciao grande Marco

Questo post vuol essere un omaggio a Marco Simoncelli da parte di mio figlio Federico. "Ciao Sic anche tu, come me, con la moto non ci avrei mai pensato...forse è stato meglio così. Ora mi resta solo Vale. Tra i tanti articoli che gli ho letto dai quotidiani Federico ha scelto questo perchè : "Avrebbero detto così anche la mia mamma e il mio papà, e perchè ci assomigliavo un pò anch'io al Marco". Mamma Rossella "Per quello che ci ha dato Marco, e per la Martina che è rimasta con me. La vita deve andare avanti, Marco ci sarà sempre. Era molto ironico, cercava sempre di sdrammatizzare le cose, certamente questa è una cosa che non si può sdrammatizzare perchè è così e basta. Però noi dobbiamo essere sereni e tenerlo vivo. Ci mancherà molto perchè era un grande casinaro, la casa era bombardata da quello che lasciava in giro, dal suo tono di voce forte. Questo chiasso ci mancherà. Noi lo abbiamo accompagnato solo in quello che gli piaceva fare. La vita se non facciamo …

Che cos'è la vita ?

"Che cos'è la vita ? Lo sfavillare di una lucciola nella notte. Il respiro sbuffante di un bisonte nell'inverno. La breve ombra che scorre sopra l'erba e si perde dentro il sole" Piede di Corvo

Fbc Unione Venezia: Aggancio in vetta

Pordenone-Unione Venezia 1-3 Campionato Nazionale Serie D Girone C - 8^ Giornata -E' un Venezia maestro di cinismo, e con una panchina davvero d'oro (Zubin e Cubillos entrano e segnano) quello che sbanca il "Bottecchia" di Pordenone e aggancia in vetta il Delta Porto Tolle, bloccato sul 2-2 dall'Union Quinto. La settimana della grande rimonta arancioneroverde. Quattro lunghezze sotto il Delta Porto Tolle domenica scorsa, Il Venezia, grazie al campo e al giudice sportivo, si ritrova adesso in vetta a pari punti con i grandi rivali per la conquista della promozione in Seconda Divisione. Prima o poi anche il Delta avrebbe dovuto rallentare. Restare secondi con 22 punti conquistati su 24 sarebbe stato davvero inconsueto guardando gli altri gironi della serie D. La squadra ha la vocazione di riscattarsi da inizi di gara poco brillanti. E' successo con la Sacilese, il St,Georgen, l'Union Quinto e la scorsa giornata con il SandonàJesolo. Si tratta di un segno ch…

Fan culo “tutti” riflessioni di un diversamente abile

Fede è quello con la maglietta nera a destra
In questi ultimi quattro anni sono stato ospite di vari centri, Lido di Venezia, Lecco, Pieve di Soligo, Verona e Trieste. In tutti questi centri hanno cercato di aiutarmi moltissimo . Nel camminare, nel parlare, nel ritornare a mangiare correttamente senza che uscissero pezzi di cibo dal piatto, nel cercare di allungare il piu’ possibile i tempi della mia concentrazione. Uno dei problemi più difficili da gestire per me è andare in bagno. Ho sempre lo stimolo di urinare che mi tormenta e per questo ogni ora e mezza, se tutto va bene, sono costretto ad interrompere qualsiasi attività che stia facendo per andare al bagno. Il vizietto di fumare non l’ho perso. Anche se fumo dalle otto alle nove sigarette al giorno il mio pensiero è sempre rivolto ad avere la cicca accesa in bocca e perciò sono costantemente che controllo l’orario tra una cicca e l’altra. La cosa più brutta, oltre naturalmente al gravissimo trauma cranico, che mi ha lasciato in …

La tua leva più potente...credi in te stesso

Solo per oggi, e domani ancora... Alzati presto. Fai un sorriso Lascia andare i sensi di colpa,non guardarti indietro. Fai un piano, credi in te stesso. Goditi ciò che sei. Accetta la tua umanità. Chiedi aiuto, e accetta ciò che gli altri hanno da darti. Ringrazia. Cambia, senza indugio e con coraggio. Accetta ciò che non può cambiare. Sii paziente Mantieni le promesse, quelle del tuo cuore. Non indugiare sul passato. Vivi con amore ogni momento. Costruisci un domani migliore. Apri il tuo cuore, esplora la tua anima. Ricorda, i miracoli accadono. Sorridi Stephen Littleword

dal libro Trentuno canzoni

Con un figlio disabile impari molto rapidamente a rinunciare alle tue ambizioni di un tempo e cominci a nutrirne altre [...] Per questo amo il suo rapporto con la musica: mi fa capire che dentro di sé ha qualcosa che gli altri possono aiutarlo a esprimere. Anzi, pensandoci bene, questo è il motivo per cui amo il rapporto che lega chiunque alla musica: perché in noi c'è qualcosa che va oltre i limiti delle parole, qualcosa che si sottrae ai nostri tentativi di tirar fuori il nostro pensiero. È la parte migliore di noi, probabilmente, quella più ricca e strana, e anche Danny ce l'ha, ovvio; solo che lui è stato dispensato dall'esprimere le cose più terrene e meno preziose. Nick Hornby

Venezia

Gia di settembre imbrunano a Venezia i crespuscoli precoci e di gramaglia vestono le pietre. Dardeggia il sole l'ultimo suo raggio sugli ori dei mosaici ed accende fuochi di paglia, effimera bellezza Vincenzo Cardarelli

Bella e perduta...L'Italia del Risorgimento

Dal 1796 al 1870 vi è stato un tempo della nostra storia nel quali molti italiani non hanno avuto paura della libertà, l'hanno cercata e hanno dato la vita per realizzare il sogno della nazione divenuta patria. E' stato il tempo del Risorgimento quando la libertà significava verità. Anzitutto sentirsi partecipi di una Italia comune, non dell'Italia dei setti Stati, ostili tra loro e strettamente sorvegliati da potenze straniere. La conquista della libertà "italiana" è stata la rivendicazione dell'unità culturale, storica, ideale di un popolo per secoli interdetto e separato, l'affermazione della sua indipendenza politica, la fine delle molte subalternità alla Chiesa del potere temporale, l'ingresso nell'Europa moderna delle Costituzioni, dei diritti dell'uomo e del cittadino, del senso della giustizia e del valore dell'eguaglianza ereditati dalla rivoluzione francese. Lucio Villari
Questo resta l'orizzonte storico insormontabile della n…

Fbc Unione Venezia: 3-0 a tavolino

E' finalmente arrivata la decisione del giudice sportivo sul reclamo del Venezia in riferimento alla partita contro il Montebelluna finita in parità 1-1. Durante tale partita la formazione trevigiana aveva schierato il giocatore Matteo Vigo che risultava essere stato squalificato nella precedente stagione, quando militava nella formazione Beretti del Bassano, squalifica non ancora scontata. La vittoria a tavolino porta gli arancioneroverdi a 19 punti in classifica, due in meno della capoilsta Delta Porto Tolle, matricola terribile del girone che, dopo 7 partite, si trova a punteggio (21 punti) pieno in conseguenza delle sette vittorie ottenute.

Pillole di...cultura

Il deputato di Popolo e Territorio Antonio Razzi, ex Idv passato tra le file della maggioranza il 14 dicembre 2010, ospite della trasmissione radiofonica - La Zanzara - Radio24, ha dato dimostrazione della sua immensa cultura con una performance linguistica di primo piano. Se non lo sapete lo stesso è menbro delle commissioni "Cultura, scienze ed istruzione" e "Politiche dell'Unione Europea". Tratto da La Zanzara - Radio 24 - " Il 14 dicembre ha portato fortuna al governo Berluscone e il 14 novembre porterà altrettanta fortuna. In questo momento ci bisogna avere la responsabilità del paese, che il governo deve andare avanti, perchè? Perchè altrimenti al posto di Berluscone chi c'è? Non c'è nessuno. Sennò altrimenti lo dobbiamo formare un altro Berluscone" "Magari forse ci sono quelli che aspirano a poltrone grandi, a grandi poltrone. Io no: a me basta che ho la sedia per votare. Arrivare a fine legislatura? E dare del bene al paese. Altrimen…

La vera anima della lega...un partito di m...a

Centinaia, migliaia di militanti leghisti si sentono traditi dai loro capi. Molto spesso si tratta (vedi la lettera al Corriere del sindaco di Macherio) di persone perbene, che si sono buttate in politica per servire la loro comunità. È un sollievo vederli reagire alla squallida agonia del governo di cui fanno parte. Non è un sollievo, però, sapere che a metterli in allarme, prima di adesso, non sono bastati quel linguaggio da trivio,quegli slogan razzisti,quella violenza verbale, quel dito medio divenuto il misero scettro del capo. Non è una questione di forma. Nessuna cosa davvero buona, davvero utile può nascondersi dentro un involucro così torbido e così sciatto. Il più onesto dei politici, il più virtuoso dei programmi non può usare a lungo parole volgari, battute infami, senza esserne intaccato, sporcato. Senza distruggere, per prima, la sua politica. Il linguaggio ben temperato e la cultura non sono vezzi da fichetti, come credono le camicie verdi (e come credevano gli squadris…

Fbc Unione Venezia: l'arbitro regala il derby al Venezia

SandonàJesolo-Venezia 0-1 Campionato Nazionale serie D Girone C - 7^ Giornata- Un regalo dell'arbitro spiana la strada al Venezia.I lagunari si impongono nel derby con il SandonàJesolo (in precedenza quattro sconfitte e un pari) grazie a un rigore inesistente che l'arbitro ha concesso per un contrasto tra Zanella (SJ) ed Essoussi (UV) un paio di metri fuori dall'area. Così il Venezia incassa tre punti importantissimi senza averli meritati, anzi proponendosi in una maniera balbettante e di certo poco convincente: un pareggio avrebbe certamente fotografato meglio quanto visto in campo. Soprattutto perchè alla fine nessuna delle due squadre avrebbe meritato di vincere. Il SandonàJesolo ha interpretato bene il match, con la grinta giusta e accorgimenti adeguati per frenare il gioco lagunare, nonostante le assenze importanti di Barbieri e Cacurio. Soddisfazione per i tre punti conquistati contro un avversario tutt'altro che facile. La squadra ha capito che per vincere i campi…

Tela di ragno

Sono una tela di ragno sospesa Sono l’acqua che stagna marcita Sono la crosta di sangue che piaga una vecchia ferita Sono una mosca che sporca il bicchiere Sono la brace che sporca il cuscino Sono una sveglia che suona sbagliata di primo mattino E…Sono un cane che abbaia di notte Sono vernice che macchia il vestito Sono un treno arrivato in ritardo che tutto è finito E sono rogna patema imbarazzo Sono un grumo di sale nei denti Sono la chiave lasciata in ufficio che ha chiuso i battenti Sono corrente che manca d’inverno Sono ruota finita in un fosso Sono quello che tende la mano… al semaforo rosso Sono tempesta sul grano maturo Sono singhiozzo che viene e non passa Sono l’anello prezioso perduto nell’acqua più bassa Sono un martello sul dito e sul muro Sono una lettera che non arriva Sono l’inutile cosa buttata che adesso serviva Sono la coda nel posto sbagliato,gatto nero sull’itinerario, coincidenza perduta partita da un altro binario Sono la mano sudata che stringe Sono zucchero al posto del sale Sono l’am…

La scelta

Vogliamo parlare della libertà e del suo esercizio. L’esercizio della libertà consiste nella capacità di assumere innanzitutto la cura di se stessi, di scegliere, di prendere delle decisioni e di restarvi fedeli. Decidere significa leggere la realtà con il pensiero per interpretare, valutare, stabilire connessioni, distinguere, astrarre. L’atto della decisione non può essere lasciato agli altri, ma neanche all’impulso del momento e all’emozione. Esige l’esercizio della riflessione e del discernimento. Solo così potremo evitare il rischio in cui oggi è facile incorrere: di restare degli eterni indecisi che si bloccano con una infinita serie di possibilità senza alcun “aut-aut” che costringa a scegliere e conduca così ciascuno a dare forma precisa e personale alla propria umanità. Lo sappiamo bene, anche decidere è un’operazione dolorosa perchè comporta dire dei no, tralasciare delle possibilità, comporta rinunce, riconoscere che il tutto non è alla nostra portata e che i limiti sono …

Il valore di una persona risiede in ciò che è

Il valore di un uomo dovrebbe essere misurato in base a quanto dà e non in base a quanto è in grado di ricevere. Albert Einstein

Preghiera (Il signor G) 1970

Signore delle domeniche, prova ad esserlo anche del lunedì e di tutti quei giorni tristi che ci capitano sulla Terra. Signore dei ricchi e dei fortunati prova ad esserlo, se puoi, anche di quelli che non hanno niente. Anche di chi ha paura e soffre, anche di chi pena e soffre, anche di chi lavora e lavora e lavora... e soffre e soffre e soffre. Signore dei gentili e dei buoni prova ad esserlo, se vuoi, anche di quelli che sono cattivi e violenti perché non sanno come difendersi in questo nostro mondo. Signore delle chiese e dei conventi, Signore delle suore e dei preti prova ad esserlo, se credi, anche dei cortili, delle fabbriche, delle puttane, dei ladri. Signore, Signore dei vincitori, prova ad esserlo, se ci sei, anche dei vinti. Amen. Giorgio Gaber

Ecco...la musica è finita

Gli amici se ne vanno, che inutile assemblea nell’aula di Montecitorio Tremonti Ho aspettato tanto per vederti Ma non è servito a niente niente nemmeno il tuo voto l’accenno di una intesa ti dico… Tremonti Nascondendomi dietro la mascella alta, circondato dai miei inutili ministri. Cosa non farei Per stringerti a me Cosa non darei Per quel voto. Ecco la musica è finita Gli amici se ne vanno E il voto non c’era più E tu mi lasci solo Più di prima Un istante lungo da morire All’improvviso La maggioranza non c'è più Non buttiamo via così Alas cinco de la tarde La speranza di una vita « d’amore » La mia forza me l’hai data tu Il mio mondo è cominciato in te Il mio mondo finirà con te E se tu, mi lascerai In un momento così, tutto per me finirà con te. liberamente tratto da La Musica è finita

Da "Cuori allo specchio"

Siamo come candele accese. Il rosso della fiamma non è l'unico colore, ma solo il più esterno e visibile. Ci sono anche il giallo e il blu: alla base, intorno allo stoppino. Allo stesso modo in noi convivono tre livelli di "combustione": il rosso delle passioni all'esterno, il giallo delle emozioni e, alla base il blu dello spirito. Chi passa la vita ad inseguire passioni per provare emozioni fa una cosa molto vitale, ma insufficiente ed è per questo che rischia di rimanere sempre inappagato. Per trarre dai sensi tutto ciò che possono darti, occorre lavorare sullo strato più profondo e nascosto. Imparare a cercare risposte all'interno e non all'infuori di te. Altrimenti sarai sempre vittima delle circostanze e degli ondeggiamenti emotivi altrui. Massimo Gramellini

Fbc Unione Venezia: i lagunari ritornano al successo

Venezia-St Georgen 5-3 Campionato Nazionale Serie D Girone C - VI Giornata- Il Venezia vince ma soffre. Segna cinque reti ma ne rimedia tre da un St Georgen che oltre a spaventare i lagunari si propone in maniera spregiudicata ed efficace, contribuendo a rendere particolarmente gradevole il match. Differenza di caratura evidente tra le due squadre, ma il team altoatesino riesce a proporsi con grande vitalità e fisicità al punto di sopperire alla minor qualità. Il Venezia domina il campo ma non appare attentissimo dietro, tant'è che lo sbilanciarsi in avanti del team altoatesino, con uno schieramento offensivo particolarmente nutrito, crea qualche grattacapo. Una vittoria di una prestazione "tutta rabbia". I nostri avversari, che finora sono stati l'unica squadra a venire al Penzo per giocarserla e non solo per non prenderle, non buttavano mai via il pallone, verticalizzando bene per i due attaccanti davvero bravi. Prestazione più che buona dei lagunari dalla cintola i…

Altrove

Leggere è vivere attraverso gli occhi di un altro. In questo modo si esce poco a poco fuori da sé, dimenticando i problemi e gli assili mondani per calarsi in un altrove sovente straniero e sconosciuto. Che miracolosamente calma e guarisce". Miro Silvera

Tutto era già stato detto: internet e la censura

Prendo, copio e incollo questo post scritto il 13 giugno 2011 da brunocorino.blogspot.com che ritengo molto interessante e da approfondire… In vista di un probabile scontro elettorale alle prossime elezioni politiche, è meglio smantellare tutti quei programmi ritenuti "scomodi" dall'attuale proprietario di Mediaset (nonché presidente del consiglio). I vantaggi che ne derivano sono duplici: da un lato si fanno fuori trasmissioni che possono inficiare le favole narrate dal governo, e dall'altro si eliminano dall'offerta televisiva dei forti concorrenti, in modo che trasmissioni come "Il grande fratello" e altre possono aumentare negli ascolti e quindi aumentare gli incassi degli introiti pubblicitari. Qualcuno da tutta questa operazione trarrà un duplice beneficio: i milioni di euro guadagnati con la pubblicità servono a finanziare la propria offerta politica, e la propria politica serve ad aumentare gli indici d'ascolto delle proprie televisioni. T…

Omaggio a Tomas Transtromer

Le pietre
Sento cadere le pietre che abbiamo gettato, Cristalline negli anni. Nella valle Volano le azioni confuse dell'attimo Gridando da cima a cima degli alberi, tacciono Nell'aria più leggera del presente, planano Come rondini da cima A cima dei monti finchè Raggiungono l'altopiano più remoto Lungo la frontiera con l'aldilà. La cadono Le nostre azioni cristalline Su nessun fondo, Tranne noi stessi. Tomas Transtromer (premio Nobel letteratura 2011)

Ci ha lasciato il visionario della Silicon Valley

Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario. Steve Jobs

D’ora in poi non ne voglio più parlare

Sapete che succede? Succede che mi sono stancato… Succede che mi sono stancato di sentire sempre la solita tiritera…Bunga-bunga…giustizia…intercettazioni…pdl…pd..lega… Succede che mi sono stancato Di Cicchitto, La Russa, Gelmini, Lupi, Angelino Alfano, Bossi, Calderoli,il Trota, Tremonti, Cota, Scilipoti, Gasparri, Borghezio, Maroni, Scajola, Denis Verdini, Saverio Romano, Gianni e Pinotto, Ric e Gian… Succede che mi sono stancato di scrivere e pensare A tutti i danni che combina questo “governo” Succede che mi sono stancato Che ci sia una sola unica verità Che sti dà una parte Sia un perseguitato E chi sta dall’altra Pensi solo a perseguitare Succede che mi sono stancato Di una sinistra complice Inesistente, incoerente, elitaria e idealista. Succede che mi sono stancato Di questa gente Di chi li vota e li voterà. Succede che mi sono stancato Di indovinare da che parte Andrà l’Italia Guidata da questa accozzaglia. Succede che mi sono stancato di entrare nel merito di cosa sia…

Non posso dirvi altro

Voi dovete vivere giorno per giorno, non dovete pensare ossessivamente al futuro. Sarà una esperienza durissima, eppure non la deprecherete. Ne uscirete migliorati. Questi bambini nascono due volte. Devono imparare a muoversi in un mondo che la prima nascita ha reso più difficile. La seconda dipende da voi, da quello che saprete dare. Sono nati due volte e il percorso sarà più tormentato. Ma alla fine anche per voi sarà una rinascita. Questa è almeno la mia esperienza. Non posso dirvi altro Giuseppe Pontiggia

Non dovresti conoscere la disperazione

Non dovresti conoscere la disperazione se le stelle scintillano ogni notte; se la rugiada scende silenziosa a sera e il sole indora il mattino. Non dovresti conoscere la disperazione ,seppure le lacrime scorrano a fiumi: non sono gli anni più amati per sempre presso il tuo cuore? Piangono, tu piangi, così deve essere; il vento sospira dei tuoi sospiri, e dall'inverno cadono lacrime di neve là dove giacciono le foglie d'autunno; pure, presto rinascono, e il tuo destino dal loro non può separarsi: continua il tuo viaggio, se non con gioia, pure, mai con disperazione! " Emily Bronte

Fbc Unione Venezia : Ultimamente gli arancioneroverdi "sembra" si stiano smarrendo

Montecchio Maggiore - Unione Venezia 1-1 Campionato Nazionale Serie D Girone C - V° Giornata -
C'è poco da dire sulla prestazione dei lagunari in quel di Montecchio Maggiore. Ancora una volta un calcio di punizione, come domenica scorsa in casa con il Montebelluna, è stato determinante. Ancora due punti lasciati sul campo dagli uomini di Sassarini, passati in vantaggio al 25' del secondo tempo con Oliveira. Nulla da recriminare sul punteggio finale della partita, più di qualcosa da recriminare sul fronte del gioco. Si attendono intanto i due punti che verranno recuperati per l'errore del Montebelluna che domenica scorsa, al Penzo, ha schierato il giocatore Matteo Vigo, nonostante quest'ultimo, dovesse scontare un turno di squalifica. Intanto, la matricola terribile Delta Porto Tolle, continua a vincere trovandosi in vetta al girone C di Serie D con 15 punti ( 5 partite, 5 vittorie).
Montecchio Maggiore - Unione Venezia 1-1 Arbitro: Andrea Naccari di Messina Reti: 25' …

Dal libro Walden ovvero vita nei boschi

Andai nel mondo perché desideravo vivere con saggezza, per affrontare solo i fatti essenziali della vita, e per vedere se non fossi capace di imparare quanto essa aveva da insegnarmi, e per non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto. Non volevo vivere quella che non era una vita, a meno che non fosse assolutamente necessario. Volevo vivere profondamente, e succhiare tutto il midollo di essa, vivere da gagliardo, spartano, tanto da distruggere tutto ciò che non fosse vita. Henry David Thoreau

Consigli

"Goditi potere e bellezza della gioventù, non ci pensare: il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite ma credimi, tra 20 anni guarderai quelle tue vecchie foto in un modo che non puoi immaginare adesso; quante possibilità avevi di fronte e che aspetto magnifico avevi. Non eri per niente grasso come ti sembrava. Non preoccuparti del futuro, oppure preoccupati, ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un'equazione algebrica. I veri problemi della vita sono quelli che non ti erano neanche passati per la mente, di quelli che ti colgono di sorpresa, alle 4 di un pigro martedì pomeriggio. Fa una cosa ogni giorno che sei spaventato: canta! Non essere crudele con il cuore degli altri, non tollerare la gente che è crudele col tuo. Lavati i denti. Non perdere tempo con l'invidia, a volte sei in testa, a volte resti indietro; la corsa è lunga e alla fine è solo con te stesso. Ricordati i complimenti che ricevi, scordati gl…

Tratto da - La Storia -

L'umanità, per propria natura, tende a darsi una spiegazione del mondo, nel quale è nata. E questa è la sua distinzione dalle altre specie. Ogni individuo, pure il meno intelligente e l'infimo dei paria, fino da bambino si dà una qualche spiegazione del mondo. E in quella si adatta a vivere. E senza di quella, cadrebbe nella pazzia. Elsa Morante